La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 1 da un lavoro di Lorenzo dott. Marugo, medico federale della F. I. N.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 1 da un lavoro di Lorenzo dott. Marugo, medico federale della F. I. N."— Transcript della presentazione:

1 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 1 da un lavoro di Lorenzo dott. Marugo, medico federale della F. I. N.

2 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 2 Le modificazioni dellambiente e del territorio, sono determinate da: fenomeni naturali ( limitati alla biosfera, di profondità, extraterrestri ) Intervento diretto delluomo ( influente per numero o per qualità )

3 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 3 Gli effetti delle modificazioni ambientali possono avere ricadute positive o negative, ma sono più frequenti quelle negative in quanto gli equilibri raggiunti dalla natura sono il risultato di assestamenti temporali lunghissimi

4 4 LaLa natura limita nel tempo gli eventi naturali distruttivi e limita le capacità distruttive delle forme vitali LuomoLuomo ha acquisito la capacità di modificare lambiente attraverso lintelligenza, ciò favorisce lincremento del numero degli interventi e delle capacità tecnologiche

5 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 5 Grande numero di esseri viventi : grandigrandi necessità alimentari grandegrande produzione di rifiuti Grande numero di uomini: grandi necessità di materiale ( ( riparo, protezione, guarigione, riscaldamento, movimento, ) divertimento )

6 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 6 Il maggior problema: legoismo. Esso è tipico dei fenomeni naturali Lintelligenza dovrebbe neutralizzare legoismo. Invece luomo va anche oltre legoismo: il male e la distruzione al di là del vantaggio personale

7 7 Il grande danno non giustifica il piccolo Lentità totale del danno è la sommatoria di grandi e piccoli eventi negativi, nessuno di questi è quindi giustificabile!

8 8 Problematiche significative InquinamentoInquinamento delle acque e delle zone limitrofe IncendiIncendi boschivi InquinamentoInquinamento del terreno RischioRischio sismico e vulcanico nucleare ed idrogeologico sanitario DanniDanni al patrimonio artistico e paesaggistico

9 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 9 Competenza amministrativa ( =chi decide): Il Sindaco, il Prefetto (da cui dipende la Protezione Civile) Il Presidente del Consiglio dei Ministri Competenza tecnica ( ( =chi emette un giudizio tecnico, non ): vincolante ): ASLASL o Azienda Sanitaria Locale (Ministero della Salute) ARPA,ARPA, l'Agenzia Regionale per la Protezione dellAmbiente ( ( Ministero ) dellAmbiente )

10 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 10 Lemergenza corrisponde ad una situazione di urgenza: decidere ed agire nel più breve tempo possibile (cosa fare?, a chi dirlo?, quando?) Coloro che deliberano lo stato di emergenza (stabilendone la durata e lestensione territoriale) e lo revocano (con il termine dello stato di emergenza), sono i Prefetti Prefetti ed il Consiglio dei Ministri in funzione della gravità ed estensione dello stesso Emergenza

11 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 11 E un sistema coordinato a cui concorrono le Amministrazioni dello Stato, gli Enti Locali, le Associazioni riconosciute di Volontariato Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco organizza il soccorso tecnico tecnico nelle situazioni di emergenza La Protezione Civile

12 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 12 La normativa sulla tutela delle acque Legge madre è la legge Merli n. 319 del , con successivi aggiornamenti. Ultima Legge il D. Lgs. N.31 del

13 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 13 Tutti Tutti gli scarichi devono devono essere autorizzati Lautorizzazione è rilasciata dal Sindaco del Comune in cui è posto lo scarico. Lautorizzazione degli scarichi diretti nelle acque del mare, è rilasciata dallAutorità designata dalla Regione. I Comuni possono possono stabilire limiti di accettabilità più restrittivi. Pene severe sono previste per chi apre nuovi scarichi o non adegua gli impianti alle normative. Gli scarichi

14 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 14 Il DPR 470 del ha per oggetto i requisiti per le acque di balneazione, quindi quelle dolci correnti e di lago e quelle marine. Tale norma non si applica per le acque termali e di piscina. Ai Comuni compete la delimitazione delle zone idonee e non idonee. Ai Comuni compete limmediata segnalazione agli organi competenti di nuove situazioni di inquinamento delle acque. La Balneazione

15 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 15 Agenti di inquinamento costiero Natanti Industria Depuratori e fognature Discariche Inquinamento individuale

16 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 16 Tipologia dellinquinamento delle acque Chimico Fisico (temperatura, livelli, flussi ecc.) Biologico (vermi, insetti, alghe ecc.) Microbiologico (batteri, virus ecc.)

17 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 17 Riconoscere linquinamento da agenti solubili 1.Danni 1.Danni e morte di fauna e flora 2.Colorazione 2.Colorazione dellacqua e torbidità (solfato di ammonio) 3.Schiuma 3.Schiuma (tensioattivi) 4.Odore 4.Odore (fenoli) 5.Cambiamento 5.Cambiamento dei ritmi biologici ed eutrofizzazione

18 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 18 Sintesi del Protocollo dintesa LaLa FIN si impegna ad inserire nel programma del corso per Assistente Bagnanti la formazione in campo ambientale IlIl Ministero, valutato il programma, si impegna al riconoscimento dellattività di formazione abilitando gli Assistenti a supportare lattività di salvaguardia ambientale e di tutela dagli inquinamenti.

19 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 19 La Figura dellassistente bagnanti Per la legge penale è incaricato di pubblico servizio chi presta a qualunque titolo un pubblico servizio.

20 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 20 attivare un intervento di chi? Effettuare una segnalazione! Di qualcuno che è competente in materia …che significa In pratica cosa deve fare lassistente bagnanti?

21 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 21 Come? A seconda del caso e delle circostanze, occorre fare una valutazione preliminare È urgente ? avviso con telefono fax (controllo di ricezione) sì

22 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 22 Che cosa dire? Lessenziale: specificando:specificando: ora, mese, anno chichi sta chiamando ( nome ( nome cognome funzione ) cheche cosa si segnala

23 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 23 Cosa fare? 1.Contenere 1.Contenere gli sviluppi del problema ( inquinamento, ( inquinamento, emergenza sanitaria, altra emergenza ambientale ) 2.Raccogliere 2.Raccogliere prove e documentazione ( materiale ( materiale inquinante, forme biologiche danneggiate, alimenti contaminati, fare fotografie, memorizzare numeri di targa o altro elemento utile )

24 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 24 I numeri delle emergenze Emergenza sanitaria 118 Vigili del fuoco 115 Carabinieri ( ( NAS nei ) capoluoghi ) Polizia municipale Soccorso pubblico () ( Polizia ) 113 Guardia di Finanza 117 Capitaneria di porto 1530 Corpo Forestale dello Stato 1515 Gruppi di volontari organizzati ( ( VAB, unità cinofile, croce bianca ) ecc. )

25 elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 25


Scaricare ppt "Elaborazione prof. Luciano Masci (marzo2004) 1 da un lavoro di Lorenzo dott. Marugo, medico federale della F. I. N."

Presentazioni simili


Annunci Google