La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale."— Transcript della presentazione:

1

2 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Dott.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione Distribuzione Commerciale Regione Emilia - Romagna Giunta Regionale Direzione Attività Produttive, Commercio, Turismo 6 Dicembre 2007 Professione Co – Manager Hotel Europa - Bologna

3 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Le politiche della regione per il commercio : un settore ad alta incidenza di imprenditorialità femminile OBIETTIVI DELLE POLITICHE REGIONALI : favorire lo sviluppo equilibrato delle diverse tipologie commerciali favorire il processo di qualificazione ed ammodernamento della distribuzione promuovere più concorrenza

4 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Le politiche della regione per il commercio : un settore ad alta incidenza di imprenditorialità femminile STRUMENTI PER UNO SVILUPPO EQUILIBRATO E PER LA QUALIFICAZIONE E LAMMODERNAMENTO DELLA RETE DISTRIBUTIVA: progetti di valorizzazione commerciale programmi dintervento locali per la promozione dei centri commerciali naturali progetti di assistenza tecnica per l'innovazione delle imprese sostegno alla rete dei consorzi e della cooperative di garanzia

5 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Le politiche della regione per il commercio : un settore ad alta incidenza di imprenditorialità femminile PROGETTI DI VALORIZZAZIONE COMMERCIALE PERIODO CONTRIBUTI CONCESSI:55,37 ml euro PROGETTI PUBBLICI: 25,1 ML EURO PROGETTI PRIVATI:30,2 ML.EURO TOTALE PROGETTI PUBBLICI: 443 TOTALE PROGETTI PRIVATI: 613 IMPRESE COINVOLTE(ESCLUSO2005):4722 INVESTIMENTI ATTIVATI 453 ML. EURO

6 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Le politiche della regione per il commercio : un settore ad alta incidenza di imprenditorialità femminile Programmi di intervento locali per la attivazione e la promozione dei Centri commerciali naturali anno2006 Progetti presentati 97 Progetti ammessi 94 Investimenti attivati ,00 Contributo concesso ,00

7 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Le politiche della regione per il commercio : un settore ad alta incidenza di imprenditorialità femminile Contributi alle imprese per assistenza tecnica anno imprese contributi , , , , , ,00

8 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Le politiche della regione per il commercio : un settore ad alta incidenza di imprenditorialità femminile STRUMENTI PER PROMUOVERE PIÙ CONCORRENZA –semplificare i procedimenti –favorire libertà imprenditoriale (vendite promozionali, settori merceologici, tipologia unica per i pubblici esercizi, esercizio congiunto commercio ingrosso e dettaglio,ecc.)

9 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 LE DONNE CHE LAVORANO: QUALCHE ELEMENTO DI CONTESTO NAZIONALE Tavola Tasso di occupazione della popolazione anni in Emilia - Romagna

10 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 LE DONNE CHE FANNO IMPRESA: QUALCHE ELEMENTO DI CONTESTO NAZIONALE Il tasso di imprenditorialità femminile nazionale cresce e arriva a rappresentare il 24% del totale (circa 30% EU) Cresce parallelamente la strutturazione delle imprese (+0,9% le spa e le s.r.l.; in calo dell1% le ditte individuali e le società di persone) e la conquista di settori più maschili (costruzioni, trasporti, informatica, ricerca, intermediazione finanziaria e TLC) Cresce la prevalenza femminile nelle compagini dimpresa ed in particolare si assiste ad un ingresso consistente delle donne straniere in azienda La presenza femminile è ampia anche nelle Professioni regolamentate (35% iscritte agli ordini) e in quello che in Emilia Romagna chiamiamo un nuovo professionismo (lavoro non standard, 42,7% iscritte al fondo separato INPS)

11 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 LE DONNE CHE FANNO IMPRESA: QUALCHE ELEMENTO DI CONTESTO REGIONALE Il tasso di imprenditorialità è pari al 20,7% ed è cresciuto dal 2003 del 3,2%. Anche in Regione, dal 2003, sono aumentate le presenze femminili nei settori non tradizionali Fascia detà più consistente delle imprenditrici fra i 30 e i 49 anni (52%); se aggiungiamo la classe da 50 a 69 anni (35%) raggiungiamo la quasi totalità Confermate anche in Regione i dati di femminilizzazione delle professioni regolamentate e non.

12 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007

13 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Anno DISTRIBUZIONE DELLE PERSONE CON CARICA IN IMPRESE ATTIVE SECONDO IL SETTORE DI ATTIVITA' NEL COMMERCIO (tutti i tipi di commercio)

14 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Anno DISTRIBUZIONE DELLE DONNE CON CARICA IN IMPRESE ATTIVE SECONDO IL SETTORE DI ATTIVITA' NEL COMMERCIO (tutti i tipi di commercio)

15 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Anno QUOTA FEMMINILE SUL TOTALE DELLE PERSONE CON CARICA IN IMPRESE ATTIVE SECONDO IL SETTORE DI ATTIVITA' NEL COMMERCIO (tutti i tipi di commercio)

16 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Anno PERSONE CON ATTIVITA' PREVALENTE IN IMPRESE ATTIVE NEL COMMERCIO AL DETTAGLIO (ATECO G52) SECONDO IL TIPO DI CARICA

17 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Anno DONNE CON ATTIVITA' PREVALENTE IN IMPRESE ATTIVE NEL COMMERCIO AL DETTAGLIO (ATECO G52) SECONDO IL TIPO DI CARICA

18 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 Anno QUOTA FEMMINILE CON ATTIVITA' PREVALENTE IN IMPRESE ATTIVE NEL COMMERCIO AL DETTAGLIO (ATECO G52) SECONDO IL TIPO DI CARICA

19 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 GLI INTERVENTI A SUPPORTO DELLIMPRENDITORIA FEMMINILE IN REGIONE EMILIA-ROMAGNA DAL 2001 AL 2006 EX Legge 215/92 IV Bando – legge 215/92 anno 2001 (ultimo bando cofinanziato dalla Regione) risorse destinate: di cui euro ad integrazione regionale n. domande presentate 870 di cui finanziate il 25% V bando Legge 215/92 anno 2003 (non cofinanziato dalla Regione) n. domande presentate 1030 di cui finanziate 164 VI bando Legge 215/92 (non cofinanziato dalla Regione -istruttoria chiusa in Dicembre 2007) n. domande presentate 365; finanziate circa il 10% delle domande

20 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 AZIONI DI SUPPORTO ALLOCCUPAZIONE E ALLIMPRENDITORIALITA FEMMINILE NEL TRIENNALE Le misure del Triennale in cui sono state inserite delle priorità per IF: 1. Cooperazione (misura 2.2) 2. Strumenti innovativi finanziari (misura 1.3 az.b) 3. Qualità ed innovazione organizzativa (misura 2.1 az.a) 4. Reti dimpresa (misura 2.1. Az.b) 5. Contributi ai lavoratori autonomi (misura 4.1.) 6. Avvio impresa e innovazione tecnologica (misura 3.2. Az.b) 7. Fondi regionali per accesso al credito (misura 1.1. Az. A) sostegno alla crescita misura Fondi regionali per accesso al credito (misura 1.1. Az.A) creazione nuova impresa e ricambio generazionale misura 4.2 az.a 9. Misure per la messa in rete dei servizi (misura 7.1)

21 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 AZIONI DI SUPPORTO ALLOCCUPAZIONE E ALLIMPRENDITORIALITA FEMMINILE NEL TRIENNALE In particolare Nella Misura rivolta alla cooperazione nel triennale (Misura 2.2, Azione B, LR 22/90, art.5) Si sostenevano progetti che Incentivavano la presenza femminile nei ruoli decisionali e nei settori innovativi Sperimentavano sistemi organizzativi per la conciliazione dei tempi Supportavano la creazione di imprese cooperative in particolare nei settori dei servizi alla famiglia LEGGE REGIONALE 06 giugno 2006, n. 6 Sono indicate le imprese femminili fra i destinatari delle iniziative

22 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 INIZIATIVE X LA QUALITA Nei contributi alle imprese emiliano- romagnole per progetti di qualità e innovazione organizzativa (Misura 2.1, Azione A) Fra i criteri di valutazione dei progetti si è promossa la valorizzazione delle risorse umane anche nellottica del riconoscimento delle diversità di genere attribuendo un punteggio aggiuntivo fino a 38 punti. Nei Contributi a reti di imprese per progetti di qualità e innovazione organizzativa (Misura 2.1, Azione B) Fra i criteri di valutazione dei progetti veniva considerato: il numero di imprese giovanili e femminili coinvolti nella rete lavvio o lo sviluppo di nuovi servizi, a livello di rete di imprese, finalizzate a favorire la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro crescita e coinvolgimento delle risorse umane femminili e giovanili linnovatività relativamente agli elementi di organizzazione e di valorizzazione delle risorse umane AZIONI DI SUPPORTO ALLOCCUPAZIONE E ALLIMPRENDITORIALITA FEMMINILE NEL TRIENNALE

23 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 delibera di giunta n. 680 del 17 maggio 2006): Prevede lerogazione di contributi in conto interesse a favore delle imprese artigiane di Produzione e di Servizio e si definiscono condizioni privilegiate di accesso al finanziamento per le imprese femminili (come definite da Legge 215/92) e giovanili (come definiti da Legge 44). In particolare si è abbattuto il tasso dinteresse praticato dalle banche fino all80% Attualmente i progetti presentati dalle imprese femminili sono il9.8 % del totale. AZIONI DI SUPPORTO ALLOCCUPAZIONE E ALLIMPRENDITORIALITA FEMMINILE Ex Legge 20 per lartigianato

24 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 GLI INTERVENTI REGIONALI Promozione di 3 programmi per limprenditoria femminile regionali: Primo Programma anni risorse ,57 di cui di risorse regionali Secondo programma anni risorse ,60 di cui ,30 di risorse regionali Terzo Programma attuato dal 2007 risorse ,80 di cui di risorse regionali

25 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 LE AZIONI DEL TERZO PROGRAMMA IMPRENDITORIA FEMMINILE AREE DINTERVENTO: Innovazione Credito Reti Tutte le azioni previste sono realizzate con il contributo del Tavolo Tecnico Regionale per limprenditoria femminile RESPONSABILE PROGRAMMA: Dott.ssa Sonia Di Silvestre tel 051/

26 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 LE AZIONI TERZO PROGRAMMA IF CREDITO: Raccolta sul fabbisogno di credito delle professioniste Mappatura e benchmarking delle esperienze nazionali e regionali per la facilitazione dellaccesso al credito delle imprese femminile e delle professioniste Studio di fattibilità per la realizzazione di un fondo per il microcredito

27 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 LE AZIONI TERZO PROGRAMMA IF RETI: Accesso a reti istituzionali per la promozione dellimprenditoria femminile Promozione di incontri fra reti di imprenditrici e professioniste anche attraverso azioni di social network Interventi promozionali per il sostegno alla costruzione/partecipazione alle reti per linternazionalizzazione delle imprese femminili e per la responsabilità sociale dimpresa

28 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 LINEE D AZIONE SULLA NUOVA PROGRAMMAZIONE NUOVO TRIENNALE Inserimento nelle misure del triennale di priorità e premialità per le imprese femminili con particolare attenzione al credito e alla responsabilità sociale dimpresa NUOVA PROGRAMMAZIONE ( ) FESR Azioni di supporto per: La partecipazione femminile alle reti della ricerca e del trasferimento tecnologico ed ai processi di cambiamento del sistema produttivo Limprenditorialità femminile nella nascita e sviluppo in particolare dello start.up e accesso alla strumentazione finanziaria La promozione delliniziativa femminile nella progettualità in ambito urbano con particolare attenzione alle dimensioni di salvaguardia e valorizzazione dei patrimoni ambientali e culturali

29 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre – ANNO EUROPEO PER LE PARI OPPORTUNITÀ Azioni promosse dalla DIREZIONE ATTIVITÀ PRODUTTIVE Censimento annuale dellimprenditoria femminile e approfondimenti tematici Promozione con le cooperative di credito e confidi di un accordo Quadro finalizzato a concedere alle donne imprenditrici condizioni più vantaggiose Iniziative di promozione e diffusione di misure di accompagnamento dedicate alla strutturazione, crescita e sviluppo delle imprese femminili anche attraverso lutilizzo di Temporary Management (raccordi possibili fra il professionismo femminile e limprenditoria femminile) Evento Nazionale su Impresa di genere e lavoro autonomo e professionale e presentazione dei risultati delle azioni promosse nellanno delle Pari Opportunità

30 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre – ANNO EUROPEO PER LE PARI OPPORTUNITÀ CONCORSO IMPRENDITRICI E PROFESSIONISTE PER INNOVARE Il concorso Imprenditrici e professioniste per innovare è stato chiuso il 20 Novembre 2007; previsto dal Programma Regionale Imprenditoria Femminile VI bando Legge 215/96; Prevede 2 premi di 5000 euro ciascuno; per progetti innovativi dove linnovazione è : - apporto di know how scientifico e/o tecnologico originale, - - applicazione e sfruttamento di una tecnologia;; Ma anche - prodotti e/o servizi dotati di caratteristiche inedite sul mercato - nuovi modelli commerciali, organizzativi, gestionali, di relazione con l'esterno. E in atto listruttoria formale I progetti presentati sono stati 128 da tutti i settori incluso il commercio.

31 Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale Emilia - Romagna 6 Dicembre 2007 INFO E sempre attivo un Servizio di auditing rivolto a Imprenditrici, Professioniste e aspiranti Imprenditrici Contatti: lunedì pomeriggio e mercoledì ai numeri e tutti i giorni via mail allindirizzo romagna.it Ed un sito dedicato dove poter avere informazioni su bandi aperti, servizi attivi e assistenza varia.


Scaricare ppt "Giunta Regionale Direzione Generale Attività Produttive, Commercio, Turismo Dr.ssa Paola Castellini Servizio Programmazione della Distribuzione Commerciale."

Presentazioni simili


Annunci Google