La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Bion Convegno 2010 Bion cerca di descrivere un metodo di Osservazione Psicoanalitica che permetta di cogliere la trasformazione di fatti osservabili in.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Bion Convegno 2010 Bion cerca di descrivere un metodo di Osservazione Psicoanalitica che permetta di cogliere la trasformazione di fatti osservabili in."— Transcript della presentazione:

1 Bion Convegno 2010 Bion cerca di descrivere un metodo di Osservazione Psicoanalitica che permetta di cogliere la trasformazione di fatti osservabili in pensieri capaci di crescere e acquisire significato. Progetto Concetti Fondamentali

2 Concetti fondamentali Reverie Elementi Elementi Funzione Contenitore/Contenuto Vertice Analitico

3 Elemento Dato sensoriale puro che promana da emozioni/sensazioni indescrivibili e in quanto tali senza senso Semi Trattato di Psicoanalisi pag.323 Concetti Fondamentali

4 Funzione Funzione del pensatore che è in grado di dare significato alle sensazioni/emozioni indescrivibili che vengono così alfabetizzate e trasformate in elementi Per eccellenza la funzione svolta dalla madre nei confronti delle proiezioni del bambino Concetti Fondamentali

5 Contenitore /Contenuto Il modello base delle relazioni ……astrarrò, per servirmene come modello, lidea di un contenitore in cui viene proiettato un oggetto e delloggetto, che designerò con il termine contenuto, che può essere proiettato nel contenitore. Il fatto che ambedue i termini contenitore e contenuto possano non soddisfarci indica lesigenza di andare oltre nel processo di astrazione. Apprendere dallesperienza cap27 pag154 Concetti Fondamentali

6 Lesperienza della psicoanalisi produce un materiale che non può essere ricavato da nessuna altra fonte Questo materiale deve essere pienamente accessibile allo psicoanalista Nonostante lanalisi personale le credenze e le convenzioni stabilite, le abitudini di pensiero inveterate, tendono a ristabilirsi, a sottrarre all'analista quella libertà che egli ha raggiunto tramite la propria analisi a deteriorare la sua capacità analitica AttintCap03pg40 IL VERTICE ANALITICO

7 Ogni analisi è unica Ogni analisi infatti é unica, mentre i discorsi sull'analisi non lo sono ( fx>fx>fx>..>..> ) L'analista deve centrare la propria attenzione su O, l'ignoto e l'inconoscibile. Il successo di una psicoanalisi dipende dal fatto che, nel suo corso, venga conservato un punto di vista analitico. Il punto di vista é il vertice psicoanalitico; il vertice psicoanalitico é O.

8 Le interpretazioni (dal momento che l'analista non può conoscere O) dipendono dal fatto di "diventare". AttintCap03pg41 L'interpretazione é un evento effettivo in uno sviluppo di O che é comune all'analista e all'analizzando Le Interpretazioni devono diventare Le Interpretazioni nascono insieme Le interpretazioni nascono nella seduta Senza memoria Senza desiderio

9 Tutto questo perché ? Revèrie: Capacità negativa: Trasformazioni: Dallapprendimento alla crescita ……

10 Reverie Il processo interattivo tra madre e bambino attraverso il quale le emozioni e sensazioni di entrambi evolvono da forme più primitive a forme più elaborate sia in senso positivo che negativo Torna precedenteTorna Concetti

11 Capacità Negativa La capacità di sostare nellignoto in attesa che si configuri un insieme di elementi che possa essere scelto come punto di partenza per una elaborazione successiva (Poincarée. Fatto scelto ). Torna precedente Progetto Torna precedenteProgetto

12 Trasformazioni La situazione della seduta così comè nella sua totalità (O) viene percepita vissuta e simbolizzata attraverso una serie di Trasformazioni sia da parte dellanalista che del paziente. A moto rigido: Nevrosi Proiettiva : Dimensione psicotica In Allucinosi: Stati Allucinatori In K processo di elaborazione tendenza a conoscere In O connesse col mutamento crescita, diventare se stessi Torna precedente

13 A moto rigido: Nevrosi Freud aggiunge: « Questa riproduzione che si presenta con una fedeltà importuna, contiene sempre un frammento della vita sessuale infantile, e quindi del complesso di Edipo e delle sue ramificazioni, e viene eseguita regolarmente nella sfera del transfert, cioè nel rapporto col medico ». I sentimenti e le idee appropriati alla sessualità infantile e al complesso di Edipo e ai suoi derivati, sono trasferiti (con una interezza e coerenza che sono caratteristiche) al rapporto con lanalista. Questa trasformazione comporta una deformazione trascurabile. Il termine transfert, come Freud lo usò, implica un modello di movimento di sentimenti e di idee da una sfera di applicabilità ad unaltra. Propongo perciò di chiamare questo insieme di trasformazioni moti rigidi. Torna precedenteTorna Trasformazioni

14 In Allucinosi: Stati Allucinatori Catastrofe primaria per cui il paziente non ha potuto incorporare la funzione a. Predominano meccanismi evacuativi e lidentificazione proiettiva eccessiva o onnipotente Mancanza di un contenitore che permetta lelaborazione delle proiezioni Torna precedenteTorna Trasformazioni

15 In K : Processo di elaborazione tendenza a conoscere Traduzione delle situazioni emotive e affettive in termini di conoscenza Elaborazione cognitiva associata con la pulsione epistemofilica Torna precedenteTorna Trasformazioni Torna Apprendimento Crescita Progetto

16 In O Superamento della posizione in K Cambiamento catastrofico Punto di partenza di una evoluzione Determina la disgregazione del sistema precedente Non catastrofe reale se in ambiente K Evoluzione in O ( unisono, mistico ) Torna precedenteTorna Trasformazioni connesse col mutamento,crescita, diventare se stessi Torna Apprendimento Crescita

17 Proiettiva : Dimensione psicotica Nel gruppo delle trasformazioni proiettive, taluni avvenimenti, privi di qualsiasi relazione con lanalista, sono effettivamente considerati come aspetti della personalità dellanalista. Non sono rispettate le categorie di tempo e di spazio Si ha confusione rilevante tra la figura del paziente e dello psicoanalista Torna precedenteTorna Trasformazioni

18 DallApprendimento alla crescita Le trasformazioni in K e levoluzioni in O portano dallapprendimento alla crescita Le trasformazioni in Klevoluzioni in O Lulteriore sviluppo apre il discorso sul mistico/genio Il mistico così come il genio è quellindividuo che riesce a cogliere relazioni particolari tra i fenomeni che sviluppa in idee nuove. Il mistico è sia creativo che distruttivo in relazione al gruppo. Torna precedente

19 Senza Memoria Senza Desiderio Più la mente dello psicoanalista è sgombra da teorie, ricordi e desideri, più egli può stare all'unisono con la realtà del paziente. Cogliere il nuovo di ogni seduta. Evitando i ricordi, i desideri e le operazioni della memoria, egli può approssimarsi al campo dell'allucinosi e degli "atti di fede" per mezzo dei quali soltanto può entrare all'unisono con le allucinazioni dei propri pazienti e, di conseguenza, effettuare trasformazioni O K. Torna Interpretazioni Progetto

20 Progetto formazione Capacità negativa Trasformazione in K Metodo Senza memoria


Scaricare ppt "Bion Convegno 2010 Bion cerca di descrivere un metodo di Osservazione Psicoanalitica che permetta di cogliere la trasformazione di fatti osservabili in."

Presentazioni simili


Annunci Google