La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Carla Mariella1 SCUOLA PRIMARIA SAN PIO X FOGGIA RELAZIONE VERIFICA INTERMEDIA Classi Prime Anno scolastico 2009-10.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Carla Mariella1 SCUOLA PRIMARIA SAN PIO X FOGGIA RELAZIONE VERIFICA INTERMEDIA Classi Prime Anno scolastico 2009-10."— Transcript della presentazione:

1 Carla Mariella1 SCUOLA PRIMARIA SAN PIO X FOGGIA RELAZIONE VERIFICA INTERMEDIA Classi Prime Anno scolastico

2 Carla Mariella2 QUESTIONARIO ALUNNI CLASSI PRIME E stato consegnato a 158 famiglie di alunni delle classi prime della scuola primaria un questionario Sez. A25 alunni Sez. B30 alunni Sez. C25 alunni Sez. D23 alunni Sez. E25 alunni Sez. F30 alunni

3 Carla Mariella3 QUESTIONARI PERVENUTI Sono pervenuti compilati in tutte le parti 157 questionari su 158 consegnati; Solo 2 sono stati compilati parzialmente. Solo 2 sono stati compilati parzialmente.

4 Carla Mariella4 I SOGGETTI COINVOLTI Sono stati rilevati i dati riferiti : alla situazione culturale delle famiglie (all.1) alla situazione culturale delle famiglie (all.1)all.1 alla frequentazione dellasilo nido (all.2) alla frequentazione dellasilo nido (all.2)all.2 alla frequentazione della scuola dellinfanzia (all.3) alla frequentazione della scuola dellinfanzia (all.3)all.3 e sono stati confrontati con quelli dell anno precedente. e sono stati confrontati con quelli dell anno precedente.

5 Carla Mariella5 Anno scolastico 2009/2010 ORGANIZZAZIONE (all.4) all.4 LEGGE n.169 del 2008 Docente prevalente NON specializzata L2 h. 22 frontali Docente storia h. 4 frontali per 5 classi Docente inglese h. 2 /3 frontali per 8 classi Docente religione h. 2 frontali per 11 classi Docente laboratori h. 2 interne alle 22 ore

6 Carla Mariella6 PUNTI DI CRITICITA (1) SOLITUDINE DIDATTICA Ventidue ore frontali non lasciano spazio a scambi comunicativi; Ventidue ore frontali non lasciano spazio a scambi comunicativi; Mancanza di confronto e condivisione; Mancanza di confronto e condivisione; Scomparsa di contemporaneità; Scomparsa di contemporaneità; Scomparsa di corresponsabilità educativa e didattica; (eccessivo divario di orario 22h e 2 h) Scomparsa di corresponsabilità educativa e didattica; (eccessivo divario di orario 22h e 2 h)

7 Carla Mariella7 PUNTI DI CRITICITA (2) Docenti assegnati ai laboratori non possono essere sempre presenti alla programmazione settimanale (presenziano la programmazione della loro classe); Docenti assegnati ai laboratori non possono essere sempre presenti alla programmazione settimanale (presenziano la programmazione della loro classe); La stessa programmazione settimanale diventa di classe ; La stessa programmazione settimanale diventa di classe ;

8 Carla Mariella8 PUNTI DI CRITICITA (3) CONFRONTO: Vecchio e nuovo Con il precedente sistema organizzativo (L. 148 del 1990) modulare, il docente aveva consolidato e approfondito lambito disciplinare assegnatogli. Aveva maggior tempo disponibile per: Ampliamenti Ampliamenti Approfondimenti Approfondimenti Ricerche Ricerche Utilizzo contemporaneità per recupero o arricchimento Utilizzo contemporaneità per recupero o arricchimento In virtù dellattuale assetto organizzativo, (L.169 del 2008) il docente unico/prevalente insegna un elevato numero di discipline e ciò non gli consente di dedicare tempo a: Ampliamenti Ampliamenti Approfondimenti Approfondimenti Ricerche Ricerche Utilizzo contemporaneità per recupero o arricchimento Utilizzo contemporaneità per recupero o arricchimento

9 Carla Mariella9 PUNTI DI CRITICITA (4) I docenti sono impossibilitati a: svolgere attività di laboratorio informatico; svolgere attività di laboratorio informatico; svolgere attività di laboratorio scientifico; svolgere attività di laboratorio scientifico; Effettuare visite guidate; Effettuare visite guidate; Effettuare uscite sul territorio (museo, teatro, cinema,…). Effettuare uscite sul territorio (museo, teatro, cinema,…).

10 Carla Mariella10 PUNTI DI FORZA (1) Maggiore attenzione alla complementarità, allintegrazione di discipline, che possono sembrare diverse, ma convergono in principi comuni. Conoscenza più immediata, diretta e approfondita delle problematiche individuali. Focalizzazione rapida dei tempi e ritmi di apprendimento individuali. Focalizzazione delle azioni e dei progressi dellalunno.

11 Carla Mariella11 PUNTI DI FORZA (2) Maggiore e più preciso controllo dellorganizzazione comportamentale della scolaresca. Punto di riferimento per le famiglie. Opportunità per il docente unico/prevalente di formulare un giudizio globale, ma dettagliato, sulle capacità e acquisizioni del singolo alunno (dubbio… sullautenticità-effetto alone?)


Scaricare ppt "Carla Mariella1 SCUOLA PRIMARIA SAN PIO X FOGGIA RELAZIONE VERIFICA INTERMEDIA Classi Prime Anno scolastico 2009-10."

Presentazioni simili


Annunci Google