La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Linnovazione delle politiche pubbliche: lesperienza dellhousing sociale nel rhodense 17 Aprile 2012 La co-progettazione dellHousing Sociale elaborata dal.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Linnovazione delle politiche pubbliche: lesperienza dellhousing sociale nel rhodense 17 Aprile 2012 La co-progettazione dellHousing Sociale elaborata dal."— Transcript della presentazione:

1 Linnovazione delle politiche pubbliche: lesperienza dellhousing sociale nel rhodense 17 Aprile 2012 La co-progettazione dellHousing Sociale elaborata dal Comune di Pero con la Cooperativa sociale La Cordata

2 Da dove si è partiti Utilizzo di una nuova risorsa abitativa Applicazione di un nuovo modello: dallanalisi del bisogno alla definizione della capacità di abitare Analisi delle risorse e degli ostacoli che ne impediscono la valorizzazione Lo sguardo è rivolto alle risorse delle persone e della comunità La risposta è individualizzata,dinamica, moltiplica le risorse Analisi dei bisogni Lo sguardo è rivolto alla carenza momentanea delle persone La risposta è statica e standardizzata, tende a cristallizzare il bisogno e ad esaurire le risorse

3 La capacità di abitare può essere definita attraverso lincrocio di due dimensioni: Risorse Risorse: le condizioni economiche utili per raggiungere una autonomia abitativa; Potenzialità Potenzialità: le condizioni personali,sociali e del contesto che possono favorire lemancipazione dalla situazione di disagio.

4 La capacità di ABITARE I Soggetti RISORSERISORSE P O T E N Z I A L I T A

5 RISORSERISORSE La capacità di ABITARE Gli interventi

6 Un sistema dinamico 1. Utilizzo dinamico del patrimonio abitativo (favorire il turn over) 2. Diversificazione delle risposte 3. Attivazione dei soggetti per favorire levoluzione verso lautonomia 4. Integrazione delle politiche urbanistiche e sociali nuove risorse da PII ( mq) PGT: introduzione 30% per housing sociale piattaforma per linnovazione dei servizi locali nel piano dei servizi del PGT 5. Gestione specialistica affidata a un partner del terzo settore con competenze specifiche nel settore e capacità gestionale.

7 Il percorso 1. Il bando di co-progettazione 2. Le linee guida dellAmministrazione Sviluppare politiche abitative attive e integrate; Progettare un sistema di utilizzo delle risorse dinamico, che favorisca il turn over nellaccesso al patrimonio abitativo comunale/ERP e agli strumenti di supporto nelle situazioni di disagio abitativo. Favorire la costruzione di interventi sociali individualizzati, che si fondino sulla attivazione delle risorse potenziali delle persone e della rete superando, quando possibile, condizioni di dipendenza dai servizi. Istituzione di un servizio per lAbitare

8 La co-progettazione Bando pubblico per la co-progettazione e successiva co-gestione di servizi di housing sociale e politiche abitative del Comune di Pero: aggiudicazione alla Cooperativa La Cordata; Equipe integrata Comune di Pero/ La Cordata; - Analisi del contesto e delle risorse disponibili (interviste, incontri, analisi documentazione e ricerche esistenti, analisi della domanda abitativa); - Definizione di un modello di intervento che a partire dalle risorse disponibili mira a costruire una filiera completa di servizi e strumenti per labitare.

9 P O T E N Z I A L I T A RISORSERISORSE Progetto definitivo: i contenuti Appartamenti contratto 3+2 – risorsa 300 mq PII Agenzia dellabitare: pian terreno palazzina. Estensione a Ambito del rhodense Appartamenti contratto di servizio 18 mesi – Palazzina Casa daccoglienza: risorsa PII 300 mq Agenzia dellabitare

10 AdA: coordinare, sviluppare e promuovere servizi territoriali per le politiche abitative nel rhodense 1. Coordinare il sistema delle risorse abitative attuali e potenzialmente disponibili Sviluppare funzioni di intermediario tra proprietari pubblici/privati; Attivare strumenti per favorire la disponibilità di risorse integrative del privato; Sviluppare strategie volte ad aumentare la disponibilità di alloggi a canoni di locazione calmierati. 2. Servizi rivolti a tutti i cittadini: di orientamento alluso delle risorse del territorio (lavoro, formazione, servizi alla persona, etc.);

11 Sostegno nella ricerca della soluzione abitativa definitiva; Sostegno allaccesso dei finanziamenti e delle opportunità (es.domanda alloggio popolare, finanziamenti pubblici di sostegno allaffitto); Consulenza e orientamento al mercato abitativo calmierato, pubblico, privato, allaccesso al credito. 3. Gestione degli alloggi comunali Contratto di servizio: alloggio + accompagnamento; Risparmio obbligatorio; Sostegno allinserimento nelle reti relazionali formali e informali; Accompagnamento allautonomia; Mediazione delle relazioni tra i residenti e tra questi e il vicinato; Sviluppo di forme di mutuo-aiuto; Manutenzione ordinaria spazi comuni (facility e property).

12 Gli aspetti innovativi del progetto La fragilità intesa come dimensione temporanea Interviene a favore dellarea grigia della popolazione: troppo ricchi per gli alloggi sociali, troppo poveri per il mercato; Linee guida per la gestione degli alloggi pubblici: temporaneità, mixitè e mix funzionale Linnovazione come tensione progettuale ed operativa, per rispondere a bisogni complessi, attraverso strumenti e modalità che si adeguano allevoluzione dei contesti

13 Lhousing sociale come opportunità per innescare nuove politiche di community welfare; Partire dalle risorse della comunità locale secondo un modello di responsabilità diffusa e condivisa: il coinvolgimento dei corpi intermedi. Agenzia dellabitare: luogo stabile di programmazione integrata intesa sia nel senso degli oggetti (politiche del lavoro, sociali, urbanistiche, etc.) che dei soggetti (co-gestione Comune – La Cordata e lavoro con la rete) Gli aspetti innovativi del progetto


Scaricare ppt "Linnovazione delle politiche pubbliche: lesperienza dellhousing sociale nel rhodense 17 Aprile 2012 La co-progettazione dellHousing Sociale elaborata dal."

Presentazioni simili


Annunci Google