La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La competenza lessicale Parole nella mente, parole per parlare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La competenza lessicale Parole nella mente, parole per parlare."— Transcript della presentazione:

1 La competenza lessicale Parole nella mente, parole per parlare

2 Cambia il mondo, cambia la didattica delle lingue SocietàUso della l2Tipo di approccio/metodo NazionaleLettera/fax, scambio datiGrammaticale traduttivo InternazionaleIncontri, relazionarsiAudio-orale MultinazionaleSoggiorni, creare inteseComunicativo, competenza interculturale TransnazionaleContatti reticolari, adattarsi di continuo Comunicativo, umanistico affettivo, competenza interculturale, competenza etno- antropologica CLIL

3 Quello che lo colpì maggiormente, fu lutilizzazione di un vocabolario estremamente ridotto, che non superava poche decine di parole, e si domandò se per caso i Kubu non avessero volontariamente impoverito il loro vocabolario, sopprimendo delle parole ogniqualvolta nel villaggio un membro moriva. Una delle conseguenze era che la stessa parola indicava un numero di oggetti via via più grande… Fece notare che tali caratteristiche potrebbero adattarsi benissimo ad un falegname occidentale che servendosi di strumenti dal nome molto preciso – truschino, incorsatoio, sponderuola, pialla, bedano, borlotta, ecc., li chiedesse al suo garzone dicendogli semplicemente passami il coso… (G. Perec, la vita istruzioni per luso) In Africa un vecchio che muore è una biblioteca che brucia (Hampaté Ba)

4 Ogni lingua è bilingue, dal momento che oscilla tra il passaggio orale e un altro passaggio che si afferma e si annulla nellincomunicabile Amore inafferrabile. A ogni istante la lingua straniera può – potere illimitato – ritirarsi in se stessa, oltre ogni traduzione. Sono un tramite tra due lingue, pensava: più penetro nel centro, più me ne allontano. Nel momento in cui ti parlo nella tua lingua, io divento te senza esserlo, poiché mi cancello nelle tue tracce. Abdelkébir Khatibi

5 Forma scritta/orale Posizione e ruolo grammaticale frequenza Connotazione/denotazione Collocazione Significato/i Rapporti di significato (sinonimia, antonimia, polisemia, iper/iponimia, omografia, omofonia) Registro Uso figurato (idioms, metafore ecc.)

6 Conoscere una parola Forma Posizione (Struttura grammaticale, collocazioni) Funzione (frequenza, appropriatezza) Significato (concetti, associazioni)

7 Competenza lessicale come: Competenza linguistica Competenza discorsiva Competenza referenziale Competenza socioculturale Competenza strategica

8 Criteri di selezione Ciò che è utile Ciò che crea difficoltà Ciò che si può descrivere tramite regole Criteri di progressione Semplice vs complesso Molto diffuso vs poco diffuso Molto utile vs meno utile

9 Lexical appraoch La lingua è un lessico grammaticalizzato e non una grammatica con un lessico La struttura grammaticale è subordinata al lessico La dicotomia tra lessico e grammatica non è corretta; molta lingua è costituita da multi-word chunks Un aspetto centrale nella didattica è stimolare la consapevolezza sviluppando labilità di costruire chunks con successo La lingua è una risorsa personale e non unidealizzazione astratta Comunicare con successo è un concetto più ampio di comunicare correttamente La competenza sociolinguistica e comunicativa precede ed è la base, non il prodotto della competenza linguistica Viene assunto il paradigma osserva-ipotizza-sperimenta e non presentazione-pratica-prodotto

10 Lexical approach Word e polyword Collocations Institutionalised utterances Sentence frames or heads

11 Approccio lessicale utile per Bilanciare lessico settoriale e lessico necessario alla competenza linguistica e alla fluency. Non conoscenza di sterili liste di termini microlinguistici, ma acquisire competenze in un discorso disciplinare.

12 Lessico disciplinare Lessico appropriato ad un testo disciplinare Lessico di frequenza necessario alla fluency

13 AL - CLIL utili per Processi cognitivi Capire comprendere Marcatore somatico

14 CLIL come metodologia funzionale ad un approccio Cognitivo-emozionale

15 idioms Essere in gamba Essere al verde Rompere il ghiaccio Tirare la carretta Prendere la porta Venire a Canossa Una vittoria di Pirro Menare il can per laia Ciurlare nel manico

16 Criteri per selezionare idioms FrequenzaFrequenza lessico Transfert lingua madre Approccio formale, registro Definizion e parafrasi Lessico attivo Lessico passivo

17 metafore Questa mattina mi sono svegliato e la finestra mi ha sorriso! Questa mattina mi sono svegliato e mi sono proprio scappati i coccodrilli rossi!

18 Sviluppo della competenza lessicaleApprocci tradizionali In base allanalisi dei bisogni e allobiettivo del corso si seleziona il lessico più utile da insegnare agli allievi Linsegnamento del lessico è centrato sugli allievi e sulle loro strategie di apprendimento Si sviluppano le strategie metacognitive per favorire lautonomia di apprendimento e di sviluppo della competenza lessicale Il lessico viene insegnato attraverso attività quanto più possibile contestualizzate. Le tecniche decontestualizzate vengono utilizzate molto limitatamente La scelta del lessico avviene sulla base dei testi proposti durante la lezione e non in base alla frequenza duso ed ai bisogni degli allievi Linsegnante non tiene conto delle caratteristiche personali e delle strategie cognitive e metacognitive degli allievi Linsegnante insegna il lessico agli allievi, ma non le strategie per favorirne lapprendimento autonomo Il lessico è proposti principalmente in attività decontestualizzate (liste di parole da ripetere con la traduzione, flashcards ecc.)


Scaricare ppt "La competenza lessicale Parole nella mente, parole per parlare."

Presentazioni simili


Annunci Google