La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Funzioni del fegato Processazione di amino acidi, lipidi, carboidrati, vitamine assorbiti con la dieta Sintesi delle proteine seriche Detossificazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Funzioni del fegato Processazione di amino acidi, lipidi, carboidrati, vitamine assorbiti con la dieta Sintesi delle proteine seriche Detossificazione."— Transcript della presentazione:

1 Funzioni del fegato Processazione di amino acidi, lipidi, carboidrati, vitamine assorbiti con la dieta Sintesi delle proteine seriche Detossificazione e secrezione nella bile di prodotti tossici endogeni ed ambientali (xenobiotici)

2

3

4

5 Spazio porto-biliare (S) e vena centrolobulare (V) SV

6 Spazio porto-biliare. Epatociti (E), canalicoli biliari (B), Diramazioni della della vena porta (P), arteriola epatica (A) E B B P P A

7 Ittero: colorazione giallastra della cute e delle sclere, dovuto ad aumento della bilirubinemia Bilirubina: prodotto finale della degradazione delleme. Nel fegato è coniugata con lacido glicuronico e secreta con la bile nellintestino, dove è in parte riassorbita (circolo entero-epatico), in parte viene eliminata ed è responsabile del colore delle feci. La parte riassorbita è escreta con le urine (responsabile del colore delle urine).

8 Ittero pre-epatico:aumento di bilirubina non coniugata (indiretta) –Eccessiva produzione di bilirubina: anemie emolitiche Ittero post-epatico: aumento di bilirubina coniugata (diretta) –Ostruzione delle vie biliari Epatiti virali: prevalentemente bilirubina coniugata, ma anche non coniugata

9 Epatiti virali Infezioni del fegato dovute a virus con elettivo tropismo epatico

10 Epatite da virus A Virus a RNA (HAV) Il virus si elimina con le feci: trasmissione oro-fecale –falda acquifera contaminata da scarichi fognari –molluschi crudi Incubazione 2-6 settimane Andamento benigno, si risolve senza sequele (tranne i rarissimi casi di epatite fulminante) Immunità permanente

11 Epatite da virus B Virus DNA (HBV) Trasmissione: –Bassa endemia Sangue e derivati, strumenti chirurgici, aghi (tossicodipendenza), rapporti omo ed eterosessuali –Alta endemia Trasmissione materno-fetale Incubazione 2-6 mesi

12 HBV Può determinare: –Infezione acuta con guarigione, senza sequele –Epatite acuta fulminante –Epatite cronica persistente non progressiva –Epatite cronica aggressiva, con evoluzione in cirrosi –Epatocarcinoma –Infezione asintomatica: stato di portatore sano

13 Antigeni HBV HBsAg: glicoproteina dellenvelope HBcAg e HBeAg: nucleocapside DNA polimerasi Proteina della regione X: ruolo nellintegrazione del virus con il genoma dellospite (cancerogenesi)

14 Epatite da virus C Virus a RNA (HCV) Trasmissione: sangue o dispositivi medici infetti (poco frequente il contagio sessuale) Incubazione 2-6 mesi Epatite lieve o asintomatica nella maggior parte dei casi Cronicizzazione molto frequente

15 Istopatologia dellepatite acuta Danno epatocitario –Rigonfiamento cellulare –Morte cellulare, soprattutto periportale: necrosi (citolisi) o apoptosi (corpi di Councilmann) –Rigenerazione epatocitaria Attivazione delle cellule di Kupffer (fagocitosi dei residui necrotici) Infiammazione linfomonocitaria (spazi porto- biliari, intraepatici) –Nellepatite B: epatociti con citoplasma a vetro smerigliato e nuclei sabbiati

16 Corpo di Councilmann

17 Il citoplasma degli epatociti a dx, omogeneo e finemente granulare (aspetto a vetro smerigliato), fa sospettare unepatite virale di tipo B.

18 Le cellule sono infatti positive per lantigene di superficie del virus dellepatite B (HBsAg)

19 Istopatologia dellepatite cronica Epatite cronica persistente –Scarsi fenomeni necrotici –Infiammazione limitata agli spazi portobiliari Epatite cronica attiva –Necrosi più marcata (necrosi a ponte porto- portale, porto-centrolobulare) –Infiammazione estesa al parenchima epatico –Fibrosi

20 Epatite cronica persistente: linfiltrato è limitato agli spazi porto-biliari

21 Epatite cronica attiva: linfiltrato si estende al parenchima epatico

22 Nellepatite cronica attiva di grado severo linfiltrato infiammatorio si espande nel parenchima epatico, distruggendolo.

23 Epatopatia alcolica Steatosi epatica –Eccesso di prodotti del metabolismo dellalcool, che portano a biosintesi lipidica –Alterata biosintesi e secrezione di lipoproteine –Catabolismo del grasso in periferia Epatite alcolica –Rigonfiamento cellulare e necrosi –Corpi di Mallory –Infiltrazione di neutrofili –Fibrosi Cirrosi

24 Steatosi epatica

25 Cirrosi epatica Cause –Epatopatia alcolica –Epatite cronica –Patologie ostruttive del tratto biliare Primitiva (autoimmune) Secondaria (calcoli)

26 Istopatologia della cirrosi epatica Tralci fibrosi delimitanti il parenchina Noduli di rigenerazione parenchimale Distruzione dellarchitettura lobulare

27 Cirrosi epatica. Le frecce indicano i tralci di tessuto connettivo.

28 I noduli di cirrosi sono separati da ampi setti fibrosi sede di infiltrazione Infiammatoria. Tricromica di Masson (connettivo = blu)

29 Ipertensione portale Aumentata resistenza al flusso ematico nella vena porta Determina: –Ascite –Splenomegalia –Sviluppo di circoli collaterali Varici esofagee

30 Epatocarcinoma; la freccia indica presenza di bile


Scaricare ppt "Funzioni del fegato Processazione di amino acidi, lipidi, carboidrati, vitamine assorbiti con la dieta Sintesi delle proteine seriche Detossificazione."

Presentazioni simili


Annunci Google