La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno 2001 1 Corso di Formazione Professionale "Agenti di Sviluppo Locale" Innovazione tecnologica per le imprese.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno 2001 1 Corso di Formazione Professionale "Agenti di Sviluppo Locale" Innovazione tecnologica per le imprese."— Transcript della presentazione:

1

2 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Corso di Formazione Professionale "Agenti di Sviluppo Locale" Innovazione tecnologica per le imprese Tiziana Arcarese

3 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno COSA È LINNOVAZIONE? il rinnovo e lampliamento della gamma dei prodotti e dei servizi, nonché dei mercati ad essi associati; lattuazione di nuovi metodi di produzione, dapprovvigionamento e di distribuzione; lintroduzione di mutamenti nella gestione, nellorganizzazione e nelle condizioni di lavoro, nonché nelle qualifiche dei lavoratori (definizione della Commissione - Libro verde sullinnovazione 20 Dicembre 1995)

4 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno LIMPORTANZA DELL INNOVAZIONE Consiglio Europeo Lisbona 2000 Obiettivo strategico per il prossimo decennio: competitiva Fare dellUnione leconomia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, capace di una crescita economica sostenibile, con un sempre maggior numero di posti di lavoro migliori e una maggiore coesione sociale.

5 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno LE POLITICHE DELLINNOVAZIONE Politica delle imprese Politica della ricerca RICERCA: il Consiglio europeo di Lisbona ha sottoscritto gli obiettivi contenuti nella Comunicazione Verso uno spazio europeo della ricerca1 della Commissione europea volta a favorire un aumento dellefficienza e dellimpatto innovativo dello sforzo di ricerca compiuto in Europa, e ha invocato passi concreti per attuarli (VI Programma Quadro di ricerca). Le politiche delle imprese e della ricerca si arricchiscono a vicenda, in particolare per quanto riguarda linnovazione basata sulla tecnologia

6 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno LE PRIORITÀ DELLE POLITICHE DELLINNOVAZIONE ricavare il massimo beneficio in termini di innovazione dagli sforzi di ricerca compiuti a livello nazionale e comunitario creare un ambiente favorevole per la costituzione e lo sviluppo di imprese innovative.

7 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Il nuovo programma quadro pluriennale per la ricerca, lo sviluppo tecnologico e proposto dalla Commissione, rappresenta un forte incentivo allinnovazione. Le sue misure incoraggiano linnovazione, luso dei risultati della ricerca, il trasferimento di tecnologia e di nuovi processi, e lo sviluppo di imprese tecnologiche nelle regioni europee. Linnovazione è al centro di alcune aree-chiave del programma, che vanno dalle tecnologie della società dellinformazione ai nuovi processi produttivi, e quindi verrà promossa in tali aree. LA RICERCA PROMUOVE LINNOVAZIONE

8 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno GENESI DELLA POLITICA DELLINNOVAZIONE Libro verde sullinnovazione 1995 Primo piano dazione per linnovazione in Europa 1996 (linee dazione per limplementazione) Gli Stati membri hanno introdotto, a livello sia nazionale sia regionale, una ampia gamma di politiche e misure La Commissione ha adeguato i propri programmi in linea con gli obiettivi del Piano dazione e la normativa comunitaria relativa alle attività dimpresa (in materia di concorrenza, di diritti di proprietà intellettuale e di mercato interno) Nonostante gli sforzi, la situazione complessiva non è migliorata rispetto ai concorrenti principali

9 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Il Consiglio europeo di Lisbona ha invocato lintroduzione di un quadro comparativo dellinnovazione in Europa compilato sulla base dei dati statistici attualmente disponibili. Nonostante le prestazioni di diversi Stati membri nel campo dellinnovazione siano già pari o addirittura superiori a quelle dei maggiori concorrenti dellEuropa, la maggior parte di essi deve ulteriormente accrescere i propri sforzi. IL CONSIGLIO EUROPEO DI LISBONA MARZO 2000

10 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Essenzialmente attraverso la creazione di un contesto adeguato, incrementando il coinvolgimento del settore privato, promuovendo partenariati nel campo della R&S e la creazione di nuove imprese ad alta tecnologia, e migliorando il funzionamento dei mercati del capitale di rischio. Al fine di incoraggiare un sistema di innovazione paneuropeo veramente efficace vengono proposti cinque obiettivi prioritari: 1.Coerenza delle politiche di innovazione 2.Un quadro normativo favorevole allinnovazione 3.Favorire la creazione e la crescita di imprese innovative 4.Migliorare le interfacce chiave del sistema di innovazione 5.Una società aperta allinnovazione Comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento Europeo (COM (2000) 567 Finale) Linnovazione in un economia fondata sulla conoscenza

11 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Comunicazione della Commissione al Consiglio e al Parlamento Europeo (COM (2000) 567 Finale) Orientamenti della politica dinnovazione europea Prestazioni dellUnione nel campo dellinnovazione Cinque obiettivi

12 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno ORIENTAMENTI DELLA POLITICA DELLINNOVAZIONE EUROPEA Progetto Trend chart on innovation in Europe (Analisi delle tendenze dell'innovazione in Europa) lanciato nel Progressi compiuti a partire dal Piano dazione per linnovazione del 1996: Quinto programma quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico (RST) adottato nel In tutti i suoi programmi tematici sono state istituite cellule di innovazione al fine di garantire lo sfruttamento e il trasferimento delle tecnologie (+TIP). La promozione delle capacità di ricerca e innovazione e della loro integrazione è stata inserita come priorità in tutti gli ambiti di intervento dei Fondi strutturali.

13 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Task Force per la semplificazione dellambiente delle imprese (Business Environment Simplification Task Force - BEST) ha condotto allidentificazione della buona prassi, evolutasi nella Procedura BEST, descritta nella recente Comunicazione della Commissione sulla politica delle imprese. La Carta europea per le piccole imprese (European Charter for Small Enterprises), accolta con favore dal Consiglio europeo di Feira del giugno 2000, definisce i principi e le linee dazione allo scopo di realizzare il miglior contesto possibile per le piccole imprese e la piccola imprenditorialità. Le revisioni attualmente in corso degli strumenti finanziari della Comunità e le nuove iniziative in campo normativo hanno anchesse ripercussioni sullinnovazione, come del resto anche molti elementi di eLearning, la recente iniziativa della Commissione per listruzione e la formazione in una società della conoscenza, nonché della Strategia europea per loccupazione. STRATEGIE e INIZIATIVE

14 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Una tabella dellinnovazione basata su 16 indicatori principali che coprono quattro aree generali relative allinnovazione: 1. Risorse umane, 2. Creazione di conoscenza 3. Trasferimento ed applicazione della conoscenza 4. Finanziamento, prodotti e mercati dellinnovazione. PRIMO QUADRO COMPARATIVO

15 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno LIndagine comunitaria sullinnovazione (CIS) nel 1991 è stato il primo tentativo di avere a livello europeo dati internazionali comparati sulle attività di innovazione delle singole imprese. Lo studio CIS considera aziende innovative quelle che hanno introdotto un prodotto, processo o servizio tecnologicamente innova-tivo nei tre anni precedenti. Lanalisi copre lapporto della Ricerca e Sviluppo, dellacquisizione di attrezzature, software e altre tecnologie, così come la formazione e limmissione sul mercato. La metodologia è stata perfezionata ed è stato completato un secondo studio CIS che copre un numero maggiore di paesi dello Spazio economico europeo. È significativo che il modello sviluppato dallUnione sia stato adottato da vari altri paesi, tra cui Canada ed Australia, per valutare linnovazione delle loro imprese. Cadenze biennali per misurare landamento CIS: Indagine Comunitaria sullInnovazione

16 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Obiettivo 1: Coerenza delle politiche di innovazione. LUnione dovrebbe far tesoro delle misure e dei programmi attuati a livello regionale e nazionale attraverso il coordinamento delle attività di benchmarking delle politiche nazionali e di diffusione delle buone prassi. Il regolare aggiornamento del quadro comparativo dellinnovazione in Europa metterà in evidenza i progressi compiuti al fine di raggiungere lobiettivo di migliorare le prestazioni nel campo dellinnovazione. Obiettivo 2: Un quadro normativo favorevole allinnovazione. La regolamentazione è necessaria, ma quando è eccessiva impedisce lo sviluppo delle imprese, soprattutto di quelle innovative. È in costante aumento la consapevolezza dei vantaggi che potrebbero derivare da una riduzione dei costi per le imprese e degli aspetti burocratici. Obiettivo 3: Favorire la creazione e la crescita di imprese innovative. LEuropa necessita di un ambiente più favorevole alle nuove imprese ad alta tecnologia e alla creazione e allo sviluppo di imprese innovative in genere. In Europa continua tuttavia ad esservi un numero maggiore di ostacoli alla creazione e alla crescita di tali imprese di quanti non ve ne siano nei paesi suoi concorrenti. CINQUE OBIETTIVI

17 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Obiettivo 4: Migliorare le interfacce chiave del sistema di innovazione. Le imprese devono poter accedere a conoscenze, competenze, al sostegno finanziario, a fonti di consulenza e informazioni di mercato. Pur senza abbandonare la visione sistemica dellinnovazione, è necessario migliorare il funzionamento di alcune delle interfacce esistenti tra le imprese e altri protagonisti dellinnovazione, attraverso ladozione di azioni mirate sulle interfacce tra imprese e mercati finanziari, attività di R&S e istituti di formazione professionale, servizi di consulenza e mercati tecnologici. Obiettivo 5: Una società aperta allinnovazione. Linnovazione è unattività umana. Ogni cittadino è un potenziale creatore, realizzatore e utilizzatore di innovazione. Non sarà possibile raggiungere gli obiettivi sopra elencati senza sviluppare un atteggiamento aperto allinnovazione, basato sulla consapevolezza delle opportunità e dei rischi. Tutto ciò potrà essere realizzato solo mediante un dialogo aperto tra ricerca, impresa, governo, gruppi di interesse e opinione pubblica. CINQUE OBIETTIVI (2)

18 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Un programma della durata di cinque anni per promuovere lo sviluppo dell'imprenditorialità. Dopo una serie di raccomandazioni, comunicazioni e relazioni, il Consiglio adotta una decisione, con la quale, a partire dal 1° gennaio 2001 dà il via a un programma di politica comunitaria destinato alle piccole e medie imprese. Pubblicata nella Gazzetta ufficiale delle comunità europee del 29 dicembre 2000, la decisione ha l'obiettivo di favorire la competitività tra le imprese, semplificando, al tempo stesso, il contesto normativo nel quale le aziende dovranno operare. Il programma è dotato di 450 milioni di euro a disposizione delle imprese che vi aderiranno. Ad assistere le imprese europee, nonché quelle di Cipro, Malta e Turchia, un Comitato, appositamente istituito. (2 gennaio 2001) Il nuovo programma di finanizamento per le piccole e medie imprese Decisione Consiglio UE 819/2000

19 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno IL PROGRAMMA IMPRESA OBIETTIVI a)rafforzare la crescita e la competitività delle imprese in un'economia internazionalizzata e fondata sulla conoscenza; b)promuovere lo spirito imprenditoriale; c)semplificare e migliorare il contesto amministrativo e normativo delle imprese per favorire in particolare la ricerca,l'innovazione e la creazione di nuove imprese; d)migliorare il contesto finanziario delle imprese,in particolare per le PMI; e)agevolare l'accesso delle imprese ai servizi di supporto,ai programmi e alle reti comunitarie e migliorarne il coordinamento. Il programma sarà utilizzato per progredire nel perseguimento degli obiettivi fissati dalla Carta europea per le piccole imprese.

20 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno IL PROGRAMMA IMPRESA DURATA DEL PROGRAMMA: 1 Gennaio dicembre L'importo di riferimento finanziario per l'esecuzione del presente programma è i 450 milioni di EURO.

21 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno Alcuni strumenti per linnovazione nellUE Il programma Innovazione e PMI Le misure specifiche per le PMI LIFT: Linking Innovation Finance and Technology

22 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno IL PROGRAMMA INNOVAZIONE E PMI 3 funzioni fondamentali 1.Fornitore di servizi, con le attività di reti di ricerca, trasferimento tecnologico e innovazione (rete IRC), servizi di informazione e disseminazione, proprietà intellettuale, accesso al finanziamento privato 2.Clearing house (lett. camera di compensazione) dove si collezionano e analizzano dati e trend comunitari e dei singoli stati membri attraverso Studi e buone prassi. 3.Test-bed, attraverso il lancio di progetti pilota, e attività di nuovo approccio al trasferimento tecnologico, e i meccanismi per facilitare la creazione e lo sviluppo di aziende innovative (es. bando aperto 15 Maggio 2001)

23 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno LE MISURE SPECIFICHE PER LE PMI CRAFT EXPLORATORY AWARDS

24 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno LIFT: un helpdesk per finanziare linnovazione Avete una buona idea? Avete risultati di ricerca esaltanti? Pensate che potreste perfino avere le basi per un prodotto o un business tecnologico di successo? Quali sono i passi da fare??? Avete bisogno di finanziamento? Avete bisgono di un buon business plan? Sapete dove trovare il capitale e come presentare le vostre idee con successo a possibili investitori? Sapete come bilanciare al meglio i vostri differenti bisogni di business con i differenti tipi di meccanismi di finanziamento disponibili? LIFT aiuta a capire più chiaramente i vostri bisogni, le opzioni e le opportunità per indirizzare meglio il business.

25 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno LA POLITICA DELL INNOVAZIONE Comunicazione della Commissione sull Innovazione smes/communication2000/home.html Innovation Action Plan Trend Chart Community Innovation Survey Innovation Policy Studies Financing Innovation Intellectual Property Rights Setting-up of Innovative Firms Regional Innovation Policy Network

26 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno INDIRIZZI UTILI SU INTERNET Centri di collegamento per linnovazione – Si tratta di una rete di 68 centri che riuniscono circa 250 organizzazioni in 30 paesi europei. La rete è al servizio delle società – soprattutto PMI – ed è principalmente orientata al trasferimento internazionale di tecnologia e all adozione delle nuove tecnologie da parte delle imprese. Sportello per i Diritti di Proprietà Intellettuale (IPR) – si occupa della protezione delle nuove idee e tecnologie, ivi incluso laccesso alle basi di dati Europee sui brevetti. Sportello per il Collegamento fra Innovazione, Finanza e Tecnologia (LIFT) – fornisce informazioni in rete e sostegno per trasformare i risultati della ricerca in attività imprenditoriali e commerciali: informazioni generali, aiuto nella preparazione di piani aziendali di qualità e accompagnamento verso i servizi per linnovazione e le poten-ziali fonti di finanziamento.

27 Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno INDIRIZZI UTILI SU INTERNET CORDIS (Servizio dInformazione della Comunità Europea sulla Ricerca e Sviluppo) –servizio centrale dinformazione e comunicazione sulle attività di ricerca ed innovazione dellUnione Europea. Euro Info Centre – Una rete di oltre 272 punti di contatto che forniscono informazioni ed assistenza alle PMI in tutta lUnione europea European Business Angels – la Rete europea degli angeli dimpresa (EBAN) è unassociazione senza scopo di lucro che incoraggia lo scambio di esperienze GoDigital – aiuta le PMI a sfruttare al meglio le opportunità del commercio elettronico. Sportello unico internet per le imprese – fornisce assistenza sul come fare affari nel mercato unico, sulla certificazione dei prodotti, sulla ricerca di partner commerciali, sulla partecipazione a gare dappalto, etc.


Scaricare ppt "Agenti di sviluppo locale, Massa 4 Giugno 2001 1 Corso di Formazione Professionale "Agenti di Sviluppo Locale" Innovazione tecnologica per le imprese."

Presentazioni simili


Annunci Google