La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

U.V.A. di primo e secondo livello: la gestione in rete dalla diagnosi precoce Alessia Lanari Centro UVA - UO Neurologia Mantova.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "U.V.A. di primo e secondo livello: la gestione in rete dalla diagnosi precoce Alessia Lanari Centro UVA - UO Neurologia Mantova."— Transcript della presentazione:

1 U.V.A. di primo e secondo livello: la gestione in rete dalla diagnosi precoce Alessia Lanari Centro UVA - UO Neurologia Mantova

2 ….. complessa sindrome disabilitante che richiede un complesso intervento terapeutico Differente coinvolgimento del paziente (cognitivo, psicologico, comportamentale) eterogenicità interindividuale Coinvolgimento della famiglia Bisogno di un plannig gestionale complesso farmacologico non farmacologico

3 McKeith et al, Neurology 1996 Rockwood, Lancet Neurol % 12% 26% 9% 3% 8% Demenza di Alzheimer (AD) Miste (AD + demenza vascolare) Demenza vascolare Degenerazioni fronto- temporali non-AD Encefaliti (incl. morbo di Creutzfeldt-Jacob) Altre demenze (incl. Tumori 1%) DEMENZE PRIMARIE DEMENZE SECONDARIE Prevalenza 1.6% (65-69 aa) 6-8% (>69 aa) 30% (>85 aa) Incidenza 2.4/1000 soggetti anno (65-69 aa) 70.2/1000 soggetti anno (>90 aa)

4 U nità Valutativa Alzheimer Valutare il soggetto con disturbi cognitivo- comportamentali (percorso diagnostico strutturato) Erogazione dei farmaci inibitori delle anti- colinesterasi per il trattamento sintomatico dellAD Mantenere un contatto ed interazione continua con il Medico di Medicina Generale

5 Demenza A- Presenza di deficit cognitivi multipli caratterizzati da: 1) compromissione mnesica – apprendimento e richiamo 2) uno o più dei seguenti: a) afasia b) aprassia c) agnosia d) deficit pensiero astratto e capacità di critica B- I deficit interferiscono significativamente sulle attività della vita quotidiana C- I deficit non si manifestano esclusivamente durante uno stato confusionale acuto (delirium) DSM-IV

6 Malattia di Alzheimer Inizio della patologia neurodegenerativa fase asintomatica fase pauci- sintomatica demenza Anni Sintomi cognitivi Sintomi non cognitivi Compromissione dello stato funzionale NFT distribution Braak Braak 1991

7 Il ritardo diagnostico impedisce il trattamento (farmacologico e non) già nelle fasi iniziali Trabucchi 2010

8 Demenze secondarie Demenze degenerative non Alzheimer Demenza di Alzheimer Mild Cognitive Impairment entità clinica caratterizzata da deficit cognitivi che non soddisfano i criteri classici di demenza Marcatori bio-umorali Marcatori strutturali

9 C.r. MCI AD: 12% x yr C.r. MCI AD: 40-60% x 5 yrs Tassi annuali di conversione dal deterioramento cognitivo lieve (MCI) alla demenza durante 48 mesi Da Petersen et al, Arch Neurol 1999; 56: % 20% 40% 60% 80% 100% Esame iniziale 12 mesi 24 mesi 36 mesi 48 mesi MCI (%) MCIDA

10 Esami ematochimici Anamnesi farmacologica Anamnesi patologica Neuropsicologia Diagnostica neuroradiologica di base DIAGNOSI DELLE DEMENZE

11 AD APNFT Malattia di Alzheimer NFT = neurofibrillary tanglesAP = amyloid plaques

12 Lancet Neurol 2010 Diagnostica liquorale Diagnostica per immagini strutturale funzionale

13 Centro UVA I livello Personale dedicato costituito da medici specialisti del settore Psicologo esperto Personale infermieristico formato Servizio di assistenza sociale Accessibilità agli esami diagnostici di base (TC, test neuropsicologici, esami di laboratorio) Possibilità follow-up Centro UVA II livello Personale dedicato costituito da medici specialisti del settore Psicologo esperto Personale infermieristico formato Servizio di assistenza sociale Accessibilità agli esami diagnostici di base (TC, test neuropsicologici, esami di laboratorio) Accessibilità a prestazioni diagnostiche specialistiche (esame liquorale, diagnostica per immagini RM, diagnostica per immagini funzionale-SPECT/PET) Possibilità follow-up

14 Centro UVA I livello Personale dedicato costituito da medici specialisti del settore Psicologo esperto Personale infermieristico formato Servizio di assistenza sociale Accessibilità agli esami diagnostici di base (TC, test neuropsicologici, esami di laboratorio) Possibilità follow-up Centro UVA II livello Personale dedicato costituito da medici specialisti del settore Psicologo esperto Personale infermieristico formato Servizio di assistenza sociale Accessibilità agli esami diagnostici di base (TC, test neuropsicologici, esami di laboratorio) Accessibilità a prestazioni diagnostiche specialistiche (esame liquorale, diagnostica per immagini RM, diagnostica per immagini funzionale-SPECT/PET) Possibilità follow-up

15 Storia naturale della demenza di Alzheimer Adattata da Gauthier S. ed. Clinical Diagnosis and Management of Alzheimers Disease Sintomi cognitivi Perdita dellautosufficienza Perdita dellautosufficienza Disturbi del comportamento Ricovero in strutture sanitarie Morte Decadi Pre- AD Lieve-Moderata Intermedi a Grave MMSE Anni di malattia

16 …. Un intervento sulla rete dei servizi risulta efficace nel modificare la storia naturale di malattia Callahan CM et al., JAMA 2006

17 Centro UVA I livello Centro UVA II livello Medicina Generale CEAD RSA Centro diurno Medico di medicina generale Medico specialista Psicologo specializzato Infermiere specializzato Operatore specializzato Assistente sociale Nucleo Alzheimer

18 Strutture coinvolte UO Neurologia Mantova, Azienda Ospedaliera Carlo Poma UO Neuromotoria Bozzolo, Azienda Ospedaliera Carlo Poma ASL di Mantova, area territoriale di Viadana N.: dodici medici di Medicina Generale Centro Assistenza Domiciliare (CEAD), R.S.A, A.D.I,….. UNITÀ VALUTATIVA ALZHEIMER (UVA) UO Neurologia-Stroke-Unit AO Poma PDTA integrato ospedale-territorio

19 UO Neurologia Ambulatorio UVA Pacchetto diagnostico Esami ematochimici TC/RM encefalo Valutazione neuropsicologica Diagnostica specialistica liquorale medicina nucleare Decadimento lieve moderato UO Neuroriabilitazione Bozzolo 1) stimolazione cognitiva 2) assistenza care-giver Decadimento severo RSA Gestibili a domicilio Medici di Medicina Generale Viadana N. 12 Non gestibile a domicilio Centro diurno A.D.I. Controlli semestrali CEntro Assistenza Domiciliare (CEAD) OSPEDALE TERRITORIO

20


Scaricare ppt "U.V.A. di primo e secondo livello: la gestione in rete dalla diagnosi precoce Alessia Lanari Centro UVA - UO Neurologia Mantova."

Presentazioni simili


Annunci Google