La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Responsabilità professionale per il Pediatra territoriale Antonio DAvino Pediatra di famiglia FIMP Napoli Congresso regionale SIP Campania Napoli, 25.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Responsabilità professionale per il Pediatra territoriale Antonio DAvino Pediatra di famiglia FIMP Napoli Congresso regionale SIP Campania Napoli, 25."— Transcript della presentazione:

1 La Responsabilità professionale per il Pediatra territoriale Antonio DAvino Pediatra di famiglia FIMP Napoli Congresso regionale SIP Campania Napoli, 25 ottobre 2013

2 o Sentenza n. 159/11, emessa dal Tribunale di Firenze, sezione distaccata di Pontassieve, il 18/1/2011 e depositata il 13/6/2011 o Sentenza n. 2997/12, emessa dalla Corte di Appello di Firenze, sezione III Penale, il 25/10/2012 e depositata il 9/1/2013 o Legge 8 novembre 2012 n. 189, Art. 3 comma 1 (Decreto Sanità) Responsabilità professionale dellesercente le professioni sanitarie Contenuti della presentazione

3 lerrore di diagnosi effettuata, peraltro, solo per via telefonica rapporto tra pediatra sostituito e sostituto (responsabilità sul piano civilistico del primo per gli errori commessi dal secondo professionista) Il boom della medicina difensiva Analisi criticadei seguenti punti

4 La sentenza, strumento di studio e conoscenza dei rischi, affronta uno dei più tipici casi di responsabilità professionale nei quali può incorrere un pediatra di famiglia

5 La responsabilità civile riguarda anche la pediatra titolare, che era in ferie e non è stata contattata !!!!! Dott. G. M. Magistrato monocratico Sezione distaccata di Pontassieve Tribunale di Firenze

6 E., undicenne di Molin del Piano, nel comune fiorentino di Pontassieve, muore il 30 aprile 2008, dopo più di un mese di ricovero, per una insufficienza multi organo provocata dal gravissimo stato di sepsi generalizzata, in conseguenza di unappendicite non diagnosticata tempestivamente e degenerata in peritonite.

7 Alla piccola era stata diagnosticata (e da due degli imputati solo per telefono) una banale gastroenterite. Neanche la seconda dottoressa di guardia medica, pur visitando personalmente la bambina, aveva compreso appieno la gravità della situazione.

8 Due medici condannati per omicidio colposo, un terzo assolto e risarcimenti che arrivano a sfiorare i tre milioni di Euro.

9 Assolto E. B., 35 anni primo medico di guardia Condannati per omicidio colposo a 8 mesi V. M., 50 anni, secondo medico di guardia a 1 anno L. M., 35 anni, pediatra sostituta

10 provvisionale Per entrambi i condannati, il giudice ha disposto che la sospensione condizionale della pena sia subordinata al pagamento di unelevatissima provvisionale immediatamente esecutiva in favore delle parti civili costituite: 950mila Euro a testa ai genitori, 600mila al fratello e 250mila a testa ai tre nonni

11 Art. 24 Legge 24 dicembre 1969, n. 990 Provvisionale Pena pecuniaria inflitta con sentenza di condanna penale quale misura disposta in ambito civile

12 Il giudice ha previsto che la responsabilità civile oltre che dei due medici condannati si estenda allASL e ad un terzo sanitario: M. L. G., la pediatra sostituita, che quando la bambina si sentì male si trovava all´estero in ferie!! Aspetto civile

13 Tra il paziente e il pediatra si stabilisce un rapporto di tipo fiduciario-contrattuale, per cui questultimo risponde oggettivamenteanche delloperato dei terzi di cui si è avvalso.

14 Salva diversa volontà delle parti, il debitore che nelladempimento di unobbligazione si avvale dellopera di terzi, risponde dei fatti dolosi o colposi di costoro. Art c.c. Responsabilità per fatto degli ausiliari

15 Motivo dellappello del responsabile civile M. L. G. Lart riguarda la responsabilità del debitore per le azioni compiute dai suoi ausiliari, mentre il fatto imputato è stato commesso e svolto nella funzione di medico sostituto, prevista dall ACN e dallAIR vigenti.

16 La Corte di Cassazione ritiene il contatto sociale presupposto minimo necessario per assumere quellobbligazione diretta di cura da cui discende poi la responsabilità del Sanitario sub specie contrattuale (1) Cass. Civ. sent. n. 9085/06 (2) Sezioni Unite Civili della Suprema Corte sent. n. 577/08

17 Il giudizio della Corte Lappello è fondato. La M., in base alla normativa nazionale e regionale, aveva sostituito la G. durante la sua legittima assenza e non era dunque un ausiliario del debitore, cioè un terzo della cui opera il debitore si vale nelladempimento dellobbligazione …. (omissis) Revoca la condanna al risarcimento dei danni disposta nei confronti della responsabile civile.

18 Renato Balduzzi Ministro della Salute (novembre 2011-aprile 2013)

19 Conversione in legge, con modificazioni, del decreto- legge 13 settembre 2012, n. 158, recante disposizioni urgenti per promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute

20 Art. 3 c. 1 Legge 8 novembre 2012 n. 189 Responsabilità professionale dellesercente le professioni sanitarie Lesercente le professioni sanitarie che nello svolgimento della propria attività si attiene a linee guida e buone pratiche accreditate dalla comunità scientifica non risponde penalmente per colpa lieve. In tali casi resta comunque fermo lobbligo di cui allart del codice civile. Il giudice, anche nella determinazione del risarcimento del danno, tiene debitamente conto della condotta di cui al primo periodo.

21 Qualunque fatto doloso o colposo che cagiona ad altri un danno ingiusto, obbliga colui che ha commesso il fatto a risarcire il danno Art c.c. Risarcimento per fatto illecito

22 Onorevole Barani, relatore della legge di conversione Con questa scelta, modernissima, si è dato un duro colpo ai guasti della medicina cosiddetta difensiva stimolando un percorso virtuoso che porterà il professionista ad essere più attento alladempimento, con beneficio per i pazienti e per lintero sistema-sanità

23 La Medicina difensiva costa quanto lImu Dieci miliardi di euro, lo 0,75% del Pil la stessa cifra incassata dallo Stato nel 2012 con l'Imposta Municipale Unificata (Imu). Poco meno di quanto investito in ricerca e sviluppo nel nostro Paese. Relazione finale della Commissione parlamentare d'inchiesta sugli errori sanitari (aprile 2009-dicembre 2012) 22 gennaio 2013

24 CASO CAMPANIA In Campania la Commissione ha individuato 383 incarichi manageriali ricoperti senza aver partecipato a concorsi pubblici presso molte aziende sanitarie locali. I commissari parlano di «gravissimi elementi» a carico della sanità campana, di «logiche anomale», con la «sussistenza di evidenti legami familiari» anche per incarichi e concorsi nei Policlinici universitari.

25 Antonio Urbino Direttore S.C. Pediatria dUrgenza Azienda Ospedaliera O.I.R.M.-SantAnna (Torino)

26 Conclusioni R imanere sempre critici rispetto alle ipotesi di diagnosi effettuate inizialmente, soprattutto quando il contatto con la richiesta di cura è avvenuto solo per telefono Ridurre le procedure non necessarie, che pesano anche sui costi del SSN Cosa si può fare ?

27 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "La Responsabilità professionale per il Pediatra territoriale Antonio DAvino Pediatra di famiglia FIMP Napoli Congresso regionale SIP Campania Napoli, 25."

Presentazioni simili


Annunci Google