La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La percezione come fase attiva della conoscenza visiva Scheda informativa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La percezione come fase attiva della conoscenza visiva Scheda informativa."— Transcript della presentazione:

1 La percezione come fase attiva della conoscenza visiva Scheda informativa

2 Che cosa è la Teoria della Forma o Teoria della Gestalt? Quali sono i meccanismi che il cervello adotta per percepire e quindi ordinare i dati provenienti dallesterno? Introduzione

3 Per la Psicologia della Gestalt la mente umana opera dei riconoscimenti morfologici nel mondo esterno in quanto lorganizzazione complessiva degli elementi che costituiscono una immagine (punti, linee, curve, angoli, ecc.) si adatta a uno schema mentale precedentemente appreso e sperimentato.

4 Come percepiamo la terza dimensione? In determinate configurazioni, linee e piani bidimensionali si trasformano obbligatoriamente in tridimensionali, dando così limpressione della profondità

5 La legge di vicinanza Il rapporto di vicinanza tra gli elementi è la condizione più semplice di un principio organizzativo. Se osserviamo una serie di punti egualmente distaziati su diverse file li percepiremo come tali; ma se in uno dei sensi (verticale o orizzontale) li avviciniamo ci appariranno come file orientate.

6 La legge di somiglianza Se nella immagine che illustra la legge di vicinanza modifichiamo il colore di alcuni punti, otteniamo una segmentazione ben definita dellinsieme degli elementi che, pur rimanendo perfettamente equidistanti tra loro e della stessa grandezza e forma, si vengono ad articolare in colonne verticali o righe orizzontali costituite da elementi del medesimo colore.

7 Effetto di chiusura Le forze che spingono allordine spaziale tendono a formare unità ottiche in raggruppamenti chiusi e compatti. Questo fattore di chiusura può agire sulla bidimensionalità della superficie generando da unità lineari aperte lesperienza di una figura chiusa.

8 Fenomeno dei contorni soggettivi In una figura anomala, quale il triangolo di Kanizsa, il completamento soggettivo dei contorni determina una serie di fenomeni tra loro connessi che appaiono presenti con le caratteristiche della modalità visiva: trasformazione cromatica, dislocazione in profondità o stratificazione dei piani, presenza del margine

9 Il rapporto figura/sfondo Per la psicologia della Gestalt, il riconoscimento di una forma richiede la presenza di particolari condizioni tali da permettere la distinzione tra figura (ciò che è distinguibile) e sfondo (ciò che è indistinto) allinterno del campo visivo. Quando nessuna delle condizioni privilegia una parte del campo sulle altre, si ha una situazione di ambiguità tale per cui diviene difficoltoso, se non impossibile, separare la figura dallo sfondo.

10 Riepilogo dunità La psicologia della Gestalt mette a disposizione strumenti concettuali e operativi, di importanza strategica per il progettista di interfacce grafiche, onde poter comprendere i problemi inerenti agli effetti illusori involontari e adoperare opportunamente i fattori di profondità, somiglianza, vicinanza nellatto della visione.

11 Interazione Di qui in avanti, vengono presentati tre brevi esempi (tra i più ricorrenti) di imprecisioni nella progettazione di interfacce grafiche dovuti alla non conoscenza di alcuni dei principi basilari della psicologia della Gestalt. Per ognuno di essi, provate a ipotizzare il nome della legge o del fenomeno gestaltico che non è stato preso in considerazione. Al termine della prova potrete confrontare le vostre risposte con il feedback riportato in calce.

12 Esempio n. 1 Cover page Cover page

13 Esempio n. 2 Menù verbale di navigazione con otto elementi Menù Stampa Info Catalogo Storia ConcessionariF.A.Q. Note legali

14 Esempio n. 3 Videata intermedia: istruzioni di navigazione Vai alla prossima videata Ritorna alla videata precedente

15 Feedback Esempio 1: il rapporto figura/sfondo, ovvero il rapporto tra il background e il testo, rende faticoso il riconoscimento del testo. Esempio 2: a causa del rapporto di vicinanza gli otto elementi del menù vengono accorpati visivamente in quattro coppie distinte. Esempio 3: i due triangoli di colore uguale appaiono diversi per chiarezza: analogamente a quanto avviene con le figure anomale, si registra il fenomeno di trasformazione cromatica.

16 Slide test di unità di autovalutazione Domande a scelta doppia (vero/falso): 1)La parola tedescaGestalt può essere tradotta in italiano con il termine configurazione 2)Per la psicologia della Gestalt, il cervello organizza le informazioni inviate dallocchio ricomponendo gli elementi della realtà in forme più semplici che ha in precedenza memorizzato


Scaricare ppt "La percezione come fase attiva della conoscenza visiva Scheda informativa."

Presentazioni simili


Annunci Google