La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il progetto pilota SUAP-FE Piano degli incontri 1° incontro – il sistema di front end, la struttura della banca dati e dei procedimenti 2° incontro – aspetti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il progetto pilota SUAP-FE Piano degli incontri 1° incontro – il sistema di front end, la struttura della banca dati e dei procedimenti 2° incontro – aspetti."— Transcript della presentazione:

1 Il progetto pilota SUAP-FE Piano degli incontri 1° incontro – il sistema di front end, la struttura della banca dati e dei procedimenti 2° incontro – aspetti tecnico-organizzativi per l'avvio del sistema Al termine del secondo incontro verrà definito il percorso per l'avvio in esercizio

2 Argomenti trattati People Front End: aspetti tecnici e configurazione Iscrizione al sistema e autenticazione Bookmarks (percorsi abbreviati) Bollo virtuale e pagamenti Integrazione con Protocollo Integrazione con back office (fase 2) Comunicazioni a CCIAA ed Enti terzi Documentazione per Associazioni ed utenti Attivazione Comuni non piloti

3 Ricapitolando... 1) Il sistema per la composizione delle domande/comunicazioni on-line è disponibile su web all'indirizzo: - percorso: procedimento unico 2) Per inviare istanze digitali l'utente deve: - disporre di un browser Explorer 6.0 o successivo opportunamente configurato; - essere iscritto al sistema di autenticazione (Postecom), disponibile all'indirizzo: https://webpeople.poste.it/people/cittadino.jsphttps://webpeople.poste.it/people/cittadino.jsp - disporre di un indirizzo di posta elettronica certificata - disporre di un dispositivo di firma valido People front end Riepilogo dei requisiti (utente)

4 In più, se le domande/comunicazioni sono predisposte e inviate da un operatore di associazione di categoria: 1) Procura speciale, con indicazione del numero di pratica, firmata dall'utente in cartaceo e controfirmata in digitale per accettazione dall'operatore dell'associazione 2) Dichiarazione sul possesso dei requisiti morali e antimafia, firmata dall'utente e controfirmata in digitale dall'operatore dell'associazione 3) Copia del documento di identità in corso di validità dell'utente controfirmata in digitale dall'operatore dell'associazione 4) Tutti gli allegati richiesti per il completamento della pratica in.pdf controfirmati in digitale dall'operatore dell'associazione People front end Materiali di cui deve disporre l'Associazione

5 browser Explorer 6.0 o successivo, opportunamente configurato: 1) siti attendibili inserire i siti: people.provincia.fe.it e webpeople.poste.it fra i siti attendibili cfr: ConfigurazioniConfigurazioni 2) predisposizione per la firma digitale per firmare digitalmente attraverso il browser Explorer è necessario che siano configurati: - la postazione, mediante lettore di smart card, software per la lettura dei certificati e dike, e il browser NB. si tratta di tematiche complesse dal p.d.v. tecnico. Le associazioni sono già attrezzate per via del COMUNICA. Eventuali utenti non attrezzati possono essere rimandati alla documentazione on-line o alla Provincia documentazione on-line People front end Indicazioni per la configurazione

6 L'utente – per inviare domande e comunicazioni digitali deve essere iscritto al sistema di autenticazione (Postecom), disponibile all'indirizzo: https://webpeople.poste.it/people/cittadino.jsp https://webpeople.poste.it/people/cittadino.jsp Solo così è riconoscibile dal sistema stesso. Questo assicura il vantaggio della precompilazione dell'anagrafica e permette il caricamento degli allegati e il salvataggio delle pratiche durante la lavorazione. L'iscrizione può avvenire: - in automatico, utilizzando una CNS (di solito a bordo di una carta di firma); - in più passaggi attraverso la preiscrizione on-line e il riconoscimento de visu – mediante esibizione di un documento di identità valido - da parte di un operatore comunale/provinciale. E' inoltre ammesso l'invio tramite fax della richiesta di iscrizione accompagnata da copia del documento di identità People front end Iscrizione al sistema/1

7 Nel caso si scelga la preiscrizione on-line, il sistema prevede alcuni passaggi: 1) pre-iscrizione, con compilazione on-line https://webpeople.poste.it/people/regpeople/preRegTelematica.action al termine di questa fase è necessario stampare la pagina di preiscrizione e presentarsi allo sportello o inviarla via fax unitamente a copia del documento di identità Al momento – visto che si lavora unicamente con un numero contenuto di associazioni di categoria - sportello e fax sono quelli del CED della Provincia. Il sistema invia una prima mail all'utente con oggetto: Pre-registrazione - Servizio Registrazione CA People Poste People front end Iscrizione al sistema/2

8 2) riscontro L'utente si reca allo sportello c/o CED della Provincia di Ferrara, c.so Isonzo 36 o invia il modulo di preiscrizione via fax (corredato di copia di documento di identità valido) allo 0532/ In futuro – quando l'accesso al sistema sarà aperto a tutte le imprese e le associazioni interessate verrà concordata un'altra modalità di riconoscimento, anche attraverso il coinvolgimento degli sportelli comunali. L'operatore di PA RISCONTRA la correttezza dei dati inseriti in fase di pre-registrazione e li conferma. 3) attivazione viene inviata all'utente una mail con un indirizzo web per l'inserimento della password definitiva e il completamento della procedura di registrazione. Al termine l'utente è abilitato ad accedere al sistema e dispone di un proprio indirizzo di PEC sul sito https://pec.poste.it People front end Iscrizione al sistema/3

9 Al momento dell'iscrizione al sistema, infatti viene attribuito da Postecom un indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) che può essere utilizzato per tutte le comunicazioni inerenti la pratica avviata. L'indirizzo ha la seguente struttura: es. Ed è consultabile all'indirizzo: https://pec.poste.it/ nome utente: codice fiscale dell'utente password: quella utilizzata per l'accesso a People Attribuzione indirizzo di PEC

10 Bollo virtuale e pagamentiPagamenti Al momento il sistema permette di effettuare i pagamenti solo per le pratiche rivolte alla provincia. Quando appare la scelta ONERI, selezionare l'opzione:

11 Bollo virtuale e pagamentiPagamenti Al momento il sistema permette di effettuare i pagamenti solo per le pratiche rivolte alla provincia. Per le pratiche SUAP, quando appare la scelta ONERI, selezionare l'opzione: In tal caso, bisognerà allegare alla pratica, la copia scannerizzata del bollettino di versamento dell'importo. Non appena disponibile il sistema di pagamento regionale, sarà possibile effettuare on-line anche i pagamenti verso i SUAP comunali.

12 Bollo virtuale e pagamenti Bollo virtuale Per il momento vengono sperimentati sul sistema unicamente i procedimenti che non richiedono l'utilizzo del bollo (comunicazioni in materia commerciale, DIA, ecc.). Per il pagamento dei bolli on-line è infatti necessaria un'autorizzazione all'utilizzo del bollo virtuale da parte dell'Agenzia delle entrate Sono in corso accordi con l'Agenzia delle Entrate per coordinare a livello provinciale le richieste di autorizzazione all'uso del bollo virtuale da parte dei Comuni.

13 A regime, ciascun Comune, anche in funzione delle esigenze informative legate al proprio sito istituzionale potrà richiedere la predisposizione di bookmarks (ovvero di percorsi abbreviati per raggiungere specifici procedimenti es. cessazione attività senza dover effettuare tutte le volte il percorso esteso). Tali indirizzi potranno essere pubblicati sul sito comunale nelle sezioni informative relative allo sportello unico. Per un esempio di bookmark sul sito della Provincia, cfr: E918B3D9E084C1256DC0004A843B (sezione compilazione guidata) Bookmarks (percorsi abbreviati)

14 Bollo virtuale e pagamenti Integrazione con Protocollo Al momento le pratiche inviate arrivano all'indirizzo di PEC del Comune, firmate digitalmente e corredate dai relativi allegati. Affinché tali pratiche vengano correttamente destinate all'ufficio è opportuno che la casella di PEC sia integrata con il sistema di protocollo. L'aspetto dell'integrazione PEC/protocollo/ SUAP verrà analizzato più in dettaglio negli incontri che si svolgeranno con i tutor presso i Comuni dispiegatori.

15 Bollo virtuale e pagamenti Integrazione con back office Con l'avvio del nuovo back office VBG sarà possibile avviare un sistema diretto di passaggio delle pratiche dal front end People al back office VBG. Questo consentirà il precaricamento delle pratiche sul sistema di back office (senza necessità di ri-digitare i dati da parte degli operatori). Anche in questo caso però sarà necessario mettere a punto degli strumenti (tecnologici) di dialogo con il protocollo per garantire la tracciatura e la conservazione delle pratiche.

16 Bollo virtuale e pagamenti Comunicazioni a CCIAA ed Enti terzi Gli accordi con la CCIAA prevedono che l'invio dei COM alla Camera di Commercio venga effettuato direttamente dai Comuni via PEC. E' stato pertanto messo a punto un modello di lettera di invio alla CCIAA che può essere utilizzato anche per l'invio della documentazione all'associazione/utente e agli Enti terzi Tale comunicazione viene firmata digitalmente dal responsabile dell'ufficio e inviata tramite PEC es.

17 Bollo virtuale e pagamenti Documentazione per Associazioni ed utenti L'associazione/utente riceve una copia della pratica e dei relativi allegati inviati nella propria casella di PEC (contestualmente all'invio alla PEC del Comune). Pertanto non è necessario che l'associazione/utente stampi una copia della pratica prima dell'invio. Successivamente, le comunicazioni tra il Comune e l'associazione/utente vengono gestite tramite PEC (comunicazione di avvenuta protocollazione, avvio del procedimento, richiesta di integrazioni, ecc.)

18 Bollo virtuale e pagamenti Documentazione per Associazioni ed utenti L'associazione/utente riceve una copia della pratica e dei relativi allegati inviati nella propria casella di PEC (contestualmente all'invio alla PEC del Comune). Pertanto non è necessario che l'associazione/utente stampi una copia della pratica prima dell'invio. Successivamente, le comunicazioni tra il Comune e l'associazione/utente vengono gestite tramite PEC (comunicazione di avvenuta protocollazione, avvio del procedimento, richiesta di integrazioni, ecc.)

19 Attivazione Comuni non piloti/1 Al momento il sistema permette l'invio di pratiche digitali unicamente per i Comuni pilota I Comuni non piloti per essere attivati devono: Verificare navigando in modo 'anonimo' sul sito procedimento unico i procedimenti disponibili sul sistema, fornendo eventuali indicazioni di modifiche/ integrazioni/segnalazioni (si tenga conto in proposito che la sezione edilizia deve essere interamente rivista dal Coorsa, anche in funzione della difformità dei regolamenti edilizi) all'indirizzo:

20 Attivazione Comuni non piloti/2 Fornire i propri dati di SUAP e degli altri uffici coinvolti per i singoli endo-procedimenti: - SUAP: denominazione ufficio, responsabile, orari, tel, fax, , indirizzo, cap, città, provincia, certificata (del Comune); - Altri uffici coinvolti negli endo-procedimenti SUAP: denominazione ufficio, responsabile, tel, fax, , indirizzo, cap, città, provincia. Verificare – con l'aiuto dei tutor – le condizioni tecnico- organizzative interne per l'avvio del sistema. Esternare attraverso i tutor o direttamente alla Provincia la volontà di partire


Scaricare ppt "Il progetto pilota SUAP-FE Piano degli incontri 1° incontro – il sistema di front end, la struttura della banca dati e dei procedimenti 2° incontro – aspetti."

Presentazioni simili


Annunci Google