La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le armi PERCORSI DI STORIA E GEOSTORIA

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le armi PERCORSI DI STORIA E GEOSTORIA"— Transcript della presentazione:

1 Le armi PERCORSI DI STORIA E GEOSTORIA
Dai bastoni acuminati ai missili “intelligenti” 1 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

2 Per affilarli e indurirli si utilizzavano fuoco e pietre.
SASSI BASTONI E OSSA Dal a.C. Per affilarli e indurirli si utilizzavano fuoco e pietre. Le prime armi nella storia dell’uomo furono sassi da lanciare e bastoni acuminati. Si passò poi alla lavorazione della pietra e dell’osso, affilati e appositamente sagomati. Austria Paleolitico. Pietra in selce simile a un coltello. Francia Paleolitico superiore. Utensili in osso: arpone a un rango e a due ranghi, punteruoli e ago con cruna. 2 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

3 IL PROPULSORE L’ISTANTANEA 3
Si tratta un’arma primitiva che consentiva di cacciare anche animali di grossa taglia (come le renne). Era costituita da un pezzo di legno con un’apposita scanalatura, entro cui veniva riposto il corpo da gettare (per esempio una freccia). Grazie a una veloce rotazione del braccio, l’oggetto veniva scagliato con grande forza contro la preda. Francia Paleolitico. Propulsore in corno di renna con uccello scolpito (ricostruzione). Altre armi primitive molto diffuse erano le fionde, le cerbottane, i boomerang e le asce (costituite da una pietra legata con tendini a un bastone). 3 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

4 L’INVENZIONE DELL’ARCO
Dal 30000/15000 a.C. Le frecce erano in legno (in genere tasso, olmo, pino) con punte di selce. Si diffuse in Europa probabilmente già a metà del Paleolitico superiore. Algeria deserto del Sahara. Incisioni rupestri. Per migliorare stabilità e precisione venivano applicate piume di grosse uccelli sulla freccia. Le dimensioni dell’arco erano variabili. In molti casi erano alti come un uomo (>150 cm). 4 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

5 NUOVI MATERIALI: I METALLI
GLI STRUMENTI NUOVI MATERIALI: I METALLI ETÀ DEL RAME IV-III millennio a.C. Punte di lance, frecce e lame realizzate in rame. Compaiono i primi pugnali e pugnaletti. ETÀ DEL BRONZO III-II millennio a.C. Daghe, spade, lance e stiletti (coltelli lunghi e affusolati) realizzati in bronzo. La maggiore robustezza del ferro consente di ottenere armi più efficaci. ETÀ DEL FERRO II-I millennio a.C Spade corte, pugnali e armi da difesa (elmi e scudi) realizzati in ferro. 5 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

6 Spade corte e tozze con lama piatta
CHE COSA SONO? LE DAGHE Spade corte e tozze con lama piatta Rappresentano un’arma “di passaggio” dai pugnali alle spade vere e proprie. Egitto 3000 a.c. Daghe e pugnali in bronzo con lame in electron (lega naturale d’oro e argento), manici in avorio e chiodi in rame. 6 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

7 LE MACCHINE D’ASSEDIO CATAPULTA BALISTA Dal V/VI secolo a.C.
al XV secolo d.C. Greci e Romani svilupparono macchine d’assedio dotate di grande forza distruttiva. CATAPULTA BALISTA Venivano utilizzate per scagliare proiettili (in genere pietre o grossi dardi) a lunghe distanze e a grandi velocità. VIDEO La balista di Vitruvio https://www.youtube.com/watch?v=PH1bdoiLNdo Queste macchine furono poi perfezionate in epoca medievale e utilizzate fino all’arrivo di strumenti più potenti come i cannoni (XV secolo). 7 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

8 ARMI E ARMATURE MEDIEVALI
Dal X al XV secolo d.C. Vengono perfezionate le tecniche di difesa passiva con la realizzazione di robuste armature. Una tra le armi maggiormente utilizzate insieme a spade, pugnali, asce ed arco è la balestra. 8 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

9 Nel XIII secolo viene introdotta in Europa la
LE PRIME ARMI DA FUOCO Dal XIV al XVII secolo d.C. Nel XIII secolo viene introdotta in Europa la POLVERE DA SPARO Un secolo dopo vengono realizzati e impiegati i primi rudimentali prototipi di cannoni. Segue nel XV secolo il primo congegno a miccia: L’ARCHIBUGIO. È l’antenato del moderno fucile. Con l’introduzione del meccanismo a ruota vengono poi realizzate armi più piccole e precise come LA PISTOLA E IL MOSCHETTO. Il meccanismo a ruota permette l’accensione della carica tramite scintille: sfrutta la capacità della pirite di produrre scintille se sfregata contro un metallo. Archibugio a ruota e miccia, forse appartenuto a Luigi XIII di Francia ( ). 9 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

10 LA POLVERE DA SPARO ZOOM SUI CONCETTI 10
Detta anche polvere nera è costituita da salnitro (nitrato di potassio), carbone vegetale e zolfo. È arrivata in Europa dalla Cina, dove pare fosse già utilizzata intorno al X secolo. È in grado di liberare una quantità enorme di energia in un brevissimo lasso di tempo. Le armi moderne utilizzano polveri dette infumi, composte da nitroglicerina o nitrocellulosa. 10 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

11 L’ARTIGLIERIA PESANTE
Dal XVI al XIX secolo d.C. CANNONI A partire dal XVI secolo conoscono continui miglioramenti in termini di gittata, celerità e precisione di tiro. MITRAGLIATRICI Il primo prototipo di mitragliatrice viene impiegato nel XIX secolo durante la guerra franco-prussiana. È simile nella struttura a un cannone ma presenta già il caratteristico fuoco a mitraglia. Francia XIX secolo. Guerra franco-prussiana. Combattimenti di artiglieria: cannoni (sopra), mitragliatrici (sotto). 11 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

12 TAMBURO E CARTUCCIA LO SAPEVI CHE… XIX SECOLO 12
Il tamburo segna un vero e proprio spartiacque nella storia della pistola moderna… ma è solo con l’invenzione della cartuccia che polvere da sparo, proiettile e innesco vengono riuniti in unico “modulo di sparo”. Consente di sparare più colpi a ripetizione. Velocizza notevolmente il tempo di ricarica. 12 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

13 LA PRIMA GUERRA MONDIALE
XX secolo d.C. CANNONI MITRAGLIATRICI BOMBE E MINE CARRI ARMATI AEREI E NAVI DA GUERRA GAS TOSSICI VIDEO Le nuove armi 13 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

14 MEZZI CORAZZATI E ANFIBI BAZOOKA E LANCIAFIAMME
LA SECONDA GUERRA MONDIALE XX secolo d.C. ARMI SEMIAUTOMATICHE CACCIA E BOMBARDIERI MEZZI CORAZZATI E ANFIBI BAZOOKA E LANCIAFIAMME SOMMERGIBILI BOMBA ATOMICA VIDEO I sommergibili tedeschi U-Boot 14 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

15 LA BOMBA ATOMICA L’ISTANTANEA 15 BOMBA ATOMICA SU HIROSHIMA
6 AGOSTO 1945 BOMBA ATOMICA SU NAGASAKI 9 AGOSTO 1945 HIROSHIMA DEVASTATA DOPO LA BOMBA ATOMICA 15 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

16 N B C ARMI DI DISTRUZIONE DI MASSA LE ARMI DI TIPO NBC
Dal XX al XXI secolo d.C. ARMI DI DISTRUZIONE DI MASSA ARMI NUCLEARI ARMI BIOLOGICHE ARMI CHIMICHE N B C Bombe e testate nucleari Batteri, virus e tossine Sostanze chimiche liquide, solide, gassose 16 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

17 ! I MISSILI “INTELLIGENTI” Dal XX al XXI secolo d.C. 17
Sono guidati a distanza tramite programmi satellitari e sistemi laser. Contengono nella loro struttura computer chip o sistemi computerizzati. Vengono utilizzati per colpire obiettivi di guerra strategici e predeterminati. Un esemplare di missile “intelligente” Tomahawk BGM-109 delle forze armate statunitensi. VIDEO Tomahawk nella guerra in Libia ! Nonostante le tecnologie estremamente sofisticate i missili “intelligenti” hanno dimostrato di non essere infallibili, causando anche gravi perdite tra i civili. 17 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

18 LO SAPEVI CHE… I DRONI Velivoli comandati a distanza e privi di pilota In genere sono utilizzati per operazioni di ricognizione VIDEO Come funziona un drone 18 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari

19 1 2 3 FISSIAMO I CONCETTI E ORA…
Al di là dell’efficacia e del potenziale distruttivo, quali pensi siano le maggiori differenze tra le armi primitive e quelle di oggi? Pensa alle loro finalità… 1 L’introduzione della polvere da sparo è stata all’origine di una vera e propria rivoluzione negli armamenti. Indica almeno 5 vantaggi apportati dalle armi da fuoco. 2 Rifletti sull’attuale situazione geopolitica mondiale e spiega quale sarà dal tuo punto di vista il futuro della armi. Armi di tipo NBC o armi “intelligenti”? 3 19 De Agostini © 2013 – De Agostini Scuola – Novara Autore: Luca Montanari


Scaricare ppt "Le armi PERCORSI DI STORIA E GEOSTORIA"

Presentazioni simili


Annunci Google