La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

In un carburatore tradizionale, tramite la manopola del gas, viene azionata una ghigliottina ( valvola a farfalla) che regola la por tata di aria che.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "In un carburatore tradizionale, tramite la manopola del gas, viene azionata una ghigliottina ( valvola a farfalla) che regola la por tata di aria che."— Transcript della presentazione:

1

2 In un carburatore tradizionale, tramite la manopola del gas, viene azionata una ghigliottina ( valvola a farfalla) che regola la por tata di aria che giunge al motore. I n base a questa apertura, viene automaticamente regolata anche la portata della benzina ( la famosa miscela aria/benzina, definita dal rapporto stechiometrico, di solito corrispondente a 15:1). Nel carburatore a depressione esistono due distinte ghigliottine: la prima viene comandata direttamente dalla manopola del gas; la seconda viene invece comandata da una membrana e da una camera in depressione. La camera è in collegamento con il diffusore, e dallo stesso viene acquisita la depressione ( che è direttamente proporzionale al flusso di aria). Quando viene aperta la manopola del gas, la seconda ghigliottina non si apre finché il flusso di aria ( depressione) nel diffusore non ha raggiunto un certo valore ( cè una molla apposita, inserita nel corpo del carburatore sotto alla membrana, che ne contrasta lapertura). Questo evita gli smagrimenti di carburazione alle brusche aperture, poiché la ghigliottina secondaria non apre finché il motore non è realmente pronto a salire di giri. Un altro aspetto da tener conto è il fatto che, nel carburatore a depressione, la velocità del flusso di aria che scorre allinterno, è molto più costante rispetto a quella di un carburatore tradizionale, per cui, il carburatore a depressione viene anche definito a velocità costante (o a pressione costante). I l carburatore a depressione è facilmente riconoscibile per la presenza di un grosso cilindro ( camera di depressione) nella zona superiore del corpo del carburatore. I l carburatore a depressione viene utilizzato soprattutto per l'uso stradale, mentre quello tradizionale per l'uso agonistico.

3

4 In questa sezione e chiaramente visibile lo schema di funzionamento di un carburatore a depressione: la benzina viene erogata dal circuito principale per effetto della depressione che si genera nella sezione ristretta sotto la valvola del gas (1). Allaumentare della portata di aria aspirata dal motore, aumenta anche la velocità dellaria nella sezione ristretta e quindi il grado di depressione. Questa depressione viene comunicata alla camera (2), attraverso il canale (3) ricavato allinterno della valvola gas, che quindi si solleva aumentando la sezione di passaggio. La velocità pertanto diminuisce e la depressione che interviene sul circuito principale resta costante, per una migliore regolarità di erogazione. Se il pilota avesse indebitamente sollevato la valvola del gas, la depressione avrebbe potuto diminuire in maniera eccessiva, provocando scompensi di erogazione. In questo modo la velocità dellaria rimane molto più costante, infatti questi carburatori vengono anche denominati a velocità costante. Quando la depressione nel condotto di aspirazione diminuisce, perché è variata la condizione di funzionamento del motore e/o il pilota ha parzializzato la farfalla, la valvola gas scende per effetto del peso proprio e per effetto della molla di richiamo (4)

5 Il circuito del minimo:

6 Il sistema del minimo non è regolato dalla valvola del gas bensì da quella a farfalla: lerogazione ha luogo quando questultima è chiusa oppure leggermente sollevata. Il carburante nella vaschetta (2) viene tarato dal getto del minimo (3) mentre laria passa attraverso il getto aria (4): la miscela aria/carburante così formata arriva al foro di erogazione (7) che è parzializzato dalla punta conica della vite miscela (5). Parte della miscela viene però erogata prima di arrivare a questo foro, aspirata dai fori di progressione (6) a causa dellelevata depressione generata dalla vena di aria, che passa attraverso la sottile apertura lasciata libera dalla farfalla quasi chiusa.

7 Il circuito del massimo:

8 Lo starter: Il dispositivo di arricchimento – starter – è una sorta di carburatore secondario: sollevando la valvola starter (5) per mezzo dellapposito manettino posto in prossimità della leva frizione il carburante dalla vaschetta (2) può passare attraverso il getto avviamento (3), e raggiungere il canale di erogazione (6). A valle della farfalla, tramite il lungo condotto (4). Prima di arrivare al condotto principale, il flusso di carburante si miscela con laria, sia gia nel canale (4) che nellorifizio di erogazione.

9 Il dispositivo di arricchimento – starter – è una sorta di carburatore secondario: sollevando la valvola starter (5) per mezzo dellapposito manettino posto in prossimità della leva frizione il carburante dalla vaschetta (2) può passare attraverso il getto avviamento (3), e raggiungere il canale di erogazione (6). A valle della farfalla, tramite il lungo condotto (4). Prima di arrivare al condotto principale, il flusso di carburante si miscela con laria, sia gia nel canale (4) che nellorifizio di erogazione.


Scaricare ppt "In un carburatore tradizionale, tramite la manopola del gas, viene azionata una ghigliottina ( valvola a farfalla) che regola la por tata di aria che."

Presentazioni simili


Annunci Google