La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Angela Zanfardino Seconda Università - Napoli Dipartimento di Pediatria Servizio di Diabetologia Pediatrica G.Stoppoloni Via S. Andrea delle Dame, 4 –

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Angela Zanfardino Seconda Università - Napoli Dipartimento di Pediatria Servizio di Diabetologia Pediatrica G.Stoppoloni Via S. Andrea delle Dame, 4 –"— Transcript della presentazione:

1 Angela Zanfardino Seconda Università - Napoli Dipartimento di Pediatria Servizio di Diabetologia Pediatrica G.Stoppoloni Via S. Andrea delle Dame, 4 – Napoli Tel LUTILIZZO DEI MCIROINFUSORI SOTTOCUTANEI NELLA TERAPIA DEL DIABETE MELLITO TIPO 1 IN ETA PEDIATRICA

2 Secrezione insulinica nel pancreas normale La secrezione di insulina è prevalentemente post-prandiale, nel periodo interprandiale e durante il digiuno notturno esiste una quota basale di insulina che controlla luscita del glucosio dal fegato Colazione Pranzo Cena Cena Bed Time Bed Time Insulina

3 Somministrazione insulinica con il microinfusore Il fabbisogno insulinico è suddiviso: - infusione continua per le esigenze metaboliche nel periodo interprandiale e durante il digiuno notturno:velocità basale - dosi per coprire i pasti: boli

4 Dopo circa quarantanni dalla sua introduzione, luso, a livello mondiale, del microinfusore d insulina (CSII) è notevolmente aumentato….

5 Microinfusori disponibili in Italia Animas (Vibe) Medtronic (Veo)Accu-chek(Combo) Dana(Sooil)

6 ACCESSORI MICROINFUSORI

7

8

9 Microinfusori in USA

10 PAZIENTI CHE UTILIZZANO IL MICROINFUSORE NELLE REGIONI ITALIANE D.Bruttomesso, A.Tiengo Dicembre 1998 Gennaio 2002 N° pz con microinfusore

11 Prima CSII Dopo CSII M, 15 a HbA1c: 7,4% M, 15 a HbA1c: 7,2% Usare il microinfusore aiuta a migliorare non solo lemoglobina glicata ma anche la varibilità glicemica

12 Il microinfusore Il microinfusore è composto da: Pompa infusionale Serbatoio Set infusionale

13 POMPA INFUSIONALE: È un Minicomputer costituito da una zona con tasti per la programmazione di boli e di erogazione continua dinsulina;e da una nicchia dove viene inserito il serbatoio.

14 SERBATOIO: È la cartuccia contenente la dose dinsulina sufficiente per 3-6 giorni.

15 SET INFUSIONALE: È composto da un catetere e una cannula sottile e flessibile che eroga linsulina dal microinfusore allorganismo. La cannula viene inserita appena al di sotto della pelle, di solito nella zona addominale.

16 I set infusionali possono rimanere in sede due o tre giorni e vengono sostituiti dal ragazzo o dai genitori. Il microinfusore e il set dinfusione possono essere scollegati dal corpo per fare la doccia,cambiarsi i vestiti e fare sport.

17 STEPS OPERATIVI PREPARAZIONE MICROINFUSORE Lavarsi le mani Preparare un campetto con tutto loccorrente (pompa,batterie,insulina,set infusionale,disinfettante,garze sterili,cerotto) Disinfettare la cute Assicurarsi che nel microinfusore sia inserita la basale Riempire di insulina il sebatoio Attaccare il set infusionale Inserire il serbatoio nella pompa Riempire il set controllando laria nel tubo.

18 Queste ultime operazioni vengono insegnate al paziente, insieme al funzionamento della pompa, in sole due lezioni gestite da un medico, un infermiere e un informatore farmaceutico Una terza lezione è bene programmarla dopo circa un mese dallimpianto, per insegnare al paziente a personalizzare, quanto più possibile, la terapia attraverso il calcolo dei carboidrati

19 VARIABILI DA CONSIDERARE CON IL MICROINFUSORE Motivazione del paziente Motivazione del paziente Età e grado di istruzione del paziente Età e grado di istruzione del paziente Condizioni psichiche (necessaria la stabilità) Condizioni psichiche (necessaria la stabilità) Condizioni cliniche al momento di iniziare la terapia Condizioni cliniche al momento di iniziare la terapia Attività e ritmi di vita del paziente Attività e ritmi di vita del paziente Coinvolgimento della famiglia Coinvolgimento della famiglia Accurato esame costo/beneficio per il singolo paziente Accurato esame costo/beneficio per il singolo paziente Motivazione del paziente Motivazione del paziente Età e grado di istruzione del paziente Età e grado di istruzione del paziente Condizioni psichiche (necessaria la stabilità) Condizioni psichiche (necessaria la stabilità) Condizioni cliniche al momento di iniziare la terapia Condizioni cliniche al momento di iniziare la terapia Attività e ritmi di vita del paziente Attività e ritmi di vita del paziente Coinvolgimento della famiglia Coinvolgimento della famiglia Accurato esame costo/beneficio per il singolo paziente Accurato esame costo/beneficio per il singolo paziente

20 INDICAZIONI per il MICROINFUSORE in età pediatrica Impossibilità di normalizzare la glicemia con le iniezioni multiple di insulina (HbA1c elevata) Impossibilità di normalizzare la glicemia con le iniezioni multiple di insulina (HbA1c elevata) Ipoglicemie ricorrenti Ipoglicemie ricorrenti Fenomeno dellalba non modificabile con la terapia ottimizzata (4 iniezioni al dì) Fenomeno dellalba non modificabile con la terapia ottimizzata (4 iniezioni al dì) Desiderio del paziente di evitare le frequenti iniezioni di insulina (agofobia) Desiderio del paziente di evitare le frequenti iniezioni di insulina (agofobia) Desiderio di normalizzare lo stile di vita Desiderio di normalizzare lo stile di vita Difficoltà a mantenere uno stato di benessere (chetoacidosi ricorrenti, frequenti ospedalizzazioni) Difficoltà a mantenere uno stato di benessere (chetoacidosi ricorrenti, frequenti ospedalizzazioni) Impossibilità di normalizzare la glicemia con le iniezioni multiple di insulina (HbA1c elevata) Impossibilità di normalizzare la glicemia con le iniezioni multiple di insulina (HbA1c elevata) Ipoglicemie ricorrenti Ipoglicemie ricorrenti Fenomeno dellalba non modificabile con la terapia ottimizzata (4 iniezioni al dì) Fenomeno dellalba non modificabile con la terapia ottimizzata (4 iniezioni al dì) Desiderio del paziente di evitare le frequenti iniezioni di insulina (agofobia) Desiderio del paziente di evitare le frequenti iniezioni di insulina (agofobia) Desiderio di normalizzare lo stile di vita Desiderio di normalizzare lo stile di vita Difficoltà a mantenere uno stato di benessere (chetoacidosi ricorrenti, frequenti ospedalizzazioni) Difficoltà a mantenere uno stato di benessere (chetoacidosi ricorrenti, frequenti ospedalizzazioni)

21 Criteri di esclusione per CSII Scarsa capacità/volontà di autocontrollo Condizioni psichiche non adeguate Difficoltà di supporto dei familiari Incapacità di utilizzo del Microinfusore Scarsa adesione al programma di controlli medici

22 POSSIBILI PROBLEMI CON IL MICROINFUSORE Interruzione dellinfusione (grave iperglicemia con potenziale chetoacidosi) Interruzione dellinfusione (grave iperglicemia con potenziale chetoacidosi) Reazioni locali e infezioni nella sede di posizionamento dellago (rari con i nuovi cateteri) Reazioni locali e infezioni nella sede di posizionamento dellago (rari con i nuovi cateteri) Avaria della pompa per infusione (rara) Avaria della pompa per infusione (rara) Aumento di peso Aumento di peso Interruzione dellinfusione (grave iperglicemia con potenziale chetoacidosi) Interruzione dellinfusione (grave iperglicemia con potenziale chetoacidosi) Reazioni locali e infezioni nella sede di posizionamento dellago (rari con i nuovi cateteri) Reazioni locali e infezioni nella sede di posizionamento dellago (rari con i nuovi cateteri) Avaria della pompa per infusione (rara) Avaria della pompa per infusione (rara) Aumento di peso Aumento di peso

23 Chi può usarlo?

24 La più piccola…

25 … La più bella ! Miss America 1999

26 Microinfusori e calcolo dei carboidrati Tutti i microinfusori, disponibili in Italia, hanno la possibilità di aiutare i pazienti nel calcolo dei carboidrati Il calcolo dei carboidrati consiste nel calcolare la dose di insulina utile a metabolizzare quantità definite di carboidrati

27 Novità futuribili ?????

28 Patch-pumps Scompare il tubicino di collegamento tra micro e cateterino sulladdome Massima discrezione grazie al telecomando Non sono ancora disponibili in Italia Eccessivo surriscaldamento dellinsulina?

29 SISTEMI INTEGRATI

30 Sistema integrato : microinfusore + sensore per la glicemia A: Pompa da insulina e ricevitore CGM B: Set da Infusione C: Sensore D: Transmettitore

31 Pancreas artificiale

32 Chiusura dellansa

33

34

35 Il microinfusore sottocutaneo di insulina rappresenta unopzione terapeutica moderna La scelta del paziente adatto è condizione indispensabile alla riuscita della terapia


Scaricare ppt "Angela Zanfardino Seconda Università - Napoli Dipartimento di Pediatria Servizio di Diabetologia Pediatrica G.Stoppoloni Via S. Andrea delle Dame, 4 –"

Presentazioni simili


Annunci Google