La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO F.LLI CORRA' ISOLA DELLA SCALA a.s 2012-2013 LA VALUTAZIONE DEL TESTO SCRITTO RIFLESSIONI E PROPOSTE DI LAVORO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO F.LLI CORRA' ISOLA DELLA SCALA a.s 2012-2013 LA VALUTAZIONE DEL TESTO SCRITTO RIFLESSIONI E PROPOSTE DI LAVORO."— Transcript della presentazione:

1 SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO F.LLI CORRA' ISOLA DELLA SCALA a.s LA VALUTAZIONE DEL TESTO SCRITTO RIFLESSIONI E PROPOSTE DI LAVORO

2 FONTI IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA VALUTAZIONE DELLA PRIMA PROVA DELL'ESAME DI STATO DI II CICLO A cura dell'Accademia della Crusca e dell'INVALSI

3 PERCHE' IL TESTO SCRITTO è la prima prova negli esami di stato? PERCHE' VALUTA LA PADRONANZA LINGUISTICA CHE E' UNA COMPETENZA TRASVERSALE CONOSCERE LA LINGUASAPER USARE LA LINGUA

4 LA PADRONANZA LINGUISTICA E' UNA COMPETENZA CHE TUTTI GLI INSEGNANTI CONTRIBUISCONO A FAR ACQUISIRE E' IMPORTANTE IN TUTTE LE DISCIPLINE

5 TESTO SCRITTO E' UN INDICATORE FONDAMENTALE DELLA PADRONANZA LINGUISTICA PER QUESTO E' IMPORTANTE CHIARIRE LE IDEE SULLA SUA VALUTAZIONE

6 LA COMPOSIZIONE DEL TESTO SCRITTO INDICA SE L'alunno Conosce Comprende Sa usare UNA LINGUA

7 PADRONANZA LINGUISTICA COMPETENZA TESTUALE COMPETENZA GRAMMATICALE LESSICALE E SEMANTICA COMPETENZA IDEATIVA

8 COMPETENZA TESTUALE L'ALUNNO LEGGE E COMPRENDE LE CONSEGNE DATE. L'ALUNNO E' IN GRADO DI ARTICOLARE UN MESSAGGIO EFFICACE E COMPRENSIBILE ( ANCHE DA UN PUNTO DI VISTA GRAFICO). IL MESSAGGIO ARRIVA AL RICEVENTE IN FORMA COMPRENSIBILE E ADEGUATA AL CONTESTO ( ES: LETTERA FORMALE E INFORMALE).

9 COMPETENZA GRAMMATICALE L'ALUNNO CONOSCE E USA CORRETTAMENTE ORTOGRAFIA MORFOLOGIA SINTASSI PUNTEGGIATURA QUESTA COMPETENZA RENDE PIU' COMPRENSIBILI I TESTI E PERMETTE DI COGLIERNE PIENEMENTE IL SIGNIFICATO

10 COMPETENZA LESSICALE E SEMANTICA L'ALUNNO SA USARE MOLTI VOCABOLI ( REPERTORIO LESSICALE) I VOCABOLI IN MODO APPRORIATO AL CONTESTO ( SEMANTICA) E' LA COMPETENZA CHE CRESCE DI PIU' PER L'EFFETTO DELL'ISTRUZIONE

11 COMPETENZA IDEATIVA REPERIRE COSTUIRE GENERARE ELABRORARE ORGANIZZARE LE IDEE COMPETENZA RIFERITA AL CONTENUTO NELLA SUA RICCHEZZA E ORIGINALITA'

12 DESCRITTORI COMPETENZA TESTUALE Impostazione e articolazione complessiva del testo a) Rispetto delle consegne (secondo il tipo di prova) b) Coerenza e coesione nello svolgimento del discorso c) Ordine nellimpaginazione e partizioni del testo (in capoversi ed eventuali paragrafi)

13 COMPETENZA GRAMMATICALE Uso delle strutture grammaticali e del sistema ortografico e interpuntivo a) Padronanza delle strutture morfosintattiche e della loro flessibilità e varietà b) Uso consapevole della punteggiatura in relazione al tipo di testo c) Correttezza ortografica

14 COMP. LESSICALE SEMANTICA Disponibilità di risorse lessicali e dominio della semantica a) Consistenza del repertorio lessicale b) Appropriatezza semantica e coerenza specifica del registro lessicale c) Uso adeguato dei linguaggi settoriali

15 COMP. IDEATIVA Capacità di elaborazione e ordinamento delle idee a) Scelta di argomenti pertinenti b) Organizzazione degli argomenti intorno a unidea di fondo c) Consistenza e precisione di informazioni e dati d) Rielaborazione delle informazioni attraverso commenti adeguati e valutazioni personali non estemporanee

16 IL TESTO SCRITTO nell'esame di stato della scuola secondaria di II G. 4 tipologie testuali A. ANALISI DI UN TESTO LETTERARIO B.SAGGIO BREVE O ARTICOLO DI GIORNALE C. TEMA DI ARGOMENTO STORICO D. TEMA DI ATTUALITA' O DI CARATTERE GENERALE

17 COSA PUO' FARE LA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ?

18 SUGGERIMENTI PER TUTTI I DOCENTI LETTURA E COMPRENSIONE DI TESTI E CONSEGNE DI LAVORO DISCUSSIONI USARE LA SCRITTURA PER RIPORTARE ESPERIENZE DI LAVORO E FISSARE LE IDEE FAR ELABORARE BREVI TESTI SCRITTI IN PICCOLO GRUPPO (2 PERSONE)

19 PER PER TUTTI I DOCENTI RAFFORZARE LA PADRONANZA DEL LINGUAGGIO TECNICO SPECIFICO AGIRE SU DUE FRONTI: SCAMBIARE, COSTRUIRE LE IDEE E FARLE ESPORRE IN FORMA ORALE E SCRITTA FAVORIRE L'USO DI SCHEMI PER ORDINARE IN MODO LOGICO LE IDEE Abituare gli alunni ad analizzare nei testi anche i titoli (capitoli, paragrafi) per effettuare delle anticipazioni sui contenuti degli stessi.

20 COSA POSSONO FARE I DOCENTI DI LETTERE testo tipologia A predisposizione di tracce secondo una precisa tipologia testuale (da chiarire anche nel testo della consegna) nel testo letterario considerare sempre: il contenuto (tema, messaggio) e gli elementi formali (metrica, figure retoriche e aspetto grammaticale) perché sono interconnessi contestualizzare i brani analizzati

21 ricavare informazioni da diversi testi su un dato argomento organizzare le idee e un messaggio su un dato argomento, utilizzando ciò che si è letto e studiato e le proprie esperienze e conoscenze personali proporre tracce capaci di orientare il lettore (es: scrivere a usando un determinato registro) Porre sempre attenzione al destinatario dei messaggi (orali o scritti) Testi della tipologia B e D

22 Testi della tipologia C Sviluppare le conoscenze scolastiche disciplinari (metodo di studio). sviluppare le capacità di spiegare argomentare rispettando i rapporti CAUSA/EFFETTO, FATTO/CONSEGUENZA. Saper distinguere un fatto dalla sua interpretazione esprimere idee personali su fatti storici

23 GRAZIE PER L'ATTENZIONE


Scaricare ppt "SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO F.LLI CORRA' ISOLA DELLA SCALA a.s 2012-2013 LA VALUTAZIONE DEL TESTO SCRITTO RIFLESSIONI E PROPOSTE DI LAVORO."

Presentazioni simili


Annunci Google