La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Collegio Ostetriche Bologna STUMENTI E MOTODI PER LA RICERCA OSTETRICA Reggio Emilia, 13 Ottobre 2007 Dila Parma Collegio Ostetriche Bologna.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Collegio Ostetriche Bologna STUMENTI E MOTODI PER LA RICERCA OSTETRICA Reggio Emilia, 13 Ottobre 2007 Dila Parma Collegio Ostetriche Bologna."— Transcript della presentazione:

1 Collegio Ostetriche Bologna STUMENTI E MOTODI PER LA RICERCA OSTETRICA Reggio Emilia, 13 Ottobre 2007 Dila Parma Collegio Ostetriche Bologna

2 Collegio Ostetriche Bologna La ricerca realizzata dalle ostetriche in Italia è ancora nelle prime fasi di sviluppo Va lentamente diffondendosi in linea con ciò che accade in altri paesi e in campo infermieristico La ricerca ostetrica Alle ostetriche è quotidianamente richiesto di offrire: approcci creativi e propositivi rispetto a problematiche ostetriche e sanitarie vecchie e nuove Elaborare progetti in grado di modificare in senso positivo le condizioni di salute ed il benessere delle famiglie D.Parma

3 Collegio Ostetriche Bologna Molte pratiche ostetriche comuni relative allassistenza fornita alle madri sono state introdotte senza che vi fossero chiare evidenze sui benefici in termine di salute materna e fetale La ricerca ostetrica D.Parma

4 Collegio Ostetriche Bologna Ancora oggi la pratica clinica si sviluppa frequentemente come risposta a molteplici variabili non strettamente scientifiche e validate quali: le mode del momento il successo o linsuccesso di alcuni professionisti tra cui le ostetriche lintroduzione di nuove tecnologie o la richiesta indotta dai media di un gruppo di madri La ricerca ostetrica D.Parma

5 Collegio Ostetriche Bologna I professionisti non possono usare come metodo la tradizione, credo che sia …, seguo ordini Devono mettere in opera ciò che è PROVATO essere utile si PROVA con la ricerca La ricerca ostetrica D.Parma

6 Collegio Ostetriche Bologna La ricerca offre una base di conoscenze scientifiche e specialistiche che consentono alla professione ostetrica di prevenire e soddisfare le sempre mutevoli richieste preservando il proprio importante ruolo sociale e professionale allinterno della società La ricerca ostetrica D.Parma

7 Collegio Ostetriche Bologna Ricerca: indagine sistematica intrapresa per scoprire fatti o relazioni e raggiungere conclusioni usando un metodo scientifico (hockey, 1996) Ricerca della letteratura: lidentificazione ed il recupero sistematico della letteratura su uno specifico tema o per uno specifico obiettivo La ricerca ostetrica D.Parma

8 Collegio Ostetriche Bologna Le notizie acquisite mediante la pratica e la lettura sistematica e costante della letteratura scientifica stimolano le ostetriche impegnate in attività assistenziali a porsi domande: Quale base scientifica riconosce questa procedura? Perché stiamo utilizzando questa pratica? Quali cambiamenti si possono attuare per creare una base scientifica a questo intervento? La ricerca ostetrica D.Parma

9 Collegio Ostetriche Bologna Due modi essenziali per fare ricerca: La ricerca delle migliori evidenze nella letteratura: a) Cercare attivamente nelle banche dati rispetto ad un quesito formulato (SEARCHING) b) Consultare periodicamente alcune riviste per individuare novità sui temi di abituale interesse (SCANNING) Pianificazione e progettazione di ricerche scientifiche: a) Ricerca di tipo quantitativo b) Ricerche di tipo qualitativo Metodologia della ricerca ostetrica D.Parma

10 Collegio Ostetriche Bologna Questo processo comprende: Formulare correttamente un quesito partendo dallindividuazione del problema clinico Acquisire una tecnica per ricercare con la massima efficienza le migliori evidenze scientifiche disponibili Capacità di valutare i lavori selezionati Applicazione alla pratica delle migliori evidenze La ricerca delle migliori evidenze D.Parma

11 Collegio Ostetriche Bologna Esistono limiti reali posti dalle evidenze scientifiche come, ad esempio, le cosiddette aree grigie E la delimitazione delle zone grigie che deve costituire un riferimento oggettivo per la pianificazione di progetti di ricerca Le Aree Grigie D.Parma

12 Collegio Ostetriche Bologna Interventi efficaci Area grigia PRATICA CLINICA RICERCA Interventi inefficaci EBN Le Aree Grigie D.Parma

13 Collegio Ostetriche Bologna Individuazione del problema Costruzione dellipotesi di ricerca (quesito) Revisione della letteratura Selezione del disegno Identificazione del campione Identificazione degli strumenti e procedure Conoscenza della pratica ostetrica: Formazione Esperienza clinica Raccolta, registrazione e organizzazione dei dati Analisi dei dati Interpretazione dei risultati Diffusione dei risultati Il processo di ricerca D.Parma

14 Collegio Ostetriche Bologna Lutilizzo della ricerca può essere considerato come: Lattuazione sistematica nel campo dellassistenza di uninnovazione scientificamente fondata e basata sulla ricerca Un processo di valutazione dei risultati conseguiti a seguito del cambiamento Conclusioni D.Parma

15 Collegio Ostetriche Bologna Lattuale corpo di conoscenze specifico e caratterizzante la professione ostetrica può essere ulteriormente ampliato attraverso la ricerca che non deve essere patrimonio specifico delle riviste specialistiche o del sapere dei ricercatori, ma deve diventare parte integrante del repertorio di conoscenze attive da parte di tutti i professionisti, utilizzato da quanti sono direttamente impegnati nellattività pratica Conclusioni D.Parma

16 Cuore ManiMente saggezza esperienza conoscenze

17 Collegio Ostetriche Bologna


Scaricare ppt "Collegio Ostetriche Bologna STUMENTI E MOTODI PER LA RICERCA OSTETRICA Reggio Emilia, 13 Ottobre 2007 Dila Parma Collegio Ostetriche Bologna."

Presentazioni simili


Annunci Google