La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

E il sogno dellufficio brevetti di New York Le equazioni di Maxwell PON C4 Fisica 2013 – Liceo Oriani, Corato Prof. Teresa Menduni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "E il sogno dellufficio brevetti di New York Le equazioni di Maxwell PON C4 Fisica 2013 – Liceo Oriani, Corato Prof. Teresa Menduni."— Transcript della presentazione:

1 E il sogno dellufficio brevetti di New York Le equazioni di Maxwell PON C4 Fisica 2013 – Liceo Oriani, Corato Prof. Teresa Menduni

2 James Clerk Maxwell (1831 – 1879) Nel 1865 Maxwell pubblica il suo trattato dal titolo A Dynamical Theory of the Electromagnetic Field nel quale compaiono per la prima volta le quattro equazioni che finalmente chiudono tutte le questioni sorte intorno ai campi elettrici e magnetici unificandoli nel campo elettromagnetico. Le equazioni di Maxwell predicono lesistenza delle onde elettromagnetiche che sarà in seguito verificata sperimentalmente da Heinrich Rudolf Hertz nel 1885.

3 La sintesi teorica – Legge di Gauss Il lavoro di Maxwell è puramente teorico e scaturisce in quanto sintesi di leggi fisiche già note. Vediamo come. La LEGGE DI GAUSS (1777 – 1855) mette in relazione i campi elettrici su di una superficie chiusa qualsiasi con le cariche racchiuse dalla superficie stessa affermando che il flusso del campo elettrico attraverso la superficie è dato dalla carica totale contenuta divisa per 0, la costante dielettrica del vuoto. In formula: E = q/ 0 Significato fisico della legge di Gauss: esiste il monopolo elettrico

4 La sintesi teorica – La legge di Faraday La legge di Faraday (1831) asserisce che la forza elettromotrice indotta da un campo magnetico in un circuito è pari allopposto della variazione del flusso magnetico attraverso il circuito stesso. Ma cosa significa? Faraday aveva casualmente scoperto in laboratorio che muovendo un circuito in prossimità di un campo magnetico, nel circuito circolava corrente. Ne dedusse che una corrente, e quindi un campo elettrico, fosse generata da un campo magnetico variabile nel tempo. Il fenomeno è noto come Induzione magnetica. La legge di Faraday costituisce la seconda equazione di Maxwell.

5 La sintesi teorica – La legge di Gauss per il campo magnetico E analoga alla legge di Gauss per il campo elettrico ma afferma che il flusso del campo magnetico attraverso una superficie chiusa è nullo. Significato fisico: non esiste il monopolo magnetico

6 La sintesi teorica – La legge di Ampere Nel 1820 il fisico francese iniziò una serie di esperimenti per approfondire le connessioni tra elettricità e magnetismo e provò che Un circuito percorso da corrente si comporta come un magnete e cioè che un campo magnetico è prodotto da una corrente. In formula ove il primo membro indica un operatore chiamato circuitazione.

7 La sintesi teorica Maxwell aveva dunque a disposizione 4 leggi già verificate sperimentalmente: 1. La legge di Gauss per il campo elettrico (esiste il monopolo elettrico) 2. La legge di Faraday dellinduzione magnetica (un campo magnetico variabile nel tempo genera un campo elettrico) 3. La legge di Gauss per il campo magnetico (non esiste il monopolo magnetico) 4. La legge di Ampere (una corrente genera un campo magnetico)

8 Lintuizione di Maxwell Maxwell intuì la simmetria delle 4 equazioni e fece unipotesi geniale: Modificò la legge di Ampere aggiungendo un termine analogo a quello presente nella legge di Faraday dellinduzione magnetica applicato al campo elettrico. La quarta equazione diventa quindi equazione di Ampere – Maxwell e il suo significato fisico si amplia: un campo elettrico variabile nel tempo (e non solo una corrente) genera un campo magnetico. E questa lipotesi che conduce alla predizione dellesistenza delle onde elettromagnetiche.

9 Le quattro equazioni (in forma differenziale) Legge di Gauss (Divergenza di E) Legge di Gauss per il campo magnetico Legge di Faraday (Rotore di E) Legge di Ampere- Maxwell (lipotesi di Maxwell è laggiunta del secondo termine al secondo membro)

10 Lo strano legame Le equazioni di Maxwell scritte nel vuoto e in assenza di cariche e di correnti conducono ad uno strano legame tra costante dielettrica del vuoto, permeabilità magnetica del vuoto e velocità della luce nel vuoto: Un legame ben strano! Infatti i valori delle tre costanti sono noti da lungo tempo e la relazione è vera a qualsiasi cifra decimale!

11 Le onde elettromagnetiche Maxwell predice quindi lesistenza delle onde elettromagnetiche che Si propagano nel vuoto In assenza di cariche In assenza di correnti Con la velocità della luce Campo elettrico e campo magnetico si sostengono a vicenda oscillando nello spazio in piani perpendicolari e a loro volta perpendicolari alla direzione di propagazione.

12 Le equazioni di Maxwell risultarono così belle e straordinarie che si pensò che ormai non vi fosse più nulla di nuovo da scoprire sicché lufficio brevetti di New York chiuse. Ma …. Ma cera un punto debole, non nelle equazioni quanto nellipotesi delletere …. Ipotesi che avrebbe condotto ad una nuova rivoluzione: la teoria della relatività.


Scaricare ppt "E il sogno dellufficio brevetti di New York Le equazioni di Maxwell PON C4 Fisica 2013 – Liceo Oriani, Corato Prof. Teresa Menduni."

Presentazioni simili


Annunci Google