La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MODULO DIDATTICO Classificazione e descrizione delle caratteristiche principali dei maggiori taxa animali (poriferi, cnidari, platelminti, nematodi, artropodi,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MODULO DIDATTICO Classificazione e descrizione delle caratteristiche principali dei maggiori taxa animali (poriferi, cnidari, platelminti, nematodi, artropodi,"— Transcript della presentazione:

1 MODULO DIDATTICO Classificazione e descrizione delle caratteristiche principali dei maggiori taxa animali (poriferi, cnidari, platelminti, nematodi, artropodi, molluschi, anellidi, echinodermi, cordati)

2 ARGOMENTON° ORE Principi di embriologia, dalla fecondazione alla gastrulazione. Ectoderma, mesoderma, endoderma 1 Poriferi e cnidari 1 Platelminti e nematodi 1 Artropodi: crostacei, aracnidi, insetti 1 Molluschi e anellidi 1 Echinodermi e deuterostomi minori 1 Caratteristiche dei cordati 1 Ciclostomi, condroitti e osteitti 1 Anfibi e rettili 1 Uccelli e Mammiferi 1 Verifica e restituzione alla classe 2 TOTALE12

3 PREREQUISITI Il processo di gastrulazione Concetto di endoderma, ectoderma, mesoderma Differenza nella gastrulazione tra protostomi e deuterostomi

4 Chordata Cefalochordata Urochordata Vertebrata

5 Chordata Sono deuterostomi, con corpo metamerico (la metameria si riscontra nella muscolatura e nelle vertebre dei vertebrati), ed hanno endoscheletro I vertebrati (quindi anche noi umani!) appartengono al phylum CORDATI

6 La notocorda E il primo organo di sostegno che segue lasse cefalo-caudale. Sostiene le masse di muscolatura metamerica. (Funzione che nei vertebrati viene in seguito svolta dalle vertebre). Si tratta del primo primitivo endoscheletro. Induce la formazione del cordone nervoso.

7 La notocorda ha origine durante lo sviluppo embrionale dal mesoderma. Al di sopra della corda scorre parallelo il tubo neurale, mentre al di sotto si trova il canale digerente

8 La rigidità della notocorda è determinata dalla turgidità delle cellule riempite di fluido e dalle circostanti guaine di tessuto connettivo

9 Cordone nervoso dorsale cavo Il tubo neurale è una struttura presente negli embrioni dei cordati, da cui si origina il sistema nervoso centrale. Di forma cilindrica e munita di cavità centrale, il tubo neurale deriva da una regione ispessita dell'ectoderma, la piastra neurale, attraverso un processo detto neurulazione.

10 La neurulazione (formazione del tubo neurale) a. per pieghe neurali (La maggior parte dei pesi e tuttii Tetrapodi) b. per cavitazione (Agnati e alcuni pesci)

11 Faringe con fessure branchiali Nell'embrione, il tratto anteriore del tubo digerente (detto anche faringe branchiale) è in comunicazione con l'esterno attraverso alcune fessure. Lacqua che passa attraverso le fessure branchiali viene filtrata e lanimale ottiene così ossigeno e cibo, grazie ad uno strato di muco atto a trattenere organismi microscopici planctonici.

12

13 Chordata Si distinguono tre subphyla in base alla estensione della corda: UROCORDATI, corda presente solo nella coda (tratto post-anale) CEFALOCORDATI, corda si estende per l'intera lunghezza del corpo VERTEBRATI, corda si estende fino a circa metà della regione cefalica (una parte del sistema nervoso sopravanza la corda). Urocordati e Cefalocordati sono marini e si alimentano per filtrazione.

14 UROCHORDATA o TUNICATI

15 Le ascidie adulte conservano soltanto una delle caratteristiche principali dei cordati : le fessure branchiali faringee

16

17 CEFALOCHORDATA o ANFIOSSI

18

19

20

21 FILOGENESI

22

23

24 I protocordati filtravano mediante ciglia Gli ostracodermi aspiravano lacqua nella faringe mediante un pompaggio musolare Forma larvale comune da cui discendono tutti i cordati

25 Urocordati Cefalocordati Vertebrati

26 Vestigia dalla notocorda si trovano nel nucleo polposo dei dischi intervertebrali, ma non nei corpi delle vertebre da cui le cellule notocordali spariscono interamente.

27 FINE

28 CERCATE INFORMAZIONI SULLA METAMORFOSI DELLE ALTRE DUE CLASSI DI UROCHORDATA: THALIACEA e LARVACEA

29

30

31 Vertebrata Hanno tutte le caratteristiche dei Chordata, e, in più, la loro corda dorsale viene sempre più strozzata dallo sviluppo delle vertebre (osso o cartilagine) e viene sostituita come struttura di sostegno Riproduzione la riproduzione è sessuata. Si riscontrano viviparismo, ovoviviparismo e oviparismo Locomozione Movimenti ondulatori nei vertebrati acquatici, mediante arti in quelli terrestri (tetrapodi) Alimentazione Primitivamente filtratori senza mandibola (agnati), sviluppano la mandibola e denti sulla mascella e sulla mandibola. Apparato digerente rettilineo Scambi gassosi Nei gruppi acquatici le branchie, primitivamente sulle fessure faringee (agnati e condritti), si aprono in una camera ricoperta dall'opercolo (osteitti). Nei gruppi terrestri, i polmoni, a forma di sacchi semplici (anfibi), o dotati di ampia superficie per effettuare gli scambi di gas. Circolazione Chiusa e semplice in agnati e pesci, diventa doppia incompleta in anfibi e rettili, e doppia e completa in uccelli e mammiferi Sistema nervoso organizzato in sistema centrale costituito da encefalo e midollo spinale, e da un sistema periferico, con gangli paravertebrali e nervi. Il sistema centrale è cavo. L'encefalo è molto sviluppato.


Scaricare ppt "MODULO DIDATTICO Classificazione e descrizione delle caratteristiche principali dei maggiori taxa animali (poriferi, cnidari, platelminti, nematodi, artropodi,"

Presentazioni simili


Annunci Google