La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

(Marko Ivan Rupnik, S. Maria Domenica Mazzarello, particolare, Cappella Ist. Auxilium, Roma) Signore, Insegnaci a pregare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "(Marko Ivan Rupnik, S. Maria Domenica Mazzarello, particolare, Cappella Ist. Auxilium, Roma) Signore, Insegnaci a pregare."— Transcript della presentazione:

1 (Marko Ivan Rupnik, S. Maria Domenica Mazzarello, particolare, Cappella Ist. Auxilium, Roma) Signore, Insegnaci a pregare

2 LITURGIA CATECHESI CARITA LITURGIA CARITA CATECHESI

3 LITURGIA Sacramenti preghiera CATECHESI Iniziazione

4 Sacramenti Segni efficaci dellamore di Dio amministrati dalla Chiesa lincontro tra libertà di Dio e libertà delluomo, mediato simbolicamente (non diretto, in gesti e parole umani) che nasce dal dono gratuito ed incondizionato di Dio Catechesi = gesti e parole di Dio = eco gesti e parole di Dio

5 LE FORME DELLA PREGHIERA una forma che tras-forma

6 LA PREGHIERA DELLA CHIESA il tempo liturgico i sacramenti la preghiera eucaristica LA PREGHIERA PERSONALE Un incontro, un dialogo Le forme della preghiera: GAS La preghiera di alleanza La preghiera di domanda La preghiera di lode

7 INTERVISTA DOPPIA 1.Preghiera: la prima parola che ti viene in mente… 2.A che età hai imparato il Padre Nostro? 3.Chi ti ha insegnato a pregare? 4.Pregare in chiesa o a casa? 5.Di sera o di mattina? 6.Con la Bibbia o con parole tue? 7.In piedi, in ginocchio, seduto o come capita? 8.Mani aperte oppure mani giunte? 9.Pregare da soli oppure con altre persone? 10.Pregare recitando oppure cantando? 11.Pregare fa rima con… 12.Se la tua preghiera fosse una canzone sarebbe… 13.Tra i tuoi ricordi ce nè uno legato ad un momento di preghiera particolarmente bello? 14.Se dovessi associare un oggetto alla tua preghiera? 15.Lultima volta che hai pregato? 16.Sai a memoria lAtto di dolore? 17.Ti sei mai chiesto perché preghi? 18.Sei contento di aver fatto questintervista?

8 INTERVISTA DOPPIA 1.Preghiera allinizio o alla fine dellincontro? 2.Dove pregate,di solito, durante lincontro di catechesi? 3.Nella preghiera ci sono dei canti? 4.Preghiera da 30 secondi o da 10 minuti? 5.Cantate durante la preghiera? 6.Meglio preghiere ufficiali oppure preghiere spontanee? 7.Cartellone oppure foglietto singolo? 8.In piedi o seduti? 9.Hai mai vissuto un bel momento di preghiera coi ragazzi? 10.Hai già acceso una candela durante la preghiera dell0incontro di catechesi? 11.Per i ragazzi la preghiera secondo te è un di più oppure è parte dellincontro? 12.I ragazzi del tuo gruppo conoscono lAtto di dolore? 13.Il Padre Nostro? 14.LAve Maria 15.Il Gloria al Padre? 16.Quanto tempo dedichi in media a preparare la preghiera dellincontro? 17.Sei contento di aver fatto questintervista?

9 LE DIMENSIONI DELLA PREGHIERA

10 Il momento di preghiera da vivere con i ragazzi richiede unaccurata preparazione e una sapiente regia per aiutare i bambini/ragazzi a gustare la preghiera nelle sue dimensioni reali (con i sensi: udito, olfatto, tatto, vista) e spirituali (attraverso la meditazione e il silenzio ad esempio). Il catechista è chiamato a prendere in considerazione ad analizzare tutte le dimensioni della preghiera. LO SPAZIO IL TEMPO IL CORPO LE PAROLE

11 LO SPAZIO

12 E quindi importante che LAMBIENTE sia preparato Un FIORE crea un clima di bellezza e dispone a rivolgerci a Dio Una CANDELA con la sua luce ricorda che Cristo è luce per la nostra vita UNICONA attira e sostiene la preghiera La BIBBIA : il libro della Parola di Dio. Ci ricorda che non siamo soli e che la preghiera è anche ascolto

13 LANGOLO della PREGHIERA può essere fisso ma può variare secondo i tempi dell ANNO LITURGICO. I ragazzi imparano a riconoscere i SIMBOLI CRISTIANI, che diventano così bagaglio delle loro conoscenze. Turnare nella preparazione. La preghiera passa attraverso le loro mani e la loro creatività. ( MINISTERIALITA ) Anche noi catechisti impariamo molto

14 IL TEMPO

15 Un buon regista sa qual è il tempo giusto e la giusta durata di una scena. Ci sono scene di alcuni film che girate in momenti diversi non avrebbero avuto sicuramente lo stesso effetto e la stessa importanza

16 Il tempo di cui disponiamo per gli incontri è breve e spesso rischiamo che la preghiera passi in secondo piano, se cè tempo. Creare un clima di preghiera esige un certo tempo. Ciascuno deve lasciar emergere in sé il silenzio e mettersi in ascolto della Parola. I ragazzi hanno bisogno di regolarità. Se si sa dove si va, è più facile essere disponibili e attenti Allinizio o alla fine dellincontro? Ciascuno deve stabilire il ritmo di preghiera e quando è meglio pregare (allinizio per essere sicuri di poter dedicare un po di tempo, alla fine per ringraziare o raccogliere quanto si è vissuto);

17 IL CORPO e LAZIONE

18 Azione e parte il ciak che dà inizio alla scena. Si dice azione proprio perché protagonisti sono gli attori, attore è colui che fa unazione. Le azioni si fanno con il corpo. Le azioni dei personaggi determinano la loro storia e il loro modo di essere.

19 Il segno della croce che abbraccia tutto il corpo. Un canto, la lettura di un testo della Scrittura Con il nostro corpo manifestiamo quello che sentiamo. Con il corpo entriamo in relazione In piedi, in ginocchio, seduti… Le mani aperte, alzate, rivolte verso lalto… Sono gesti che richiamano quelli della liturgia cristiana. I ragazzi sono carichi di energia che li spinge allazione.

20 LE PAROLE e Il SILENZIO

21 Nella preghiera le parole vengono da Dio e dalla sua Parola. Pregare con lattualità: situazioni che accompagnano la loro vita (la famiglia, i compagni di scuola). Le parole delle nostre preghiere sono scritte da Dio. Per trovare le Parole giuste infatti, la preghiera deve nutrirsi delle parole della Bibbia. Il Padre Nostro, la preghiera ricevuta da Gesù che la Chiesa trasmette di generazione in generazione. Il Magnificat, la preghiera di Maria che loda e ringrazia Dio per la salvezza donata agli uomini.


Scaricare ppt "(Marko Ivan Rupnik, S. Maria Domenica Mazzarello, particolare, Cappella Ist. Auxilium, Roma) Signore, Insegnaci a pregare."

Presentazioni simili


Annunci Google