La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EPATITE A. FAMIGLIA:Picornaviridae GENERE:Hepatovirus VIRUS:RNA (elica singola) STABILITÀ:etere, acidi, calore, ambiente TRASMISSIONE:essenzialmente orofecale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EPATITE A. FAMIGLIA:Picornaviridae GENERE:Hepatovirus VIRUS:RNA (elica singola) STABILITÀ:etere, acidi, calore, ambiente TRASMISSIONE:essenzialmente orofecale."— Transcript della presentazione:

1 EPATITE A

2 FAMIGLIA:Picornaviridae GENERE:Hepatovirus VIRUS:RNA (elica singola) STABILITÀ:etere, acidi, calore, ambiente TRASMISSIONE:essenzialmente orofecale INCUBAZIONE:circa 1 mese VIREMIA:transitoria DECORSO:2 mesi GRAVITÀ:variabile in relazione alletà MORTALITÀ: 0,1% - 1,5% CRONICIZZAZIONE:assente (10% evoluzione complicata) MARKERS:anti-HAV IgM, IgG LIVELLI ENZIMATICI:elevati per 4 mesi circa

3 RESISTENZA SENSIBILIÀ 60° C per 1 h Etere Cloro (1 ppm per 30) Soluzioni a pH 3 Calore umido 100°C per 5 min Raggi UV formalina EPATITE A

4 SORGENTE uomo malato portatore precoce OSPITE DIRETTA (bambini, nuclei familiari, collettività) INDIRETTA (acqua, alimenti, mosche)

5 PATOGENESI EPATITE A PENETRAZIONE VIA ORALE P.I giorni TUBO DIGERENTE VENA PORTA FEGATO (si moltiplica attivamente) SANGUE ED ALTRI ORGANI BILE LUME INTESTINALE FECI (alto titolo infettante) RENE URINA

6 EPATITE A PERIODO IN INCUBAZIONE FASE ACUTA CONVALESCENZAGUARIGIONE Virus A nel fegato Virus A nelle feci Virus A nel sangue Anti-HAV IgM Anti-HAV IgG ALT ¦ ¦ 1 ¦ 5 settimane anni

7 EPATITE A Distribution of notified cases by hepatitis type SEIEVA and SEIEVA

8 EPATITE A Incidence rates (x 100,000) of reported acute viral hepatitis cases, by age and year. SEIEVA ETÀ e totale

9 EPATITE A Incidence rates of reported A acute hepatitis cases by geographic area in Italy. SEIEVA

10 EPATITE A EPIDEMIOLOGIA: malattia diffusa in tutto il mondo,con maggiore frequenza nelle zone tropicali e subtropicali, a carattere endemico con periodiche esplosioni epidemiche ogni 5-20 anni. Prevalenza bassa nei paesi del Nord Europa. In Italia lincidenza è diminuita in questi ultimi anni Nel 2004 :2477 casi (1233 in Campania) Nel 2007: 1159 (486 in Campania, 32 in Puglia)

11 VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA DELLEPATITE A o PROGRESSIVO DECLINO DEI TASSI DI INCIDENZA E PREVALENZA o CRESCENTE INCIDENZA DEI CASI IN POPOLAZIONE PIÙ ADULTA o CRESCENTE SEGNALAZIONE DI EPATITI A DECORSO PROTRATTO o CRESCENTE QUANTITÀ DI POPOLAZIONE SUSCETTIBILE o CRESCENTE FACILITÀ DI CONTAGIO PER CHI SI RECA IN ZONE ENDEMICHE o PERSISTENZA IN ITALIA DI SACCHE AD INTERMEDIA ENDEMIA o PERSISTENZA AMBIENTALE DI UN VIRUS ALTAMENTE RESISTENTE o POSSIBILITÀ DI INSORGENZA DI EPISODI EPIDEMICI

12 EPATITE A AREE AD ENDEMIA ETÀ PIÙ COLPITE GRUPPI A RISCHIO DI MALATTIA EPISODI EPIDEMICI ELEVATA< 5 ANNIBAMBINIRARI INTERMEDIA5 – 15 ANNIDIVERSICOMUNI BASSA> 20 ANNI CONTATTI CON MALATI, VIAGGIATORI, TOSSICODIPENDENTI, OMOSESSUALI OCCASIONALI

13 EPATITE A SIEROEPIDEMIOLOGIA DELLINFEZIONE DA HAV INFEZIONE UBIQUITARIA TASSO DI PREVALENZA 5 – 20%NORD EUROPA 20 – 40% EUROPA CENTRALE NORD AMERICA % EUROPA MERIDIONALE PAESI IN VIA DI SVILUPPO

14 EPATITE A

15 EPATITE A: PREVENZIONE o MALATO:- notifica - isolamento per 7 giorni dalla diagnosi o dalla scomparsa dellittero - disinfezione feci ed effetti personali o CONVIVENTI E CONTATTI: nessuna restrizione controlli clinico-chimici o BONIFICA AMBIENTALE o PROFILASSI IMMUNITARIA: vaccino inattivato, adsorbito su allume, altamente immunogeno. Somministrazione per via parenterale: 3 dosi (0 – 1 – 6 mesi) Durata immunità 10 anni. Consigliato per chi si reca in area ad elevata endemicità


Scaricare ppt "EPATITE A. FAMIGLIA:Picornaviridae GENERE:Hepatovirus VIRUS:RNA (elica singola) STABILITÀ:etere, acidi, calore, ambiente TRASMISSIONE:essenzialmente orofecale."

Presentazioni simili


Annunci Google