La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Aree disciplinari, obiettivi di apprendimento e strumenti valutativi tra la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado Enrica Tais Agenzia Nazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Aree disciplinari, obiettivi di apprendimento e strumenti valutativi tra la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado Enrica Tais Agenzia Nazionale."— Transcript della presentazione:

1 Aree disciplinari, obiettivi di apprendimento e strumenti valutativi tra la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado Enrica Tais Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dellAutonomia Scolastica - ex IRRE Lazio Roma 21 Maggio 2008

2 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ DISCIPLINA Continuità orizzontale ProgressioneProgressione verticaleverticale Aree disciplinari Obiettivi di apprendimento Traguardi per lo sviluppo delle competenze

3 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Area linguistico-artistico-espressiva (italiano, lingue comunitarie, musica, arte e immagine, corpo movimento sport) Area linguistico-artistico-espressiva (italiano, lingue comunitarie, musica, arte e immagine, corpo movimento sport) Area storico-geografica (storia, geografia) Area storico-geografica (storia, geografia) Area matematico-scientifico-tecnologica (matematica, scienze naturali e sperimentali, tecnologia) Area matematico-scientifico-tecnologica (matematica, scienze naturali e sperimentali, tecnologia) Aree disciplinari

4 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Area linguistico- artistico- espressiva Area storico- geografica Area matematico- scientifico- tecnologica Centralità della Persona

5 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Comunicare efficacemente Cittadinanza attiva (tempo-spazio) Pensare/Fare Centralità della Persona

6 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ La scuola nel nuovo scenario La scuola è solo una delle esperienze di formazione La scuola deve fornire gli strumenti per dare senso alla varietà delle esperienze La scuola sostiene le varie forme di diversità, disabilità o svantaggio

7 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Centralità della persona Lo studente è al centro in tutti i suoi aspetti La scuola deve porre le basi per il lifelong learning La scuola deve costruire un progetto educativo condiviso con gli alunni stessi

8 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Nuova cittadinanza La scuola si pone come comunità educante La scuola è aperta alle famiglie e al territorio circostante La scuola deve formare cittadini italiani che siano allo stesso tempo cittadini dellEuropa e del mondo

9 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Nuovo umanesimo La scuola deve insegnare a ricomporre i grandi oggetti della conoscenza e a superare la frammentarietà delle discipline La scuola deve promuovere i saperi propri di un nuovo umanesimo, fra i quali la capacità di vivere e agire in un mondo in continuo cambiamento

10 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Campi di esperienza Campi di esperienza luoghi del fare e dellagire del bambino orientati dallazione consapevole degli insegnanti Il sé e laltro (le grandi domande, il senso morale, il vivere insieme) Il corpo in movimento (identità, autonomia, salute) Linguaggi, creatività, espressione (gestualità, arte, musica, multimedialità) I discorsi e le parole (comunicazione, lingua, cultura) La conoscenza del mondo (ordine, misura, spazio, tempo, natura)

11 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Obbligo di Istruzione 4 assi culturali otto competenze chiave di cittadinanza da acquisire attraverso le conoscenze e le abilità riferite a

12 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Competenze chiave di cittadinanza Imparare ad imparare Progettare Comunicare Collaborare e partecipare Agire in modo autonomo e responsabile Risolvere problemi Individuare collegamenti e relazioni Acquisire ed interpretare linformazione

13 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Assi culturali Asse dei linguaggi Asse matematico Asse scientifico-tecnologico Asse storico-sociale

14 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Obiettivi di apprendimento Strategici per

15 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Traguardo = Punto darrivo & Tappa intermedia Raggiungimento dei Traguardi per lo sviluppo delle competenze

16 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Traguardi/Sviluppo Tappa intermedia Processo continuo

17 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Traguardo = Punto darrivo & Tappa intermedia Prospettiva Lifelong learning

18 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ CONTINUITÀ DISCONTINUITÀ

19 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ CRITERI organizzazione degli apprendimenti in maniera progressivamente orientata ai saperi disciplinari la ricerca delle connessioni fra i saperi disciplinari e la collaborazione fra i docenti ampliamentogradualitàsuccessionericorsivitàconoscenzeabilitàcompetenzecomplessità

20 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Le conoscenze indicano il risultato dellassimilazione di informazioni attraverso lapprendimento. Le conoscenze sono linsieme di fatti, principi, teorie e pratiche, relative a un settore di studio o di lavoro; le conoscenze sono descritte come teoriche e/o pratiche. dal Quadro europeo dei Titoli e delle Qualifiche (EQF)

21 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Le abilità indicano le capacità di applicare conoscenze e di usare know-how per portare a termine compiti e risolvere problemi; le abilità sono descritte come cognitive (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano labilità manuale e luso di metodi, materiali, strumenti). dal Quadro europeo dei Titoli e delle Qualifiche (EQF)

22 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Le competenze indicano la comprovata capacità di usare conoscenze, abilità e capacità personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale; le competenze sono descritte in termine di responsabilità e autonomia. dal Quadro europeo dei Titoli e delle Qualifiche (EQF)

23 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ SAPERE TRASMESSOCOSTRUITO

24 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ DIDATTICA Protagonismo Senso della scoperta Responsabilità Collaborazione (peer education - tutoring) Capacità di autovalutazione Chiarezza di obiettivi e strategie Progettualità operativa (individuazione di tempi, materiali, strumenti) Capacità di lavorare in team alunnidocenti

25 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/

26 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Acquisire una visione longitudinale degli obiettivi dellinsegnamento Acquisire una visione longitudinale degli obiettivi dellinsegnamento Philippe Perrenoud Essere capace di inscrivere ogni apprendimento in una continuità a lungo termine, la cui logica primaria è di contribuire alla costruzione delle competenze che costituiscono lobiettivo della fine del ciclo o del curricolo

27 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ VALUTAZIONE La valutazione precede, accompagna e segue i percorsi curricolari. Attiva le azioni da intraprendere, regola quelle avviate,promuove il bilancio critico su quelle condotte a termine. ex ante in itinere ex post FORMATIVA stimolo al miglioramento Preminente funzione

28 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ Con la valutazione ex ante, si pongono dunque le basi non solo per una scelta critica e una definizione oculata del percorso curricolare, ma anche i presupposti per una strategia valutativa da praticare durante lo svolgimento del percorso (valutazione in itinere) nonché, a freddo, per così dire, dopo la conclusione dello stesso (valutazione ex post) al fine di compiere un bilancio critico dellattuazione del progetto didattico-curricolare. Gaetano Domenici

29 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ insegnanti responsabilità della valutazione cura della documentazione didattica scelta dei relativi strumenti nel quadro dei criteri deliberati dai competenti Organi Collegiali Istituzioni scolastiche responsabilità della autovalutazione modalità riflessive sullorganizzazione offerta didattica ed educativa INVALSI Rilevazione qualità intero sistema scolastico nazionale

30 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ PUNTI DI ATTENZIONE NELLA VALUTAZIONE Esplicitare e concordare criteri e procedure di valutazione dellefficacia delle attività (risultati) Adeguata presenza e distribuzione di prove iniziali, in itinere e finali Tipologia delle prove proposte (significatività e coerenza con gli obiettivi fissati)

31 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ VALUTAZIONE AUTENTICA Mira a verificare non solo ciò lindividuo sa, ma ciò che sa fare con ciò che sa, tramite una prestazione reale e adeguata dellapprendimento che risulta così significativo, poiché riflette le esperienze reali ed è legato ad una motivazione personale. La dimostrazione delle conoscenze avviene tramite prestazioni concrete, stimolando il discente ad operare in contesti reali con prodotti capaci di soddisfare precisi obiettivi.

32 Enrica Tais - Agenzia Nazionale per lo Sviluppo dell'Autonomia Scolastica ex IRRE Lazio - Roma 21/5/ e gli alunni? centralità della persona Rendere lallievo consapevole del proprio processo di apprendimento


Scaricare ppt "Aree disciplinari, obiettivi di apprendimento e strumenti valutativi tra la scuola primaria e la scuola secondaria di primo grado Enrica Tais Agenzia Nazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google