La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le ICT nella PA Lucio Picci Università di Bologna Roma, 30 gennaio 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le ICT nella PA Lucio Picci Università di Bologna Roma, 30 gennaio 2012."— Transcript della presentazione:

1 Le ICT nella PA Lucio Picci Università di Bologna Roma, 30 gennaio 2012

2 Alcuni slogan Si alla banda larga Si ai servizi telematici nella PA (filosofia L. Stanca) Ma: Non telematizzare l'inefficienza! Open Government Data Now! (Tim Berners Lee) Leggibilità delle politiche!

3 EU Scoreboard: Italia European Commission, Information Society. Italy Country Profile, 2010 Sintesi: Peggio della media EU in quasi tutto

4 Banda larga DSL: compressione dei dati sul doppino telefonico. Sino a 40 Mbit/s downstream VDSL: > DSL (infrastruttura esistente, più o meno) 3GPP Long Term Evolution (LTE) (asta conclusa in settembre, 3 miliardi di incasso). Banda larga: intendiamo principalmente fibra ottica (infrastruttura nuova e costosa!)

5 Si alla banda larga A. Fuggetta: Non possiamo continuare a dire che il problema è una domanda debole: se non ci sono le reti e i servizi da comprare, cè poca domanda da sostenere. Quando si va in giro per i distretti industriali ti dicono che vorrebbero la banda larga e che non cè: che domanda dovremmo promuovere in questi casi? Problema complesso. Considerando la domanda come dato: - Quale standard di servizio e dove? Quale modello insediativo? Come e con quali risorse? - Il sistema è abbastanza dinamico per pensare che l'offerta possa generare domanda? No. - Alibi per non fare le cose difficili & importanti (basta metterci dei soldi, e dato che non si troveranno, non se fa nulla ma intanto noi l'avevamo detto...)

6 Un po' di storia - AIPA (Autorità per l'informatica nella PA): '93-'03 - CNIPA (Centro nazionale per l'informatica nella PA): '03-'09 - DigitPA -'09 (dipende da PCM). opera nell'ambito delle direttive del PCM o Ministro delegato... Consulenza e proposta; Emanazione regole e standard e guide tecniche; Valutazione, monitoraggio e coordinamento; Gestione di progetti di innovazione Lucio Stanca, Ministro per l'innovazione e le tecnologie, '01-'06 politica dei servizi online Ministri Funzione Pubblica: dopo Bassanini, numerosi

7 No alla telematizzazione dell'esistente Risultati complessivamente deludenti Paradigma: ICT come tecnologie abilitanti No a un ministero Si a politiche trasversali, con centro presso il Ministero PA/PCM Centro di competenza agile Obiettivo: una PA più orizzontale, leggibile, trasparente

8 Open Government Data Now! Idea: la PA pubblichi tutto e in formato standard (machine readable data) La differenza col modello pdf è abissale Due strategie: – 1) mettiamoci d'accordo su una ontologia – 2) Raw data now! USA: UK.. etc.

9 Open Government Data / 2 Trasparenza Un ecosistema di controllo diffuso Integrazione di strumenti (mashup) Stimolante ambiente formativo (da insegnare nelle scuole!) Evidence-based policies (Horizon 2020) Al servizio dei media e del loro ruolo di controllo Al servizio della PA (probabilistic auditing)

10 Leggibilità delle politiche 12 mila PA; (almeno) 4 livelli di governance Governance complesse (es, multilevel) sono poco leggibili! Problemi – selezione della classe dirigente – efficienza ed efficacia dell'azione – deresponsabilizzazione degli attori

11 Conclusioni E' auspicabile un'azione di riforma che ricostruisca una visione d'insieme della PA, perché essa sia: – Leggibile – Più orizzontale – Trasparente, attraverso il modello dei dati aperti – Soggetta a un controllo diffuso Il soggetto di imputazione della politica di riforma deve essere ben collegato al centro di competenza tecnologica

12 Grazie


Scaricare ppt "Le ICT nella PA Lucio Picci Università di Bologna Roma, 30 gennaio 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google