La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LE MARCHE a cura di ILARIA STARVAGGI CUCUZZA Classe V B – Anno Scolastico 2012/2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LE MARCHE a cura di ILARIA STARVAGGI CUCUZZA Classe V B – Anno Scolastico 2012/2013."— Transcript della presentazione:

1

2 LE MARCHE a cura di ILARIA STARVAGGI CUCUZZA Classe V B – Anno Scolastico 2012/2013

3 Laspetto fisico Le Marche si trovano nella zona centro orientale della nostra penisola, ad est sono bagnate dal Mar Adriatico. Confinano a nord con lEmilia Romagna, ad ovest con la Toscana, lUmbria e il Lazio, a sud con lAbruzzo. È una delle regioni più collinari dItalia. Le colline comprendono il 74% del territorio, il 22% è invece montuoso. Le pianure sono solo il 4% e si limitano ad una stretta fascia costiera e alle valli più vicine alle foci dei fiumi. Le montagne delle Marche fanno parte dellAppennino Umbro-Marchigiano e le sue cime più elevate sono: il monte Vettore, il monte Ferma e il monte Pennino che fanno parte del gruppo dei monti Sibillini. I fiumi marchigiani scorrono verso il mare lungo valli parallele tra loro. Hanno percorsi brevi e torrentizi con piene primaverili; i principali sono il Tronto, il Metauro, il Potenza, il Chienti e il Foglia. Il clima varia a seconda dellambiente: freddo e piovoso nella fascia montuosa, temperato nelle aree collinari e mite lungo le coste. La differenza tra linverno e lestate si sente molto, infatti si possono avere degli inverni decisamente freddi e rigidi e delle estati particolarmente calde.

4 Le attività economiche Il capoluogo della regione è Ancona, dal suo porto partono molte navi passeggeri per le isole del Mediterraneo. Molti degli abitanti marchigiani lavorano ancora nellagricoltura e continuano a coltivare le terre povere e aride delle colline. Si producono principalmente orzo e frumento, barbabietole da zucchero, patate, ortaggi e frutta in genere. Nelle zone collinari si trovano delle piantagioni di viti che non producono grosse quantità ma che vengono utilizzate per la produzione di vini di buona qualità. Nella regione si allevano anche bovini, della pregiata razza marchigiana, nota per la buona qualità delle sue carni. Diffuso è anche lallevamento dei suini, dai quali si ricavano ottimi salumi. La pesca sulla costa è molto fiorente, infatti la regione si trova i primi posti nella quantità di pesce pescato. La pesca ha maggior peso rispetto allallevamento. La regione è tra le meno industrializzate dItalia. Valide e numerose le attività artigiane e manifatturiere soprattutto nel settore calzaturiero, dellabbigliamento ed alimentare. Il turismo, negli ultimi anni in forte espansione, si concentra nelle numerose località balneari della costa e in alcune città e antichi borghi di interesse storico ed artistico come Urbino, Jesi e Porto Recanati. Meta di pellegrini religiosi è Loreto con il suo santuario. Di forte interesse le aree naturali protette, come le Grotte di Frasassi e la riserva naturale del Monte Conero.

5 Olive allascolana INGREDIENTI 500 g di olive, pollo arrosto, prosciutto crudo, parmigiano, un uovo più un tuorlo, farina, pane grattugiato. PREPARAZIONE Snocciolare le olive e riempirle con un composto fatto tritando e mescolando insieme il pollo arrosto, il prosciutto crudo, il parmigiano e un tuorlo duovo. Impanare poi le olive ripiene passandole prima nella farina, poi in uovo sbattuto e quindi nel pane grattugiato. Friggerle in olio molto caldo e servirle subito in tavola. In ogni caso le olive ascolane sono molto gustose anche fredde.


Scaricare ppt "LE MARCHE a cura di ILARIA STARVAGGI CUCUZZA Classe V B – Anno Scolastico 2012/2013."

Presentazioni simili


Annunci Google