La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Qualità della mobilità internazionale Prospettive nazionali per realizzare la Strategia della mobilità Marzia Foroni Delegato al BFUG Direzione Generale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Qualità della mobilità internazionale Prospettive nazionali per realizzare la Strategia della mobilità Marzia Foroni Delegato al BFUG Direzione Generale."— Transcript della presentazione:

1 Qualità della mobilità internazionale Prospettive nazionali per realizzare la Strategia della mobilità Marzia Foroni Delegato al BFUG Direzione Generale per lUniversità, lo studente e il Diritto allo Studio Universitario Ufficio IV Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca

2 Mobilità: quantità e qualità 1)Entro il 2020, il 20% dei laureati nello Spazio Europeo dellIstruzione Superiore devono aver avuto unesperienza di mobilità internazionale (Lovanio 2009) 2)La mobilità per lapprendimento è essenziale per assicurare la qualità dellistruzione superiore (Bucarest 2012) Approccio sistemico per la promozione di una mobilità di qualità

3 Priorità dazione per la strategia della mobilità I Con lapprovazione della Strategia per la mobilità, il Ministro ha impegnato il sistema universitario su questi punti: 1.Elaborazione e realizzazione di strategie o politiche di internazionalizzazione e mobilità; 2.Conferma dellobiettivo e definizione di nuovi obiettivi 3.Apertura dei sistemi universitari e bilanciamento del flussi di mobilità 4.Impegno dei paesi per una mobilità bilanciata 5.Eliminazione degli ostacoli alla mobilità

4 Priorità dazione per la strategia della mobilità II 6.Promozione della mobilità attraverso lassicurazione di qualità e gli strumenti di trasparenza 7.Aumento della flessibilità dei quadri normativi e riduzione delle regolamentazioni 8.Miglioramento delle informazioni sui corsi di studio 9.Comunicazione sui benefici individuali, istituzionali e sociali relativi ai periodi di permanenza all'estero 10.Coinvolgimento degli istituti di istruzione superiore

5 A che punto siamo? Continuazione di attività consolidate Attività in corso dopera Nuove sfide

6 Elaborare una strategia Strategia europeaProposte nazionali Definizione di obiettivi...di sistema: il MIUR deve definire la strategia e gli obiettivi per la mobilità, anche sfruttando loccasione della programmazione triennale 2013 – di istituzione: le Università, nellambito della programmazione di Ateneo, devono definire strategie e obiettivi propri (Legge 240/2010 e programmazione triennale). Individuazione di strumenti di monitoraggio...con il coordinamento del MIUR, occorre rivedere le diverse rilevazioni sulla mobilità in modo da non chiedere le stesse informazioni (o informazioni simili) alle università (ANS, dyners/Erasmus, rendicontazione Fondo Giovani,...). Rimozione degli ostacoli e aumento della mobilità...con il coinvolgimento degli attori rilevanti, rimuovere gli ostacoli esistenti e aumentare la mobilità. Definizione di strategie di comunicazione...le università e il Ministero devono prestare attenzione alla necessità di informazione per favorire la mobilità, promuovere le iniziative esistenti.

7 Raggiungere gli obiettivi di mobilità Strategia europeaProposte nazionali Conferma dellobiettivo il MIUR si impegna, e chiede alle università di fare altrettanto, a massimizzare le opportunità esistenti (incluse le risorse europee, nazionali ed istituzionali) e cercare di crearne nuove per garantire il contributo dellItalia al raggiungimento dellobiettivo. Presenza degli strumenti per monitorare il raggiungimento dellobiettivo...il MIUR sta adeguando i propri sistemi informativi per poter raccogliere i dati necessari allo scopo (ANS). Valutazione dellinclusione di un obiettivo aggiuntivo sulla mobilità in ingresso nello Spazio europeo...laumento degli studenti interessati a studiare in Italia è uno degli obiettivi principali di internazionalizzazione del MIUR attraverso la programmazione triennale e lattenzione rivolta ai Corsi di Studio in lingua inglese. Creazione di strumenti per monitorare altri aspetti della mobilità: dei docenti e dei ricercatori, del personale, e sulla dimensione sociale della mobilità...il MIUR, in collaborazione con le università, dovrà attrezzarsi per raccogliere queste informazioni, considerando sia gli ostacoli organizzativi che quelli normativi.

8 Apertura dei sistemi e bilanciamento della mobilità (punti 3 e 4) Strategia europeaProposte nazionali Analisi dei flussi di mobilità per titoli in entrata ed in uscita...il MIUR deve, partendo dai dati disponibili, analizzare i flussi di mobilità per titoli ed individuare eventuali punti deboli. Possibili problemi: -Squilibri di mobilità tra paesi di provenienza degli studenti in ingresso e paesi di destinazione degli studenti italiani in uscita; -Squilibri nel livello di formazione tra gli studenti in ingresso e gli studenti in uscita. Definizione di soluzioni in sede bilaterale e multilaterale...tra le soluzioni che il MIUR può mettere in campo cè quella di stimolare nelle università la cooperazione internazionale per lofferta formativa (Corsi congiunti) e lindividuazione di incentivi per il rientro dei Laureati. Individuazione di strumenti di supporto per i sistemi penalizzati...il MIUR e le università, in collaborazione con il MAE, dovrebbero proseguire i propri sforzi atti a potenziare i sistemi educativi dei paesi maggiormente colpiti dalla fuga dei cervelli, anche utilizzando gli strumenti messi a disposizione dallUE.

9 Rimuovere gli ostacoli alla mobilità Strategia europeaProposte nazionali Aumentare i finanziamenti disponibili...dato il contesto, le risorse nazionali/europee disponibili (programmazione triennale, fondi Erasmus) saranno distribuite secondo i risultati quantitativi e qualitativi della mobilità. Accrescere la qualità e la rilevanza della mobilità...le università devono: -progettare in modo flessibile lofferta per includere periodi di mobilità; -proporre agli studenti le opportunità di mobilità sin dallorientamento e aiutarli a progettare la mobilità. I Presidi di qualità (valutazione interna) e lANVUR devono valutare i risultati di questo processo. Promozione del co- finanziamento...le università devono reperire risorse, proprie o esterne, aggiuntive a quelle ministeriali/europee per la mobilità. Il MIUR supporterà maggiormente i comportamenti virtuosi. Convenzione di Lisbona e attenzione alle pratiche di riconoscimento...il riconoscimento accademico è di responsabilità delle università. Tra queste si devono diffondere le buone pratiche esistenti – come le raccomandazioni del seminario BoExp di Padova e ladozione di regolamenti di Ateneo per il riconoscimento.

10 Rimuovere gli ostacoli alla mobilità II Strategia europeaProposte nazionali Visti e permessi di soggiorno...le difficoltà permangono. Il MIUR potrà sfruttare il canale aperto con MAE e Interni per i seguiti della direttiva per lingresso degli studenti stranieri per porre nuovamente la questione. Mobilità dei gruppi sotto rappresentati...le università e gli enti per il DSU devono occuparsi dei gruppi di studenti sotto – rappresentanti nella mobilità, in particolare quelli in condizioni socio – economiche svantaggiate. Vanno diffusi i comportamenti virtuosi delle università che tengono conto del problema nella formulazione dei bandi per la mobilità e i comportamenti virtuosi degli enti per il DSU che riservano risorse aggiuntive per gli studenti beneficiari di borsa che vanno in mobilità. Apprendimento delle lingue straniere e aumento delle competenze linguistiche dei docenti...lapprendimento delle lingue per gli studenti inizia dalla scuola primaria, il MIUR deve investire sullapprendimento delle lingue ai livelli educativi precedenti e garantire, insieme alle università nella progettazione dellofferta formativa, che esso prosegua.

11 Assicurazione della qualità e strumenti di trasparenza I Strategia europeaProposte nazionali Applicazione del Quadro dei titoli...il MIUR, entro il 2012, deve completare la certificazione del Quadro dei titoli italiani e garantire che le nuove procedure di accreditamento dei Corsi di studio includano un riferimento ai livelli del Quadro. Nella proposta ANVUR del nuovo sistema di accreditamento è presente un chiaro riferimento ai Descrittori di Dublino nella Scheda Unica per lAccreditamento (SUA – CdS). Applicazione del sistema ECTS...il MIUR invita le Università a applicare pienamente la Guida per lUtente ECTS approvata in sede europea. Diffusione del Supplemento al Diploma...insieme ad ISFOL ed ai BoExp, il MIUR ha condotto unindagine sulla diffusione e lutilizzo dello strumento. Cooperazione sul tema dellassicurazione della qualità...lANVUR deve proseguire i suoi sforzi per adeguarsi alle ESG europee. In sede europea, il MIUR deve partecipare allelaborazione di strumenti che facilitino le attività delle Agenzie accreditate presso lEQAR nei paesi dello Spazio europeo.

12 Flessibilità e regolamentazione Strategia europeaProposte nazionali Eviteremo norme rigide e consentiremo una maggiore flessibilità...il MIUR si deve impegnare a rispettare questo impegno e invitare lANVUR a fare altrettanto. Il nuovo sistema AVA è loccasione per ridurre gli ostacoli allattivazione di Corsi di Studio e Titoli congiunti.

13 Migliori informazioni sui CdS e sui benefici individuali e collettivi della mobilità (punti 8 e 9) Strategia europeaProposte nazionali Ridurre i tempi di risposta per le candidature degli studenti internazionali...il MIUR deve attivarsi per un confronto sul tema con MAE e Ministero dellInterno e garantire che le nuove procedure per laccreditamento dei Corsi di Studio non penalizzi questi studenti. Semplificare lingresso nel paese ed il superamento dei test di ingresso (dove attivati)...in collaborazione con lUniversità di Cambridge, il MIUR sta attivando una procedura per lorganizzazione dei test in lingua inglese per laccesso ai Corsi di Medicina. Sito web nazionale con le informazioni sul sistema, sullofferta formativa e sul supporto agli studenti...sfruttare loccasione offerta dal portale unico per le informazioni sui Corsi (dl 5/2012, art. 48, c.1) per migliorare le informazioni a disposizione degli studenti internazionali interessati al studiare nelle Università italiane.

14 Coinvolgimento degli istituti di istruzione superiore Adottare e attuare le proprie strategie per internazionalizzazione e mobilità Prestare attenzione alla mobilità ed alle competenze internazionali del personale accademico Creare strutture favorevoli alla mobilità e un quadro organizzativo adeguato Sviluppare le esperienze di internazionalizzazione «at home»

15 GRAZIE PER LATTENZIONE Marzia Foroni


Scaricare ppt "Qualità della mobilità internazionale Prospettive nazionali per realizzare la Strategia della mobilità Marzia Foroni Delegato al BFUG Direzione Generale."

Presentazioni simili


Annunci Google