La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche Massimiliano Iommi (Istat) XI Conferenza Nazionale di Statistica Roma, 20-21 febbraio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche Massimiliano Iommi (Istat) XI Conferenza Nazionale di Statistica Roma, 20-21 febbraio."— Transcript della presentazione:

1 I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche Massimiliano Iommi (Istat) XI Conferenza Nazionale di Statistica Roma, febbraio 2013

2 Indice 1.Perché i beni relazionali sono difficili da misurare 2.Cosa può essere (facilmente?) misurarato dal lato imprese 3.Alcune informazioni attualmente raccolte nelle rilevazioni Istat 4.Estendere le informazioni raccolte 5.Beni relazionali come residuo Titolo intervento, nome cognome relatore – Luogo, data

3 Caratteristiche dei beni relazionali Beni prodotti e consumati nellambito di interazioni interpersonali Immaterialità Anti-rivalità Assenza di prezzo e di costi di produzione Soggettività Individuo come unità statistica privilegiata per misurare la qualità e la quantità di beni relazionali dentro limpresa I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Perché sono difficili da misurare 1

4 Se lunità statistica è limpresa: Informazioni sullimportanza che viene attribuita a fenomeni relazioni allinterno dellimpresa Informazioni su pratiche organizzative e di gestione delle risorse umane finalizzate a migliorare aspetti relazionali (cooperazione tra i dipendenti, identità, motivazione...) Informazioni sulle relazioni dellimpresa verso lesterno (clienti, fornitori, competitors, istituzioni pubbliche.....) Informazioni su strumenti utilizzati per facilitare interazione tra dipendenti e relazioni dellimpresa con lesterno I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Cosa può essere (facilmente?) misurato dal lato imprese 2

5 Censimento dellindustria e dei servizi 2011 – Rilevazione sulle imprese Rilevazione sullinnovazione nelle imprese: Informazioni su chi ha sviluppato linnovazione (se limpresa da sola o in collaborazione con latri soggetti) Fonti di informazione per lee attività di innovazione (interne ed esterne) Innovazioni organizzative Pratiche per stimolare la creatività e la generazione di nuve idee (lavori di gruppo, incentivi non finanziari) I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Informazioni attualmente raccolte 3

6 I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Censimento dellindustria e dei servizi 2011 – Rilevazione sulle imprese 4

7 I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Censimento dellindustria e dei servizi 2011 – Rilevazione sulle imprese 5

8 I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Censimento dellindustria e dei servizi 2011 – Rilevazione sulle imprese 6 Per ciascuna relazione indicare: soggetti con cui si intrettiene rapporti Le funzioni per le quali limpresa intrattiene rapporti con altri soggetti Il numero di soggetti

9 I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Censimento dellindustria e dei servizi 2011 – Rilevazione sulle imprese 7

10 Approccio coerente ed esaustivo alla misurazione dei beni relazionali Definizione operativa di beni relazionali Dimensioni che si vuole misurare (felicità, well-being, reddito, valorizzazione del capitale umano, diffusione delle conoscenze.....) Per ogni dimensione, individuare quali specifici aspetti si possono misurare Definizione delle domande Contenitori I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Estendere le informazioni sui beni relazionali nelle imprese 8

11 Contenitori First best: linked employees-employers database Un modulo specifico da inserire come modulo aggiuntivo in una rilevazioni sulle imprese già esistenti Distribuire le possibile domande in varie rilevazioni: Innovazione nelle imprese, ICT nelle imprese, Multiscopo sulle imprese/unità complesse I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Estendere le informazioni sui beni relazionali nelle imprese 9

12 Contabilità della crescita Misurare il contributo alla crescita della produttività del lavoro di alcuni fattori produttivi e misurare il contributo complessivo di tutti gli altri fattori come residuo (detto produttività totale dei fattori, TFP) Linterpretazione della TFP dipende da quali fattori sono stati espressamente misurati Nelle misure di produttività diffuse dallIstat lunico fattore considerato esplicitamente è il contributo del capital deepening, dove il capitale comprende capitale tangibile e alcune tipologie di capitale intangibile ( software, originali di opere artistiche letterarie e di intrattenimento e prospezioni minerarie) I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Beni relazionali come residuo 10

13 Estensioni del modello di contabilità della crescita Capitale umano Capitale intangibile: Prodotti della proprietà intellettuale (R&D, Design) e competenze economiche (capitale organizzativo, ricerche di mercato, competenze dei dipendenti non include nella misura di capitale umano) La misura della TFP che si ottiene può essere interpretata come un indicatore aggregato strettamente correlato con la capacità del sistema economico di generare beni relazionali necessari a coordinare i fattori produttivi e di rendere effettivamente utilizzato il capitale umano esistente I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Beni relazionali come residuo 11

14 I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche, Massimilian Iommi, Roma febbraio 2013 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "I beni relazionali: misurabilità dal lato delle unità economiche Massimiliano Iommi (Istat) XI Conferenza Nazionale di Statistica Roma, 20-21 febbraio."

Presentazioni simili


Annunci Google