La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Centro di Assistenza Multicanale (C.A.M.) di Cagliari

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Centro di Assistenza Multicanale (C.A.M.) di Cagliari"— Transcript della presentazione:

1 Centro di Assistenza Multicanale (C.A.M.) di Cagliari
I SERVIZI TELEMATICI dell’Agenzia delle Entrate: il canale di trasmissione ENTRATEL Giovanni Mura Centro di Assistenza Multicanale (C.A.M.) di Cagliari

2 Il Servizio ENTRATEL E’ riservato a: INTERMEDIARI
BANCHE, POSTE e soggetti da loro delegati AMMINISTRAZIONI DELLO STATO CONTRIBUENTI che presentano il modello 770 per più di 20 soggetti SOCIETA’ che trasmettono per conto del GRUPPO

3 Sito web Applicazione client
Il Servizio ENTRATEL Il servizio Entratel è costituito dal sito e dall’omonima applicazione client Sito web Applicazione client

4 Fasi operative ABILITAZIONE E OPERAZIONI PRELIMINARI
PREDISPOSIZIONE DEI DOCUMENTI AUTENTICAZIONE ED INVIO RICEZIONE E STAMPA DELLE RICEVUTE

5 Abilitazione: contenuto della busta
All’atto dell’abilitazione al servizio Entratel gli utenti ricevono una busta sigillata di tipo “A” divisa in 3 sezioni: sezione 1: contiene i dati per l’accesso alla rete; sezione 2: contiene i dati per l’accesso alle pagine protette del sito WEB (nome utente T******* e password che potrà essere modificata dall’utente); sezione 3: contiene il PINCODE per la generazione delle chiavi di autenticazione e cifratura dei file da inviare.

6 Entratel – la busta

7 Operazioni preliminari
installazione del certificato di protezione del sito; accesso al sito web https://telematici.agenziaentrate.gov.it; download ed installazione del software di sistema; installazione dell’applicazione client Entratel; generazione dell’ambiente di sicurezza.

8 Operazioni preliminari: il certificato
N.B. installazione del certificato per Windows Vista: l’importazione del certificato deve essere effettuata nell’archivio “Autorità di certificazione radice attendibili”, selezionabile dall’apposita schermata durante l’importazione guidata.

9 Operazioni preliminari: il login
T password Accesso alle pagine protette del sito con le chiavi della sezione 2 della busta.

10 Operazioni preliminari: il software di sistema
La prima operazione da eseguire è il download e l’installazione del software di sistema, attualmente Java Runtime Environment - vers

11 Operazioni preliminari: il client Entratel
Si esegue il download e l’installazione dell’applicazione client Entratel, attualmente vers del

12 Operazioni preliminari: ambiente di sicurezza
Tramite l’applicazione Entratel, l’utente genera le chiavi necessarie alla sottoscrizione elettronica dei documenti fiscali predisposti in formato elettronico. In particolare in fase di generazione dell’ambiente di sicurezza vengono create due coppie di chiavi: - una chiave pubblica (nota sia all’utente che all’Agenzia) ed una privata (nota soltanto all’utente) che vengono utilizzate per la firma dei file; - una chiave pubblica (nota sia all’utente che all’Agenzia) ed una privata (nota soltanto all’utente) che vengono utilizzate per la cifratura degli stessi.

13 Operazioni preliminari: ambiente di sicurezza
E’ una procedura guidata. Per generare l’ambiente di sicurezza: avviare Entratel; selezionare dal menu Sicurezza “Imposta Ambiente”; confermare le varie fasi, indicando i dati richiesti dall’applicazione. La generazione comprende le fasi seguenti: creazione delle chiavi per il calcolo del codice di autenticazione; creazione delle chiavi di cifratura; memorizzazione delle chiavi private su supporto protetto da password; trasmissione del file req.ccc, che contiene le chiavi pubbliche da certificare; ricezione del file CERTIF.IN , che contiene le chiavi pubbliche certificate; creazione su supporto del “repository” dei certificati dell’utente.

14 Le fasi di invio dei files
Predisposizione del file Controllo del file Autentica Invio Controllo della ricevuta

15 (1) PREDISPOSIZIONE DEL FILE
L’utente può utilizzare : a) i programmi di compilazione distribuiti gratuitamente dall’Agenzia delle Entrate ovvero b) software acquisiti sul mercato Predispongono i file delle dichiarazioni in formato conforme alle specifiche tecniche approvate con Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.

16 Strumento: MODULI DI CONTROLLO
(2) CONTROLLO DEL FILE Operazione necessaria per rilevare gli eventuali errori/anomalie nel file e rimuoverli ovvero per confermare la correttezza dei dati. Strumento: MODULI DI CONTROLLO Alcuni documenti non necessitano del controllo (es. FAS08 - Formulario investimenti in aree svantaggiate)

17 E’ una procedura guidata.
(3) AUTENTICA DEL FILE Consiste nel calcolo del codice di autenticazione e cifratura delle informazioni presenti nel file. E’ una procedura guidata. L’autenticazione del file da inviare avviene tramite l’uso delle chiavi asimmetriche generate e salvate su apposito supporto (formato nomefile.ccf)

18 (4) INVIO DEL FILE L’invio del file autenticato può essere effettuato:
automaticamente utilizzando l’applicazione Entratel; (“Documenti  Invia”) manualmente attraverso il sito: connessione al sito “http://telematici.agenziaentrate.gov.it”; accesso al servizio “Strumenti  Invio” ; selezione del file da trasmettere (nella cartella “Invio” dell’applicazione Entratel); conferma dell’invio da parte del servizio.

19 (5) CONTROLLO DELLA RICEVUTA
L’utente si connette al sito, sezione “Ricevute”, e verifica lo “stato di elaborazione” dei file inviati NB Soltanto le ricevute restituite dal sistema centrale costituiscono piena prova dell’avvenuta presentazione della dichiarazione.

20 (5) Controllo della ricevuta: a) ricerca

21 (5) Controllo della ricevuta: b) download
cliccando la cartella gialla si scarica il file cifrato della ricevuta (nomefile.rcc) e lo si salva nella cartella “Entratel\ricezione”.

22 (5) Controllo della ricevuta: c) elaborazione
Con Entratel si decifra il file (Ricevute  Apri), le ricevute vengono salvate nella cartella “Entratel\documenti\ricevute” (nomefile.rel)

23 Momento e prova della trasmissione della dichiarazione
RICEVUTE Momento e prova della trasmissione della dichiarazione La dichiarazione si intende presentata nel giorno in cui è conclusa la ricezione dei dati da parte dell’Agenzia delle Entrate. Le DICHIARAZIONI presentate in via telematica si considerano tempestive se trasmesse nei termini, anche se successivamente scartate, purché siano correttamente ritrasmesse entro i cinque giorni successivi alla comunicazione telematica dell’avvenuto scarto da parte dell’Agenzia delle Entrate. La prova dell’avvenuta presentazione della dichiarazione è costituita dalla comunicazione dell’Agenzia delle Entrate attestante l’avvenuta ricezione.


Scaricare ppt "Centro di Assistenza Multicanale (C.A.M.) di Cagliari"

Presentazioni simili


Annunci Google