La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il marchio AGRIQUALITA Una sfida per il settore agroalimentare toscano una opportunità per i consumatori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il marchio AGRIQUALITA Una sfida per il settore agroalimentare toscano una opportunità per i consumatori."— Transcript della presentazione:

1 Il marchio AGRIQUALITA Una sfida per il settore agroalimentare toscano una opportunità per i consumatori

2 Perché il marchio AGRIQUALITA ? Per stabilire norme di produzione certe e pubbliche, che prevedano la garanzia dellapplicazione di pratiche di produzione agricola sostenibile per la salute dei produttori e la salubrità delle produzioni. Per riconsegnare agli agroecosistemi quellindispensabile compito di sede di attività di produzione ambientale e di gestione complessiva del territorio, attraverso luso di tecniche agricole appropriate ed il mantenimento delle risorse ambientali. Per migliorare la sicurezza nei luoghi di lavoro ed offrire una migliore qualità di vita agli operatori attraverso linnovazione di processo e di prodotto nelle fasi di produzione e di trasformazione dei prodotto agricoli, di marketing, ecc.. Per ricreare un clima di fiducia nel consumatore anche tutelandolo dagli effetti diseducativi della pubblicità ingannevole e per dargli uno strumento per incidere sullambiente attraverso le sue scelte. Per far emergere la tradizione agroalimentare e gastronomica toscana che con la garanzia di una alimentazione pulita rappresentano un volano per il rilancio delle economie locali ed il recupero dei valori culturali, storici, ambientali legati alla Toscana. Per sostenere il reddito degli agricoltori, garantendo una duratura partecipazione al valore aggiunto derivante dalle fasi di trasformazione e distribuzione dei prodotti agricoli.

3 Che cosè lagricoltura integrata identificata dal marchio AGRIQUALITA Lagricoltura integrata è un metodo di produzione agricola che, pur applicando i mezzi più moderni utilizzabili in agricoltura, predilige tecniche compatibili con la conservazione dellambiente, la sicurezza alimentare e la qualità dei processi. Lagricoltura integrata favorisce il continuo avvicendarsi delle colture sul terreno e ritmi di allevamento che più si avvicinano alle esigenze etologiche degli animali, al fine di garantirne lutilizzazione equilibrata delle risorse. Lagricoltura integrata si basa su disciplinari di produzione certi e pubblici che coinvolgono tutta la filiera produttiva dalla Terra alla Tavola. Ciò consente a chiunque di conoscere come viene ottenuto qualsiasi prodotto agricolo o alimentare. Lagricoltura integrata è sottoposta ad un sistema di controllo, operato da Organismi autorizzati dalla Regione Toscana, che prevede lobbligo della rintracciabilità di ogni prodotto lungo tutti i passaggi dalla Terra alla Tavola.

4 A chi è rivolto il marchio AGRIQUALITA E uno strumento per: i produttori concessionari E una serie di norme e di disposizioni tecniche che definiscono un processo di produzione agricola nellintera filiera agroalimentare dalla Terra alla Tavola i consumatori un sistema di garanzia pubblico per la qualità dei prodotti alimentari che prevede lobbligo della trasparenza e della tracciabiltà del processo produttivo lambiente introduce tecniche rispettose degli equilibri degli agroecosistemi e della rinnovabilità delle risorse; mantiene la biodiversità; mantiene il paesaggio e i suoi componenti; migliora la qualità della vita degli utenti. il mercato collega le esigenze dei consumatori con quelle del territorio e della produzione; valorizza e promuove prodotti locali di qualità ; conferisce al consumatore la capacità di incidere positivamente sullambiente

5 Le norme del Marchio AGRIQUALITA Legge Regionale 4/04/99 n. 25 Norme per la valorizzazione dei prodotti agricoli ed alimentari ottenuti con tecniche di produzione integrata e tutela contro la pubblicità ingannevole Regolamento Regionale 3/08/2000 n.6 Regolamento concernente luso del marchio Prodotto da agricoltura integrata Deliberazione di Giunta Regionale 12/03/2001 n.221 Approvazione schede tecniche del disciplinare di produzione integrata, dei registri aziendali e delle note esplicative Deliberazione di Giunta Regionale 18/06/2001 n.664Autorizzazione degli Organismi di controllo: criteri e modalità Decreto Dirigenziale 2/07/2001 n.3487 Modalità di presentazione delle domande di autorizzazione degli OdC, delle domande di modifica e rinnovo di autorizzazione Deliberazione di Giunta Regionale 22/04/2002 n.405 Approvazione dei principi generali della fase di post-raccolta produzioni cerealicole e delle produzioni zootecniche Deliberazione di Giunta Regionale 9/09/2002 n.932 Modalità di richiesta della concessione del marchio e gestione dellelenco dei concessionari Deliberazione di Giunta Regionale 28/10/2002 n.1194 Approvazione schede tecniche del disciplinare di produzione integrata della fase di post-raccolta produzioni cerealicole e delle produzioni zootecniche

6 Che cosa è il sistema del marchio AGRIQUALITA

7 AGRIQUALITA - cosè una filiera Fase di produzione scelta della semente interventi colturali raccolta Fase di post-raccolta trasporto conservazione condizionamento trasformazione confezionamento Prodotto alimentare Fase di produzione tecniche di allevamento produzione di foraggi alimentazione Lotto produzioneLotto trasformazione Fase di trasformazione trasporto macellazione condizionamento confezionamento Prodotto alimentare PRODUZIONI VEGETALI PRODUZIONI ZOOTECNICHE

8 Qualè il sistema di garanzia REGIONE TOSCANA tutela il marchio stabilisce i disciplinari di produzione autorizza gli Organismi di controllo Organismo di controllo (OdC) controlla la conformità dei processi produttivi dei concessionari sanziona le non conformità ARSIA tiene lelenco dei concessionari vigila sulloperato degli OdC sanziona gli OdC che non applicano regolarmente il piano di controllo monitoraggio del sistema Concessionario applica i disciplinari svolge lautocontrollo del processo e garantisce la tracciabilità Vigilanza sugli OdC Controllo sui concessionari Scambio di informazioni e disposizioni autorizzazione

9 Gli Organismi di controllo del marchio AGRIQUALITA accreditati EN Autorizzati per specifici prodotti e relativi piani di controllo Svolgono almeno una visita completa annuale presso ogni concessionario Sono sottoposti alla vigilanza svolta dallARSIA Elevano sanzioni ai concessionari inadempienti

10 I concessionari del marchio AGRIQUALITA Scelgono ed applicano i disciplinari di riferimento Tengono la registrazione delle operazioni colturali Si sottopongono al controllo dellOdC prescelto LE IMPRESE AGRICOLE Attuano azioni di autocontrollo sul proprio processo individuano i lotti di prodotti venduti

11 I concessionari del marchio AGRIQUALITA L IMPRESA AGROALIMENTARE Scelgono ed applicano i disciplinari di riferimento Tengono la registrazione delle operazioni di trasformazione Attuano azioni di autocontrollo sul proprio processo e su quello dei propri fornitori individuano i lotti di prodotti venduti garantendo la rintracciabilità con i lotti dei fornitori Si sottopongono al controllo dellOdC prescelto

12 Comè il marchio AGRIQUALITA Logotipo del marchio Indicazione del lotto di produzione Indicazioni facoltative che individuano il territorio di produzione e di trasformazione Indicazione dellOrganismo di controllo con estremi dellautorizzazione

13 Il marchio AGRIQUALITA Una sfida per il settore agroalimentare toscano una opportunità per i consumatori


Scaricare ppt "Il marchio AGRIQUALITA Una sfida per il settore agroalimentare toscano una opportunità per i consumatori."

Presentazioni simili


Annunci Google