La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COSÈ UNA LIM? QUANTE NE ESISTONO? Francesco Zambotti Beatrice Pontalti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COSÈ UNA LIM? QUANTE NE ESISTONO? Francesco Zambotti Beatrice Pontalti."— Transcript della presentazione:

1 COSÈ UNA LIM? QUANTE NE ESISTONO? Francesco Zambotti Beatrice Pontalti

2 COSÈ UNA LIM LIM è lacronimo di Lavagna Interattiva Multimediale. Come dice il nome stesso la LIM è un dispositivo elettronico che, per forma e dimensione, è del tutto simile ad una tradizionale lavagna a muro, di ardesia o di alluminio. Proprio come le lavagne tradizionali esistono LIM di molte dimensioni (misurate in pollici, come tutti gli schermi tecnologici): da quelle adatte a piccole stanze a quelle molto estese per le sale conferenza.

3 3 ELEMENTI INDISPENSABILI PER LA LIM LAVAGNA COMPUTER PROIETTORE

4 Le diverse combinazioni che esistono tra questi tre elementi danno vita a diverse tipologie di LIM e alle differenze duso tra le stesse. Tutte le LIM però hanno uno schermo interattivo, cioè uno schermo che permette a chi lo utilizza di interagire direttamente con i contenuti che vi sono proiettati. Questa interazione può avvenire con degli appositi strumenti (penne e cancellini o puntatori a distanza) e, in alcuni modelli di LIM, anche direttamente con le dita della mano.

5 LIM E S OFTWARE DI GESTIONE Per poter utilizzare molte delle funzioni specifiche della LIM è necessario utilizzare uno specifico software di gestione della lavagna, che viene fornito al momento dellacquisto. Ogni ditta di LIM ha il proprio software e solitamente i diversi programmi non dialogano tra loro. Ciò vuol dire che se lavorate con una LIM di una marca, ciò che producete non potrà essere visto su una LIM di una ditta differente. Primo limite didattico

6 A COSA SERVE IL SOFTWARE Serve per sfruttare al meglio linterattività e la multimedialità della LIM. Sono programmi che spesso sono appositamente creati per la didattica e contengono moltissimi strumenti interattivi, immagini, animazioni e fotografie che facilitano luso della LIM in classe. Gran parte delle funzioni innovative della LIM, che vedremo nel corso, sono possibili grazie alluso del software di gestione. Tuttavia è possibile utilizzare la LIM anche senza software, perché linterattività dello schermo è presente anche quando si lavora con programmi tradizionali.

7 S ULLA LIM INFATTI viene riprodotto esattamente quello che è presente sul monitor del computer collegato e quindi:. si possono utilizzare i software tradizionali tipo Office, software specifici per la didattica, guardare video, navigare in Internet, usare DVD, ecc. La LIM in questa modalità duplica lo schermo del pc, rende interattivi i collegamenti ipertestuali presenti nei documenti o nella pagine Web e duplica le funzioni dei programmi utilizzati (ad esempio potere utilizzare un PowerPoint sulla LIM trascinando e modificando gli oggetti come con il mouse). si può utilizzare il software di gestione della LIM e sfruttare una o più delle sue funzioni e delle sue risorse. La LIM in questa modalità potenzia linterazione con i contenuti; trasformandoli, destrutturandoli, assemblandoli e rendendo attivo il ruolo degli studenti nel corso della lezione, sfruttando il lavoro di gruppo e i processi metacognitivi.

8 Q UANTI TIPI DI LIM ESISTONO ? Le LIM si differenziano tra loro per due aspetti Modalità di installazione Tecnologia di funzionamento Chiunque voglia acquistare una LIM deve trovare la combinazione migliore per la propria situazione, tra le opzioni che nascono dagli incroci tra tipologie di funzionamento delle LIM e i sistemi di installazione in classe delle stesse. La scelta deve essere guidata da principi didattici e non solamente economici (che certo hanno il loro peso).

9 3 TIPI DI LIM, RISPETTO ALLA TECNOLOGIA DI FUNZIONAMENTO. ElettromagneticaAnalogico - Resistiva A triangolazione Le differenze riguardano la modalità di gestione dello schermo. Riguardano cioè il modo in cui la tecnologia permette allo schermo della lavagna di essere interattivo e, di conseguenza, le modalità con cui lutilizzatore potrà interagire con i contenuti (ad esempio con uno strumento o direttamente con le dita della mano). A prima vista le LIM sembrano tutte uguali, ma in realtà non è così. Ogni tipologia di LIM è diversa dalle altre ed ha vantaggi e svantaggi che devono essere considerati prima dellacquisto. Per quanto riguarda le LIM diffuse sul mercato scolastico, le tre tipologie presenti ad oggi sono le seguenti:

10 L E LIM E LETTROMAGNETICHE La tecnologia elettromagnetica utilizza una griglia digitalizzata posta dietro la superficie esterna della LIM. Questa griglia si attiva grazie ad un impulso elettromagnetico, inviato utilizzando le apposite penne in dotazione, che determina la precisissima identificazione della posizione della penna sullo schermo. CONTRO PRO Elevata velocità di risposta Precisione nellidentificazione del punto di contatto. Buona resistenza della superficie ad urti e deterioramento Funzionamento solo con lapposita penna. Funzionamento solo con luso del proiettore acceso. Le LIM Promethean e InterWrite usano tecnologia elettromagnetica.

11 L E LIM ANALOGICO - RESISTIVE La superficie delle LIM a tecnologia resistiva, o analogico- resistiva, è ricoperta da due strati di membrane flessibili e conduttive, alimentate elettronicamente. Le due membrane sono separate da un sottile strato daria che, al tocco della superficie con le dita o con le penne, viene a cedere, creando così il contatto elettrico che determina la localizzazione del punto in cui si sta agendo sulla LIM. CONTROPRO Ottima velocità di interazione con i contenuti. Possibilità di funzionare senza le penne (usando ad esempio le dita). Lunica tecnologia che lo permette. Ottima visualizzazione dei contenuti. Minore resistenza agli urti e ai graffi, rispetto alle altre tecnologie. Funzionamento esclusivamente con proiettore acceso. Le LIM SmartBoard e TouchBoard Sahara usano tecnologia resistiva.

12 L E LIM A TRIANGOLAZIONE Le superfici delle LIM a triangolazione, a differenza delle precedenti, sono del tutto inerti perché su di esse vengono proiettate delle onde acustiche, onde laser a bassa potenza o onde ad infrarossi (a seconda del tipo), originate da piccolissimi sensori posti nella cornice della lavagna. In questo modo si viene a creare un reticolo virtuale di onde sulla superficie e quando si utilizza la penna speciale che contiene un chip di localizzazione, questi dati vengono inviati al computer che identifica la posizione precisa sullo schermo. CONTROPRO Perfetta localizzazione del punto di attivazione. La migliore resistenza agli urti e ai graffi. Possibilità di scrivere sulla lavagna anche quando il proiettore è spento, come su una lavagna tradizionale. Funzionamento solo con le penne specifiche. Minore sensibilità al tocco dello schermo, rispetto alle altre tecnologie. Le LIM CleverBoard Sahara e Hitachi StarBoard usano tecnologia resistiva.

13 4 TIPOLOGIE RISPETTO ALLE MODALITÀ DI INSTALLAZIONE E PROIEZIONE LIM MOBILI Optional: scorrimento anche verticale (molto importante per bambini piccoli e alunni con BES su carrozzina) LIM a MURO Optional: scorrimento anche verticale (molto importante per bambini piccoli e alunni con BES su carrozzina)

14 4 TIPOLOGIE RISPETTO ALLE MODALITÀ DI INSTALLAZIONE E PROIEZIONE LIM a proiezione FRONTALE Optional: Videoproiettore integrato nella struttura mobile o a muro. Molto importante per le LIM mobili perché diminuisce molto il tempo del settaggio iniziale. Altrimenti si deve collegare ogni volta la LIM ad un proiettore esterno già presente in classe installato a soffitto e settarlo sulla LIM. Compito lungo e poco pratico in una classe in cui cè disordine e manca sempre il tempo per tutto. LIM a RETROPROIEZIONE Proiettore integrato nel retro della LIM. Offre la miglior resa perché evita del tutto le ombre sullo schermo, ma la LIM è particolarmente ingombrante e costosa. Soluzione poco adottata nelle scuole per il prezzo e lingombro. Più usata in ambito aziendale e industriale.

15 I L VIDEOPROIETTORE È un componente fondamentale per il funzionamento della LIM. Un proiettore di bassa qualità o installato nella posizione sbagliata compromette completamente lusabilità della LIM. Un proiettore di qualità deve aver un buon rapporto tra luminosità e contrasto (1500 ansi lumen e contrasto 500:1 sono le dotazioni minime consigliate). Abbiamo visto che esistono proiettori integrati, cioè installati in una struttura portante della LIM (mobile o fissa); esterni, cioè installati sul soffitto della stanza in cui è posizionata la LIM Oltre a quelli a distanza tradizionale (150cm), esistono appositi proiettori detti ad ottica corta e cortissima (fino a 30cm) che consentono una proiezione molto migliore e la diminuzione sensibile delle ombre sullo schermo da parte della persona che sta usando la LIM. Ovviamente, più lontano è il proiettore dalla superficie della LIM, più si creeranno ombre sullo schermo e si perderà definizione nella nitidezza dei contenuti.

16 C OME SCEGLIERE LA LIM GIUSTA ? Il problema non è scegliere lultimo modello, la marca o il tipo che risponde meglio al budget che abbiamo a disposizione. Le vere domande che dobbiamo farci sono: che didattica vogliamo incentivare con la LIM? quante ne vogliamo/possiamo comprare? dove vogliamo metterla/e? a chi sono destinate? Non sono domande che richiedono facili risposte. È necessario avere chiaro il quadro didattico di utilizzo dello strumento e il contesto (anche tecnologico) in cui vanno ad inserirsi. Le ditte che distribuiscono le LIM dovrebbero essere in grado di consigliarvi anche sotto questi aspetti, altrimenti sono solo venditori di merce e non di risorse didattiche. Esistono comunque Cooperative appositamente create e Internet è una grande risorsa di scambi e di esperienze.

17 A LCUNI CONSIGLI GENERALI PER LA SCELTA Le LIM con supporto mobile verticale (quindi scorrevoli in su e in giù) sono sempre da preferire perché si adattano a qualsiasi età e a qualsiasi esigenza particolare, sia a muro, sia su carrello mobile. Se ciò che si vuole incentivare è una didattica collaborativa, basata sul lavoro in gruppi, è preferibile scegliere una LIM su carrello mobile con proiettore integrato, che scardina limpostazione frontale della lavagna a muro, ma che (purtroppo) è la soluzione più costosa. Se si pensa ad un utilizzo più tradizionale, più centrato sui contenuti e sulla visione di materiali digitali, è adatta una LIM a muro e in questo senso è sufficiente anche un proiettore esterno. Se si acquista una LIM solo pensando che possa essere uno strumento per visualizzare facilmente materiale digitale, allora è meglio pensarci e risparmiare soldi, acquistando buoni videoproiettori e portatili da portare nelle classi. Sostituiscono perfettamente la LIM in questa funzione e sono più facili da usare, oltre che molto più economici.

18 Le LIM su carrello mobile si possono spostare da unaula allaltra e quindi sono perfette quando si può acquistare ununica lavagna in una scuola. È sempre meglio la soluzione con proiettore integrato, altrimenti tutti i vantaggi della mobilità svaniscono. Se si possono acquistare più LIM, quelle a muro possono essere una opzione da considerare (costano molto meno ): - se esiste un progetto sperimentale installare la LIM nelle classi coinvolte o nelle classi in cui operano insegnanti che la stanno sperimentando; - attrezzare unaula laboratorio in cui gli spazi permettano il lavoro di gruppo e la LIM non sia lunica risorsa a cui attingere. Far sì che ci sia il collegamento ad Internet e magari un secondo computer non collegato alla lavagna. - non installare la LIM in aula informatica, che è troppo legata ad unimpostazione frontale e ai contenuti di tecnologia, come vedremo la LIM è una cosa del tutto diversa. È dimostrato che i vantaggi maggiori si hanno quando la LIM è messa in classe e venga usata spesso e autonomamente dagli alunni. Come fare se non si hanno LIM a sufficienza per il numero di classi?

19 U N IPOTESI ( CONFUTABILE ) DI AULA LABORATORIO FINESTREFINESTRE Lavagna Tradizionale LIM banco Secondo pc (portatile) Pc collegato alla LIM (fisso) Tavolo centrale banco Tavolo centrale libreria Contenitore materiali Tavolo centrale per lavoro in gruppi Tavolo centrale

20 B IBLIOGRAFIA Zambotti F. (2010), Didattica inclusiva con la LIM, Trento, Erickson Bonaiuti G. (2009), Didattica attiva con la LIM, Trento, Erickson


Scaricare ppt "COSÈ UNA LIM? QUANTE NE ESISTONO? Francesco Zambotti Beatrice Pontalti."

Presentazioni simili


Annunci Google