La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA CALABRIA a cura di CRISTINA VISCOMI Classe V B – Anno Scolastico 2012/2013.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA CALABRIA a cura di CRISTINA VISCOMI Classe V B – Anno Scolastico 2012/2013."— Transcript della presentazione:

1

2 LA CALABRIA a cura di CRISTINA VISCOMI Classe V B – Anno Scolastico 2012/2013

3 Laspetto fisico La Calabria (Calàbbria in dialetto Calabrese) è una regione dellItalia Meridionale di abitanti. Confina a nord con la Basilicata e a sud-ovest con lo stretto di Messina ed è bagnata a est dal mar Ionio e da ovest dal mar Tirreno. Orografia: La Calabria ha una superficie prevalentemente collinare, che si estende per il 49,2% del suo territorio. Presenta ampie zone montuose che coprono il 41,8% del suo territorio: - a nord il versante meridionale del Massiccio del Pollino al confine della Basilicata, con le vette più elevate della Calabria (il Monte Pollino m). - nel nord-ovest si elevano i Monti di Orsomarso. - nel centro-nord la Sila, un vasto altopiano con foreste di aghifoglie e latifoglie che si estende a sud fino a Catanzaro; - al di sotto dellistmo di Catanzaro iniziano le serre Calabresi; - vicino alla Piana di Gioia Tauro si erge il gruppo del monte Poro; - a sud infine si erge lacrocoro dellAspromonte la cui vetta più elevata,il Montalto, raggiunge i 1955m. La pianura più grande della Calabria è la Piana di Sibari; le pianure coprono il 9% del suo territorio e sono tutte di modesta estensione. La costa tirrenica è alta e rocciosa, quella ionica è bassa e sabbiosa. Idrografia: I fiumi della Calabria non presentano generalmente uno sviluppo significativo. Fanno eccezione il Crati e il Neto, i fiumi più lunghi, che sfociano entrambi nel mar Ionio. Gli altri corsi dacqua sono ancora più brevi e hanno le caratteristiche tipiche delle fiumare. Sono stati creati alcuni laghi artificiali per lirrigazione e lelettricità. Clima: Il clima calabrese è generalmente di tipo mediterraneo. Le temperature lungo le coste non scendono mai sotto i 10°C e non salgono mai sopra i 40°C. Sui rilievi dellinterno gli inverni sono rigidi con abbondanti nevicate.

4 Laspetto politico- economico La Calabria ha una densità di popolazione abbastanza bassa, a causa del territorio in gran parte montuoso che non favorisce le coltivazioni e le comunicazioni. La popolazione si concentra in gran parte sulle coste,dove sorgono quasi tutte le città principali: CATANZARO, COSENZA, CROTONE, REGGIO CALABRIA,VIBO VALENTIA. Attraverso lo stretto di Messina le navi traghetto raggiungono la Sicilia. Lagricoltura è praticata nelle piccole pianure costiere. Si coltivano soprattutto agrumi e ulivi. Si trovano castagni, querce, faggi, abeti bianchi, pini e larici. Si allevano in particolare caprini, oltre a bovini, suini e polli. Sulla costa sono presenti alcune aree industriali. Il turismo è sviluppato soprattutto nei centri balneari (Tropea e Isola di Capo Rizzuto).

5 Mostaccioli INGREDIENTI: -1 kg di miele -250 g di zucchero -8 uova (solo tuorli) -250 g di mandorle bianche -1,5 kg di farina -1 bicchiere di liquore anice -1 arancia grattugiata -1 cucchiaino di caffè PREPARAZIONE: 1)versare il miele e lo zucchero in una pentola e scioglierlo a fuoco lento 2)togliere dal fuoco ed aggiungere larancia grattugiata, versare un kg di farina e mescolare 3)versare limpasto in una ciotola e far raffreddare; una volta freddo versare i tuorli, lanice e le mandorle tritate grossolanamente 4)versare sulla spianatoia ed aggiungere la farina rimanente, lavorare poco limpasto per farlo rimanere più morbido 5)formare con esso dei rotoli, schiacciando leggermente la parte superiore 6)infine sistemarli sulla teglia foderata di carta forno ed infornare a 160° per minuti.


Scaricare ppt "LA CALABRIA a cura di CRISTINA VISCOMI Classe V B – Anno Scolastico 2012/2013."

Presentazioni simili


Annunci Google