La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

By Apogeo S.r.l. Cespiti. Questa presentazione di carattere informativo ha il solo scopo di tracciare una panoramica dello strumento. Specifici e dettagliati.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "By Apogeo S.r.l. Cespiti. Questa presentazione di carattere informativo ha il solo scopo di tracciare una panoramica dello strumento. Specifici e dettagliati."— Transcript della presentazione:

1 By Apogeo S.r.l. Cespiti

2 Questa presentazione di carattere informativo ha il solo scopo di tracciare una panoramica dello strumento. Specifici e dettagliati supporti all'uso del programma sono forniti nelle note di release unitamente allo stesso. Per eventuali problemi o suggerimenti all'uso del software l'utente potrà contare sul servizio del proprio rivenditore. Cespiti

3 Il programma di gestione dei cespiti ammortizzabili consente allutente di memorizzare in appositi archivi tutti i beni strumentali che fanno parte del patrimonio delle ditte per cui lo studio effettua la tenuta della contabilità. Cespiti

4 Gestione tabelle Dal menù generale del modulo cespiti si può accedere alla gestione delle tabelle. Le tabelle vengono fornite compilate in fase di prima installazione, ma possono essere personalizzate dallutente, in qualsiasi momento, in base alle proprie esigenze operative.

5 Gestione tabelle Tipi duso Causali Limiti di detrazione Coefficienti dammortamento beni materiali Coefficienti dammortamento beni immateriali Raccordo contabile Personalizzazione Modulo Codici di collegamento contabili

6 La presente tabella guida la gestione di tutti i movimenti che possono riguardare i cespiti. Tabella Causali Nel relativo combo box sono presenti i tipi di movimento gestiti dalla procedura: -carico -scarico totale della scheda -scarico per progressivi -ammortamento -rivalutazione fiscale -rivalutazione civile -svalutazione fiscale -svalutazione civile -nota variazione fornitori -nota variazione clienti per vendita totale -nota variazione clienti per vendita parziale

7 Tabella Tipi Uso In questa tabella lutente provvede ad individuare, secondo quanto stabilito dalle leggi vigenti, le diverse possibilità di utilizzo dei cespiti. Lutente ha dunque la possibilità di individuare i diversi limiti di detraibilità parziale o totale dei beni ammortizzabili.

8 Tabella Limiti di detrazione Si tratta di una tabella che in base allanno selezionato propone una griglia di valori corrispondenti allimporto massimo detraibile relativamente ad automezzi, motocicli e ciclomotori differenziati a seconda del tipo di soggetto.

9 La funzione della suddetta tabella consiste nellindividuazione delle diverse tipologie di beni ammortizzabili, classificati conformemente alla tabella ministeriale relativa ai coefficienti di ammortamento La tabella è strutturata su tre livelli, di cui i primi due rappresentano il gruppo e la specie il terzo livello è rappresentativo del tipo di bene Coefficienti ammortamento beni materiali

10 In caso di cespiti ad uso promiscuo, nella fattispecie, automezzi, motocicli o ciclomotori, deve essere barrato il rispettivo check casi particolari, per consentire alla procedura di calcolare i relativi ammortamenti, o le relative plusvalenze/minusvalenze, in caso di vendita, in base ai limiti di detrazione stabiliti dalla legge. Il campo Percentuale di ammortamento è usato per procedere ai calcoli automatici delle quote annuali di ammortamento. Se il campo e valorizzato nella tabella Gruppo/specie viene proposto in automatico in fase di creazione del movimento di carico di ogni singolo cespite. Si ricorda che loperatore ha la possibilità di impostare o variare il coefficiente di ammortamento direttamente in sede di registrazione del carico. Coefficienti ammortamento beni materiali

11 Coefficienti ammortamento beni immateriali Questa tabella è riservata ai coefficienti dammortamento dei beni immateriali, (es. avviamento, oneri pluriennali ecc.),

12 Codici collegamenti contabili - Raccordo contabile Queste due tabelle sono utilizzate dalla procedura per il trasferimento tra il modulo cespiti e la prima nota contabile. I codici di collegamento contabili sono richiamati tramite la funzione Apri dalla tabella di Raccordo contabile, per tutti i piani dei conti gestiti.

13 I vari collegamenti sono abbinati ad ogni tipo cespite esistente nelle tabelle dei coefficienti materiali ed immateriali. Codici collegamenti contabili - Raccordo contabile La contabilizzazione viene realizzata a partire dai dati raggruppati per collegamento contabile.

14 Codici collegamenti contabili - Raccordo contabile I codici di collegamento contabili sono richiamati tramite la funzione Apri dalla tabella di Raccordo contabile, per tutti i piani dei conti gestiti. Il conto cespite, viene riportato in automatico nel relativo campo della scheda del cespite, in sede di caricamento di un nuovo bene direttamente dal modulo cespiti. I campi utilizzati per l'aggiornamento in contabilità delle scritture di ammortamento, sono tutti obbligatori.

15 I conti per le quote di ammortamento ordinario ed anticipato sono suddivisi: * conto per la quota detraibile * conto per la quota non detraibile. In caso di beni ad uso promiscuo, la compilazione deve essere la seguente: per la quota detraibile impostare un conto con percentuale di indetraibilità pari a zero per la quota non detraibile impostare un conto con percentuale di indetraibilità pari a 100 Codici collegamenti contabili - Raccordo contabile

16 Personalizzazione modulo In questa tabella vengono definite: le causali per generare automaticamente le quote di ammortamento e le relative registrazioni di prima nota. Permette di richiamare in gestione la tabella raccordo contabile

17 Il campo Tipo calcolo amm.to anticipato sui primi 3 anni consente di poter scegliere di applicare lammortamento anticipato nei primi tre esercizi consecutivi o di poterlo calcolare ad anni alterni. Il campo "Applicazione nuovi limiti di deducibilità casi particolari" prevede le seguenti opzioni: - Su singole quote: esegue il calcolo delle quote di ammortamento applicando le nuove percentuali di deduzione con riferimento ad ogni singola quota, a prescindere dalla percentuale di costo complessivamente dedotta; - Sul costo deducibile: esegue il calcolo delle quote di ammortamento andando a determinare la parte fiscalmente deducibile fino al raggiungimento della quota complessiva di costo deducibile. Personalizzazione modulo Nel campo Causale ammortamento sono indicate le causali contabili per la rilevazione delle scritture in contabilità, preventivamente caricata nelle tabella causali contabili del modulo di contabilità.

18 L'archivio anagrafico dei contribuenti risulta diviso in una parte statica ed una parte dinamica (per anno) per ognuno dei moduli contabili. Anagrafica Contribuenti

19 Per abilitare il modulo occorre attivare il flag presente in contabilità/archivi/anagrafica contribuenti.

20 Anagrafica Contribuenti Parte statica Ultimo codice cespite utilizzato: contiene il numero con cui è stato codificato l'ultimo cespite inserito nell'archivio, del singolo contribuente, viene aggiornato automaticamente dal programma, in seguito ad ogni nuovo inserimento di beni ammortizzabili. Visualizzazione riepilogo cespiti: le opzioni di seguito esposte personalizzano la modalità di visualizzazione della videata iniziale riepilogativa della gestione dei cespiti. Per tipo cespite: espone tutte le tipologie di cespiti attive sul contribuente selezionato. Per contropartita: espone i cespiti presenti in archivio in base al conto cespite memorizzato in sede di carico. Per scheda: visualizza il codice numerico attribuito in sede di creazione della scheda

21 Aggiornamento scritture in contabilità: le opzioni di seguito esposte personalizzano la modalità di aggiornamento delle registrazioni di prima nota relative alle quote di ammortamento. Scritture dettagliate per carico: in contabilità viene generata una scrittura di ammortamento per ogni progressivo di carico che compone una scheda. Scritture riepilogative per conto: in contabilità viene generata una sola scrittura di ammortamento per scheda, indipendentemente dal numero di carichi che la costituiscono. Anagrafica Contribuenti Parte statica

22 Sui dati annuali è possibile differenziare il gruppo/specie per singola attività, sul campo è attiva la funzione Inquiry per richiamare la tabella ministeriale, inoltre deve essere definita la percentuale per il plafond delle spese di manutenzione, utilizzata dalla procedura per il calcolo delle quote di manutenzione tramite la relativa funzione di utilità. Anagrafica Contribuenti I campi relativi alle date di calcolo ammortamenti e passaggio scritture in contabilità, vengono aggiornati dalla procedura automaticamente in sede di calcolo quote ammortamento e relativo aggiornamento in prima nota, i campi relativi alla stampa del registro cespiti sono aggiornati automaticamente in sede di stampa definitiva del registro tramite l'apposizione del check Stampa intestazione registri. Parte dinamica

23 L'ingresso nella gestione dei cespiti avviene tramite un box di accettazione limiti in cui è obbligatoria la selezione del contribuente (con relativo inquiry (F5) sull'archivio anagrafica contribuenti), con linvio viene confermata limpostazione e vengono scaricati di default l'anno in elaborazione e il codice dellattività principale. Gestione dei cespiti ammortizzabili Il codice di attività definito in accettazione limiti assume rilevanza in caso di contribuenti con contabilità separate (art.36). Qualora si intenda limitare la visualizzazione ad una qualsiasi delle attività gestite, è necessario selezionare il codice di attività interessato tramite la funzione di inquiry e gestire il check "Visualizzazione schede per singola attività". Al contrario, se non viene selezionato il check, la procedura provvede a visualizzare nella globalità tutte le schede dei cespiti gestiti per il contribuente impostato.

24 Si accede ad una videata che riepiloga la situazione cespiti. Gestione dei cespiti ammortizzabili

25 La gestione dei beni ammortizzabili presenta una struttura distinta per scheda, corrispondente alla testata del cespite o della categoria omogenea di cespiti, nella quale vengono definite le caratteristiche identificative quali la tipologia di cespite, il tipo di uso (con la relativa percentuale di deducibilità) e la contropartita contabile di appoggio. Allinterno di ciascuna scheda sono attivabili fino a progressivi di carico, che rappresentano i singoli beni appartenenti alla scheda in oggetto.

26 sezione dei dati generali, che espone i dati sintetici identificativi della scheda; Restando in corrispondenza della singola scheda, gli importi evidenziati sono riferiti a tutti i progressivi di carico ad essa afferenti, mentre spostandosi sulla griglia di dettaglio composizione scheda vengono visualizzati gli importi del singolo progressivo di carico sul quale si è posizionati sezione del dettaglio composizione scheda, che apre una griglia nella quale sono elencati i progressivi di carico, in termini di beni ad essa afferenti; sezione del riepilogo movimenti, che in calce alla griglia in oggetto espone gli importi riassuntivi del binario fiscale e civilistico (se attivato), in termini di Costo Storico, Fondo ammortamento, Importo non ammortizzabile e Residuo. Totale singolo progressivo Gestione dei cespiti ammortizzabili Per ciascuna scheda sono attive tre sezioni :

27 Totale scheda Gestione dei cespiti ammortizzabili

28 Nel menù Funzioni, è presente la voce "Annotazioni cespiti", da utilizzare per riportare annotazioni particolari sul Libro beni ammortizzabili. La gestione delle annotazioni è utilizzata per linserimento con costo storico pari a zero di cespiti provenienti da operazioni straordinarie di acquisizione dazienda, o per leventuale inserimento di annotazioni descrittive, da riportare in calce al registro dei beni ammortizzabili. Il flag permette di riportare lannotazione sul registro cespiti Gestione dei cespiti ammortizzabili

29 Posizionandosi sulla scheda del cespite in toolbar sono attive le funzioni: - Nuovo - Apri - Varia

30 Con Nuovo si accede alla creazione di una nuova scheda che genera un secondo progressivo di carico. Gestione dei cespiti ammortizzabili la prima costituisce la testata della scheda, allinterno della quale si definiscono i dati statici; la seconda riguarda direttamente il progressivo di carico, nella quale vengono memorizzati gli estremi del documento di acquisto del bene, il bene stesso e le rispettive caratteristiche di ammortamento. La videata di creazione è divisa in due sezioni:

31 Con Varia si accede alla gestione dei progressivi di carico facenti capo alla scheda in oggetto, con possibilità di modificare sia la sezione statica della scheda, sia i singoli progressivi di carico. Gestione dei cespiti ammortizzabili

32 Con Apri si accede direttamente alla gestione dei movimenti della scheda, allinterno di una struttura che ricalca la pagina del registro beni ammortizzabili. In gestione movimenti, è possibile inserire: nuovi carichi, movimenti di ammortamento, movimenti di rivalutazione, movimenti di svalutazione, movimenti di vendita dellintera scheda movimenti di vendita per progressivo di carico, altri movimenti di variazioni. Per gli stessi movimenti sopra citati sono attive le funzioni di variazione e di annullamento. Gestione dei cespiti ammortizzabili

33 Attraverso linserimento di movimenti in prima nota è possibile attivare degli automatismi sul modulo cespiti: Movimenti di carico Movimenti di incremento Movimenti di scarico Gestione dei cespiti ammortizzabili Movimenti di scarico per progressivo Movimenti di carico riepilogativo

34 In fase di inserimento in prima nota di un qualsiasi tipo di movimento riguardante i cespiti (fattura di acquisto, di vendita, nota di credito per storno parziale del valore del bene) salvando la registrazione la procedura si collega in automatico al modulo cespiti. Movimenti di carico Registrazione in prima nota di una fattura di acquisto di un bene ammortizzabile con collegamento diretto al modulo cespiti Il collegamento è attivato in automatico dalla procedura in quanto sul sottoconto è gestito il flag di collegamento al modulo cespiti

35 Movimenti di carico

36 Selezionare il tipo cespite in cui inserire il nuovo bene

37 Vengono riportati in automatico i dati del movimento caricato in prima nota Data documento nr.di protocollo Denominazione cliente/fornitore Costo Viene generata la scheda del cespite Movimenti di carico

38 Posizionandosi sul campo descrizione ed attivando il tasto F7 o è possibile aggiornare in automatico il campo riportando i dati presenti nel campo Descrizione della scheda. Movimenti di carico Dopo aver inserito i dati nella testa della scheda (dati obbligatori che vengono presi in considerazione in fase di aggiornamenti contabili), si procede compilando i campi relativi al bene attualmente in gestione

39 Una volta salvato il movimento di carico, nel riquadro a sinistra della videata si ha la costruzione ad albero dei carichi appartenenti alla scheda Il campo Ultimo anno calcolato deve essere imputato dalloperatore solamente nel caso di caricamento di cespiti relativamente ai quali sono già state calcolate quote annue di ammortamento con altri software. Altrimenti la procedura gestisce automaticamente questo campo. Movimenti di carico Posizionandosi sul carico precedentemente inserito, oltre a visualizzare i dati appena caricati è possibile attivare la funzione Nuovo per poter inserire altri movimenti di carico (in questo modo avremmo una scheda composta da più progressivi di carico).

40 Generazione della scheda relativa al bene acquistato Si noti che la scheda ricalca la struttura del registro beni ammortizzabili manuale. Movimenti di carico

41 Movimenti di carico riepilogativo In Magix è possibile effettuare carichi riepilogativi sul registro cespiti per gestire situazioni pregresse non gestite con lapplicativo Prima di inserire un movimento riepilogativo occorre creare in Tabelle/Causali contabili una nuovo codice definito Riepilogativo Amm.to Anni Precedenti Nel campo tipo movimento occorre indicare: 4 Ammortamento

42 Posizionarsi nel Modulo cespiti /Gestione Cespiti selezionare la ditta procedere a caricare con data originale (es. 20/06/00) il movimento di carico del bene indicando il costo storico originale. Indicare come ultimo anno calcolato lultimo anno gestito con laltro gestionale Movimenti di carico riepilogativo

43 Inserire con la causale Riepilogo Amm.ti Anni Precedenti un movimento riferito a tutte le quote di ammortamento dei periodi precedenti Movimenti di carico riepilogativo

44 Attivare il flag: Gestione Manuale Eliminare laliquota nel campo: % Ordinaria % Anticipata Indicare nel campo: Quota Ordinaria e Quota anticipata la somma di tutte le quote amm.to dei periodi precedenti Gli stessi passaggi devono essere effettuati nella sezione Ammortamento Civilistico Salvando la registrazione si ritorna sulla scheda del cespite Movimenti di carico riepilogativo

45 Scrittura riepilogativa Scheda del cespite aggiornata Movimenti di carico riepilogativo

46 Nel modulo di Prima Nota procedere al carico dei saldi di contabilità che dovranno essere inseriti nellambito delle operazioni di apertura con causale 998 Rilevazione costo storico Movimenti di carico riepilogativo

47 Rilevazione Fondo Amm.to Movimenti di carico riepilogativo

48

49 Movimento di incremento Prima di inserire un movimento di incremento verificare in Tabelle/Causali contabili la presenza del codice definito Spesa Incrementativa. Se non è presente creare come di seguito: Nel campo tipo movimento occorre indicare: 9-nota variazione fornitori

50 Movimento di incremento Rilevando in prima nota spese di manutenzione e riparazione che aumentano la capacità produttiva del cespite è possibile collegarsi direttamente al modulo dei cespiti.

51 Occorre selezionare e richiamare in gestione il cespite oggetto dellincremento Movimento di incremento

52 Inserire il movimento sulla scheda del bene utilizzando la causale di Spesa Incrementativa Dati recuperati in automatico dal movimento di prima nota

53 Movimento di incremento Viene aperta la maschera per linserimento delle Note di Variazione da Fornitore Inserire limporto della spesa ed attivare lapposito check nel campo spese incrementativa

54 Movimento di incremento Sulla scheda del cespite viene inserita la scrittura relativa al movimento appena caricato con la descrizione di Spesa dincremento

55 Movimento di incremento Il costo storico del cespite viene incrementato del valore del nuovo inserimento

56 Movimento di scarico Inserendo in prima nota una fattura di vendita di un cespite è possibile aggiornare la situazione del modulo cespiti Utilizzando il cod.iva 420 è possibile avere in Dichiarazione Iva annuale l'aggiornamento automatico sul rigo del quadro VA riferito ai beni ammortizzabili.

57 Movimento di scarico Occorre selezionare dal menù cespiti il bene oggetto della cessione.

58 Movimento di scarico Inserire nel campo causale il codice relativo alla fattura di vendita In gestione scheda del cespite attivare la funzione nuovo

59 Creazione del movimento di scarico Lutente deve compilare il campo Importo vendita. Una volta impostato il valore il programma calcola la relativa plusvalenza o minusvalenza Movimento di scarico

60 Rilevazione automatica sul registro cespiti della minusvalenza derivata dalla vendita cespite Movimento di scarico

61 Alla fine della registrazione il programma mostra la videata relativa alla situazione cespiti aggiornata Movimento di scarico

62 Movimento di scarico per progressivi Nel caso di schede composte da più progressivi di carico in Magix è possibile procedere alla vendita parziale di un progressivo di carico di una scheda costituita da uno o più progressivi Esempio di scheda composta da 2 progressivi di carico

63 Movimento di scarico per progressivi Entrando in gestione del bene composto da 2 carichi per procedere alla vendita parziale è indispensabile utilizzare una causale di vendita per progressivi. La causale deve avere indicato nel campo tipo movimento: 3 scarico per progressivi

64 Movimento di scarico per progressivi In sede di creazione del movimento di vendita è necessario selezionare il progressivo che si intende scaricare e nel campo importo di vendita inserire il valore della cessione. Esempio: viene venduto il navigatore per 800 ma non il supporto; costo storico del solo navigatore pari a Il programma espone in automatico il costo storico totale del carico (Navigatore + supporto).

65 Occorre imputare manualmente il costo storico riferibile a quella parte di bene che si sta procedendo a vendere (solo navigatore). Il programma ragguaglia gli importi presenti nei campi relativi allutilizzo dei fondi in base alla parte di costo storico venduto, calcola in automatico la plusvalenza o la minusvalenza e aggiorna i dati del progressivo di carico stornando la parte di costo alienata e i relativi fondi di ammortamento Movimento di scarico per progressivi

66 Scrittura generata in automatico dalla procedure sul registro cespiti ammortizzabili.

67 Funzioni di utilità Nel modulo cespiti sono presenti una serie di funzioni di utilità: Calcolo quote e aggiornamento Cancellazione scritture di ammortamento Calcolo valore beni per parametri/sds Calcolo valore beni per società non operative Simulazione ammortamento Duplicazione cespiti Attivazione Binario Civilistico

68 Simulazione ammortamento Dalla Gestione cespiti, con apposito pulsante posizionato sulla toolbar è possibile richiamare la funzione di Simulazione quote ammortamento dell'anno

69 Simulazione ammortamento Dopo aver selezionato il pulsante, si accede alla videata di impostazione dei limiti di elaborazione per eseguire il calcolo delle quote di ammortamento. Il campo è sempre gestibile, ad eccezione di contribuenti Professionisti. Se attivo tale campo permette di limitare la simulazione ad un periodo temporale inferiore allanno (ad esempio, per procedere alla redazione di bilanci infrannuali). In caso contrario la procedure in fase di calcolo utilizza le date di inizio fine periodo amministrativo impostate in anagrafica contribuente.

70 Simulazione ammortamento Aggiornamento scritture in contabilità: il campo è gestibile se non è stata effettuata la selezione del calcolo per singola attività; sul campo data viene proposta la data di fine esercizio Tipo calcolo: definisce la modalità di calcolo prescelta. Sono pertanto attive le seguenti opzioni: - 1 (importo indicativo): compare una sezione nella quale vengono evidenziati gli importi calcolati - 2 (calcolo con % fiscale): la procedura sviluppa il calcolo in base al coefficiente di ammortamento impostato sul cespite - 3 (calcolo con % uguale anno precedente): la procedura sviluppa il calcolo in base ai coefficienti di ammortamento nominali applicati sul singolo cespite per l'anno precedente a quello di elaborazione Selezionando il tipo calcolo 1 Importo indicativo, il cursore, una volta elaborato il calcolo, si posiziona sul campo Importo Fiscale indicativo per consentire allutente limputazione del dato da simulare.

71 Sulla base di quanto definito dalloperatore nel campo Importo indicativo, il programma procede, per approssimazioni successive, ad applicare ai cespiti del contribuente le percentuali di ammortamento che consentano di ottenere limporto imputato o, qualora ciò non sia possibile, limporto più prossimo. Simulazione ammortamento

72 Viene esplosa una maschera costituita da una griglia dove vengono visualizzate per tutti i carichi dei cespiti del contribuente in elaborazione, le seguenti informazioni: Descrizione del cespite; Base di calcolo; Percentuale di ammortamento ordinario Quota dammortamento ordinario; Di cui fiscalmente deducibile; Percentuale di ammortamento anticipato; Quota ammortamento anticipato; Di cui fiscalmente deducibile: Importo non ammortizzabile. Vengono visualizzati i totali delle quote di ammortamento con le relative quote deducibili e limporto complessivo relativamente al contribuente in elaborazione. Simulazione ammortamento

73 In questa fase lutente ha varie possibilità operative Ingresso sulle singole righe della griglia per variare le percentuali di ammortamento (unici campi gestibili dallutente), di conseguenza il programma ricalcola gli importi. Stampa del dettaglio della simulazione: il programma produce un listato in cui esposti tutti i cespiti rientranti nella simulazione con le relative quote di ammortamento Simulazione ammortamento Aggiornamento delle quote: quando il risultato del calcolo non è più una simulazione ma può essere ritenuto definitivo, è possibile procedere allaggiornamento dellarchivio cespiti ed eventualmente allaggiornamento delle quote in contabilità, se selezionato il relativo check (vedi slide successive calcolo quote e aggiornamento).

74 La funzione calcolo delle quote e aggiornamento, attiva nella voce Utilità, presenta le stesse peculiarità di gestione e di stampa della funzione Simulazione ammortamenti. Calcolo quote e aggiornamento

75 Se attivato il flag il programma procede alla scrittura delle quote dammortamento alla data indicata nel campo data registrazione Il programma indica la data di fine esercizio indicata nei dati annuali (es.31/12/2009); lutente può comunque inserire qualsiasi data ritenga opportuna.

76 Calcolo quote e aggiornamento Viene esplosa una griglia dove vengono visualizzate i risultati del calcolo delle quote di tutti i carichi dei cespiti del contribuente in elaborazione NB – laggiornamento alla contabilità deve essere fatto simultaneamente allaggiornamento del registro cespiti.

77 Calcolo quote e aggiornamento Scrittura generata in automatico dalla procedure in contabilità

78 Calcolo quote e aggiornamento Scrittura generata in automatico dalla procedure sul registro cespiti ammortizzabili

79 Calcolo quote e aggiornamento Viene aggiornato in automatico il campo ultimo anno calcolato

80 Nellutilità del modulo cespiti è presente anche una funzione che permette di annullare le scritture dammortamento generate in automatico dalla procedura. Cancellazione scritture ammortamento

81 Nella maschera di gestione vanno indicati: - il codice contribuente - lanno di elaborazione - la data di aggiornamento indicata sul registro cespiti (es:31/12/09) - la data di aggiornamento in prima nota (es: 31/12/2009)

82 Cancellazione scritture ammortamento Manuale: è possibile selezionare solo quelle che intendo annullare Nella griglia che presenta lelenco delle scritture che verranno cancellate si ha la possibilità di indicare quale tipo di cancellazione voglio effettuare.

83 Cancellazione scritture ammortamento Globale: vengono cancellate tutte le scritture

84 Cancellazione scritture ammortamento Viene eliminata la scrittura delle rilevazione della quota dammortamento dalla scheda cespite

85 Il campo ultimo anno calcolato viene retrodatato in automatico dalla procedura allanno precedente a quello in gestione Cancellazione scritture ammortamento

86 In contabilità vengono eliminate tutte le scritture delle quote dammortamento

87 Calcolo valore beni strumentali per Sds/Parametri Di default la gestione del calcolo è su tutte le attività, è lasciata alloperatore la possibilità di operare diversamente, tramite lapposizione del check sul campo richiesta calcolo per singola attività. Dal menù utilità della gestione cespiti, è possibile attivare la gestione e stampa del calcolo del valore dei beni strumentali per parametri e studi di settore.

88 Al termine dellelaborazione si entra in una pagina di gestione video, suddivisa in due sezioni: Valori di calcolo e Totali. Sulla prima sezione sono riepilogati per tipo cespite il valore totale dei beni in carico alla data di fine esercizio, desunti dalla gestione. Nella seconda sezione, dove è ripreso in visualizzazione il totale netto valore beni strumentali da libro cespiti. Loperatore ha la possibilità di impostare manualmente il valore dei beni < 516,46 e di aggiornare attraverso la funzione di smile i campi relativi ai beni in leasing e comodato Calcolo valore beni strumentali per Sds/Parametri

89 Calcolo valore beni strumentali per Sds/Parametri A questo punto è possibile attivare la stampa del prospetto. I dati inseriti, sono sommati al valore netto desunto dal libro cespiti. Vengono generati due file di stampa

90 Calcolo valore beni strumentali per Sds/Parametri Esempio stampa lista valore cespiti.

91 Calcolo valore beni strumentali per Sds/Parametri Esempio stampa analitica valore cespiti

92 Calcolo valore beni per società non operative Una volta confermati i dati impostati in accettazione limiti, i valori di sintesi vengono riepilogati nella consueta videata a doppia griglia Dal menù utilità della gestione cespiti, è possibile attivare la gestione e stampa del calcolo del valore dei beni per le società non operative.

93 Calcolo valore beni per società non operative Nella prima griglia vengono riepilogati i beni immobili caricati nellarchivio cespiti e raggruppati per tipo cespite o per contropartita contabile ed a seguire vengono esposti gli immobili caricati nel modulo leasing. Unulteriore riga denominata Valori manuali consente di imputare valori di immobili non caricati negli archivi dellapplicativo. Nella seconda griglia vengono riepilogate tutte le altre immobilizzazioni caricate nellarchivio cespiti e raggruppate per tipo cespite o per contropartita contabile, e ulteriormente suddivise utilizzando distinte colorazioni delle righe della griglia per "Beni materiali", "Beni immateriali" e "Spese pluriennali"; a seguire sono predisposte le righe per le altre immobilizzazioni caricate nel modulo leasing, la cui valorizzazione deve essere richiesta attraverso apposita funzione.

94 Calcolo valore beni per società non operative Le righe denominate "Valori manuali beni materiali", "Valori manuali beni immateriali" e "Valori manuali spese pluriennali" consentono di imputare valori relativi ad immobilizzazioni non caricate negli archivi dellapplicativo. La procedura legge larchivio leasing ed estrae il costo sostenuto dal concedente per ogni contratto, riepilogando i dati in base al campo Tipo bene presente nella terza pagina di gestione, in "Beni mobili materiali", "Beni immobili" e "Altri beni immateriali". Con licona stampante, o il tasto F6, è possibile attivare la stampa dei dati e produrre due distinti tabulati: *una stampa analitica, con il riepilogo di tutti i carichi; *una stampa sintetica, che riproduce i dati visualizzati nelle griglie di gestione.

95 Stampa analitica Nella stampa analitica, vengono esposti tutti i beni rilevanti ai fini del calcolo, con indicazione dei giorni di ragguaglio temporale e della relativa base di calcolo. La stampa si divide in tre blocchi logici: nel primo sono riepilogati i beni immobili, raggruppati per tipo cespite o contropartita contabile, partendo dallesercizio (n – 2) al più recente; nel secondo sono riepilogati gli altri beni materiali, i beni immateriali e le spese relative a più esercizi, con lulteriore suddivisione per tipo cespite o contropartita contabile, nei tre esercizi; lultimo blocco espone i beni in leasing. Calcolo valore beni per società non operative

96 Stampa sintetica La stampa sintetica espone i dati in quattro raggruppamenti: immobili, altre immobilizzazioni materiali, immobilizzazioni immateriali, spese relative a più esercizi, ognuno dei quali espone i tipi cespite o contropartita contabile per riga, mentre in colonna sono esposti i dati di sintesi per annualità e la relativa media sulla linea del totale. Eventuali beni in leasing ed integrazioni manuali effettuate direttamente in gestione, sono esposti immediatamente dopo i dati provenienti dai cespiti. Calcolo valore beni per società non operative

97 Duplicazione cespiti Nelle utilità è presente una funzione che consente di effettuare la duplicazione dei cespiti da un contribuente ad un altro contribuente (es. caso di operazioni straordinarie liquidazione, trasformazione), oppure sullo stesso contribuente da un'attività fiscale ad un'altra attività fiscale. La duplicazione può riguardare tutti i cespiti oppure i soli cespiti ancora in carico oppure i soli cespiti con residuo diverso da zero. Se attivo questo flag consente di copiare sul contribuente di destinazione; le annotazioni presenti sul contribuente di origine. Lanno proposto corrisponde all'anno precedente rispetto all'anno di elaborazione. Il presente campo deve essere selezionato nei casi in cui per il contribuente interviene unoperazione straordinaria che obbliga al frazionamento dellannualità su due periodi amministrativi (es: messa in liquidazione, trasformazione, cessione ramo dazienda); si rammenta che lanno di elaborazione da indicare è quello in cui avviene loperazione straordinaria. Per poter effettuare la duplicazione dei cespiti da un contribuente ad un altro occorre verificare che: -il piano dei conti in uso sia lo stesso per entrambi -entrambi abbiano lo stesso il tipo di attivià (professionista- professionista) -per entrambi sia attivo il doppio binario (civilistico o fiscale) - Il periodo amministrativo sia lo stesso (es.:solare-solare)

98 Duplicazione cespiti Attivata la funzione il programma genera una richiesta di conferma per procedere alla duplicazione dei beni Alla fine dellelaborazione avvenuta con esito positivo si visualizza un messaggio dove è indicato il numero di cespiti che è stato trasferito

99 Annullamento cespiti La funzione di annullamento consente leliminazione dei cespiti, selezionabili per tipologia cespite ed attività; si possono inoltre selezionare tutti i cespiti o solo quelli venduti ed indicare fino a che anno di carico effettuare lannullamento. E consentito effettuare lannullamento per la singola attività indicata oppure, non digitando alcun codice, lannullamento dei cespiti di tutte le attività. Il campo Annullamento di tutte le annotazioni cespiti una volta selezionato permette lannullamento delle annotazioni, indipendentemente dallanno indicato, sempre però nei limiti di contribuente ed attività impostati.

100 Attivazione Binario Civilistico Nuovi soggettiIl programma in oggetto deve essere elaborato per attivare la gestione del doppio profilo per contribuenti che non hanno inserito schede/carichi nel modulo cespiti. La procedura esegue i seguenti controlli: - se esiste almeno una scheda/carico non è eseguibile la funzione; - se il contribuente ha impostato il regime semplificato di tenuta della contabilità, con riferimento allanno più alto gestito, non è eseguibile la funzione; - se il contribuente ha impostato il regime professionista nel campo Tipo ditta, con riferimento allanno più alto gestito, non è eseguibile la funzione; - se il contribuente è definito come Tipo Unico diverso da 3 (Unico SC) e da 4 (Unico ENC). In tal caso viene segnalato con un messaggio che si tratta di contribuente non tenuto alla presentazione del bilancio e viene richiesta la conferma dellelaborazione. Sulla conferma dellelaborazione, viene attivata la gestione del doppio profilo sul contribuente selezionato.

101 Attivazione Binario Civilistico Soggetti già esistenti La funzione deve essere elaborata per i contribuenti, per i quali si intende introdurre la gestione degli importi sia fiscali sia civilistici nelle elaborazioni del modulo. Con la presente funzione ciascun movimento viene rielaborato per generare gli importi civilistici, partendo dagli importi fiscali gestiti fino al momento in cui viene attivato il programma Il programma in oggetto deve essere utilizzato per attivare la gestione del doppio profilo per i contribuenti che hanno inserito almeno una scheda nel modulo cespiti. Il campo viene utilizzato per definire lanno a partire dal quale si intende adottare la gestione del doppio profilo fiscale/civilistico.

102 Attivazione Binario Civilistico Binario Fiscale Attivando il pulsante il programma porta in visualizzazione il binario civile

103 Attivazione Binario Civilistico Binario Civile

104 Stampe

105 Lista valore dei beni ammortizzabili Vengono stampati i carichi in essere allanno in elaborazione, con la possibilità di includere anche i cespiti venduti nellanno. I valori stampati per ogni singolo carico sono quelli presenti sui progressivi dellanno in elaborazione. Permette di ottenere una stampa ordinata sia per scheda che per tipo cespite oppure contropartita contabile

106 Lista valore dei beni ammortizzabili Nel caso di contribuente con attivo il binario civilistico, per ogni cespite viene riportato il doppio aspetto dei valori (fiscali/civilistici). Esempio stampa lista valore dei beni ammortizzabili

107 Lista movimenti Stampa che consente di ottenere un listato per tipologia di movimento, con lesposizione dei totali sia a livello di Tipo ordinamento che di Contribuente. La stampa, riguardante sempre un singolo anno, può risultare utile nel caso si debbano ricercare particolari movimenti allinterno della gestione cespiti del contribuente

108 Lista movimenti Esempio stampa lista movimenti

109 Brogliaccio movimenti La scelta permette di ottenere una stampa ordinata per scheda dove vengono esposti in ordine di data i movimenti annuali avvenuti sui cespiti, raggruppati per progressivo di carico; selezionando il campo Escludi i cespiti non movimentati nellanno nella stampa non vengono ripresi i carichi che non hanno avuto nessun tipo di movimentazione. Tipo elaborato, per il quale sono previste le opzioni "fiscale" o "civilistico"; il campo è selezionabile solo se il contribuente è abilitato al doppio profilo

110 Brogliaccio movimenti Esempio stampa brogliaccio movimenti

111 Stampa calcolo spese di manutenzione La presente funzione è finalizzata al calcolo delle spese di manutenzione, riparazione, ammodernamento e trasformazione dette spese sono deducibili nel limite del 5% del costo complessivo di tutti i beni materiali ammortizzabili quale risulta allinizio dellesercizio dal registro dei beni ammortizzabili Sulla conferma dellelaborazione, prima di eseguire il calcolo, viene effettuato un controllo su tutti i carichi dei beni materiali, al fine di evidenziare gli eventuali beni che non hanno compilato il campo % di plafond spese di manutenzione; se vengono riscontrati carichi con la seguente fattispecie viene generato un distinto file di stampa, nel quale sono dettagliati i carichi con percentuale mancante Il flag deve essere attivato per le imprese di nuova costituzione visto che il limite percentuale si calcola, per il primo esercizio, sul costo complessivo dei beni ammortizzabili risultante alla fine dell'esercizio. Il programma legge l'anno in elaborazione presente in anagrafica contribuenti. Se per quell'anno è presente un dato nel campo "data inizio attività" propone il check "Nuova costituzione" compilato.

112 Stampa calcolo spese di manutenzione Esempio stampa calcolo spese manutenzione

113 Lista plusvalenze rateizzabili Stampa che ha lobiettivo di evidenziare le plusvalenze conseguite nel periodo dimposta e per le quali lutente può esercitare la scelta di rateizzazione. Per ogni movimento di vendita viene evidenziato il carico, la data di acquisto, la data di vendita ed i relativi importi di plusvalenza distinti tra la parte tassabile e la parte non tassabile. Detta stampa prende sempre in considerazione il solo aspetto fiscale, indipendentemente dal binario attivato sul contribuente.

114 Lista plusvalenze rateizzabili Esempio stampa lista controllo plusvalenze rateizzabili

115 Lista controllo contropartite contabili La stampa è da utilizzarsi per evidenziare i raccordi contabili mancanti La stampa è elaborabile per singolo contribuente oppure per intervalli di contribuenti e consente di eseguire un duplice controllo: - se impostato il valore 1 (Contropartite mancanti) in corrispondenza del campo Tipo controllo, la procedura esegue una verifica di tutte le schede/carichi attivi per contribuente indicato nei limiti di elaborazione e produce un tabulato nel quale vengono evidenziate le anomalie presenti - se impostato il valore 2 (Tabella raccordo contabile) è consentito laccesso al campo successivo (Tipo stampa) per selezionare se estrapolare le sole schede con i raccordi contabili impostati, le sole schede con i raccordi contabili assenti oppure tutte le schede attive sul contribuente.

116 Lista controllo contropartite contabili Esempio stampa lista controllo contropartite contabili

117 Lista controllo percentuale spese manutenzione La funzione è da utilizzarsi per evidenziare: * le schede e i carichi con il campo Percentuale spese manutenzione non compilato e che pertanto non vengono computate nel calcolo del plafond delle spese di manutenzione; * le percentuali impostate sui singoli carichi.

118 Lista controllo percentuale spese manutenzione Esempio stampa lista controllo percentuale spese manutenzione

119 Registro cespiti La stampa del registro cespiti si compone di tante schede quanti sono i cespiti acquistati. Ogni scheda è intestata ad un cespite e riporta tutti i movimenti che, nel corso del tempo, hanno interessato quel bene: tipicamente, acquisto ed ammortamenti effettuati.

120 Registro cespiti Esempio stampa registro cespiti

121 Movimento di scarico per progressivi

122

123


Scaricare ppt "By Apogeo S.r.l. Cespiti. Questa presentazione di carattere informativo ha il solo scopo di tracciare una panoramica dello strumento. Specifici e dettagliati."

Presentazioni simili


Annunci Google