La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Ave Maria del Bosco Maria, Vergine del Bosco. Ave, Madre del Signore. Salve, mia Signora e Madre. Regina tu, donaci la pace. Cerco in te la pace che.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Ave Maria del Bosco Maria, Vergine del Bosco. Ave, Madre del Signore. Salve, mia Signora e Madre. Regina tu, donaci la pace. Cerco in te la pace che."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Ave Maria del Bosco Maria, Vergine del Bosco. Ave, Madre del Signore. Salve, mia Signora e Madre. Regina tu, donaci la pace. Cerco in te la pace che non trovo al mondo, ma se tra noi la tua luce darai, tutto il mondo pace avrà. Maria, Maria, Maria, tutto il mondo pace otterrà. Ave Maria, Madre, Vergine del Bosco. Regina tu, donaci la pace

4 Lamico dei bambini di Grazia De Michele Ci sono uomini che non muoiono mai E sono anime che parlano a ogni tempo Mani che donano e sorrisi che risvegliano In ogni cuore un qualcosa di impossibile Slanci di vita e conforto e tenerezza E assieme parole forti che convertono E sono parole che si vestono di ogni luce E si trasformano in canto dolce della vita Tu che hai amato il tuo popolo e i bambini Che hai camminato sempre semplice tra noi Tu ancora appoggiato alla pietra del castello Tu ancora ci insegni a capire cosè il bello Essere come te in questo mondo Dentro la Croce a tenerti per mano Tutti con te in un eterno girotondo… Monsignor Giovanni Senerchia Foto Lapolla

5 Foto : Lapolla Panni è una coppia di dolci sorelle, di Soqqquadro Panni è una coppia di dolci sorelle dal nome antico di Gisa e Carmelina a cui soltanto è toccato quellonore di star vicino a un grande Monsignore. La dolcezza loro e la ferma dedizione il riserbo ed i sorrisi dal balcone la parola misurata come anche lazione sono per Panni ancora una benedizione. Di Monsignore oggi rispecchiano il cuore.

6 La verità è nella parola della strada Da sempre mormora al tuo passo Persino la tua assenza s'è fatta voce di memoria e di storia Persino il tuo silenzio s'è fatto riso sgranato sulla piazza dal vecchio campanile. La verità è nel sussurro della murgia Da sempre accorda una preghiera Persino la tua vita s'è fatta eco dei riflessi del mondo Persino il tuo perdono s'è fatto luce soffusa sul castello da una vecchia finestra. La verità è nel tuo sonno in un paese da sempre segno del tuo bene del tuo andare sereno a stendere speranza tra le corde stese su una felicità che viene. Di Gegè A Don Antonio Longo

7 Don Antonio Longo Panni è Don Antonio, Licietta Capammont Panni è da sempre un grande mistero con un sorriso antico ed un vocione e due spalle che reggono il Castello due mani enormi in tanta benedizione. Una parola amica e vera per ciascuno e mille pene in silenzio per ognuno la serena accettazione dogni giorno umile pianta ma con un forte tronco. Panni è per sempre Don Antonio Longo. Foto Lapolla

8 Don Michele De Michele VIAGGIO CON LEI... Sempre hai portato in viaggio la preghiera A ogni ritorno per sempre assieme a lei Hai trasvolato nel mondo a mani piene Sempre donando ore e gioie serene Poi ti ha chiamato la voce di un paese Che hai amato nel silenzio degli sguardi A mani giunte dentro una chiesetta Che tu da sempre hai difeso e protetta Quando il gridare oscuro della falce Ti ha svegliato dal leggere ogni vita Dal consigliare mite e dal perdono Tu le hai sorriso e lhai abbracciata Tu lhai stretta e amata come un dono E continui a viaggiare dentro il cielo La tua preghiera è oggi il tuo strascico La tua preghiera è per te sposa e velo… Grazia De Michele

9

10 LETTERA APERTA A DON MICHELE... Caro Don Michele, ti scrivo in occasione della prossima festività dellImmacolata, la tua devozione per la nostra mamma del Cielo era profonda e grande e sincera: forse per questo sei volato altrove durante la tua vita e hai solcato grandi altezze in aria??? Volevi avvicinarti a Lei per vedere se quel viso corrispondeva a quello delle immagini che veneravi,della dolce statua del tuo paese che tante volte hai portato in processione?? Forse sì, o forse desideravi fare della tua fede unavventura da condividere anche dallaltra parte del mondo, dove comunque in compagnia della Madonna hai seminato valori e preghiere universali…Però, però… quella voce di dentro quante volte ti chiamava quasi gridando e quante volte hai avuto nostalgia del tuo campanile! E hai scelto il ritorno allombra calda del Castello, tra la tua gente, i tuoi campi, il tuo fiume, il tuo sasso pieno di storie da ascoltare e di cuori da consolare. Come se tu non fossi mai partito. Hai scelto di restare vicino a quegli sguardi che sono stati il tuo ultimo addio e insieme il tuo ultimo sorriso: Panni! Buona festa dellImmacolata a te don Michele, tu puoi di più adesso, sei vicino a Lei, consegnale tutti noi e pregala di proteggerci con la sua veste meravigliosa…statt buon don Michè… Un paesano di Montesario

11 Processione del Venerdì Santo P. Antonio M. SARACENO Panni è un uomo diverso in veste bianca, Soqqquadro Panni è un uomo diverso in veste bianca che la preghiera frequente mai stanca forte e fermo e severo il suo cantare bene di tutti il suo limpido pensare… Ha un nome dai riflessi antichi e nuovi accenti veri di parola e i gesti buoni si chiama Antonio come un grande Santo, frate e parroco del paese di cui è vanto.

12 15 Agosto benedizione delle Spighe

13 Intervista a Padre Antonio… Padre Antonio, te lo vorrei proprio chiedere questo fatto qua, ci penso ogni volta che passo un poco più avanti alla porta della Chiesa per andarmene al Castello a fare un giro o scendermene alla Taverna a comprarmi un giornale o a fare la spesa, e per forza che ci penso !!!!Che vedo sempre? Tre o quattro, bianchi o bianchi e blu, piegati quasi sulle ginocchia, anzi quasi con la testa che tocca terra, che zappettano, rivoltano e rastrellano e annaffiano non lo so se dentro vasi o che cosa… Mai che riesco a capire bene, mi pare di averne visto da anni solo la schiena…Poi ogni tanto ripasso e non ci stanno più, al posto loro ci stanno fiori di tutti i colori, e loro zic e zac…spariti!!! Poi allimprovviso, eccoli riapparire, piegati, di schiena, che zappettano, rivoltano e rastrellano e annaffiano…e il giorno dopo…fiori di tutti i colori! Io la vorrei una risposta, Padre Antonio: sono angeli che appaiono e scompaiono perché laria di Panni piace pure a loro? O sono fiori che si trasformano in frati e frati che si trasformano in fiori perché la terra che tu concimi da anni senza risparmiarti dà questi frutti? Rispondimi però Padre Antò, lascia stare per un attimo il concime… Montesario

14 24 Giugno Vestizione della Madonna del Bosco

15 A te, amico pannese, che sei in paese o dallaltra parte del mondo, ma lo stesso con lo spirito vicino alla tua infanzia vissuta a Panni, o vicino ai racconti dei tuoi nonni, o vicino alla nostalgia che ti accompagna di unaltra vita, piena di niente eppure ricca di tutto, Montesario dedica questo ricordo in occasione della prossima data dell8 dicembre, festa dellImmacolata e della Madonna che, come tutti i pannesi, tu di certo onori, a cui chissà quante volte ti rivolgi con il pensiero e la preghiera…E se dire Panni è lo stesso che dire Castello, è vero anche che dire Panni è dire Chiesa, veste sacra, sacerdote; sono loro a slanciare ad altezze sempre più grandi la cima della nostra amata Finestrella dentro cui si conservano anche le loro preghiere per tutti noi… Auguri a tutti …


Scaricare ppt "Ave Maria del Bosco Maria, Vergine del Bosco. Ave, Madre del Signore. Salve, mia Signora e Madre. Regina tu, donaci la pace. Cerco in te la pace che."

Presentazioni simili


Annunci Google