La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Si vuole automatizzare la gestione di una biblioteca personale. A tale scopo bisognerà memorizzare i dati relativi a: AMICI LIBRI AUTORI CASE EDITRICI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Si vuole automatizzare la gestione di una biblioteca personale. A tale scopo bisognerà memorizzare i dati relativi a: AMICI LIBRI AUTORI CASE EDITRICI."— Transcript della presentazione:

1

2 Si vuole automatizzare la gestione di una biblioteca personale. A tale scopo bisognerà memorizzare i dati relativi a: AMICI LIBRI AUTORI CASE EDITRICI Il fine ultimo è ricavare le informazioni relative ai libri dati in prestito e alla loro data di restituzione prevista. 2

3 Nel nostro caso il dominio applicativo è rappresentato dal tutte le biblioteche. 3

4 AMICI LIBRI PRESTITI N : 1 1 : N 4 AUTORI N : 1 CASE EDITRICI N : 1

5 Nel nostro caso sono state individuate le seguenti entità: AMICI LIBRI AUTORI CASE EDITRICI PRESTITI 5

6 AMICI Per lentità Amici sono stati individuati i seguenti attributi: Id Amico: codice univoco dellentità Amici; Soprannome Amico : insieme di tutti i nomi e/o soprannomi degli amici del proprietario della biblioteca che prendono in prestito i suoi libri. 6

7 AUTORI Per lentità Autori sono stati individuati i seguenti attributi: Id Autore: codice univoco dellentità Autori; Cognome Autore : insieme di tutti i cognomi degli autori dei libri presenti in biblioteca; Nome Autore : insieme di tutti i nomi degli autori dei libri presenti in biblioteca. 7

8 CASE EDITRICI Per lentità Case Editrici sono stati individuati i seguenti attributi: Id Casa Editrice: codice univoco dellentità Case Editrici; Denominazione Casa Editrice : insieme di tutte le denominazioni delle case editrici dei libri presenti in biblioteca. 8

9 LIBRI Per lentità Libri sono stati individuati i seguenti attributi: Id Libro : codice univoco dellentità Libri; Titolo Libro : insieme di tutti i titoli dei libri presenti nella biblioteca; Campo link alla tabella Autore : definisce lautore del libro presente nella biblioteca (posto che ogni libro ha un solo autore); Campo link alla tabella Casa Editrice : definisce la casa editrice del libro presente nella biblioteca. 9

10 DEFINIZIONE DELLE RELAZIONI AMICI LIBRI PRESTITI N : 1 1 : N N : N 10

11 DEFINIZIONE DELLE RELAZIONI 11 Tra le tabelle LIBRI e AMICI esiste una relazione N : N, infatti un amico del proprietario della biblioteca può prendere in prestito più libri. Mente uno stesso libro può essere preso in prestito, in momenti diversi, da più amici del proprietario della biblioteca.

12 DEFINIZIONE DELLE RELAZIONI Dalla relazione N : N deriva una ulteriore entità, PRESTITI, i cui attributi saranno i seguenti: Id Prestito : codice univoco dellentità Prestiti; Campo link alla tabella Amici : definisce lamico che ha preso il libro in prestito; Campo link alla tabella Libri : definisce il libro preso il prestito; Data del prestito : definisce la data in cui viene dato il libro in prestito ; Data di restituzione : definisce la data prevista di restituzione del libro preso in prestito. 12

13 DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEGLI ATTRIBUTI Tabella Amici Nome campo Tipo campo DimensioneVincoliNote IdAmico ContatoreIntero Lungo Primary Key SoprannomeAmico Testo50 Unique, Not null 13

14 DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEGLI ATTRIBUTI Tabella Autori Nome campo Tipo campo DimensioneVincoliNote IdAutore ContatoreIntero Lungo Primary Key CognomeAutore Testo40Not null NomeAutore Testo40Not null 14

15 DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEGLI ATTRIBUTI Tabella Case Editrici Nome campo Tipo campo DimensioneVincoliNote IdCasaEditrice ContatoreIntero Lungo Primary Key DenominazioneCasaEditrice Testo60 Unique, Not null 15

16 DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEGLI ATTRIBUTI Tabella Libri Nome campo Tipo campo DimensioneVincoliNote IdLibro ContatoreIntero Lungo Primary Key TitoloLibro Testo50 Unique, Not null FkAutore NumericoIntero Lungo Foreing Key Link alla tabella Autori FkCasaEditrice NumericoIntero Lungo Foreing Key Link alla tabella CasaEditrice 16

17 DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEGLI ATTRIBUTI Tabella Prestiti Nome campo Tipo campo DimensioneVincoliNote IdPrestito ContatoreIntero Lungo Primary Key FkAmici NumericoIntero Lungo Foreing Key Link alla tabella Amici FkLibri NumericoIntero Lungo Foreing Key Link alla tabella Libri DataPrestito DataNot null RestituzionePrestito DataNot null 17

18 18 Amici IdAmicoSoprannomeAmico 1Benny 2Marilena 3Gigi IdAutoreCognomeAutoreNomeAutore 1BrownDan 2VassalloNicla 3BorgnaEugenio Autori

19 19 IdCasaEditriceDenominazioneCasaEditrice 1Mondadori 2Il Mulino 3Feltrinelli IdLibroTitoloLibroFkAutoreFkCasaEditrice 1La solitudine dellanima33 2Il simbolo perduto11 3Per sentito dire23 Case Editrici Libri

20 20 IdPrestitoFkAmiciFkLibriDataPrestitoRestituzionePrestito 12309/07/201009/08/ /09/201025/10/ /10/201016/11/ /10/201017/11/ /02/201101/03/ /02/201115/03/2011 Prestiti

21 I campi allinterno dei quali non è possibile inserire valore nullo portano sicuramente dei vantaggi allutilizzatore del Data Base, soprattutto se inesperto, dato che egli non avrà la possibilità di inserire allinterno dei Data Base record incompleti che potrebbero andare ad inficiare sulla efficienza della Base di Dati; ma allo stesso tempo non permettendo allutente di lasciare alcuni campo di un record incompleti (per una successivo aggiornamento) potrebbero costringerlo a non inserire unistanza allinterno del Data Base, se non dopo che ha ottenuto tutte le informazioni da inserire in modo da causare un spreco di risorse, in alcuni casi eccessivo. 21 BENEFICI E SVANTAGGI VALORI NULLI

22 22

23 DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEGLI ATTRIBUTI Tabella Reparti Nome campo Tipo campo DimensioneVincoliNote CodReparto Testo1 Primary Key NomeReparto Testo40 Unique, Not null FkMedici NumericoIntero Lungo Foreing Key Link alla tabella Medici 23

24 DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEGLI ATTRIBUTI Tabella Pazienti Nome campo Tipo campo DimensioneVincoliNote CodPaziente Testo4 Primary Key CognomePaziente Testo50Not null NomePaziente Testo50Not null 24

25 DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEGLI ATTRIBUTI Tabella Medici Nome campo Tipo campo DimensioneVincoliNote MatrMedico NumericoIntero Lungo Primary Key CognomeMedico Testo50Not null NomeMedico Testo50Not null FkReparti Testo1 Foreing Key Link alla tabella Reparti 25

26 DEFINIZIONE DELLE CARATTERISTICHE DEGLI ATTRIBUTI Tabella Ricoveri Nome campo Tipo campo DimensioneVincoliNote FkPazienti Testo4 Foreing Key Link alla tabella Pazienti Primary Key (Super Chiave) FkReparti Testo1 Foreing Key Link alla tabella Reparti InizioRicovero DataNot null FineRicovero Data 26

27 Lunico attributo sul quale possa essere sensato ammettere valori nulli, secondo me, è lattributo FineRicovero della tabella Ricoveri. Infatti la data di fine ricovero non viene immessa nel Data Base insieme alla registrazione del ricovero del paziente ma solo in un memento successivo, ovvero al momento della sua dimissione dallospedale. 27


Scaricare ppt "Si vuole automatizzare la gestione di una biblioteca personale. A tale scopo bisognerà memorizzare i dati relativi a: AMICI LIBRI AUTORI CASE EDITRICI."

Presentazioni simili


Annunci Google