La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Educazione allaffettività e identità di genere i genitori ne parlano con: p. Giuliano Stenico ceis modena e Letizia Lambertini antropologa giovedì 18 marzo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Educazione allaffettività e identità di genere i genitori ne parlano con: p. Giuliano Stenico ceis modena e Letizia Lambertini antropologa giovedì 18 marzo."— Transcript della presentazione:

1 educazione allaffettività e identità di genere i genitori ne parlano con: p. Giuliano Stenico ceis modena e Letizia Lambertini antropologa giovedì 18 marzo ore 18,00 aula magna via don minzoni 210 modena scuole madonna pellegrina nido, infanzia e primaria via don minzoni modena tel. 059/

2 La parola genere sta ormai entrando nel vocabolario comune. Essa esprime anzitutto una classificazione e si riferisce alla differenza dellumanità in maschi e femmine. Il genere

3 Dire genere tuttavia non significa riferirsi al puro dato genitale/sessuale. Con questa parola si intendono infatti due dimensioni esistenziali. Il sentimento di sé in quanto maschio o femmina (IDENTITÀ di genere) ovvero cosa potenzialmente mi è possibile in quanto maschio o femmina. La categorizzazione sociale in quanto maschio o femmina (RUOLO di genere) ovvero cosa realmente mi è possibile in quanto maschio o femmina.

4 Il genere Identità di genere e ruolo di genere sono dimensioni fortemente correlate tra loro. Il mio sentimento di maschio o femmina influenza i miei comportamenti sociali. Viceversa quello che il contesto sociale si aspetta da me come maschio o femmina influenza fortemente il mio sentimento di maschio o femmina.

5 Il genere Lidentità di genere è lesperienza privata del ruolo di genere, e il ruolo di genere è lespressione pubblica dellidentità di genere. J. Money e A. Ehrhardt, Uomo Donna Ragazzo Ragazza

6 Il genere Questo significa innanzitutto che il genere non è una dimensione fissa ma che si modifica con letà e nei diversi contesti culturali, sociali ed economici. Io ho un sentirmi essere maschio o femmina a cinque anni e un altro a undici. Io ho un sentirmi essere maschio o femmina essendo nato/a, cresciuto/a, vissuto/a a Modena o invece in un altro luogo del mondo o in più luoghi del mondo. Io sono categorizzato/a come maschio o femmina a cinque anni per determinati comportamenti (spontanei o indotti) e a undici anni per altri. Io sono categorizzato/a come maschio o femmina in un modo o in un altro a seconda che sia nato/a, cresciuto/a, vissuto/a in un luogo del mondo o in un altro.

7 Il genere Leducazione ha una forte influenza nella definizione di identità e ruolo di genere. Rispetto allidentità nel sostenere la libertà dei diversi sentimenti di sé. Rispetto al ruolo nel favorire consapevolezza e cambiamento.

8 Lidentità di genere Lidentità di genere inizia dalla consapevolezza del proprio corpo, di ciò che può fare e provare in modo diverso o simile agli altri e alle altre. … significa che il corpo di un maschio e quello di una femmina hanno forme diverse; vuol dire provare altre cose, sentimenti, e avere i propri difetti. Quello della statura, dellaspetto fisico, delle qualità, delle emozioni. F, 11 anni [Maschi e femmine] sono sempre persone però non sono uguali, perché le femmine hanno caratteristiche diverse come la lunghezza dei capelli e il modo di vedere le cose. F, 11 anni Noi siamo tutti diversi per carattere e aspetto fisico, perché nessuno ha caratteristiche uguali. M, 11 anni I maschi hanno una differenza un po più diversa delle femmine. M, 5 anni

9 Lidentità di genere Le femmine fanno i bimbi, i bimbi nascono da un buchino che il papà non ce lha. M, 5 anni [Maschi e femmine] si possono riconoscere da come parlano, dallaspetto fisico, dal carattere o dal movimento, e grazie a queste diversità si distinguono maschi e femmine, e il mondo è più bello. M, 11 anni Mia mamma di diverso ha le tette! M, 5 anni Solo le femmine fanno i bambini. M, 5 anni Pensiamo cose diverse, siamo diversi in fatto di corpo, statura, sesso, razza, pensieri e carattere. F, 11 anni

10 Il ruolo di genere

11

12

13 Dallidentità al ruolo

14 Dal ruolo allidentità

15 Differenze e relazioni Tra amicizia e amore

16

17

18

19

20

21 Lamore dura per sempre in cielo e in terra. Come un fuoco, va alimentato. M, 11 anni Conosco quattro amori: quello del papà, della mamma, quello mio e di Gesù. M, 5 anni Lamore è un sentimento che si esprime in tante forme, con i gesti, con gli sguardi e sicuramente con le parole; le parole sono un mezzo molto importante per trasmettere amore. Con le parole si può dare affetto come una mamma al suo bambino e si può dare conforto come un dottore ad un ammalato. Le parole damore sono soprattutto un passo importante per la pace nel mondo. Lamore si può esprimere a parole come: ti amo, amore mio, tesoro, ti voglio bene, sei la mia vita, mi rubi il cuore, non posso vivere senza di te, è bello starti vicino, sei la luce dei miei occhi, ti amo sopra ogni cosa, mi fai impazzire, siamo tutti figli di Dio, che Dio ti benedica. F, 11 anni


Scaricare ppt "Educazione allaffettività e identità di genere i genitori ne parlano con: p. Giuliano Stenico ceis modena e Letizia Lambertini antropologa giovedì 18 marzo."

Presentazioni simili


Annunci Google