La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Adaptation de lhomme dans les différents environnements.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Adaptation de lhomme dans les différents environnements."— Transcript della presentazione:

1

2 Adaptation de lhomme dans les différents environnements

3 Caratteristiche fisiche dellambiente montano Ridotta pressione dossigeno nellaria atmosferica Ridotta pressione barometrica Ridotta temperatura Aumentato irraggiamento solare Minore densità dellaria Minore umidità dellaria

4 AMBIENTE MONTANO Ossigeno Temperatura Radiazione UV

5 Definizione di Quota (Bartsch & Saltin Scand J Med Sci Sport 2008) Near sea-level0-500m Bassa Quota m Media Quota m Alta Quota m Quota estrema> 5500m

6 500 metri 2000 metri 5500 metri 8848 metri Nessun effetto Near sea level Vita permanente impossibile Altissima quota Effetto percepito a riposo Alta quota Effetto percepito sotto sforzo 3000 metri Effetto percepito sulla VO 2 max

7 Variazione della pressione barometrica in funzione dellaltitudine P atm (mmHg) LM OOO Altitudine Vetta dell Everest P.atm misurata: 255

8 Variazione della saturazione arteriosa di O 2 in funzione dellaltitudine S a. O 2 ( % ) Altitudine Everest LM riposo esercizio max

9 Differenti fasi delladattamento allaltitudine Sintomi di maladattamento Altitudine tempo acclimatazioneacclimatamentodegradazioneFasebiancaFasebianca

10 Quali sono le modificazioni fisiologiche dellorganismo umano quando viene esposto a ipossia ipobarica? Aumento della frequenza cardiaca Aumento della frequenza respiratoria Aumento della secrezione renale di eritropoietina (EPO) che determina aumento di ematocrito ed emoglobina

11 Differenti fasi delladattamento allaltitudine Sintomi di maladattamento Altitudine tempo acclimatazioneacclimatamentodegradazioneFasebiancaFasebianca

12 Quali sono le modificazioni fisiologiche dellorganismo umano quando viene esposto a ipossia ipobarica? Aumento della frequenza cardiaca Aumento della frequenza respiratoria Aumento della secrezione renale di eritropoietina (EPO) che determina aumento di ematocrito ed emoglobina

13 Capanna Vallot, 4350 m Variazione di EPO et G.R Concentrazione plasmatica giorni Globuli rossi EPO

14 Male Acuto di Montagna Cefalea (96%) Disturbo del sonno (70%) Sintomi gastrointestinali quali nausea, vomito, anoressia (30-40%) Vertigini Stancabilità eccessiva

15 Quantificazione del Mal di Montagna Scala di Lake Louise Autovalutazione not at allmildmoderatesevere Cefalea0123 Sintomi gastrointestinali0123 Fatica o debolezza0123 Vertigini o fastidio alla luce0123 Insonnia0123 MAM lieve: 0-3 MAM moderato: 4-6 MAM severo: >6

16 Cefalea MAM leggero MAM severo Edema cerebrale Edema polmonare

17 Edema cerebrale di alta quota: disturbo della marcia con o senza vertigini (marcia da ubriaco), euforia, disturbo dello stato di coscienza fino al coma Edema polmonare acuto di alta quota: dispnea, cianosi, tosse ed escreato roseo

18 Edema polmonare acuto

19 Edema cerebrale acuto

20 Chi è più a rischio? Rapidità di ascensione Altitudine raggiunta Altitudine di residenza Peso corporeo Età giovane? Sesso femminile? Emicranici?

21 4 regole doro in alta quota Non salire mai troppo rapidamente sopra i 3500 m (400 m a notte) Evitare sforzi intensi allinizio del soggiorno Salire sufficientemente in quota per potersi acclimatare Non restare troppo a lungo in alta quota

22 Terapia Sintomatici Acetazolamide Desametasone Discesa nelle forme severe

23 Terapia Rapida discesa eventualmente mediante cassone iperbarico Ossigeno Nifedipina Corticosteroidi Inibitori dele fosfodiesterasi

24 La migliore prevenzione è lacclimatazione La miglior terapia per i casi severi è la discesa rapida

25

26 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Adaptation de lhomme dans les différents environnements."

Presentazioni simili


Annunci Google