La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Settimana della Dematerializzazione Perché dematerializzare e reingegnerizzare procedimenti amministrativi o processi interni: alcune esperienze.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Settimana della Dematerializzazione Perché dematerializzare e reingegnerizzare procedimenti amministrativi o processi interni: alcune esperienze."— Transcript della presentazione:

1 Settimana della Dematerializzazione Perché dematerializzare e reingegnerizzare procedimenti amministrativi o processi interni: alcune esperienze 10 Ottobre 2013

2 Sommario Overview Automatizzare fasi e velocizzare i processi interni
Cartella di fiscalità locale – Comune di Monza Accertamenti TARSU – Provincia di Lecco Riusare soluzioni di altre Pubbliche Amministrazioni Riuso piattaforme GIT, e T-Serve – Comune di Vigevano Risparmiare su tempi e costi della Pubblica Amministrazione e di cittadini e professionisti Digitalizzazione del SUAP – Comunità Montane Valle Sabbia e Trompia Offrire servizi a livello di interattività 4 (o 5) Timbro digitale – Provincia di Brescia Servizi mobile per l'utilizzo della cartografia su tablet e smartphone – CM Valtellina di Tirano e Sondrio

3 Perché dematerializzare
Overview Automatizzare fasi e velocizzare i processi interni Cartella di fiscalità locale – Comune di Monza Accertamenti TARSU – Provincia di Lecco Riusare soluzioni di altre Pubbliche Amministrazioni Riuso piattaforme GIT, e T-Serve – Comune di Vigevano Risparmiare su tempi e costi della Pubblica Amministrazione e di cittadini e professionisti Digitalizzazione del SUAP – Comunità Montane Valle Sabbia e Trompia Offrire servizi a livello di interattività 4 (o 5) Timbro digitale – Provincia di Brescia Servizi mobile per l'utilizzo della cartografia su tablet e smartphone – CM Valtellina di Tirano e Sondrio

4 Perché dematerializzare: overview
Dematerializzare per… Automatizzare fasi e velocizzare il lavoro Riusare più facilmente soluzioni esistenti Risparmiare in termini di tempi e costi Offrire servizi a livello interattività 4 (o superiore) Benefici per cittadini/professionisti Benefici per la PA

5 Perché dematerializzare
Overview Automatizzare fasi e velocizzare i processi interni Cartella di fiscalità locale – Comune di Monza Accertamenti TARSU – Provincia di Lecco Riusare soluzioni di altre Pubbliche Amministrazioni Riuso piattaforme GIT, e T-Serve – Comune di Vigevano Risparmiare su tempi e costi della Pubblica Amministrazione e di cittadini e professionisti Digitalizzazione del SUAP – Comunità Montane Valle Sabbia e Trompia Offrire servizi a livello di interattività 4 (o 5) Timbro digitale – Provincia di Brescia Servizi mobile per l'utilizzo della cartografia su tablet e smartphone – CM Valtellina di Tirano e Sondrio

6 Automatizzare. Comune di Monza
Rete GIT (Gestione Intersettoriale del Territorio) di Monza e Brianza Che cosa Comune di Monza e altri 4 Comuni della provincia. I destinatari finali sono tutti i Comuni della provincia di Monza e Brianza Chi Il progetto è stato avviato a marzo 2012 e ha una durata di 23 mesi (fine prevista: febbraio 2014) Quando Integrare il sistema informativo con gli strati informativi che possono fornire l’Agenzia del Territorio, l’Agenzia delle Entrate e la Regione Perché Diffondere l’infrastruttura GIT funzionante Completare e diffondere il Portale dei Servizi Come Fonte:  Iniziative  Accordi di Collaborazione Interistituzionale  Comune di Monza

7 Automatizzare. Comune di Monza
Cartella di fiscalità locale del contribuente BACK-OFFICE Servizi di interscambio di informazioni tra Amministrazioni competenti su dati inerenti il cittadino Servizi circolari intersettoriali a disposizione di tutti i Settori del Comune competenti (Tributi, Anagrafe, Servizi Sociali e Scolastici) Gestione del recupero coattivo nei confronti dei soggetti giuridici e del loro livello di rapporto con il Comune (contribuenti debitori / fornitori creditori) Gestione intersettoriale del recupero coattivo e eventuale collegamento con i servizi sociali Benefici per la PA: possibilità di incrociare i dati del contribuente provenienti da diverse banche dati e facilitare e velocizzare il controllo fiscale e il recupero crediti

8 Automatizzare. Comune di Monza
Cartella di fiscalità locale del contribuente FRONT-OFFICE Ambiente di interazione cittadino-Amministrazione per acquisizione / correzione / gestione informazioni, e trasmissione documentazione digitale Ambiente di interazione transazionale con inserimento di servizi di pagamento con moneta elettronica Benefici per il cittadino: avere a “portata di click” tutte le pratiche in sospeso con la PA, il loro stato di avanzamento, etc. in un ambiente di interazione transazionale con l’Amministrazione per acquisizione / correzione informazioni e trasmissione documentazione digitale. Le Pubbliche Amministrazioni lombarde che, con gli ACI (Accordi di Collaborazione Interistituzionale), stanno attivando una cartella del cittadino grazie all’integrazione di banche dati anagrafica, tributaria, catastale, amministrativa, etc. sono: Comune di Bergamo, Comune di Monza, Comune di Parabiago, Comune di Vigevano, Provincia di Como, Provincia di Lecco.

9 Automatizzare. Provincia di Lecco
CST Provincia di Lecco: Sistema per la Cooperazione Applicativa e Portali dei Comuni Che cosa CST Provincia di Lecco Chi Il progetto è stato avviato a maggio 2012 Quando Uniformare le modalità di accesso ai servizi web da parte dei cittadini/imprese, indipendentemente dall’Ente pubblico a cui è richiesto il servizio Perché Realizzare siti e portali Integrare banche dati Come Fonte:  Iniziative  Accordi di Collaborazione Interistituzionale  Provincia di Lecco

10 Automatizzare. Provincia di Lecco
Accertamento TARSU parzialmente digitalizzato (AS IS) Le procedure di accertamento sono distinte per abitazioni e per attività commerciali e partono sempre dall’accertamento per soggetto: Digitalizzazione di tutte le denunce TARSU in ordine alfabetico con l’aiuto di uno scanner; Selezione di gruppi di denunce TARSU omogenei; Accertamento e controllo dei fascicoli; Visura al catasto fabbricati con interrogazione per soggetto (sul dichiarante e sul nucleo familiare); Incrocio fra i dati di unità immobiliari con indirizzo uguale e confronto fra superficie catastale e superficie dichiarata. Se questa ultima è inferiore all’80% della superficie catastale scatta l’avviso di accertamento, altrimenti viene archiviata come verificata; Se l’abitazione non viene individuata potrebbe essere in locazione. Si effettua la ricerca tramite visura al S.I.A.T.E.L. (Sistema Interscambio Anagrafe Tributarie Enti Locali) per verificare l’esistenza di un contratto di affitto registrato; Se si trova la registrazione del contratto si può risalire al proprietario, si fanno le visure catastali per risalire alle unità immobiliari con lo stesso indirizzo e si effettua il confronto, da cui a seconda dell’esito si genera l’avviso di accertamento oppure la avvenuta verifica; Se invece non si trovano registrazioni di contratti si avvia direttamente l’accertamento.

11 Automatizzare. Provincia di Lecco
Accertamento TARSU completamente digitalizzato e reingegnerizzato (TO BE) Con l’introduzione del nuovo sistema di analisi fiscale queste attività saranno svolte automaticamente dal sistema informatico che opera su basi dati integrate e bonificate. Benefici per la PA: riduzione di tempi e costi dovuta alla disponibilità di dati completi ed integrati per l’analisi fiscale. Non sarà più necessario andare alla ricerca del dato o dell’informazione presente nella singola base dati e riconciliarlo con gli altri dati disponibili ma semplicemente il dato sarà direttamente a disposizione del funzionario

12 Perché dematerializzare
Overview Automatizzare fasi e velocizzare i processi interni Cartella di fiscalità locale – Comune di Monza Accertamenti TARSU – Provincia di Lecco Riusare soluzioni di altre Pubbliche Amministrazioni Riuso piattaforme GIT, e T-Serve – Comune di Vigevano Risparmiare su tempi e costi della Pubblica Amministrazione e di cittadini e professionisti Digitalizzazione del SUAP – Comunità Montane Valle Sabbia e Trompia Offrire servizi a livello di interattività 4 (o 5) Timbro digitale – Provincia di Brescia Servizi mobile per l'utilizzo della cartografia su tablet e smartphone – CM Valtellina di Tirano e Sondrio

13 Riusare. Comune di Vigevano
Progetto InnoVi: Interoperabilità dei sistemi di back‐office, gestione documentale integrata e front‐office distribuito sul territorio per il recupero di efficienza e l’aumento del livello di servizio erogato all’utenza Che cosa Comune di Vigevano Chi Il progetto è stato avviato a febbraio 2012 e ha una durata di 20 mesi (fine prevista: ottobre 2013) Quando Integrare i sistemi informativi di back‐office gestisti dal Comune di Vigevano e da altri Enti pubblici che ne hanno la titolarità e procedere poi con una integrazione di questi con quelli di front‐office Perché Sviluppare un’anagrafe di soggetti, oggetti, relazioni (GIT) Introdurre un sistema di gestione documentale Attivare Reti Amiche (T-Serve) Come Fonte:  Iniziative  Accordi di Collaborazione Interistituzionale  Comune di Vigevano

14 Riusare. Comune di Vigevano
Progetto a riuso Descrizione Nome: GIT Sito web: Ente di riferimento: Comune di Milano Piattaforma sviluppata da una rete di Enti con lo scopo di predisporre modelli di gestione delle informazioni e di organizzazione delle Amministrazioni comunali utili per condividere la funzione catastale e di governo della fiscalità, attraverso l’utilizzo di flussi informativi delle Agenzie Territorio e Entrate. Nome: Sito web: riuso.comune.padova.it Ente di riferimento: Comune di Padova Sistema di protocollo informatico e di gestione documentale e dei procedimenti sviluppato dal Comune di Padova. La piattaforma è realizzata con tecnologie open source e con una struttura di adozione modulare. Nome: T‐Serve Sito web: Ente di riferimento: Comune di Prato Modello organizzativo e tecnologico ideato dal Comune di Prato che prevede la delega a commercianti presenti sul territorio delle funzioni dei punti di front-office comunali di erogazione dei servizi a cittadini ed imprese. I commercianti coinvolgibili sono, ad esempio: tabaccai, farmacie, cartolerie, supermercati, ACI, banche. Benefici per la PA: riduzione di tempi e costi di sviluppo di soluzioni tecnologiche e organizzative attraverso l’adozione di sistemi, modelli e piattaforme già in esercizio presso altre Amministrazioni

15 Riusare. Comune di Vigevano
Progetto GIT Implementa sistemi di monitoraggio e controllo dell’Ente attraverso lo sviluppo di una anagrafe integrata che abbini ai singoli soggetti gli oggetti, cioè gli immobili, e le relazioni che tra questi intercorrono. Benefici per la PA: vengono presidiati gli aspetti fiscali e tributari, integrando i seguenti data base: Anagrafe della popolazione Anagrafe delle imprese (di dominio della CCIAA) Anagrafe delle entrate (di dominio dell’Agenzia delle Entrate) Catasto (di dominio dell’Agenzia del Territorio) SIT (Sistemi Informativi Territoriali) Commercio Edilizia

16 Riusare. Comune di Vigevano
Progetto Supporta la produzione, la gestione, l’archiviazione e la conservazione sostitutiva a norma dei documenti dell’Ente. Il sistema informativo consiste di: sistema software per la gestione elettronica dei documenti in entrata e uscita; sistema di gestione dei flussi digitali di entrata e di uscita e di instradamento dei documenti ai soggetti destinatari; gestione archivio generale; gestione Albo On Line. Benefici per la PA: viene massimizzata l’efficacia e l’efficienza di gestione dei flussi documentali

17 Riusare. Comune di Vigevano
Progetto T-Serve (Reti Amiche) Il funzionamento del sistema prevede i seguenti passi: l’utente si reca allo “sportello autorizzato” (tabaccheria, Associazione di Categoria, Banca etc.) e si autentica (mediante CRS); paga una piccola commissione (tipo bollettino postale); lo sportello autorizzato registra il pagamento in modalità concordata anche direttamente sugli archivi del fornitore (Comune/Ente/Azienda); una volta la settimana il gestore preleva dal c/c dello sportello autorizzato quanto incassato per versarlo al fornitore (Comune/Ente/Azienda).

18 Riusare. Comune di Vigevano
Progetto T-Serve (Reti Amiche) Tra i servizi implementati ci sarà anche un’interfaccia web per consentire ai propri fornitori di inviare fatture in formato elettronico e di seguirne l’iter all’interno dell’Ente fino al pagamento, con forte sgravio dei costi di gestione della documentazione sia per il Comune che per le imprese.

19 Riusare. Comune di Vigevano
Progetto T-Serve (Reti Amiche) Il Progetto prevede che sia messa a disposizione una piattaforma web agli operatori (tabaccherie, banche, ACI, etc.) per poter svolgere la funzione di sportello dell’Ente. Gli operatori accedono all'applicazione con una connessione Internet autenticandosi in più modi a seconda del tipo di utente. I tabaccai si autenticano utilizzando una smart card con certificato digitale; per le banche sono implementati sistemi di single‐sign‐on. Ogni operatore ha abilitazioni diverse a seconda delle autorizzazioni di incasso ammesse. Benefici per la PA: alcune attività di sportello del Comune vengono delegate a Enti terzi Benefici per il cittadino: maggiore facilità ed efficienza nell’accesso ai servizi

20 Perché dematerializzare
Overview Automatizzare fasi e velocizzare i processi interni Cartella di fiscalità locale – Comune di Monza Accertamenti TARSU – Provincia di Lecco Riusare soluzioni di altre Pubbliche Amministrazioni Riuso piattaforme GIT, e T-Serve – Comune di Vigevano Risparmiare su tempi e costi della Pubblica Amministrazione e di cittadini e professionisti Digitalizzazione del SUAP – Comunità Montane Valle Sabbia e Trompia Offrire servizi a livello di interattività 4 (o 5) Timbro digitale – Provincia di Brescia Servizi mobile per l'utilizzo della cartografia su tablet e smartphone – CM Valtellina di Tirano e Sondrio

21 Risparmiare. CM Valle Sabbia e Trompia
Digitalizzazione del SUAP e sperimentazione del MUDE (Modello Unico Digitale per l’Edilizia) Che cosa CM Valle Sabbia e Trompia Chi Il progetto è stato avviato a marzo 2012 e ha una durata di 15 mesi (si è concluso a giugno 2013) Quando Dare al cittadino/al professionista un unico interlocutore: lo sportello telematico dell’Ente dove presentare la propria istanza per ogni procedimento amministrativo Perché Reingegnerizzare procedimenti SUAP Fornire una modulistica uniforme Presentare in via telematica (MUDE) la denuncia di inizio attività (DIA) ricompresa in una pratica SUAP Come Fonte:  Iniziative  Accordi di Collaborazione Interistituzionale  CM Valle Sabbia e Trompia

22 Risparmiare. CM Valle Sabbia: i dati
Progetto Sportello Telematico Unificato (SUAP, SIT e cartografia, edilizia, fabbricati, modulistica) Comunità Montana Valle Sabbia 35 Comuni aderenti 2000 pratiche ricevute e gestite su 38 diverse tipologie di procedimenti. Sono 104 le tipologie di istanze presentabili via sportello telematico. Home page Sportello Telematico Unificato della Comunità Montana Valle Sabbia

23 Risparmiare. CM Valle Sabbia: i dati
Istanze presentate sul SUAP on line: Comunicazioni: 39 Domande di autorizzazione: 40 Segnalazione certificata di subingresso […] e ripresa […] di attività produttiva: 732 Segnalazione certificata di inizio/modifica attività: 956

24 Risparmiare. CM Valle Trompia: i dati
Progetto SUAP Comunità Montana Valle Trompia 21 Comuni aderenti 1125 pratiche ricevute e gestite su comunicazione, domanda di autorizzazione, SCIA - mod. A, SCIA - mod. B Home page Sportello Unico Attività Produttivo della Comunità Montana Valle Trompia

25 Risparmiare. CM Valle Trompia: i dati
SCIA modulo A: da utilizzare nei casi di inizio, ampliamento, trasferimento, modifiche strutturali dell'attività SCIA modulo B: da utilizzare nei casi di subingresso, cambio di denominazione/ragione sociale senza modifiche strutturali dell'attività, sospensione, ripresa, cessazione dell'attività

26 Risparmiare. CM Valle Sabbia e Trompia
Benefici per la PA: Indicatore Unità di misura Misurazione al 31/05/2013 Riduzione del tempo di trattamento interno di una pratica digitale, rispetto alla gestione cartacea Ore 336 (42 giornate uomo) Risparmio nella produzione di atti cartacei Euro 70.000 Benefici per il professionista: Indicatore Unità di misura Misurazione al 31/05/2013 Risparmio nel tempo di presentazione di una pratica digitale, rispetto a quello di una pratica cartacea Ore 174 (22 giornate uomo) Risparmio nella presentazione di atti cartacei Euro 4.400 Questi dati di stima sono relativi a 4 mesi di rilevazione, 6 Comuni dell’aggregazione (per un bacino di utenza totale di cittadini), 4 procedimenti SCIA e 303 istanze presentate. Dato che i Comuni aderenti sono 46, i procedimenti 38 e le istanze presentate i valori di stima su tutta l’aggregazione saranno presumibilmente più alti.

27 Perché dematerializzare
Overview Automatizzare fasi e velocizzare i processi interni Cartella di fiscalità locale – Comune di Monza Accertamenti TARSU – Provincia di Lecco Riusare soluzioni di altre Pubbliche Amministrazioni Riuso piattaforme GIT, e T-Serve – Comune di Vigevano Risparmiare su tempi e costi della Pubblica Amministrazione e di cittadini e professionisti Digitalizzazione del SUAP – Comunità Montane Valle Sabbia e Trompia Offrire servizi a livello di interattività 4 (o 5) Timbro digitale – Provincia di Brescia Servizi mobile per l'utilizzo della cartografia su tablet e smartphone – CM Valtellina di Tirano e Sondrio

28 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Che cosa Progetto I-DOC: un’infrastruttura di Gestione Documentale integrata con strumenti di cooperazione applicativa per gli Enti aderenti al CST provinciale Chi CST Provincia di Brescia e 193 Comuni aderenti Quando Il progetto è stato avviato a marzo 2012 e ha una durata di 24 mesi (fine prevista: marzo 2014) Perché Praticare l’intero processo di gestione digitale dei documenti sviluppati nei procedimenti BresciaGOV: dalla protocollazione, alla fascicolazione e la repertoriazione, fino alla chiusura del fascicolo e la sua archiviazione. Come Sviluppare e potenziare l’infrastruttura per l’erogazione dei servizi di front-office (www.bresciagov.it) Introdurre presso i Comuni soluzioni che permettano l’integrazione dei loro sistemi con il front-office Fonte:  Iniziative  Accordi di Collaborazione Interistituzionale  Provincia di Brescia

29 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Infrastruttura AS IS

30 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Infrastruttura AS IS Con l’assetto attuale l’automazione del back-office di BresciaGOV è limitata alle comunicazioni al cittadino sull’avanzamento della pratica attraverso il canale e l’area riservata MyHome. Se da un lato questa implementazione assicura già maggior efficienza, dal momento che sgrava il back-office del compito di gestire la comunicazione, dall’altro tutte le attività di gestione documentale, protocollazione e archiviazione restano completamente a carico del personale interno all’Ente.

31 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Infrastruttura AS IS Allo stato attuale è quindi necessario che, una volta ricevuta la richiesta del cittadino e aperto un nuovo fascicolo, l’operatore comunichi manualmente a BresciaGOV i dati di registrazione affinché possa essere spedito l’avviso di ricevimento al cittadino. Conditio sine qua non per l’evoluzione: che tutti i Comuni adottino il NUCLEO MINIMO a livello di protocollo informatico, ovvero che lo utilizzino non solo per la fase di registrazione, ma anche per quella di classificazione e fascicolazione.

32 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Infrastruttura TO BE

33 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Infrastruttura TO BE modulo per la definizione dei servizi applicativi richiamabili da procedure software esterne al sistema di gestione documentale modulo per tutte le operazioni proprie della gestione archivio modulo per consentire lo smistamento dei documenti, inviare e ricevere gli avvisi di comunicazione agli utenti sulla presenza di documenti nel sistema modulo per la gestione delle strutture aggregative dei documenti e per effettuare tutte le operazioni su di esse (ad esempio inserire e prelevare documenti) modulo per la definizione della struttura dell’archivio, del titolario di classificazione e delle strutture aggregative modulo per la definizione della struttura dell’Ente, degli utenti, dei profili, e del diritto di accesso ai documenti

34 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Benefici per la PA: grazie all’integrazione di BresciaGOV con il Protocollo Informatico dell’Ente e con il Sistema di Gestione Documentale (DMS), la registrazione e la fascicolazione saranno automatici. Oltre a questa fase iniziale, il sistema BresciaGOV si occuperà di aggiornare opportunamente il fascicolo per tutto l’iter della pratica. Un altro vantaggio dell’automazione proposta emerge nella parte conclusiva del procedimento: il compito di mandare in conservazione digitale il fascicolo non sarà più dell’operatore, dato che l’operazione verrà automatizzata mediante integrazione con il servizio di conservazione sostitutiva già disponibile in BresciaGOV.

35 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Infrastruttura TO BE: il timbro digitale Benefici per il cittadino/professionista: ricevere un atto stampabile con valore legale

36 Offrire livello di interazione 4. CM Valtellina di Tirano e Sondrio
Integrazione dell’infrastruttura del Sistema Informativo Sovracomunale della CM di Tirano con quella della CM di Sondrio Che cosa CM Valtellina di Tirano e Sondrio, Provincia di Sondrio Chi Il progetto è stato avviato ad aprile 2012 e ha una durata di 24 mesi (fine prevista: aprile 2014) Quando Informatizzare le procedure di servizi comunali, SUED e SUAP, che prevedano riferimenti ad informazioni a rilevanza geografica Perché Sviluppare infrastruttura e back-office Sviluppare portale servizi al cittadino e alle imprese Gestire il data base topografico Come Fonte:  Iniziative  Accordi di Collaborazione Interistituzionale  CM Valtellina di Tirano e Sondrio

37 Offrire livello di interazione 4. CM Valtellina di Tirano e Sondrio
Test di App per l'utilizzo della cartografia su tablet e smartphone Attraverso lo sviluppo di apposite applicazioni (App), molte delle quali distribuite gratuitamente, si organizzano funzioni specifiche di supporto all'attività di sopralluogo che i tecnici comunali sono chiamati a fare all'interno di diversi procedimenti. Le applicazioni gratuite in test sono: ArcGis per Android, ESRI – collegato ai servizi ESRI Geopaparazzi, HIDROLOGIS – collegato ai servizi in standard OGC (Open Geospatial Consortium) Benefici per la PA: immediata georeferenziazione delle rilevazioni dei tecnici comunali in loco

38 Slide di appoggio…

39 Dividendo dell’efficienza (AS IS)
Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia Il dividendo dell’efficienza non è ancora stato calcolato: sono disponibili i soli dati in termini di tempi e costi dell’AS IS. Il risparmio verrà calcolato, una volta che il sistema sarà in esercizio, sui seguenti procedimenti: Borse di studio comunali Iscrizione a mensa scolastica Iscrizione a trasporto scolastico Iscrizione pre-post scuola Pagamento trasporto scolastico Pagamento mensa scolastica Cambio di residenza Rilascio dei Certificati Anagrafici Pagamento multe Pagamento lampade votive Calcolo IMU Rilascio dei permessi di accesso nelle aree riservate Licenza di pesca di tipo D Licenza di pesca di tipo B Dividendo dell’efficienza (AS IS)

40 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Il timbro digitale: le fasi

41 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Il timbro digitale: le fasi

42 Offrire livello di interazione 4. Provincia di Brescia
Il timbro digitale: la verifica

43 CM Valle Sabbia: i risultati
La compilazione delle istanze avviene in forma guidata attraverso formulari a campi predisposti. Una pagina riassuntiva segue l’avanzamento della compilazione e guida l’utente fino al caricamento completo di ogni modello necessario e di ogni allegato previsto, con un semaforo che avverte se la pratica è completa o meno. In qualsiasi momento l’utente può interrompere la compilazione, salvare il proprio lavoro e ritrovarlo anche a distanza di giorni. L’utente può tornare sul portale per accedere alla speciale sezione che consente di monitorare l’avanzamento della pratica all’interno del back office comunale, con riguardo alla richiesta o al ricevimento dei pareri che la pratica eventualmente prevede. Il portale provvede alla spedizione dell’istanza verso gli indirizzi di PEC predisposti (Camera di Commercio e SUAP comunale di pertinenza) rilasciando all’utente un avviso di inoltro effettuato correttamente (la comunicazione di avvio del procedimento viene rilasciata, per ovvia competenza, solo dagli uffici predisposti).

44 Area riservata sportello telematico
CM Valle Sabbia: i risultati Area riservata sportello telematico PEC Firma digitale Software per la lettura di documenti firmati digitalmente Protocollazione informatica Informazioni sui procedimenti amministrativi Modulistiche di riferimento Verifica dello stato di avanzamento delle pratiche Esportazione verso l’anagrafe tributaria Esportazione verso i sistemi regionale e camerale Supporto normativo Al messaggio PEC inviato all’ente il sistema di sportello telematico allega un file XML contenente la segnatura del messaggio, che viene importato da qualsiasi sistema di protocollo informatico. Il sistema di back office consente l’esportazione automatica delle informazioni periodicamente richieste dall’anagrafe tributaria istituita dal Ministero delle Finanze. E’ possibile l’esportazione automatica delle informazioni della pratica gestita verso il sistema MUTA della Regione Lombardia e l’importazione delle pratiche provenienti dal sistema camerale ComUnica. Il sistema controlla automaticamente la corrispondenza tra i dati anagrafici dell’intestatario dell’istanza telematica ed i dati contenuti nel certificato di firma. Il sistema gestisce tutte le comunicazioni tra il cittadino e la Pubblica Amministrazione tramite messaggi di posta elettronica.

45 CM Valle Sabbia: i risultati
I moduli, redatti secondo standard ISO 9001, sono disponibili in formato MS DOC protetto e in formato Adobe PDF in modo da impedire modifiche abusive al loro contenuto. La caratteristica qualificante del sistema è la possibilità di compilare tutta la modulistica via web. Modulistica UNIFICATA, compilabile on line:

46 CM Valle Sabbia: i risultati
Integrazione topografica La modulistica è stata predisposta in modo da assumere per ciascuna pratica anche le coordinate catastali dell’oggetto fisico interessato all’attività. Questa opzione non è presente sui moduli standard della SCIA regionale: è un’integrazione specifica studiata dal sistema per consentire la georeferenziazione delle pratiche. Entrambe le Comunità Montane infatti sono già dotate di un sistema GIS integrato con le mappe ed i dati catastali, capace di georeferenziare gli edifici sulla base del codice catastale. La costruzione del portale SUAP è stata progettata in modo da essere compatibile con la piattaforma GIS di entrambi gli Enti, affinché la banca dati della pratiche SUAP che si va creando vada ad arricchire la banca dati geografica digitale già esistente su entrambi i territori. E’ possibile richiedere l’attribuzione della numerazione civica on line

47 CM Valle Sabbia: i risultati
Tutti i Comuni sono stati dotati di un software comune per la gestione del back office delle pratiche SUAP. Questo software consente di elaborare in modo semplice e standardizzato tutti i passi di lavorazione del procedimento: acquisire pareri sia dall’interno dell’Ente che da Enti esterni e sovralocali; emettere le principali comunicazioni verso l’esterno (avvio del procedimento, richiesta di integrazione, atti di assenso, sospensione, diniego etc.). Tutte le utenze comunali sono state inoltre dotate di un dispositivo che consente l’interscambio delle informazioni con il Portale centralizzato, in modo da rendere possibile anche l’interrogazione sullo stato della pratica da parte dell’utente che l’ha presentata. Il software cura anche l’archiviazione delle pratiche: consente estrazioni di dati per comunicazioni di legge o statistiche e facilita la ricerca e la navigazione nell’archivio. Il programma elabora anche calendari e scadenziari per aiutare i responsabili del procedimento a rispettare le diverse tempistiche previste dalla normativa. Costituzione del back office presso ogni Comune

48 CM Valle Trompia: i risultati
Modulistica UNIFICATA, compilabile on line:


Scaricare ppt "Settimana della Dematerializzazione Perché dematerializzare e reingegnerizzare procedimenti amministrativi o processi interni: alcune esperienze."

Presentazioni simili


Annunci Google