La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Termovalorizzatore nel Canavese Borgofranco 16 Novembre 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Termovalorizzatore nel Canavese Borgofranco 16 Novembre 2006."— Transcript della presentazione:

1 Termovalorizzatore nel Canavese Borgofranco 16 Novembre 2006

2 Indice Il Termovalorizzatore – come e perché La proposta Provinciale e i problemi sollevati Una proposta alternativa Conclusioni

3 Il termovalorizzatore Il termovalorizzatore è un INCENERITORE nel quale viene recuperata parte della energia termica e trasformata in energia elettrica È la risposta tecnologica alle discariche. Le discariche sono il peggior modo di gestione dei rifiuti soprattutto se non inertizzati. I rifiuti in discarica sono –Maleodoranti e fastidiosi –Pericolosi per la salute umana –I gas prodotti sono nocivi ed esplosivi se non controllati –Il tempo di digestione e quindi di gestione può essere di secoli Trovare un modo per gestire i rifiuti senza creare discariche è un obbiettivo primario.

4 La Tecnologia La tecnologia scelta (Griglia Mobile) è la più affidabile perché la più sperimentata ma nel contempo è anche la meno innovativa La Griglia Mobile non richiede un pre trattamento dei rifiuti ma questo impone dimensioni di una notevole entità Lobbiettivo è di massimizzare la combustione e per questo si convogliano grandi quantità di aria che a sua volta aiutano a diluire le sostanze inquinanti presenti nei fumi. La mancanza di un pre trattamento riduce i costi ma aumenta la possibilità di generare particolato, il pericoloso PM10

5 Schema a griglia mobile

6 La proposta Provinciale 2 termovalorizzatori il primo da t/a e un secondo da t/a La collocazione di quello da t/a è previsto in Canavese Sono stati individuati 10 siti e larea industriale di Borgofranco è uno di questi. Il costo dellopera è stimata in 270 Ml Ia compensazione per il disagio a disposizione dei comuni collocati a 2 Km dalla ciminiera è stimata in 25Ml Il costo di conferimento è stimato fra 85 e 95 alla tonnellata. Tempi di realizzazione 6 anni Periodo di funzionamento 15 anni. Obbligo di conferimento da parte dei comuni della provincia Nessuna soluzione fra il 2008 e 2012 per gestire la mancanza di disponibilità della discarica di Cavaglià.

7 Le nostre critiche La quantità di rifiuti prodotti in Canavese a valle del grande sforzo di differenziazione è di t./anno. Non ci serve un impianto da 270,000 t./a Il canavese vanta un area paesaggista di notevole valore e la costruzione di un impianto di enormi dimensioni causerebbe una perdita di valore ambientale e immobiliare non compensabile da nessuna cifra proponibile I costi di realizzazione sono troppo elevati I tempi di realizzazione sono troppo lunghi e il territorio richiede una soluzione entro il 2008 I costi di conferimento sono troppo elevati rispetto ai valori stimati per tecnologie più innovative Limpegno dei comuni a conferire per 15 anni blocca di fatto qualsiasi innovazione tecnologica nel futuro di questo territorio.

8 Una proposta alternativa Il problema non è politico ma tecnologico. Occorre proporre una nuova tecnologia che deve essere: + modulare + economica + rapida nella realizzazione + competitiva + innovativa e in grado di creare sviluppo - impattante Una tecnologia capace di soddisfare queste esigenze esiste e, cosa più sorprendente, competenze ed esperti a livello mondiale sono in Italia

9 I Pirogassificatori Per un corretto funzionamento, i Pirogassificatori, richiedono un trattamento preventivo del rifiuto Il processo è semplice e si sviluppa in due fasi: la Pirolisi e la Gassificazione La Pirogassificazione è una tecnologia innovativa la cui realizzazione può portare al nostro territorio prospettive certe di sviluppo La tecnologia permette dimensioni più compatibili alle esigenze del nostro territorio e limpianto è estremamente modulare I costi di sviluppo sono inferiori rispetto alle tecnologie proposte dalla provincia, di conseguenza anche i costi di conferimento sono notevolmente inferiori Limpatto ambientale è minimo si possono collocare ovunque e non servono finanziamenti di compensazione

10

11

12 Conclusione TermovalorizzatorePirogassificatore Dimensioni> di t/annoDa 5000 a t/anno FlessibilitàNessunaMolta. È possibile operare al 50% della portata senza problemi alle emissioni Costo delloperaPer t/a 270 Ml Per t/a da 5 a 7 Ml Costo di realizzazione/t lavorate 1 Ml per t/anno1 Ml per >5.000 t/anno Costo di conferimentoDa 85 a 95 /tDa 35 a 70 /t Tempi di realizzazioneCirca 6 anniImpianto da t/anno- circa 18 mesi Soluzione SCS per mancanza discarica a partire dal 2008 Nessuna per almeno 4 anniSoluzione certa entro i tempi richiesti Tasso di inquinamentoSecondo i limiti consentitiDa 2 a 10 volte inferiore ai limiti consentiti Resa in energia elettricaCirca 20-25%Da 35 a 60% secondo la tecnologia usata (endotermico, turbina, celle a combustibile) Costo infrastrutturale per il disagio 25 Ml di Non vi sono costi perchè non vi è disagio Dimensioni dellareaDa a m2Da a m2 Sviluppo territorialeNullo o indiretto ( esempio i trasporti) Ampio potenziale poiché tecnologia innovativa Investimento tecnologicoNullo (tecnologia obsoleta)Da 1 a 3 Ml per sperimentazione e ricerca già inclusi nel costo di prima realizzazione Potenzialità territoriale su numero di occupati Non più 100Alcune centinaia di nuovi posti di lavoro se si realizza un indotto distrettuale

13 Conclusioni Come Amministratori di Borgofranco dIvrea siamo contrari alla proposta provinciale Siamo ben consapevoli del problema dei rifiuti e quindi ci sentiamo responsabili a trovare una soluzione giusta ed equilibrata alle nostre esigenze Dopo studi, valutazioni e confronti con vari esperti ci sembra che la soluzione per noi più adatta sia la Pirogassificazione e su questi presupposti siamo disponibili a confrontarci per realizzare già da subito la soluzione che ci conviene.


Scaricare ppt "Termovalorizzatore nel Canavese Borgofranco 16 Novembre 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google