La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Associazione Acquamagica Piano commerciale. Esposizione della missione Lo scopo dellAssociazione è dare a tutti coloro che ne hanno bisogno la possibilità

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Associazione Acquamagica Piano commerciale. Esposizione della missione Lo scopo dellAssociazione è dare a tutti coloro che ne hanno bisogno la possibilità"— Transcript della presentazione:

1 Associazione Acquamagica Piano commerciale

2 Esposizione della missione Lo scopo dellAssociazione è dare a tutti coloro che ne hanno bisogno la possibilità di svolgere attività riabilitative in acqua con figure professionali abilitate ed adeguatamente preparate. Per raggiungere tale obiettivo lAssociazione intende gestire oppure realizzare una piscina specifica per la riabilitazione in acqua. La prima fase della nostra attività è stata dedicata al lavoro in piscina. In questi anni abbiamo messo a punto il nostro sistema di lavoro e verificato la sua efficacia con i nostri primi pazienti. Abbiamo ottenuto lesperienza necessaria per poter operare con successo nel settore della riabilitazione in acqua. In seguito ci siamo occupati della ricerca e della formazione degli operatori ed a studiare su come deve essere lideale piscina per la riabilitazione, infine abbiamo cominciato a preparare il progetto di realizzazione della nostra futura piscina.

3 Il team Presidente dellAssociazione: Simona Bassi. Vicepresidente: Mirco Compagno. Direttore Tecnico: Sandro Sollazzo. Responsabile del progetto piscina: Silvia Mastrogirolamo.

4 La riabilitazione in acqua può essere uno strumento di aiuto importante per i pazienti solo se svolta da personale professionalmente preparato: fisioterapisti o terapisti delletà evolutiva. Il mercato è vastissimo, la domanda di riabilitazione in acqua da parte dei medici ortopedici e dei fisiatri per i loro pazienti è in continuo aumento. Pur essendo numerose le richieste, per ora, solo pochi fisioterapisti operano in acqua poiché tale lavoro è difficile e faticoso ed è spesso svolto in condizioni disagevoli, inoltre pochi sono realmente preparati e formati per poter sfruttare al meglio le potenzialità dell idrokinesiterapia. La scarsa presenza di strutture idonee al lavoro riabilitativo in acqua e le disagevoli condizioni di orario offerte dai gestori delle piscine, (essi tendono a dare la priorità ad altre attività: nuoto, acquagym, pallanuoto), rendono impossibile soddisfare le richieste di idrokinesiterapia. Attualmente i centri riabilitativi forniti di piscine hanno interminabili liste di attesa; in questa situazione esplode il fenomeno dellabusivismo professionale, infatti molti istruttori di nuoto, insegnanti di Ed. fisica o altre figure professionali si improvvisano riabilitatori…

5 Opportunità Identificare i problemi e le opportunità. –I pazienti pur essendo numerosi, spesso non trovano le strutture disponibili per la scarsa disponibilità di accesso a persone con disabilità, per mancanza di personale adeguatamente preparato e per gli orari disponibili. Per questi motivi la domanda del mercato non viene soddisfatta se non in minima parte. –Molte persone anziane o bambini con disabilità, ad esempio, non trovano in zona Roma sud un centro dove iniziare le cure in piscina richieste dai loro medici. I servizi convenzionati presenti sul territorio sono inaccessibili per mesi e gli altri a pagamento hanno costi spesso proibitivi: Euro a seduta. – La nostra Associazione vuole inserirsi in questo mercato ancora inesplorato con con uno stile diverso più di tipo sociale e meno interessata al lucro, a costi dimezzati con una professionalità elevata data la nostra formazione specifica.

6 Ad oggi sul territorio sono scarsissime le strutture idonee usufruibili per i disabili. Questi cittadini sono impossibilitati a frequentare le piscine normali sia per laffollamento ivi presente sia per i costi spesso proibitivi. Gli orari a loro offerti sono incompatibili con le normali attività di vita quotidiana, infatti gli spazi per i disabili offerti dalle piscine sono di mattina o nel primo pomeriggio per cui essi dovrebbero perdere la scuola o rinunciare al lavoro. Qualora un disabile, soprattutto se minore, usufruisca di tali strutture, incontra problemi insormontabili riguardo alle barriere architettoniche presenti, alla scarsa disponibilità di spazi ed orari spazi, alla temperatura dellacqua (le piscine sono fatte per le attività sportive e non riabilitative). Tali problemi rendono nulli i benefici della riabilitazione in acqua ed i sacrifici fatti dai pazienti, infatti sono minimi i risultati terapeutici ottenuti.

7 Politica aziendale Riepilogare la strategia, l'idea o la tecnologia chiave su cui si basa l'azienda. Formazione specifica nella riabilitazione in acqua. Sviluppo di una tecnica riabilitativa mirata in cui loperatore funga da mediatore tra lacqua ed il singolo paziente. creazione e/o gestione di una piscina con un progetto brevettato e specifico per la riabilitazione in acqua in modo da fornire un servizio a costi dimezzati rispetto al mercato = PROGETTO ACQUAMAGICA

8 Concorrenza Nella zone di Roma sud ci sono numerose strutture sanitarie convenzionate che forniscono servizi riabilitativi ma poche di esse hanno le piscine riabilitative. Santa Lucia IRRCS ( zona ardeatina) Villa Fulvia (zona appia), Centro Vojta (zona eur-marconi). Le liste di attesa in questi posti sono interminabili e per i bambini con disabilità ancora più lunghe e le richieste spesso inevase. Delineare il vantaggio della nostra Associazione sulla concorrenza: La specificità di intervento, non vogliamo fare tutto, ma solo riabilitazione in acqua sia a bambini che ad anziani. I costi dimezzati 20 Euro a terapia poiché non operiamo a fini di lucro. L esperienza di lavoro sul campo ci consente di avere con i pazienti un approccio riabilitativo più ampio con lobiettivo finale di una loro migliore qualità di vita.

9 Obiettivi e traguardi Elencare gli obiettivi quinquennali. Trovare finanziamenti per la progettazione e la costruzione della nostra piscina specifica per la riabilitazione. Intensificare il lavoro di penetrazione nel mercato operando in diversi centri della regione, appoggiandosi a vari centri riabilitativi o in piscine che abbiano spazi disponibili per i nostri operatori. Selezionare e formare in modo continuo e specifico gli operatori. Esporre traguardi specifici e misurabili per gli obiettivi quinquennali. –Reperire almeno Euro nei prossimi 5 anni. –Avere nella nostra banca dati i nomi di almeno 200 possibili clienti, contattando medici, centri riabilitativi, e chiunque sia interessato alle nostre terapie in acqua a costi dimezzati rispetto al mercato.

10 Piano finanziario Delineare un piano finanziario di livello elevato che definisca il modello finanziario e le previsioni relative ai prezzi. –Questo piano includerà le previsioni di vendite e profitti annuali per i prossimi tre anni. –Utilizzare diverse diapositive per illustrare questo materiale in modo appropriato.

11 Progetto Acquamagica. Piscina di piccole dimensioni per attività di riabilitazione/recupero in acqua per bambini ed anziani disabili. Il progetto dettagliato dellimpianto prevede la realizzazione di una vasca e dei servizi annessi per una superficie coperta che non supererà complessivamente i 150 metri quadrati. La vasca che si intende realizzare è di 10 metri x 5 metri con profondità da 0 cm. fino a 120 cm. Sono previsti gli spogliatoi e i servizi. La spesa prevista per la realizzazione dellopera è di circa Euro. Lutenza particolare a cui sarà rivolta principalmente lattività, necessiterà di un accesso agevole anche con le automobili vicino allingresso della struttura per cui si dovrà prevedere uno spazio per il parcheggio di almeno 10 autovetture e labbattimento delle barriere architettoniche eventualmente presenti. Lidea è quella di poter usufruire di terreni destinati ad uso sociale per impianti sportivi o ricreativi ed in seguito ricorrere ad un finanziamento misto pubblico-privato per reperire le risorse economiche necessarie.

12 In una giornata lavorativa a pieno regime dellimpianto, si prevede di eseguire 30 terapie da 45 minuti ciascuna. Tre terapisti saranno impegnati, ciascuno con un solo paziente, contemporaneamente in vasca in modo continuato con questi orari: dalle alle 10.45, dalle alle 11.45, dalle alle 12.45, dalle alle 13.45, dalle alle 14.45, dalle alle 15.45, dalle alle 16.45, dalle alle 17.45, dalle alle e infine dalle alle Il costo indicativo previsto per ciascuna terapia è di 20 Euro. N.B. Per il futuro si potrà ottenere la convenzione con la ASL di competenza e dunque offrire agli utenti il servizio in regime di convenzione.

13 Piano sintetico di gestione dellimpianto. Ricavi: con una affluenza di soli 20 utenti al giorno si prevede un introito giornaliero di circa 400 Euro e di Euro lanno. (contando 300 giorni lavorativi). Spese: le spese di gestione dellimpianto si prevedono in circa Euro. Spese per il personale Euro annuali. Due contratti di lavoro a tempo indeterminato per due terapisti per Euro lanno (36 ore settimanali di servizio); due rapporti di collaborazione con altri due terapisti che completano il servizio per le restanti 192 ore mensili x 9 mesi e mezzo a 15 Euro lora, per un totale costo netto annuale di Euro. Spese annue di ammortamento e manutenzione della struttura calcolate nel 10 % annuo del totale necessario alla costruzione dellimpianto per Euro annuali. Spese annuali di gestione dellimpianto: circa Euro. Lacqua (1 Euro al metro cubo per 54 metri cubi ogni 15 giorni) 1500 Euro, la corrente elettrica 2500 Euro, limpianto di climatizzazione 2500 Euro, il gas da riscaldamento Euro e la pulizia giornaliera di due ore dellimpianto 4500 Euro lanno

14 Al momento sono numerose e continue le richieste di istituire un servizio di idrokinesiterapia e di attività motorie in acqua nella zona sud di Roma, soprattutto se tale servizio sarà rivolto ai minori con disabilità dello sviluppo ed agli anziani. Dunque prevediamo una affluenza cospicua già allinizio della attività dellimpianto. Inoltre se si trovasse una superficie vicino al Grande Raccordo Anulare dove poter costruire la nostra piscina, sarebbero coinvolti anche altri comuni limitrofi e numerose associazioni della zona che si occupano di persone disabili avranno così lopportunità di usufruire dei nostri servizi di riabilitazione e recupero in acqua.

15 Requisiti delle risorse Personale: fisioterapisti o terapisti delletà evolutiva con formazione specifica ed esperienza di lavoro in acqua. Tecnologia: piscina progetto acquamagica e metodo terapeutico basato su trattamenti individualizzati per ogni singolo paziente. Finanze: fondi dellAssociazione e reperimento di fondi Europei o Regionali o mediante altre collaborazioni con enti interessati al nostro progetto. Distribuzione: Referenze dai centri riabilitativi della zona in cui si opera, contatti con Associazioni di genitori o altre realtà del mondo dei diversamente abili. Promozione: Costruzione di un nostro portale internet, Organizzazione della Festa delle ninfee durante l Assemblea annuale della nostra Associazione con inviti a personalità politiche e del mondo sanitario. Prodotto: Servizio idrokinesiterapico a costi inferiori del mercato

16 Rischi e benefici Il beneficio più grande è la richiesta del mercato. Infatti come ripetuto più volte, la domanda di idrokinesiterapia è elevata e totalmente inevasa dalle strutture esistenti. inoltre nel settore è presente un elevata quota di professionisti abusivi che non hanno i requisiti né di legge né titoli per operare con i pazienti. I rischi maggiori da affrontare sono quelli relativi al finanziamento ed ai costi di realizzazione della piscina. Attualmente la nostra disponibilità di risorse economiche è limitata a Euro ed una volta reperiti i fondi i costi di realizzazione del progetto piscina potranno essere più alti del previsto o richiedere tempi di attuazione più lunghi. La soluzione è di coinvolgere nel progetto imprese edili che abbiano una esperienza specifica nel settore sia per risparmiare sia per avere una certezza dei tempi di realizzazione del nostro progetto.

17 Problematiche principali A breve termine: Completare entro il mese di Dicembre tutto il progetto della piscina e ricontrollarne i costi di realizzazione. Avviare lattività del nostro portale internet entro Gennaio Presentazione del progetto presso i vari municipi o altri enti locali di Roma sud al fine di ottenere lassegnazione di una superficie dove poter realizzare il nostro progetto. Se i tempi non verranno rispettati: si perde il momento favorevole del mercato spingendo i pazienti a ricercare altre strade o altre soluzioni ai loro bisogni,aumenteranno i costi di realizzazione della piscina, si vanifica tutto il lavoro di promozione svolto sul territorio già dallo scorso anno.

18 Problematiche principali A lungo termine. Ricercare qualsiasi forma di finanziamento agevolato per i 2/3 della somma necessaria alla costruzione della piscina mediante ad esempio: la presentazione alla Regione Lazio del nostro progetto in modo da partecipare al bando per lassegnazione dei fondi europei per lo sviluppo o per ottenere altre forme di finanziamento ed in futuro anche la convenzione con il Sistema Sanitario. la presentazione del progetto attraverso i media, in modo da coinvolgere: medici, pazienti, associazioni di genitori, associazioni di malati, o.n.l.u.s, cooperative, ecc.ecc. al fine di ottenere aiuti e appoggi concreti. Se non sarà possibile reperire i fondi si dovrà ricorrere alle banche ed inesorabilmente lieviteranno i costi di tutto il progetto vanificando il fine sociale della nostra iniziativa…20 Euro una terapia in acqua….


Scaricare ppt "Associazione Acquamagica Piano commerciale. Esposizione della missione Lo scopo dellAssociazione è dare a tutti coloro che ne hanno bisogno la possibilità"

Presentazioni simili


Annunci Google