La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Laboratorio di Analisi chimico- cliniche del Policlinico Universitario di UDINE enzimi in diagnostica gastroenterologica Corso di Medicina di Laboratorio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Laboratorio di Analisi chimico- cliniche del Policlinico Universitario di UDINE enzimi in diagnostica gastroenterologica Corso di Medicina di Laboratorio."— Transcript della presentazione:

1 Laboratorio di Analisi chimico- cliniche del Policlinico Universitario di UDINE enzimi in diagnostica gastroenterologica Corso di Medicina di Laboratorio Facoltà di Medicina dell'Università di Udine

2 Introduzione Interpretazione Clinica del dato laboratoristico: l aumento delle concentrazioni di specifici composti l alterazioni associate a distruzione di una cellula l liberazione del suo contenuto nel – sangue – urine – feci – altri liquidi o cavità

3 CAUSE DI AUMENTO DELLATTIVITA ENZIMATICA NEL SIERO l Danno diretto sulla cellula e sua morte l Danno diretto sulla cellula e risposta agli stimoli al suo interno (senza morte cellulare) – aumentata sintesi – rigenerazione

4 l Gli enzimi sono trattenuti allinterno della cellula dalla membrana plasmatica che è parte metabolicamente attiva della cellula. Qualsiasi processo che danneggia la produzione di energia promuove il deterioramento della membrana che diventa permeabile sino ad arrivare alla morte della cellula. Dapprima fuoriescono piccole molecole poi sempre più grandi sino agli enzimi e da ultimo tutto il contenuta della cellula necrotica. Data lalta concentrazione degli enzimi allinterno della cellula da 1000 a volte di più rispetto ai liquidi extracellulari e grazie alla sensibilità dei metodi che misurano lattività enzimatica un aumento indica anche danni minimi della membrana cellulare. l La velocità di fuoruscita dellenzima dalla cellula è controllata dalla capacità di diffusione, anche se la grandezza degli enzimi di intense clinico è abbastanza uniforme. Come passino dal fluido interstiziale al sangue varia da tessuto a tessuto. Trasferimento diretto si ha probabilmente nel fegato molto vascolarizzato e con capillari permeabili. Nei muscoli invece la via preferenziale sarà quella linfatica. l La localizzazione allinterno della cellula dei enzimi può essere importante: quelli citoplasmatici saranno più precoci rispetto ai mitocondriali anche se non è ancora di pratica applicazione nel caso degli isoenzimi della AST (GOT)

5 Patogenesi della liberazione degli enzimi l tipo di danno cellulare – ipossia – tossina – virus – chimico l natura specialistica della cellula danneggiata

6 l In conseguenza del danno subito dalla cellula la specifica funzione della cellula stessa influenzerà la risposta. Una cellula pancreatica la cui porzione apicale è piena di granuli pro-enzimatici destinati a digerire i carboidrati, grassi e proteine darà un impatto fisiologico diverso che una miofibrilla cardiaca il cui compito è quello di produrre energia. l Nellanalisi finale del sangue (siero o plasma) il risultato rappresenterà lequilibrio tra la velocità di liberazione dalla cellula e la velocità di eliminazione dagli spazi extracellulari. Molti i fattori coinvolti: età, sesso, razza, peso corporeo e tipo ed intensità del danno. Il risultato netto sarà molto diverso da un individuo allaltro anche per tessuti simili.

7 CAUSE DI DANNO O MORTE CELLULARE

8

9 CAUSE DI AUMENTO DELLATTIVITA ENZIMATICA NEL SIERO l alterata eliminazione (clearance) da parte del: – rene: peso molecolare (superiore a k dalton) – fegato: recettori di membrana e peso molecolare – intestino: degradati ed escreti per poi essere in piccola parte riassorbiti via linfatici-sangue

10 VELOCITA DI DECADIMENTO DI ENZIMI SIERICI NELLUOMO

11 CAUSE DI AUMENTO DELLATTIVITA ENZIMATICA NEL SIERO l Rilascio dalla membrana senza compromissione dellintegrità cellulare: – ALP attaccata alla membrana da un legame glicosilfosfatidilinositolo rotto da una GPI fosfolipasi attivata da virus, germi, ormoni, farmaci (cloropromazine) – Anche la GGT delle cellule epatiche è localizzata allestero della membrana cellulare e può essere rilasciata da un aumentata attività detergente del sangue via sali biliari. Ciò spiegherebbe la non correlazione tra transaminasi in diverse malattie epatiche e GGT, che non si libera nella cellula danneggiata: l Attivazione plasmatica in vivo come attività enzimatica senza aumento proteina – probabile attivazione ormonale

12 DISTRIBUZIONE DEGLI ENZIMI IMPORTANTI NELLA DIAGNOSTICA

13 La scelta degli enzimi da misurare nel siero a scopo diagnostico o prognostico dipende dalla distribuzione nei vari oragani. Inltre molti enzimi anche se liberati vengono rapidamente inattivati nel sangue. Dipende poi dalla massa dellorgano e dalla concentrazione allinterno della cellula. Solo 1 cellula su 750 danneggiata permette di osservare un innalzamento della ALT. Infiammazione lieve solo AST citoplasmatica, epatite acuta anche mitocondriale. Solo enzimi con tempi di dimezzamento lunghi sono utilizzati in clinica. Comunque sempre integrato il valore dellattività con la storia della malattia, esame obiettivo etc.


Scaricare ppt "Laboratorio di Analisi chimico- cliniche del Policlinico Universitario di UDINE enzimi in diagnostica gastroenterologica Corso di Medicina di Laboratorio."

Presentazioni simili


Annunci Google