La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il simbolo La Trinacria sta a rispecchiare i tre capi della Sicilia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il simbolo La Trinacria sta a rispecchiare i tre capi della Sicilia."— Transcript della presentazione:

1

2

3 Il simbolo La Trinacria sta a rispecchiare i tre capi della Sicilia

4

5 Il territorio La maggior parte del suo territorio è montuoso e collinare. I monti principali sono: i monti Peloritani situati a nord, a sud i monti Iblei. Nella piana di Catania si eleva lEtna. I fiumi sono brevi e i laghi sono scarsi e poco estesi. Le coste sono alte e rocciose sul Mar Tirreno invece sul Mar Ionio sono basse nella zona meridionale.

6 clima Il clima in estate è torrido, per questo nelle vacanze la Sicilia viene invasa dai turisti; in inverno è mite.

7 L economia Nelle piane lagricoltura è specializzata soprattutto nella produzione di agrumi, viti, ulivi, frutta, grano, ortaggi e principalmente mandorle. Viene molto praticata la pesca. Il turismo ha grande importanza infatti ogni anno la Sicilia viene visitata da molte persone.

8 PALERMO Palermo è il capoluogo della regione Sicilia ed è la quinta città italiana per popolazione. Possiede molte basiliche, monumenti e palazzi.

9 Le città Agrigento è uno dei maggiori centri dell archeologia. Sorge su due colli. Da un lato si può ammirare il mare; dallaltra si può guardare la valle dei templi. Trapani è la città più industrializzata della parte occidentale dell isola. Siracusa è una piccola città ma questo non vuol dire che non nasconda meraviglie. Messina che dà il nome allo stretto si trova di fronte alla costa della Calabria. Catania è piena di edifici in stile barocco.

10 folklore La cucina siciliana è particolare, composta principalmente da dolci come i cannoli e dalla pasta fresca. Sono famosi i pupi: marionette di legno colorate.

11 Fine! Francesca Giovanni

12

13

14 La Sardegna ha la forma di un rettangolo, il suo territorio è montuoso anche se lalta montagna è assente. La cima più alta è Punta La Marmora,alta 1834 m. La Sardegna è attraversata dalla pianura del Campidano, il fiume più lungo è il Flumendosa.

15 Il clima è mediterraneo lungo le coste, al contrario, nel centro dellisola, è caldo e afoso in estate e più freddo in inverno cioè continentale.

16 Nella pianura del Campidano si coltivano: ortaggi, frutta, barbabietole, agrumi, mandorle e uva da vino. Una pianta molto importante è lolivo, il terreno arido è adatto alla crescita di querce da sughero. È diffuso lallevamento degli ovini. Cè una buona produzione di sale e sughero. Il turismo è molto importante in Sardegna.

17 La città di Cagliari è situata nella zona meridionale della Sardegna. Si trova al centro del Golfo degli Angeli. Confina ad est con la catena dei Sette Fratelli, ad ovest con i monti di Capoterra e a nord con la pianura del Campidano. Ha in comune con Roma, Lisbona e Istanbul il fatto di essere stata costruita su 7 colli che identificano altrettanti quartieri "storici. Il clima della città è tipicamente mediterraneo, con inverni miti ed estati calde

18 Le province sono: NUORO MEDIO CAMPIDANO SASSARI ORISTANO OGLIASTRA OLBIA – TEMPIO CARBONIA- IGLESIAS

19 La cucina è varia e ricca: si alternano piatti di pesce a quelle di carne, sopratutto di agnello, di pecore e maialino. Unaltra specialità è la pasta fatta a mano con cui si preparano i malloreddus, piccoli gnocchi.

20 I nuraghe sono delle torri costruite con grandi pietre pensate per il rifugio oppure per labitazione.

21 Elena Vella Angela Bottone

22

23

24 Il territorio è prevalentemente pianeggiante. La Puglia fa parte della penisola Salentina e separa il Mar Adriatico dal Mar Ionio. Possiede due pianure: quelle del Tavoliere, a nord, e quelle del Salento, a sud. La Puglia è una regione spesso a rischio di siccità. I fiumi sono il Celone, il Carapelle e lOfanto. Le sue coste sono basse e sabbiose.

25 Il clima della Puglia è tipicamente mediterraneo: le zone costiere e pianeggianti hanno estati calde, ventilate e secche e inverni miti e piovosi. Le precipitazioni, concentrate durante l'autunno inoltrato e l'inverno, sono scarse e per lo più di carattere piovoso.

26 Lagricoltura si è sviluppata molto da quando esiste lacquedotto pugliese. La regione è famosa per la coltivazione di olive, e di conseguenza per la produzione di olio extra- vergine. Inoltre la regione è un importante produttrice di ortaggi, uva da tavola, grano, mandorle, vino, olio e tabacco.. I Pugliesi sono abili pescatori, perciò questa regione è importante anche per la pesca di molluschi e crostacei. Lindustria è concentrata nelle grandi città (Bari, Brindisi, Foggia, Taranto). Il turismo sta crescendo, dati i bellissimi paesaggi pugliesi

27 Bari è il capoluogo della Puglia ed è una città altamente meccanizzata; però possiede ancora spirito antico. Bari è famosa per il suo porto: oggi il maggiore, per lo scalo di passeggeri, di tutto il mare Adriatico. In questa città si parla il dialetto barese.

28 La Puglia è divisa in 6 province, di cui i capoluoghi sono:

29 In Puglia si svolge una bellissima cerimonia in onore del Signore Dio nella Settimana Santa. I protagonisti si vestono con una tunica lunga fino ai piedi a stile indiano, senza maniche. Il loro viso è coperto da una maschera lunga e bianca con due fori per gli occhi. Per finire labbigliamento, queste persone indossano un cappello blu ornato da frange spesse.

30 Nel panorama praticamente sconfinato delle architetture tipiche italiane, i trulli sono edifici che più ricordano le case delle fiabe per bambini: vuoi per il pinnacolo bianco, che permette di vederli da lontano, vuoi per il tetto a punta, tutto di pietre scure che paiono giocare con il bianco dellintonaco. Anche le vie dove tali costruzioni si allineano, hanno un aspetto che rimanda ai racconti dei piccoli: un luogo che pare quasi non sfiorato dalla modernizzazione e che lUnesco ha voluto proteggere.

31


Scaricare ppt "Il simbolo La Trinacria sta a rispecchiare i tre capi della Sicilia."

Presentazioni simili


Annunci Google