La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Neuroanatomia. Il Sistema Nervoso Sistema Nervoso Centrale (SNC) Nevrasse: S. Grigia (cell.nervose) + S. Bianca (fibre mieliniche) - Midollo spinale -

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Neuroanatomia. Il Sistema Nervoso Sistema Nervoso Centrale (SNC) Nevrasse: S. Grigia (cell.nervose) + S. Bianca (fibre mieliniche) - Midollo spinale -"— Transcript della presentazione:

1 Neuroanatomia

2 Il Sistema Nervoso Sistema Nervoso Centrale (SNC) Nevrasse: S. Grigia (cell.nervose) + S. Bianca (fibre mieliniche) - Midollo spinale - Encefalo Sistema Nervoso Periferico Sistema Vegetativo

3 Il Sistema Nervoso

4 Cellule del SNC Neuroni Cellule gliali Cellule dei vasi

5 Neuroni Pirenoforo o soma Sostanza grigia Attività proteino-sintetica Sintesi di neurotrasmettitori Dendriti Assone o clinindrasse Rivestito di guaina mielinica (S. bianca) Propagazione delimpulso nervoso

6 Neuroni

7

8 Cellule gliali Astroglia Funzione di supporto Oligodendroglia (oligodendrociti) Mielina assonale Microglia Attiva nei processi patologici infiammatori e/o necrotici

9 Cellule gliali

10 Neurotrasmettitori Glutammato GABA Acetilcolina Dopamina, Serotonina, Noradrenalina. Istamina, Glicina, Peptidi.

11 Il midollo spinale 33 NERVI SPINALI 8 nervi cervicali 12 toracici 5 nervi lombari 5 nervi sacrali 3 coccigei

12 I nervi spinali Radice anteriore: motrice - Origine apparente: solco laterale anteriore - Origine reale: neuroni corno anteriore MS (S. Grigia) Radice posteriore: sensitiva - Origine apparente: solco laterale posteriore - Origine reale: Ganglio spinale

13 Basic Anatomy of the Spinal Cord Central gray matterVentral horn Sensory neuronsVentral root filaments Dorsal root gangliaDorsal columns Dorsal root filamentsLateral columns Dorsal hornVentral columns Intermediate zone

14 Sostanza grigia Corna anteriori: Motoneuroni Corna posteriori Dorsalmente: Neuroni di II ordine da cui origina il fascio spino talamico Ventralmente: colonna di Clarke da cui origina il fascio spino-cerebellare dorsale o diretto Medialmente: nucleo di Bechterew da cui origina il fascio spino cerebellare ventrale o crociato. Colonna intermedio laterale: C8-L2: neruroni simaptici pregangliari S1-S5: neuroni efferenti parasimpatici per linnervazione della vescica, retto e genitali

15 Sostanza bianca Fasci ascendenti Fascicolo gracile di Goll (cordone posteriore) Sensiblità profonda (anestesia omolaterale) Fascicolo cuneato di Burdach (cordone posteriore) Sensiblità profonda (anestesia omolaterale) Fascio spino-cerebellare ventrale crociato di Gowers (cordone laterale) Regolazione cerebellare sui movimenti degli arti omolaterale Fascio spino-cerebellare dorsale diretto di Flechsing (cordone laterale) Regolazione cerebellare sui movimenti degli arti omolaterale Fascio spino-talamico (tra cordone anteriore e laterale) Sensiblità tattile dolorifica (anestesia controlaterale)

16 Dorsal column – medial lemniscus Anterolateral (spinothalamic) system system

17 Sostanza bianca Fasci discendenti Cordone anteriore Fascio piramidale diretto Fascio tetto-spinale (α:corpi quadrigemelli) Fascio reticolo-spinale diretto (α: sostanza reticolare) Fascio vestibolo-spinale (α: nucleo di Deiters) Fascio olivo-spinale Cordone laterale Fascio piramidale crociato Fascio reticolo-spinale Fascio rubro-spinale (α: nucleo rosso)

18 Lateral Motor Systems Lateral Corticospinal Tract Rubrospinal tract

19 Medial Motor Systems Ventral Corticospinal Tract Vestibulospinal Tract

20 Sostanza bianca Cordone anteriore Sistemi discendenti fascio cortico-spinale diretto fascio reticolo-spinale fascio tetto-spinale Sistemi ascendenti Fibre spino-olivari fascio spino-talamico

21 Sostanza bianca Cordone laterale Sistemi discendenti fascio cortico-spinale crociato fascio reticolo-spinale laterale fascio rubro-spinale Sistemi ascendenti Fascio spino-cerebellare ventrale Fascio spino-cerebellare dorsale Fascio spino-tettale Fascio spino-talamico

22 Encefalo Tronco cerebrale Bulbo Ponte Mesencefalo Il cervelletto Il cervello Diencefalo Telencefalo

23 Tronco cerebrale

24 Midollo allungato o Bulbo Contiene i nuclei dorigine dei seguenti nn cranici: nucleo della radice discendente del trigemino (V) nuclei vestibolari e cocleari (VIII): sensitivi nucleo salivatorio inferiore (IX):effettore viscerale; fibre pregangliari parasimpatiche nucleo ambiguo (IX e X):motore somatico (innervazione faringe e laringe) Nucleo del fascicolo solitario (VII, IX e X): sensitivo nucleo motore dorsale del vago (X):effettore viscerale; fibre pregangliari parasimpatiche nucleo accessorio (XI): motore (sternocleidomastiodeo e trapezio) nucleo del n ipoglosso (XII): Motore somatico (mm lingiua e sottojoidei)

25 Ponte Contiene i nuclei dorigine dei seguenti nn cranici: Trigemino (V) (nucleo principale: sensitivo) Trigemino (V) ( nucleo motore o masticatorio; motore somatico) Facciale (VII) (nucleo del n facciale; motore somatico) Abducente (VI) (nucleo del n abducente: motore somatico) Nuclei vestibolari e cocleare (VIII) Nucleo salivatorio superiore (effettore viscerale) Nucleo lacrimatorio (effettore viscerale)

26 Mesencefalo Contiene i nuclei dorigine dei seguenti nn cranici: Oculomotore comune (III): motore somatico Trocleare (IV): nucleo del n trocleare (motore somatico) Trigemino (V) (nucleo mesencefalico) Tubercolo quadrigemini sup ed inf (funzioni visive ed acustiche) Nucleo Rosso e Sostanza nera del Sommering (funzioni extrapiramidali)

27 Tronco cerebrale

28 Cervelletto: Regolazione della motricità Archicerebello: lobo flocculo-nodulare Connessioni vestibolari Centro del controllo dellequilibrio Paleocerebello: lobo ant. e post. del corpus cerebelli Connessioni con il M.S. Regola il tono posturale per la stazione eretta Neocerebello: lobo mediano del corpus cerebelli Connessioni corticali Coordinazioe armonica e precisa dei movimenti volontari

29 Il Sistema Nervoso

30 Cervelletto

31 Il cervelletto Azione tonica: regola la distribuzione del tono muscolare per il mantenimento dellequilibrio. Unalterazione della funzione tonica causerà : Disturbo dellequilibrio (oscillazioni nella stazione eretta) Dismetria (perdita della misura dei movimenti) Azione stenica e statica: Attività sinergizzante e cordinatrice Regola la giusta intensità e la regolare successione dei vari movimenti elementari che costituiscono i movimenti volontari Unalterazione della funzione tonica causerà Asinergia

32 Telencefalo Scissure Circonvoluzioni Lobi

33 Scissure dellencefalo Scissure della faccia laterale Scissura leterale del Silvio Scissura centrale del Rolando Scissura perpendicolare esterna Scissure della faccia mediale Scissura del cingolo Scissura perpendicolare interna Scissure della faccia inferiore Scissura laterale del Silvio Scissura collaterale

34 Scissure dellencefalo

35 Lobi dellencefalo Lobo frontale Lobo parietale Lobo occipitale Lobo temporale Lobo dellinsula

36 Costituzione della corteccia cerebrale I strato: molecolare o plessiforme II strato: granulare esterno III strato: cc. Piramidali medie e grandi esterne IV strato: granulare interno V strato: cc. piramidali grandi interne VI strato: strato delle cc. polimorfe

37 Costituzione della corteccia cerebrale

38 Aree corticali: lobo frontale Area 4: Area motrice primaria circonvoluzione frontale ascendente Rappresentazione somatotopica (Omuncolo motorio) Fascio piramidale Area 6: Area motrice secondaria circonvoluzione frontale inf. media sup. ed interna Vie extra piramidali (controllo e regolazione dei movimenti volontari e tono posturale) Area 8: oculogefalogira anteriormente allarea 6 Movimenti oculari Aree associative (9-14)

39 Rappresentazione somatotopica

40 Aree corticali: lobo parietale Area 3,1 e 2: area sensitiva primaria Circonvoluzione parietale ascendente tramuta in sensazione cosciente gli impulsi della sensibilità generale della metà eterolaterale del corpo Area 5 e 7: area sensitiva secondaria area stereognosica

41 Aree corticali: lobo occipitale Area 17: area ottica primaria Lobo occipitale in corrispondenza della scissura calcarina Gli impulsi luminosi vengono trasformati in sensazioni visive coscienti Area 18 e 19: area ottica secondaria Memoria visiva Area 39: centro verbo-visivo Comprensione del significato delle parole scritte

42 Aree corticali: lobo temporale Area 41 e 42: area acustica primaria Circonvoluzione temporale trasversa (Heshl) Gli impulsi acustici vengono trasformati in sensazioni uditive coscienti Area 22: area acustica secondaria Ricordi mnemonici dei suoni Comprensione del linguaggio parlato

43 Aree corticali: lobo limbico Aree 33, 24, 31,, 23, 26, 29, 30 Circonvoluzione del congolo e istmo del lobo limbico Ricevono afferenze dalla via olfattiva e gustativa Connesso con ipotalamo (Funzioni viscerali e manifestazioni emotive)

44 Rappresentazione citoarchitettonica di Brodmann

45 Centri corticali del linguaggio Centri corticali motori Centro del linguaggio articolato (area 6) Centro della grafia (area 6) Centri corticali sensoriali centro verbo-acustico (area 22) Centro verbo-visivo (area 39)

46 Centri corticali del linguaggio

47 Nuclei del telencefalo: Corpo striato Nucleo Caudato (Via extra piramidale) Putamen (Via extra piramidale) Claustro Nucleo amigdaloideo (via olfattiva)

48 Il sistema dei gangli della base

49 Il sistema extra piramidale o sistema dei gangli della base Nuclei Caudato e Putamen (Neostriato) Globo Pallido (Paleo striato) Sostanza nera di Sommering Nucleo subtalamico di Luys Nucleo Rosso

50 Il sistema dei gangli della base

51 Sostanza bianca dellemisfero cerebrale Centro semiovale Capsula interna Capsula esterna Capsula estrema Sistemi di associazione

52 Principali vie motorie Via piramidale Via Extra-piramidale

53 Vie extra-piramidali Via cortico-strio-pallido-rubro-(reticolo)- spinale Via cortico-strio-pallido-ipotalamo-olivo- spinale Via cortico-ponto-cerebello-rubro-reticolo- spinale

54 Principali vie sensitive Via spino bulbo talamo corticale Via spino talamo corticale Vie sensitive dei nn X IX e VII Via sensitiva del n trigemino Via vestibolare Via acustica Via ottica Via olfattiva

55 Principali vie sensitive

56 Le Meningi Dura madre Aracnoide Pia madre Spazio sotto-aracnoideo e liquido cefalorachidiano

57 Sistema nervoso vegetativo Controllo dei visceri innervando: Muscolatura liscia Ghiandole Muscolo cardiaco

58 Sistema vegetativo Neuroni pregangliari (ach) (corno laterale del MS e NN tronco) Neurnoni post gangliari (gangli simpatici o nei visceri) Ortosimpatico (NA) Parasimpatico (ACh)

59


Scaricare ppt "Neuroanatomia. Il Sistema Nervoso Sistema Nervoso Centrale (SNC) Nevrasse: S. Grigia (cell.nervose) + S. Bianca (fibre mieliniche) - Midollo spinale -"

Presentazioni simili


Annunci Google