La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Metro leggera La via duscita metro leggera La via duscita... è sempre il momento buono per fermarsi un attimo a ragionare e chiedersi dove stiamo andando.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Metro leggera La via duscita metro leggera La via duscita... è sempre il momento buono per fermarsi un attimo a ragionare e chiedersi dove stiamo andando."— Transcript della presentazione:

1 metro leggera La via duscita metro leggera La via duscita... è sempre il momento buono per fermarsi un attimo a ragionare e chiedersi dove stiamo andando … Comitato Metro Bugia Martedì 5 ottobre 2010 chiostro della Cultura STOA via C. Battisti 21-23, Latina

2 PARTIAMO DA UNA DOMANDA VI SIETE MAI CHIESTI IL MOTIVO PER CUI AVVERSO UN BANDO DI GARA EUROPEO CHE NON PREVEDE RISCHIO D IMPRESA E NEL CONTEMPO PREVEDE DEI GUADAGNI FORTI, CERTI E GARANTITI DA UN ENTE PUBBLICO, SI INTERESSI SOLO UNA E UNICA SOCIETA???? NOI DEL COMITATO METRO BUGIA CE LO SIAMO DOMANDATI, E, SE ANCHE A VOI A PRIMO IMPATTO E SEMBRATO ALMENO UN PO STRANO, SARA NOSTRO PIACERE ILLUSTRARVI I RISULTATI DELLE NOSTRE RICERCHE …

3 INIZIAMO TENENDO PRESENTE UNA PREMESSA GLI ELEMENTI FONDANTI DI UN BANDO PUBBLICO NON SONO MODIFICABILI NÈ TANTO MENO NEGOZIABILI IN QUANTO DIVERSAMENTE SI VIOLEREBBERO LEGGI IMPERATIVE INTRODUCENDO ELEMENTI OGGETTIVI DI DISTORSIONE DELLA CONCORRENZA (PAR CONDICIO), CON VANIFICAZIONE DELLA PROCEDURA ESPLETATA DOPO LAGGIUDICAZIONE VI E QUINDI CRISTALLIZZAZIONE DEGLI ATTI POSTI A BASE DI GARA, CON PERDITA DELLA CAPACITÀ DI AGIRE DI DIRITTO PRIVATO DELLENTE PUBBLICO DI CIO NE DAREMO POI I NECESSARI RIFERIMENTI

4 METROLATINA AGGIUDICATARIO SACAIM SCRIVE AL RUP SACAIM DEPOSITA UNA NUOVA CONVENZIONE LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP 27/7/ /11/ /2/ /1/ /1/2007 LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE 19/9/2007 IL COMUNE DI LATINA PUBBLICA IL BANDO31/3/ CONCLUSIONI E CONSIDERAZIONI FINALI

5 1) : PUBBLICAZIONE BANDO E IL 31 MARZO 2006 QUANDO IL COMUNE PUBBLICA IL BANDO SULLA METRO LEGGERA ALLEGATO AL BANDO (ALL.3) E FACENTE PARTE INTEGRALE DEL BANDO STESSO, CE UN DOCUMENTO DI CUI SI PARLERA MOLTO, LA COSIDDETTA CONVENZIONE LA CONVENZIONE OGGETTO MISTERIOSO: CHE COSA E, COSA SANCISCE, E PERCHE E COSI IMPORTANTE? VEDIAMOLO INSIEME VEDIAMOLO INSIEME

6 LA CONVENZIONE E IL DOCUMENTO PIU IMPORTANTE DEL BANDO DETTA I RAPPORTI TRA PUBBLICO E PRIVATO. GLI INTERESSI ECONOMICI SONO REGOLATI DALLA CONVENZIONE ECCOLO IL FRONTESPIZIO DELLA CONVENZIONE ALLEGATA AL BANDO E LO STESSO PROMOTORE, LALLORA RAGGRUPPAMENTO METROLATINA CHE SCRIVE LA CONVENZIONE DEL BANDO DI GARA 1) : PUBBLICAZIONE BANDO

7 L ARTICOLO 21 TENIAMO PRESENTE LARTICOLO 21. LO SEGUIREMO A VISTA NEL TEMPO. E IMPORTANTE, MOLTO IMPORTANTE. COSA RACCONTA? PARLA DI SOLDI. QUANTO E COME GUADAGNERA IL PRIVATO. SI SUDDIVIDE NEI PUNTI a) b) c)

8 1) : PUBBLICAZIONE BANDO L ARTICOLO 21 NEL BANDO IN CUI HA PARTECIPATO SOLO METROLATINA, LART. 21 ALLA LETTERA A) STABILISCE INEQUIVOCABILMENTE CHE IL PRIVATO PERCEPIRA I CONTRIBUTI REGIONALI IN RELAZIONE AI KM*VETTURA PRODOTTI

9 METROLATINA AGGIUDICATARIO SACAIM SCRIVE AL RUP ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP 31/8/ /11/ /2/ /1/ /1/ /9/2007 IL COMUNE DI LATINA PUBBLICA IL BANDO31/3/ METROLATINA AGGIUDICATARIO 31/8/2006 2METROLATINA AGGIUDICATARIO 27/7/2006 CONCLUSIONI E CONSIDERAZIONI FINALI LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE SACAIM DEPOSITA UNA NUOVA CONVENZIONE LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE

10 IL BANDO, DI LIVELLO EUROPEO, VIENE SNOBBATO DAI PRIVATI. NESSUNO LO REPUTA DEGNO DI INTERESSE (solo unaltra società risponde al bando ma poi subito abbandona). IN DATA CON DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 178/2006 A FIRMA DEL DIRIGENTE ALLE GRANDI OPERE (a seguito di gara andata deserta) VIENE AGGIUDICATA LA GARA ALLO STESSO RAGGRUPPAMENTO METROLATINA PROMOTORE DEL PROJECT FINANCING ED ESTENSORE DELLA CONVENZIONE 2) : AGGIUDICAZIONE METROLATINA

11 METROLATINA AGGIUDICATARIO SAICAM SCRIVE AL RUP ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP 27/7/ /11/ /2/ /1/ /1/ /9/2007 IL COMUNE DI LATINA PUBBLICA IL BANDO31/3/ SAICAM SCRIVE AL RUP 31/11/ SACAIM SCRIVE AL RUP 15/11/2006 CONCLUSIONI E CONSIDERAZIONI FINALI LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE SACAIM DEPOSITA UNA NUOVA CONVENZIONE LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE

12 IN DATA LA SACAIM* PROPONE DEGLI EMENDAMENTI ALLA CONVENZIONE ESORDISCE COSI: Egregio ingegnere, come da precedenti comunicazioni e di recente concordato, le trasmettiamo alcuni spunti condivisi con gli istituti finanziatori che, ove opportunamente integrati nel testo della convenzione, potrebbero utilmente contribuire alla migliore impostazione della stessa nellottica del finanziamento degli investimenti da questi previsti secondo le tecniche di finanza di progetto E POI, COSA CHIEDE DI MODIFICARE? * La sacaim spa è una delle società costituenti il raggruppamento Metrolatina 3) : SACAIM SCRIVE AL RUP

13 MOLTE COSE, MA CONCENTRIAMOCI ANCORA SULLART. 21 ALLA RICHIESTA D. SI LEGGE: 3) : SACAIM SCRIVE AL RUP A scanso di equivoci, la SACAIM indica al Comune persino dove inserire questo cambiamento, e cioè al settimo comma dellart. 21. Si parla poi di un testo interpretativo (?) di conguaglio tra i due diversi importi (ma non viene mai inserito né nella Convenzione né tantomeno se ne farà mai riferimento in alcun atto istituzionale) Sul significato di tale cambiamento tra km/vettura prodotti e km/vettura presenti nel PEF attendiamo un attimo … ci chiediamo ora … CHE FINE FANNO TALI RICHIESTE? CHE FINE FANNO TALI RICHIESTE?

14 METROLATINA AGGIUDICATARIO SACAIM SCRIVE AL RUP ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP 27/7/ /11/ /2/ /1/ /9/2007 IL COMUNE DI LATINA PUBBLICA IL BANDO31/3/ /1/ SACAIM DEPOSITA UNA NUOVA CONVENZIONE 17/1/ CONCLUSIONI E CONSIDERAZIONI FINALI LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE

15 IN DATA LA SACAIM DEPOSITA IN COMUNE UNA NUOVA CONVENZIONE IN CUI VENGONO INSERITE TALI RICHIESTE E….. CHE COSA FA LAMMINISTRAZIONE IN SEGUITO ALLINVIO DI QUESTA NUOVA CONVENZIONE? 4) : SACAIM PRESENTA UNA NUOVA CONVENZIONE

16 Convenzione del Convenzione del marzo 2005 (allegata al bando)

17 METROLATINA AGGIUDICATARIO SACAIM SCRIVE AL RUP ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP 27/7/ /11/ /2/ /1/ /1/ /9/2007 IL COMUNE DI LATINA PUBBLICA IL BANDO31/3/ /1/ LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE 18/1/ CONCLUSIONI E CONSIDERAZIONI FINALI LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE SACAIM DEPOSITA UNA NUOVA CONVENZIONE

18 Il giorno dopo si riunisce la giunta. Viene preparata la delibera n. 12 con oggetto approvazione progetto affidamento definitivo della concessione al promotore, che viene approvata in data 18/1/2007 5) : LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE (n.12/07) Viene inserita anche la nuova convenzione come un semplice allegato che di fatto entra, o almeno si vorrebbe far entrare, a far parte della delibera di affidamento definitivo. LA GIUNTA APPROVA

19 Allagato alla delibera de quo cè anche il parere dellavv. Prof. Pascone, con il quale egli esclude ulteriori oneri a carico del bilancio comunale 5) : LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE (n.12/07)

20 COSA PREVEDE TALE NUOVA CONVENZIONE? GLI EMENDAMENTI DI SACAIM IN PARTICOLARE, COME RICHIESTO DALLA SACAIM, PROPRIO AL COMMA 7 DELLART. 21, COMPARE UNA NOVITA DI ECCEZIONALE IMPORTANZA PER IL CALCOLO DEI CONTRIBUTI REGIONALI SI FA ORA RIFERIMENTO ANCHE AI PASSEGGERI INDICATI NEL PEF, MENTRE NON SI FA MENZIONE DELL EVENTUALE CONGUAGLIO Sul significato pratico di tale emendamento accettato dal Comune dobbiamo attendere ancora un attimo 5) : LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE (n.12/07)

21 N.B. IN QUESTA STESURA DI CONVENZIONE NON E PREVISTO A CARICO DEL COMUNE ALCUN INTERESSE IN CASO DI RITARDI DI FINANZIAMENTO AD ESSO NON IMPUTABILI 5) : LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE (n.12/07)

22 METROLATINA AGGIUDICATARIO SACAIM SCRIVE AL RUP 27/7/ /11/ /1/ /1/2007 LA GIUNTA APPROVA LA TERZA CONVENZIONE 19/9/2007 IL COMUNE DI LATINA PUBBLICA IL BANDO31/3/ ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP 19/2/ /9/ CONCLUSIONI E CONSIDERAZIONI FINALI LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE SACAIM DEPOSITA UNA NUOVA CONVENZIONE LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE

23 Il privato non si accontenta. Forse nei cambiamenti effettuati vede ancora delle incertezze sul suo effettivo guadagno (e in effetti ancora potrebbero esserci) e, a scanso di equivoci, decide di fare capire bene cosa vuole. Segue una fittissima corrispondenza tra il Concessionario (ora costituitosi in spa) e il Concedente per vedere rivisitata ancora una volta la Convenzione. Tale corrispondenza è riportata nella delibera n. 511 del 19/9/07 di cui diremo di seguito. 6) : ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP

24 Questi in sintesi sono i passaggi: (pag.1/3) 1) : Nota Metrolatina spa (prot del ) 2) : incontro tra il RUP, i legali di Metrolatina e i rappresentati degli istituti di credito finanziatori che rappresentano lulteriore necessità di allineare il PEF alle nuova convenzione modificata 3) : Nota Metrolatina spa (prot del ) in cui si chiede di apportare ulteriori miglioramenti integrativi allo schema di convenzione, utili per una migliore interpretazione della stessa e per il suo opportuno coordinamento con la documentazione ad essa allegata 4) : Nota Metrolatina spa (prot del ) in cui si trasmette la documentazione revisionata per le necessarie approvazioni da parte della Giunta, propedeutiche alla firma della convenzione 5) : Nota Metrolatina spa (prot del ) in cui si ritrasmette la documentazione revisionata per le necessarie approvazioni da parte della Giunta, propedeutiche alla firma della convenzione 6) : parere Laura Martiniello (consulente aspetti economici finanziari) (prot del ) 6) : ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP

25 Questi in sintesi sono i passaggi: (pag. 2/3) 7) : parere Giovanni Pascone (prot del ) 8) : incontro con Metrolatina per valutare le criticità del PEF e della Convenzione 9) : Metrolatina trasmette nuovo schema aggiornato convenzione e PEF (Prot del ) 10) : altro parere Laura Martiniello 11) incontro Metrolatina - Taglialatela (Segretario Generale) 12) Metrolatina trasmette nuovo schema aggiornato convenzione e PEF 13) parere conclusivo Giovanni Pascone 6) : ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP

26 Questi in sintesi sono i passaggi: (pag. 3/3) 14) primo incontro tra Taglialatela (Segretario Generale) Quirino Volpe (Dirigente Servizio Bilancio) e Lorenzo Le Donne (RUP) con Metrolatina (avv. Angelo De Angelis) 15) secondo incontro tra Taglialatela (Segretario Generale) Quirino Volpe (Dirigente Servizio Bilancio) e Lorenzo Le Donne (RUP) con Metrolatina (avv. Angelo De Angelis) 16) Metrolatina trasmette nuovo schema convenzione comprensivo degli ulteriori aggiustamenti (Prot ) 17) terzo incontro tra Taglialatela (Segretario Generale) Quirino Volpe (Dirigente Servizio Bilancio) e Lorenzo Le Donne (RUP) con Metrolatina (avv. Angelo De Angelis) 18) Metrolatina trasmette ulteriori emendamenti e rivisitazioni (Prot del 30/7/2007) 6) : ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP

27 METROLATINA AGGIUDICATARIO SACAIM SCRIVE AL RUP ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP 27/7/ /11/ /2/ /1/ /1/2007 IL COMUNE DI LATINA PUBBLICA IL BANDO31/3/ LA GIUNTA APPROVA LA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE 19/9/ CONCLUSIONI E CONSIDERAZIONI FINALI SACAIM DEPOSITA UNA NUOVA CONVENZIONE LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE

28 7) : LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE E IL COMUNE COSA FA? Dopo tale serie infinita di cambiamenti, emendamenti, rivisitazioni, miglioramenti, revisioni, aggiustamenti, integrazioni sostanziali, la Giunta si riunisce e… con la delibera n. 511 del 19/9/2007 approva unaltra convenzione (a cui segue relativo contratto rep del 24/9/2007). Poi chiama a raccolta tutta la stampa del capoluogo per esprimere la propria felicità …

29 - Direttamente dalla delibera n. 511/2007 si legge testualmente: Preso atto e confermato che le integrazioni sostanziali da apportare alla convenzione sono, quindi, relative agli articoli 1,2,3 punto g, 7 punto j e m, 17,18,19,21,25,26 e preso atto del parere del RUP e Constatata la necessità, sulla base di quanto relazionato dal RUP ed emerso nel corso dellistruttoria condotta, in più fasi, oltre che dal RUP medesimo, dal Direttore generale e dal Dirigente del servizio Bilancio, di apportare le integrazioni come sopra specificate allo schema di convenzione con il fine di migliorarne la struttura del tessuto convenzionale e contrattuale A VOTI UNANIMI DELIBERA - Di approvare le integrazioni e/o modifiche allo schema di convenzione riformulando i relativi articoli nel testo che segue … 7) : LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE

30 MA CON QUESTO NUOVO ATTO COSA HA FATTO IN CONCRETO IL COMUNE? COSA PREVEDE QUESTA ENNESIMA STESURA DELLA CONVENZIONE? E IN COSA CONSISTONO QUESTE INTEGRAZIONI SOSTANZIALI 7) : LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE

31 ORA NON CE PIU OMBRA DI DUBBIO SULLENTITA DELL IMPORTO CHE LA REGIONE, O MEGLIO IL COMUNE, DOVRA CORRISPONDERE AL PRIVATO! Intanto lart. 21 viene ulteriormente modificato, e, a scanso di ogni equivoco si imprime nero su bianco quanto dovrà essere corrisposto a Metrolatina e come dovrà esser calcolato d ora in poi. Ecco riportato anche lesempio pratico: in relazione al primo anno di esercizio di trasporto tranviario, i Contributi Regionali di cui alla lettera a) che precede saranno corrisposti sul dato previsionale di Km/vettura […], cioè proprio quelli presunti in base al nuovo Piano Economico Finanziario della stessa società, non di certo in base a quelli prodotti previsti dal bando Intanto lart. 21 viene ulteriormente modificato, e, a scanso di ogni equivoco si imprime nero su bianco quanto dovrà essere corrisposto a Metrolatina e come dovrà esser calcolato d ora in poi. Ecco riportato anche lesempio pratico: in relazione al primo anno di esercizio di trasporto tranviario, i Contributi Regionali di cui alla lettera a) che precede saranno corrisposti sul dato previsionale di Km/vettura […], cioè proprio quelli presunti in base al nuovo Piano Economico Finanziario della stessa società, non di certo in base a quelli prodotti previsti dal bando. 7) : LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE

32 Le parti concordano che, in caso di difformità e/o contrasto tra le disposizioni di cui alla presente convenzione e le disposizioni e i principi contenuti nel Piano Economico Finanziario e nella relativa relazione illustrativa, questi ultimi saranno considerati prevalenti ai fini interpretativi. Ma Metrolatina non si fida ancora: nulla deve essere lasciato al caso e allinterpretazione. Incredibilmente tra lart. 1 e lart. 2 dellultima convenzione riesce a fare aggiungere quanto segue: LA CONVENZIONE ORA E CARTA STRACCIA * Il Consiglio Comunale in data 21/12/09 approva la delibera di Giunta del 19/9/07

33 7) : LA GIUNTA APPROVA UNA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE MA QUESTA DEGLI INTERESSI E SOLO UNA QUISQUIGLIA: E INFATTI UN PICCOLO IMPORTO RISPETTO AL VERO GUADAGNO RELATIVO AL CONTRIBUTO REGIONALE Non solo… Metrolatina non si accontenta. Riesce, sempre con una modifica allart. 21 rispetto alla precedente convenzione, a far si che il Comune ora gli corrisponda anche gli interessi legali e gli interessi di mora in caso di ritardo dei pagamenti da parte della Regione. E il Comune che fa ora? Ratifica il tutto con la suddetta delibera, caricandosi di un ulteriore onere.

34 METROLATINA AGGIUDICATARIO SACAIM SCRIVE AL RUP ORA E METROLATINA CHE SCRIVE AL RUP 27/7/ /11/ /2/ /1/ /1/2007 LA GIUNTA APPROVA LA TERZA CONVENZIONE 19/9/2007 IL COMUNE DI LATINA PUBBLICA IL BANDO31/3/ /9/ CONCLUSIONI E CONSIDERAZIONI FINALI LA GIUNTA APPROVA LA SECONDA VARIANTE DI CONVENZIONE SACAIM DEPOSITA UNA NUOVA CONVENZIONE LA GIUNTA APPROVA LA NUOVA CONVENZIONE

35 CONCLUSIONI FINALI COSA HA COMPORTATO IN SOLDONI TUTTO CIO? E SOPRATTUTTO PERCHÉ?

36 CONCLUSIONI FINALI

37 LA FONTE PRINCIPALE DI GUADAGNO E IL CONTRIBUTO REGIONALE (C.R.) PARI AL 78% DEL TOTALE Come si calcola? Facile … C.R.= (km*vettura) x (contributo chilometrico)

38 CONCLUSIONI FINALI Con un lavoro costante, continuativo e certosino fatto di susseguenti fasi modificative, il parametro fondamentale di guadagno (C.R.) si è visto radicalmente trasformato: 1) Si è passati da km*vettura effettivamente prodotti (pochi e incerti) a km*vettura previsti pari a (molti e soprattutto certi) in base alla più che utopica cifra di passeggeri giorno. 2) Nel PEF è stato previsto un contributo chilometrico eccezionalmente elevato rispetto alle altre similari realtà italiane, insperato e mai autorizzato nemmeno in via puramente informale dalla Regione Lazio, pari a ben 8,25 /km (7,50 + iva). - Il gioco è fatto! In ogni caso non ci sarà alcun problema di interpretazione: la convenzione, qualora in contrasto con il PEF, varrà come carta straccia. E poi naturalmente ci saranno le casse comunali dei cittadini di Latina a garantire il tutto …

39 CONCLUSIONI FINALI QUESTO E IL DOCUMENTO DELLA BANCA OBI* DA CUI SI EVINCE: - UN CONTRIBUTO CHILOMETRICO PARI A 8,25 /KM (7,50 + iva10%) -UNA PRODUZIONE PARI A KM*VETTURA TALI VALORI NON RISULTANO PRESENTI NE NEL QUADRO ECONOMICO NE TANTO MENO NELLA CONVENZIONE ALLEGATO AL BANDO

40 CONCLUSIONI FINALI Ma cosa scriveva il Dirigente del settore Grandi Opere e Infrastrutture ing. Le Donne in tempi non sospetti e cioè nellagosto del 2004 nel documento da lui redatto denominato analisi finanziaria ? ….. Vediamolo brevemente insieme

41 CONCLUSIONI FINALI Questo e il frontespizio dellelaborato dellagosto 2004 a firma delling. Le Donne

42 CONCLUSIONI FINALI PRIMA: ricavi regionali C.R.= km*vettura x contributo chilometrico C.R.= * 6 = C.R.= * 6 = DOPO: ricavi regionali C.R.= km*vettura x contributo chilometrico C.R.= * 8,25 = C.R.= * 8,25 = N.B. il PEF prevede un incremento del 2% anno da cui: C.R. nel 2036= N.B. il PEF prevede un incremento del 2% anno da cui: C.R. nel 2036=

43 Sono invalidi gli accordi con il contraente privato che contemplino diritti od obblighi diversi da quelli sanciti con laggiudicazione e la conseguente stipula del contratto. Infatti con la cristallizzazione negli atti di gara delle condizioni del contratto, lEnte procedente perde la disponibilità del contenuto del rapporto contrattuale già instaurato - che resta inderogabilmente regolato dallo schema approvato con lindizione della gara - e, quindi, la capacità di convenire con la controparte condizioni diverse da quelle conosciute dai partecipanti al confronto concorrenziale, con conseguente invalidità di accordi di tal fatta. Consiglio di Stato, sez. 5a, n del 14 luglio 2003GIURISPRUDENZA

44 Consiglio di Stato, sez. 5a, n del 13 novembre 2002 Va negata la possibilità di modificare le condizioni contrattuali di affidamento della realizzazione di unopera, sia prima che dopo laggiudicazione, perché non vi è capacità di agire di diritto privato dellEnte in tal senso ed, inoltre, vi è violazione delle regole di concorrenza e di parità di condizioni tra i partecipanti alle gare pubbliche. Infatti la modifica del corrispettivo richiesto o di altri elementi significativi dellofferta risultata aggiudicataria, sia in aumento che in diminuzione, muta le condizioni su cui si è pervenuti all''aggiudicazione con gli altri eventuali concorrenti che avrebbero potuto orientare in modo diverso la propria offerta [continua…]GIURISPRUDENZA

45 Consiglio di Stato, sez. 5a, n del 13 novembre 2002 [continua…] Laddove, in esito a procedura concorsuale vengano rinegoziate dall'amministrazione appaltante con il soggetto prescelto come contraente, vengono violate norme imperative ed inderogabili sulla capacità contrattuale dell'ente con conseguente nullità del contratto posto in essere ed inidoneità di esso a produrre effetti. Pertanto, in caso di modifica delle condizioni di aggiudicazione vi è violazione di norme imperative, con conseguente nullità dellatto stipulatoGIURISPRUDENZA

46 Consiglio di Stato, Adunanza Commissione Speciale n.1084 del 12 ottobre 2001 Circa la rinegoziazione al ribasso dell'offerta aggiudicativa dopo l'aggiudicazione nelle gare pubbliche si legge: «Si introdurrebbe, in sostanza, un elemento distorsivo della stessa funzione della gara, nella misura in cui i concorrenti verrebbero indotti ad inglobare nelle offerte il rilievo economico insito nel successivo meccanismo della rinegoziazione». Inoltre «[...] il divieto di rinegoziare le offerte deve razionalmente intendersi in linea di principio [...] anche successivamente all'aggiudicazione, in quanto la possibilità di rinegoziazione tra la stazione appaltante e l'aggiudicatario, modificando la base d'asta, finirebbe coll'introdurre oggettivi elementi di distorsione della concorrenza, violando in tal modo i principi comunitari in materia».GIURISPRUDENZA

47 E per concludere, la violazione di dette norme imperative è contrario anche ai valori costituzionali di buon andamento e imparzialità dellazione amministrativa (art. 97 Cost.) Costituzione, art. 97

48 - La nullità di natura amministrativa opera di diritto (ipso iure) - L'atto nullo è inefficace di diritto -La nullità dellatto amministrativo rende invalido latto stesso che oltre a determinarne l'inabilità a produrre gli effetti per cui era stato posto in essere, ne determina l'insanabilità. L'atto amministrativo nullo è: INESISTENTE INEFFICACE INSANABILE LA NULLITA DELLATTO AMMINISTRATIVO

49 IL FUTURO DELLA NOSTRA CITTA E ANCHE NELLE VOSTRE MANI GRAZIE COMITATO METRO BUGIA

50 1. I TERMINI ESSENZIALI DI UN BANDO NON POSSONO ESSERE MODIFICATI A VANTAGGIO DI NESSUNA DELLE PARTI. 2. INEQUIVOCABILMENTE SONO STATI MODIFICATI DEI TERMINI 3. SI TRATTA DI TERMINI ESSENZIALI? COSA CHIEDE IL COMITATO METRO BUGIA

51 Consiglio di Stato n del 5/6/ n del 20/4/2000 Circolare Consiglio dei Ministri, Dipartimento Politiche Comunitarie, n del 15/11/2991 Che ribadiscono che lautorità appaltante non può legittimamente dar luogo ad una nuova proceduta concorsuale, modificare il contenuto originario dellappalto stesso, e al contempo, tener ferma la posizione dellappaltatore primo aggiudicatario, in quanto ogni procedura di gara è connotata da proprie particolari caratteristiche (indizione; natura e oggetto del contratto; modalità di finanziamento) che, se cambiate in modo significativo, incidono direttamente sullindividuazione dellaggiudicatario. In sede comunitaria qualsiasi negoziazione, anche nella fase successiva allaggiudicazione, con il candidato risultato aggiudicatario va considerata illegittima, in violazione dei principi comunitari in materia violazione della par condicio)GIURISPRUDENZA

52 4. SE QUINDI SI TRATTA DI TERMINI ESSENZIALI LITER PROCEDURALE DEVE ESSERE INVALIDATO E CONSEGUENTE INVALIDA E ANCHE LA CONVENZIONE CAPESTRO 5. CHE IL COMMISSARIO PRENDA ATTO DI QUANTO RILEVATO E PROCEDA A TERMINI DI LEGGE. COSA CHIEDE IL COMITATO METRO BUGIA


Scaricare ppt "Metro leggera La via duscita metro leggera La via duscita... è sempre il momento buono per fermarsi un attimo a ragionare e chiedersi dove stiamo andando."

Presentazioni simili


Annunci Google