La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Clonaggio: vettori plasmidici I plasmidi sono molecole di DNA extra-cromosomali che si auto-replicano Sono presenti in natura in batteri, lieviti e alcuni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Clonaggio: vettori plasmidici I plasmidi sono molecole di DNA extra-cromosomali che si auto-replicano Sono presenti in natura in batteri, lieviti e alcuni."— Transcript della presentazione:

1

2 Clonaggio: vettori plasmidici I plasmidi sono molecole di DNA extra-cromosomali che si auto-replicano Sono presenti in natura in batteri, lieviti e alcuni eucarioti superiori, in uno stato di relazione parassitica o simbiontica verso la cellula ospite Molti plasmidi contengono caratteri (geni) che arrecano beneficio alla cellula ospite (es. resistenza a un antibiotico) Molti plasmidi sono in grado di auto-trasferirsi da una cellula allaltra.

3

4 VETTORI PLASMIDICI -> 0-10 kb VETTORI di inserzione -> 0-10 kb VETTORI di sostituzione-> 9-23 kb VETTORI COSMIDICI-> kb VETTORI PAC (crom. artif. P1)-> kb VETTORI BAC (crom. artif. batt.)-> fino a 300 kb VETTORI YAC (crom. artif.lievito-> Mb

5 Il batteriofago

6 –Libreria genomica: collezione di cloni che include tutto il DNA genomico di una certa specie (es. il genoma umano aploide contiene circa 3x10 9 coppie di basi, che possono essere contenute in circa 1.5x10 5 cloni di 20 kb ciascuno) –Libreria di cDNA: collezione di cloni che include tutte le specie di mRNA (trascritte in cDNA) espresse in un dato tessuto, incluso quelle piu rare Le genoteche o librerie di DNA:

7 Costruzione di una libreria genomica

8

9 Costruzione di librerie genomiche utilizzando il fago come vettore

10 ---GGATCC CCTAGG G GATCC CCTAG G--- BamH1 ---GATC CTAG GATC CTAG --- Sau3A --- GATC CTAG GATC CTAG--- BamH1 Sau3A Sau3A ---G GATCC CCTAG G---

11 Costruzione di una libreria di cDNA

12 Analisi dei cloni ottenuti Crescita dei cloni, purificazione del DNA plasmidico o fagico e analisi con enzimi di restrizione Sequenziamento sottoclonaggio

13 Separazione di frammenti di DNA (o RNA) di diversa lunghezza tramite elettroforesi

14 Visualizzazione dei frammenti separati per elettroforesi

15 MAPPE DI RESTRIZIONE

16 Mappare multipli siti di restrizione

17 Separazione di frammenti di DNA (o RNA) di diversa lunghezza tramite elettroforesi

18 IBRIDAZIONE DI ACIDI NUCLEICI La messa a contatto risultante nellappaiamento di frammenti a singolo filamento provenienti da due fonti diverse: una sonda (popolazione omogenea di molecole note marcate) e un bersaglio (complessa ed eterogenea popolazione di molecole di acido nucleico). Usata per determinare la presenza o la quantita di acidi nucleici con una sequenza specifica corrispondente a quella della sonda nel campione biologico analizzato. Le condizioni a cui si effettua la reazione di ibridazione determinano il grado di divergenza delle sequenze analizzate (stringenza).

19 STRINGENZA La Tm (temperatura di fusione o melting T) caratterizza la stabilita dellibrido che si forma tra la sonda e il suo filamento complementare. La Tm e critica per determinare la temperatura ottimale per usare sonde oligonucleotidiche come sonde per ibridizzare o come inneschi per la reazione di PCR, o sonde non perfettamente complementari. La Tm dipende da: –Lunghezza della sonda –Composizione in basi (G+C e A+T) –Grado di omologia –Concentrazione della sonda e del bersaglio –Ambiente chimico: Concentrazione salina (i cationi monovalenti come ioni Na + stabilizzano la doppia elica, i denaturanti chimici come formamide o urea la destabilizzano)

20 Ibridazione su membrana DNA a doppio filamento fusione Il DNA si lega sul filtro DNA a singolo filamento Incubare con sonda marcata filtro Lavare via il DNA marcato non ibridizzato autoradiografia

21 Sonde per ibridazione DNA RNA Marcate sia - tramite radioattivita(nucleotidi trifosfati con un fosforo radioattivo) - tramite luso di guppi fluorofori (nucleotidi trifosfati coniugati con guppo fluoroforo)

22 Marcatura enzimatica di una sonda a DNA (oligolabeling)

23 Marcatura di una sonda a RNA tramite sintesi in vitro

24 IBRIDAZIONE DI ACIDI NUCLEICI su membrana DNA->DNA –Southern blot –Ibridazione di colonie batteriche o placche fagiche - screening di librerie DNA->RNA (Northern blot) Southern e Northern blot individuano frammenti di DNA o RNA bersaglio gia suddivisi in base alle dimensioni tramite elettroforesi su gel

25 Trasferimento secondo Southern (Southern blot)

26 Il Southern blot permette di effettuare mappaggi di restrizione sia su DNA genomico totale che su DNA ricombinante di individuare i cosiddetti polimorfismi di lunghezza dei frammenti di restrizione (RFLP) di individuare le delezioni o inserzioni geniche

27 Mappatura della mutazione che determina lanemia falciforme, che distrugge un sito MstII e genera un RFLP specifico per la malattia MstII: CCTNAGG

28 Colony o plaque lift e ibridazione


Scaricare ppt "Clonaggio: vettori plasmidici I plasmidi sono molecole di DNA extra-cromosomali che si auto-replicano Sono presenti in natura in batteri, lieviti e alcuni."

Presentazioni simili


Annunci Google