La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EPIDEMIOLOGIA DEGLI ACCESSI IN CONTINUITA ASSISTENZIALE: fotografia di un anno di attivita DR.SSA MARTINA TOLLARDO III anno corso di Formazione Specifica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EPIDEMIOLOGIA DEGLI ACCESSI IN CONTINUITA ASSISTENZIALE: fotografia di un anno di attivita DR.SSA MARTINA TOLLARDO III anno corso di Formazione Specifica."— Transcript della presentazione:

1 EPIDEMIOLOGIA DEGLI ACCESSI IN CONTINUITA ASSISTENZIALE: fotografia di un anno di attivita DR.SSA MARTINA TOLLARDO III anno corso di Formazione Specifica in MG Servizio di C.A. ULSS 4 Alto Vicentino

2 CI PIACEREBBE SAPERE.. Loutcome dei pazienti presi in carico: Il medico curante conferma la nostra diagnosi? Si cerca un ritorno dalla medicina generale Quanti degli invii in PS vengono poi dimessi e con che diagnosi? Eseguono accertamenti, magari quelli che pensavamo di fare noi? Le prestazioni, i numeri (carico di lavoro) Nelle altre sedi di guardia si lavora allo stesso modo? Lorganizzazione dei MMG può incidere sul ricorso alla CA ?

3 INFORMATIZZARE LA ContinuitA assistenziale può portare vantaggi? ULSS analizzata: la Continuità Assistenziale utilizza la stessa infrastruttura informatica dei MMG (Fascicolo socio- sanitario Aziendale) Il MCA può seguire il paziente prima e dopo per quanto riguarda esami specialistici, diagnostica, accessi in PS, ADI, esenzioni, vaccinazioni Questo permette di riflettere sul servizio: conoscere per migliorare…. … diamo uno sguardo ad un anno di lavoro in Continuità Assistenziale….

4 IL TERRITORIO ESTENSIONE TERRITORIALE: 660 kmq ASSISTITI: DISTRETTI SS: 2 SEDI DI CA: 3 26 medici di CA pz per medico in turno A: abitanti S: abitanti T: abitanti

5 PRESTAZIONI PER SEDE Dal 01/01/2010 al 31/12/2010 la CA ha effettuato prestazioni, comprendenti consigli telefonici, visite ambulatoriali, domiciliari, accessi in casa di riposo e per pazienti in ADIMED SEDE DI GUARDIA PRESTAZIONIBACINO D'UTENZA Continuità Assistenziale A 7%12948 Continuità Assistenziale S 48%84280 Continuità Assistenziale T 46%91031

6 TIPO DI PRESTAZIONI TIPO DI PRESTAZIONENUMERO Accesso Casa di Riposo G.M.652 Accesso domiciliare Adimed G.M.358 Consiglio Telefonico G.M Visita ambulatoriale G.M Visita domiciliare G.M Ricettazione1.047 TOT28.820

7 TIPOLOGIA DI PRESTAZIONE PER LE 3 SEDI 12%

8 CORRISPONDENZA CONSIGLIO TELEFONCO E VISITA I pazienti contattano il medico prima di ogni visita domiciliare e molto spesso anche prima di accedere in ambulatorio. Su contatti telefonici, 3945 pazienti sono stati visitati succesivamente (27%) Non è semplice comprendere il reale motivo per cui la visita viene richiesta. Nel 40% dei casi infatti la motivazione spiegata al telefono è diversa da ciò che viene riscontrato dal medico durante la successiva visita. Conoscere gli errori interpretativi potrebbe migliorare il servizio

9 PRESTAZIONI PER MESE

10 ACCESSI PER GIORNI DELLA SETTIMANA

11 ACCESSI MEDI PER GIORNO PER SEDE Reparto esecutore refertoFerialePrefestivoFestivo Continuità Assistenziale A3913 Continuità Assistenziale S Continuità Assistenziale T numero giorni25356

12 PRESTAZIONI PER AREA PER ANNO

13 PRESTAZIONI PER AREA PER MESE

14 Accessi per eta SedeINF. 14 ANNI15-65 ANNI66-79 ANNISUP. 80 ANNI Continuità Assistenziale A 18%40%19%23% Continuità Assistenziale S20%49%16%15% Continuità Assistenziale T23%48%14%15% Media21%48%15%16%

15 Eta per sedi Nella sede pedemontana è maggiore la percentuale di ultraottantenni rispetto alle altre due sedi di pianura

16 ASSOCAZIONISMO, SINGLE POINT E ACCESSI ALLA CA Il modello associativo in cui sono organizzati i MMG può determinare una maggior richiesta di cura da parte di altri Servizi? …tra cui un maggior ricorso al Servio di C.A? Lassociazione tra MMG nasce e si diffonde nelle sue varie forme anche in risposta allesigenza di fornire per lassistito un più facile accesso alle cure primarie sia per prestazioni differibili che per prestazioni non differibili (piccole urgenze) Questo porta realmente ad una riduzione al ricorso ai servizi che erogano prestazioni non differibili come la CA?

17 ACCESSO IN GM E ORGANIZZAZIONE DEI MMG ASSOCIAZIONI PRESTAZIONIPAZIENTI. % MEDICINA DI GRUPPO % MEDICINA DI RETE % NON ASSOCIATO % UTAP M % UTAP Z % UTAP A % ASSOCIAZIONISMO % %

18 ASSOCIAZIONISMO E RISPOSTA ALLUTENZA Minor numero di accessi alla C.A. nel periodo di tempo considerato (1 anno): UTAP Z. Caratteristiche: Attiva da circa 6 anni Ambulatorio centralizzato per quasi tutti i medici Copertura oraria mattina e pomeriggio per tutti i 5 giorni della settimana Accesso mediante prenotazione ad un call center che permette al paziente di rintracciare telefonicamente il proprio medico dalle 8 alle 20.

19 Associazionsmo e risposta allutenza Le altre UTAP: A: Territorio montano, i medici mantengono gli ambulatori periferici ed effettuano alcune ore al giorno in sede UTAP. Età media della popolazione più alta M: Costituita da poco, i pazienti sono probabilmente in fase di adattamento

20 SINGLE POINT E ASSOCIAZIONISMO Il ricorso alla C.A. da parte di pazienti assistiti da MMG associati nelle diverse forme è paragonabile per tasso a quello dei medici non associati (rimasti molto pochi) Fra le associazioni ci sono i pediatri di libera scelta… i cui pazienti ricorrono tantissimo alla CA!! Perché? Ipotesi: Richiestività e preoccupazione dei genitori; maggior incidenza di patologia (seppur forme lieve); non adeguata copertura oraria da parte dei curanti (forse);

21 SUL DESTINO DEI PAZIENTI: Inviati in PS FEEDBACK INFORMATIVO il sistema informatico consente di vedere le prestazioni eseguite in PS, le ipotesi diagnostiche i referti di eventuale imaging + l esito nel verbale di dimissione Inviati al curante NESSUN FEEDBACK I pazienti possono essere:

22 E GLI INVII IN PRONTO SOCCORSO? Quanti invii in un anno? Di questi quanti dimessi e quanti ricoverati? Su accessi, 1061 esitano in invii in Pronto Soccorso

23 ACCESSI IN PS: ESITI ALLA DIMISSIONE

24 CONCLUDENDO: I MCA desiderano conoscere gli outcomes delle proprie prestazioni: per concorrere nel migliorare il Servizio per collaborare ad una programmazione di eventuali offerte formative intraziendale per un semplice feedback personale per implementare la collaborazione con i colleghi di MG ed altri servizi: PS innanzitutto!

25 I MMG E IL PS POTREBBERO.. MMG: creare un canale di comunicazione, sia per affidare alla CA pazienti complessi, sia per dare un ritorno ai MCA PS: inviare il verbale ai MCA

26 Lazienda potrebbe.. Analizzare i dati, riunire periodicamente i medici, formare i medici. Si otterrebbe: Maggior soddisfazione dei medici Miglior qualità di servizio Forse riduzione accessi in PS

27 ……..GRAZIE!


Scaricare ppt "EPIDEMIOLOGIA DEGLI ACCESSI IN CONTINUITA ASSISTENZIALE: fotografia di un anno di attivita DR.SSA MARTINA TOLLARDO III anno corso di Formazione Specifica."

Presentazioni simili


Annunci Google