La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ben- fare Qualità e benessere per un welfare sostenibile Castelnuovo del Garda, 07 Marzo 2013 Valutare le performance in un contesto socio-sanitario Antonella.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ben- fare Qualità e benessere per un welfare sostenibile Castelnuovo del Garda, 07 Marzo 2013 Valutare le performance in un contesto socio-sanitario Antonella."— Transcript della presentazione:

1 Ben- fare Qualità e benessere per un welfare sostenibile Castelnuovo del Garda, 07 Marzo 2013 Valutare le performance in un contesto socio-sanitario Antonella Rosa Laboratorio MeS - Scuola Superiore SantAnna di Pisa

2 Il MeS è … - un Laboratorio che si occupa di ricerca applicata a sostegno dei processi di cambiamento organizzativo e di innovazione gestionale del sistema sanitario. In particolare, le attività condotte dal MeS riguardano: – i modelli e gli strumenti di governance e di valutazione dei sistemi sanitari; – i sistemi e le metodologie di analisi e di gestione dei percorsi assistenziali; – i modelli gestionali per i processi primari e di supporto; – gli strumenti ed i metodi per la gestione economico – finanziaria; – il cambiamento organizzativo e la gestione del capitale umano; – comunicazione e marketing – sistemi informativi Fa parte dellIstituto di Management della Scuola Superiore SantAnna di Pisa Sito per informazioni

3 Lesperienza del MeS nei Sistemi di Valutazione Trasparenza e accountability per garantire i LEA a livello nazionale LIVELLO NAZIONALE LIVELLO REGIONALE Supporto al sistema di governance regionale Ministero della Salute Progetto SIVeAS Il sistema di valutazione della performance dei sistemi sanitari regionali Ministero della Salute Progetto SIVeAS Il sistema di valutazione della performance dei sistemi sanitari regionali Ad oggi sono calcolati i primi 34 indicatori di cui 22 di valutazione, scaricabili via web sul portale del Ministero della salute nella sezione dedicata al Siveas Regione Toscana e Network delle regioni : Piemonte, Umbria, Liguria, Aosta, P.A. Trento, Bolzano, Marche, Basilicata Il sistema di valutazione della performance regional e Regione Toscana e Network delle regioni : Piemonte, Umbria, Liguria, Aosta, P.A. Trento, Bolzano, Marche, Basilicata Il sistema di valutazione della performance regional e Per Toscana sono calcolati circa 130 indicatori e per il Network Regioni circa 70 indicatori Network internazionale Sistema coperto da brevetto !

4 Dal dicembre 2007 il sistema di valutazione è disponibile su portale web, con accesso riservato alla Regione e alle Aziende Sanitarie Toscane. Ogni aggiornamento o nuovo inserimento è immediatamente disponibile a tutti gli utenti del sistema. Ogni anno il Laboratorio MeS predispone un report con la performance annuale delle Aziende Sanitarie Toscane che viene pubblicato e consegnato ai Consiglieri Regionali, alla Giunta Regionale, al management aziendale, ai sindaci e a tutti i cittadini interessati. Da luglio 2008 il sistema di valutazione è visibile dai cittadini su portale web: Sistema di valutazione delle Aziende Sanitarie Toscane

5 Dalla valutazione delle Aziende Sanitarie alla valutazione delle RSA 2004: il Laboratorio MeS sviluppa per la Regione Toscana un sistema di valutazione della performance delle Aziende Sanitarie Toscane - fase di sperimentazione 2005: implementazione del sistema in tutte le Aziende Usl Toscane 2006: implementazione nelle Aziende Ospedaliero-Universitarie Toscane 2008: Attivazione del network delle regioni a confronto. Adesione di Liguria, Umbria e Piemonte. Valutazione anche a livello di zona-distretto o Società della Salute, con linclusione dellarea dei servizi socio-sanitari nelle logiche della valutazione e degli Estav, gli Enti per i Servizi Tecnico Amministrativi di Area Vasta. 2010: Adesione di Valle dAosta e P.A. Trento, Bolzano, Marche e Basilicata nel network 2011: il Laboratorio MeS sviluppa per la Regione Toscana un sistema di valutazione della performance delle RSA

6 Valutare significa misurare e solo ciò che può essere misurato si può migliorare Perché valutare ?

7 Lapproccio metodologico alla base della collaborazione Università - Regioni LAVORARE CON EVIDENZE QUANTITATIVE: i dati dei sistemi sanitari regionali A SUPPORTO DEI PROCESSI GESTIONALI E DECISIONALI di Regione e aziende BASE DELLA RICERCA SCIENTIFICA per linnovazione Proporre nel contesto gestionale pubblico lo stesso approccio utilizzato nel contesto clinico Evidence Based Medicine Esempio: pubblicazioni internazionali Where to focus efforts to improve overrall Ratings of care and willingness to return: the case of Tuscan emergency departments in Academic Emergency Medicine dic Performance assessment in the maternity pathway in Tuscany Region in Health Services Management Research gen. 2009

8 TRASPARENZA per rispondere alla missione del sistema pubblico con una gestione responsabile MULTIDIMENSIONALITA per cogliere la complessità MISURABILITA DEI RISULTATI per valutare la perfomance CONDIVISIONE con gli operatori del processo e del metodo utilizzato per misurare la loro performance CONFRONTO SISTEMATICO per superare lautoreferenzialità e per migliorare Le caratteristiche del sistema di valutazione

9 Le caratteristiche del sistema di valutazione MULTIDIMENSIONALITA per cogliere la complessità e agire sulle determinanti dei costi Diversi dimensioni di analisi Efficienza Outcome Qualità Soddisfazione dellutente Clima organizzativo Diversi portatori di interesse Assistito Cittadino Amministratori Manager Dipendenti Famiglia

10 MISURABILITA DEI RISULTATI per valutare la perfomance Assunzione di responsabilità nei confronti della collettività misurazione Dalla misurazione… I numeri per analizzare e capire. valutazione …alla valutazione. I numeri per giudicare e responsabilizzare sui risultati. Supporto ai processi decisionali: Allocare/spostare le risorse sulla base di evidenze Le caratteristiche del sistema di valutazione

11 TRASPARENZA per rispondere alla missione del sistema pubblico con una gestione responsabile Render conto ai cittadini: non si possono utilizzare risorse oltre quelle che la collettività consegna al sistema pubblico le risorse devono essere allocate non in base alla sensibilità del singolo operatore, ma tenendo conto delle evidenze rese pubbliche dal sistema di valutazione Le caratteristiche del sistema di valutazione

12 CONFRONTO SISTEMATICO per superare lautoreferenzialità e per imparare Privato Mercato Pubblica Amministrazione Benchmarking Capacità di cambiamento ed innovazione al fine di migliorare la qualità Competizione Reputazione Le caratteristiche del sistema di valutazione

13 CONDIVISIONE Sistemi con gerarchie duali innovano solo se tutte le componenti sono chiamate a dare il loro contributo. I responsabili devono condividere gli indicatori su cui viene misurata la loro perfomance Valutazione dei risultati Apprendimento Cambiamento dei comportamenti Condivisione dei criteri Un sistema di valutazione funziona se modifica i comportamenti e se incide sui meccanismi di governo. Le caratteristiche del sistema di valutazione

14 La qualità dei servizi Che cosa misurare? Lefficienza nelluso delle risorse Lequità in termini di accesso e risposta al bisogno Lappropriatezza delle prestazioni e delle strutture Per evitare sprechi e garantire il massimo valore aggiunto al cittadino La variabilità deve dipendere solo dai bisogni specifici e differenziali di ogni assistito e non da una gestione inadeguata o da carenze di professionalità Prestazioni sicure per lassistito, erogate tempestivamente e correttamente per garantirne il buon esito Ad ogni assistito niente di meno ma neanche niente di più di quanto è necessario per rispondere adeguatamente al suo bisogno nel contesto assistenziale più efficace

15 Permette di superare lautoreferenzialità Permette di acquisire sensibilità sulla rilevanza dei fenomeni Abbinato al trend, evidenzia le aree di criticità ed intervento in BENCHMARKING ossia mediante il confronto sistematico Come misurare i risultati?

16 L Come rappresentare le performance : il bersaglio !

17 17 Performance regionale complessiva Performance del singolo indicatore in benchmarking tra le RSA Eventuali indicatori di osservazione per capire il fenomeno Performance delle RSA Come rappresentare i risultati ?

18 Progetto Il sistema delle RSA nel territorio della Regione Toscana Mappatura e valutazione Flusso ministeriale Valutazione delle Zone distretto Richieste di confronto delle RSA 306 RSA pl autorizzati pl per non auto convenzionati 21% della popolazione >65 Dati 2011

19 Finalità del progetto -Rilevante variabilità per tipologia e qualità dei servizi -Assenza di criteri condivisi La domanda - guida Lattuale disomogeneità determina condizioni di disuguaglianza o garantisce equità sostanziale ai cittadini ? Il contesto

20 20 Fase I - Presentazione del progetto (Luglio 2011) - Raccolta adesioni volontarie (Settembre – Ottobre 2011) - Selezione delle RSA aderenti (Ottobre – Novembre 2011) - Laboratorio per Responsabili di RSA (Novembre 2011–Aprile 2012) -Mappatura (Marzo – Aprile 2012) - Restituzione dei dati della mappatura (18 giugno 2012) La fasi del progetto

21 21 Mappatura Carta didentità delle RSA (compilazione on - line) - 7 Sezioni per complessivi 127 item - 64 RSA su 72 partecipanti hanno compilato la Carta didentità La carta didentità - in versione semplificata - diventerà lo strumento utilizzato dalla Regione Toscana per effettuare il censimento annuale delle RSA

22 22 Laboratorio per Responsabili di RSA 27 giornate daula Scopo del Laboratorio - Condividere un vocabolario comune - Elaborare una prima mappa e proposta di sistema di valutazione definendo le dimensioni di valutazione ed un primo set di indicatori – pilota - Far emergere le criticità/disomogeneità del sistema di LTC regionale in modo strutturato e condividere possibili proposte risolutive

23 23 Le dimensioni del sistema di valutazione C. Assistenza socio -sanitaria F. Dinamica economico- finanziaria ed efficienza operativa B. Organizzazione dei servizi assistenziali E. Benessere organizzativo D. Soddisfazione degli utenti A.Dati di contesto : Salute della popolazione over 65 della zona dove ha sede la RSA

24 Le macroaree delle dimensioni … alcuni esempi Dimensione C Assistenza socio – sanitaria Contenzione Cadute Infezioni ….Ulcere Dimensione E Benessere organizzativo FormazioneInfortuni Turn over Dimensione F Dinamica economica finanziaria Costi dellassistenza socio – sanitaria/gg erogate Dimensione B PAI Attività ricreative

25 Il sistema di valutazione è articolato in dimensioni di valutazione, che raggrupperanno tutti gli indicatori volti a misurare un determinato macro- aspetto. Gli indicatori La struttura ad albero degli indicatori Esempio di scheda indicatore 60 indicatori ! Alcuni saranno di osservazione Altri di valutazione

26 La piattaforma per la raccolta dati e lelaborazione del bersaglio

27 27 Fase 2 - La valutazione (Luglio – Novembre 2012 ) -indagine di soddisfazione ospiti (1692) e parenti (1013) -indagine di clima interno - raccolta dati e calcolo degli indicatori - Le visite ( Dicembre 2012 ) Milano, Bologna, Provincia di Trento Parametri di personale Accreditamento Rapporto con MMG Sistemi informativi Su 2819 operatori, 1497 questionari compilati (840 durante le visite, 657 online) n.b.: su 63 RSA, in 31 lavorano meno di 40 persone % compilazione complessiva: 53%

28 L 20 Marzo 2013:Il bersaglio RSA xyz Conclusione del progetto pilota

29 Estensione del sistema di valutazione a tutte le RSA aventi posti letto convenzionati Consolidamento degli indicatori di valutazione Elaborazione di Buone Prassi per il settore delle RSA Modifiche allaccreditamento socio – sanitario Implementazione della valutazione delle Zone Distretto con nuovi indicatori elaborati sulla base delle criticità rilevate nellambito del progetto RSA -…………… – 2014

30 Grazie !


Scaricare ppt "Ben- fare Qualità e benessere per un welfare sostenibile Castelnuovo del Garda, 07 Marzo 2013 Valutare le performance in un contesto socio-sanitario Antonella."

Presentazioni simili


Annunci Google