La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Opportunità di crescita attraverso la valorizzzione delle risorse locali Oriolo Romano, 5 aprile 2012.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Opportunità di crescita attraverso la valorizzzione delle risorse locali Oriolo Romano, 5 aprile 2012."— Transcript della presentazione:

1 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Opportunità di crescita attraverso la valorizzzione delle risorse locali Oriolo Romano, 5 aprile 2012

2 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Lincubatore è il risultato di un percorso iniziato nel 1998 con lattuazione da parte di BIC Lazio della Misura II.1.7 Centro per linnovazione, la diversificazione e lo sviluppo dellimprenditorialità nelle economie rurali Docup Lazio Ob. 5b 1994/99. Lobiettivo di tale misura era duplice: rafforzare il tessuto produttivo e imprenditoriale delle zone rurali promuovendo vere e proprie filiere di economie integrate favorire lavvio di microimprese LA MISURA II.1.7

3 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Il Programma di Lavoro prevedeva, tra le altre attività: la realizzazione di un Centro di Promozione dellImprenditorialità con spazi per lerogazione dei servizi di incubazione; la creazione di un soggetto che gestisse i servizi erogati dal Centro (ISI); limplementazione di una serie di strumenti strategici per la gestione del processo di sviluppo locale da intraprendere. LA MISURA II.1.7

4 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 AREA DI INTERVENTO Larea individuata fu il comprensorio del lago di Bracciano (in prima battuta i comuni di Allumiere, Barbarano Romano, Blera, Bracciano, Canale Monterano, Trevignano Romano, Vejano) larea si caratterizzava per le seguenti caratteristiche socio economiche: territorio con un insufficiente grado di sviluppo economico presenza di una consistente fascia di popolazione giovanile grado di disoccupazione, soprattutto giovanile e femminile, più elevato rispetto alla media regionale sufficiente grado di coesione sociale sufficiente grado omogeneità culturale, storica ed economica

5 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Tuscia romana

6 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Tuscia Romana Comuniabitanti%superficie%densità Allumiere ,2692,311,34 46,24 Anguillara S ,2674,919,20 252,06 Barbarano R ,3737,344,59 29,73 Bassano R ,2237,464,60 134,78 Blera ,1992,7911,40 36,66 Bracciano ,28142,5217,51 132,61 Canale M ,8836,894,53 107,51 Manziana ,5623,792,92 292,18 Oriolo R ,6319,232,36 195,48 Tolfa ,47167,7620,61 31,31 Trevignano R ,3339,444,84 150,84 Vejano ,8844,365,45 52,68 Villa S. G. in T ,685,250,64 259,81 Totale ,00814,04100,00 99,73 DATIDEMOGRAFICIDATIDEMOGRAFICI

7 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 ComunePopolazioneIncremento Anguillara S ,15184,37 Allumiere ,363,52 Barbarano R ,0333,33 Bassano R ,8141,07 Blera ,2511,03 Bracciano ,0477,21 Canale M ,1959,47 Manziana ,9174,47 Oriolo R ,9080,29 Tolfa ,657,07 Trevignano R ,36118,95 Vejano ,5037,83 Villa S. G. in T ,8123,77 Tot ,3869,62 DATIDEMOGRAFICIDATIDEMOGRAFICI A Roma negli ultimi 30 anni -0,4%!

8 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Movimento naturaleMovimento migratorio natalitàmortalitàSaldoimmigratorioemigratorioSaldo Allumiere10,0713,59-3,5124,3724,84-0,47 Anguillara S.10,866,943,9243,4333,1010,33 Barbarano R.4,5014,41-9,9142,3428,8313,51 Bassano R.7,929,70-1,7845,9530,7015,25 Blera7,649,41-1,7634,1019,6914,40 Bracciano10,428,102,3360,4348,0412,38 Canale M.11,0912,10-1,0148,1632,5315,63 Manziana8,0611,08-3,0269,7741,4328,34 Oriolo R.6,929,04-2,1354,5442,8311,71 Tolfa10,6612,76-2,0931,0430,080,95 Trevignano R.9,256,722,5246,2340,016,22 Vejano8,9911,13-2,1451,7823,9627,81 Villa S. G. in T.12,4611,730,7353,5245,458,06 Tuscia R.9,749,200,5448,9536,7712,18

9 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Comune Popolazione totstranieritotstranieri% Anguillara S ,619,89 Allumiere ,725,39 Barbarano R ,867,73 Bassano R ,059,25 Blera ,9910,05 Bracciano ,5412,49 Canale M ,626,05 Manziana ,858,44 Oriolo R ,666,84 Tolfa ,648,02 Trevignano R ,6718,31 Vejano ,985,54 Villa S. G. in T ,3516,72 Tot ,2710,24 Rumeni nel 2003=669 nel 2011= 3755 DATIDEMOGRAFICIDATIDEMOGRAFICI

10 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 DATIDEMOGRAFICIDATIDEMOGRAFICI ROMA vecchiaia 158,56 dipendenza 54,64 ITALIA vecchiaia 144,50 dipendenza 52,28 Comune PopolazioneIndice vecchiaia Indice dipendenza < >65totale Anguillara S ,9545,45 Allumiere ,1049,49 Barbarano R ,2450,61 Bassano R ,5350,13 Blera ,5751,94 Bracciano ,0051,46 Canale M ,2551,49 Manziana ,9353,24 Oriolo R ,9843,86 Tolfa ,3550,14 Trevignano R ,9948,32 Vejano ,6653,45 Villa S. G. in T.a ,1351,05 Tot ,3049,36

11 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 DATI ECONOMICI Oriolo R.VejanoManzianaBassano R.Canale M.BleraBracciano settorin.% %n% % % % % Agric/Pesca ,68117,209832,245521, , ,79 Manifatturiero239,8765,04204,2572,30124,71154,36684,80 Costruzioni6628,33630,38217,417123,366324,715515, ,80 Commercio6025,82823,512025,486822,376224,316619, ,01 Ricet/ristor125,1554,2275,73134,28135,10133,781228,62 Altro4418,92319,314129,944715,465019,61339, ,98 totale

12 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 RIPARTIZIONE PER SETTORI Macrosettore RomaViterboFrosinoneRietiLatinaRegioneTusciaRomana v.a.% % % % % % % AGRICOLTURA , , , , , , ,44 INDUSTRIA , , , , , , ,26 COMMERCIO , , , , , , ,81 ALTRI SERVIZI , , , , , , ,49 Totale

13 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Andamento per settori sensibili settori var Commercio ,97 Agric/Pesca ,36 Costruzioni ,51 Manifatturiero ,41 Alberghi/Ristor/bar ,61 Altro ,81 totale ,31

14 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Regione LazioTuscia Romana% Abitanti (n.) ,41 Superficie (Kmq) ,73 Imprese (n.) ,19 Densità (ab/Kmq)306,3499,73 CONFRONTI REGIONE LAZIO – TUSCIA ROMANA

15 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 S. Giovenale and Civitella Cesi (SIC)304 La faggeta Oriolo (SIC)176 Parte Bassa Fiume Mignone (SIC)90 Boschi mesofili Allumiere (SIC)628 Valle del Rio Fiume (SIC)908 Distretto Sud Monti della Tolfa (ZPS) Monte Paparano (SIC)146 Manziana (SIC)801 TOTALE Totale aree protette (ha) Totale area consorzio (ha) % Aree Protette42% Namesuperficie Parco Suburbano Marturanum1.240 Valle fiume Biedano (SIC)104 Quarto Barbarano Romano (SIC)28 Riserva naturale Monterano1.076 Parte alta fiume Mignone (SIC)355 Parco regionale Bracciano - Martignano Monte Raschio (SIC)190 "Caldara" di Manziana (SIC)2 Lago di Bracciano (ZPS)0 Lago di Bracciano (SIC)0

16 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 ANALISI SWOT IL PATRIMONIO STORICO – ARTISTICO – AMBIENTALE PUNTI DI FORZAPUNTI DI DEBOLEZZA Presenza di cospicue emergenze di carattere storico artistico ed archeologiche diffuse sul territorio con una prevalente concentrazione lungo lasse della Via Clodia Stato di abbandono di una quantità considerevole di siti e beni facenti parte del patrimonio storico- monumentale ed archeologico Ottima integrazione tra le valenze di carattere storico-archeologico e architettonico- monumentale con le valenze naturalistiche che concorrono ad identificare luoghi di grande fascino (S. Giuliano, S. Giovenale, antico abitato di Monterano ecc.) Scarsa diffusione di aree attrezzate, di segnaletica turistica e di servizi di accoglienza. Assenza di una rete di servizi per la fruizione del patrimonio culturale Esistenza di risorse naturali di elevata qualità (2 Parchi regionali, una Riserva Naturale, 2 Monumenti Naturali, numerose aree SIC e ZPS) Assenza di una rete di servizi di accesso alle risorse naturali e lentezza nellattivazione dei servizi di accoglienza nelle aree-parco Disponibilità di più risorse energetiche locali (termalismo) come occasioni di sviluppo tecnologico ed industriale. Fase di recupero del complesso termale di Stigliano (Canale Monterano) Stato di abbandono del complesso termale di Vicarello (Bracciano).

17 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 ANALISI SWOT IL TURISMO PUNTI DI FORZAPUNTI DI DEBOLEZZA Larea si presenta come una sorta di enclave rispetto a tre differenziati serbatoi turistici che assicurano un buon posizionamento territoriale strategico: larea metropolitana, la fascia costiera e Civitavecchia, il polo culturale e terziario di Viterbo. La vicinanza con Roma in particolare offre indubbie potenzialità sia per i flussi legati al turismo della capitale, sia per la disponibilità di una massa critica, in termini di domanda potenziale, dei residenti dellarea metropolitana I sistemi attuali di fruizione turistica del territorio indicano scarsa propensione alla permanenza e sono orientati ad una utilizzazione parziale delle risorse locali Il lago di Bracciano rappresenta unattrattiva naturale in grado di attivare un discreto livello di flussi di visitatori ed una buona offerta di servizi ricettivi, non soltanto nei riguardi di turisti escursionistici metropolitani ma anche di visitatori stranieri Assenza di una strategia che promuova unimmagine unitaria dellarea attraverso strategie di marketing territoriale Presenza di numerosi servizi ed attività ludico-sportive connesse alla risorsa lago (sport velici, canoa ecc.), con una continuità di esercizio lungo tutto lanno Debolezza complessiva della struttura ricettiva territoriale Buona distribuzione di eventi ricorrenti e tradizionali, con una notevole ampiezza di tipologie Assenza di politiche legate alla creazione di grandi eventi capaci di promuovere limmagine dellarea a livello sovra-locale Presenza di numerose attività di ristorazione soprattutto concentrate nei comuni del Lago di Bracciano Assenza di una specializzazione verso una gastronomia tipica locale

18 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 ANALISI SWOT IL TESSUTO ECONOMICO PUNTI DI FORZAPUNTI DI DEBOLEZZA Presenza di importanti polarità produttive nel settore delle filiere agroalimentari (olio, nocciola, carne ecc.) Carenze nel settore dei servizi avanzati con particolare riferimento a forme di supporto strategico-gestionale ed innovazione tecnologica e commerciale Forte accelerazione del comparto dei servizi nei centri maggiormente investiti da dinamiche di tipo metropolitano (Anguillara Sabazia, Bracciano, Manziana, Trevignano Romano) Netta prevalenza di microimprese a gestione familiare; mercato di riferimento limitato alle aree di competenza (oltre il 70% del mercato è locale); scarsa conoscenza degli strumenti fondamentali del marketing; centralità dellattività di produzione rispetto a quelle della gestione complessiva dellazienda, delle strategie di sviluppo e commercializzazione Presenza di unagenzia di sviluppo locale (ISI) che opera sul territorio da tempi recenti e di un incubatore dimpresa di recente apertura. Per le attività più piccole è diffusa linadempienza delle norme sulla sicurezza del lavoro Presenza di attività artigianali tradizionaliMancanza di formazione sui mestieri tradizionali

19 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 CREAZIONE DELLO STRUMENTO DI SUPPORTO ALLAZIONE -Attività di informazione e sensibilizzazione delle opportunità di creazione di nuova impresa e di sviluppo di quella esistente, attività di primo orientamento e di assistenza alla definizione della business idea -Gestione dei servizi di incubazione -Definizione ed implementazione del piano strategico di sviluppo -Animazione territoriale

20 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 DEFINIZIONE PIANO INTEGRATO DAREA Strumento, che partendo dallanalisi socio economica di un territorio, ne individua gli obiettivi e le strategie di sviluppo, al fine di favorire il processo di integrazione e di valorizzazione delle risorse endogene Individuazione delle linee strategiche lungo le quali operare: -valorizzazione delle risorse ambientali e culturali del territorio - valorizzazione delle risorse endogene al fine di un riposizionamento turistico del territorio -valorizzazione dei prodotti tipici dellartigianato locale -valorizzazione dei prodotti tipici agroalimentari e dellenogastronomia locali

21 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 ANALISI TERRITORIALI E S.W.O.T. Individuazione dei punti di forza e di debolezza, delle opportunità di sviluppo e delle criticità. - rilevante patrimonio ambientale e culturale sostanzialmente integro - identità territoriale condivisa - presenza di produzioni agroalimentari caratteristiche - condivisione di una direttrice di sviluppo che vede nel turismo, nellagricoltura di qualità e nellartigianato occasioni di crescita sostenibile

22 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 DEFINIZIONE ED IMPLEMENTAZIONE DEI PIANI DI SVILUPPO SETTORIALI Piani specifici finalizzati alla definizione dei punti di forza e di debolezza dei contesti di riferimento, delle opportunità di sviluppo, degli interventi di valorizzazione specifici Piano per limplementazione di un Sistema museale territoriale, per la salvaguardia, valorizzazione e uso sociale del patrimonio culturale locale, anche finalizzato alla creazione di micro imprese specializzate nella valorizzazione- fruizione dei beni culturali Piano di sviluppo turistico, con lanalisi per l'identificazione del posizionamento e lanalisi swot

23 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 DEFINIZIONE ED IMPLEMENTAZIONE DEI PIANI DI SVILUPPO SETTORIALI Piano di sviluppo e valorizzazione delle filiere relative ai prodotti agricoli e agroalimentari tipici dell'area della Tuscia Romana Piano di salvaguardia ambientale, analisi delle problematiche legate ai servizi di igiene ambientale in essere nellarea, della natura dei rifiuti urbani, e definizione degli orientamenti e degli indirizzi per una ottimale gestione dei servizi con particolare riguardo alle opportunità di creazione di occupazione aggiuntiva e di micro impresa

24 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 ISI ha predisposto il progetto, presentato la candidatura e fornito assistenza tecnica ai Comuni nellimplementazione dello Sportello Unico Territoriale per le Attività Produttive, finanziato nellambito del Programma Rap 100 ISI ha inoltre implementato un sistema informativo territoriale, banca dati dinamica che riporta la consistenza e la disponibilità dellofferta localizzativa per attività produttive. Attualmente è in fase di discussione una convenzione con la facoltà di Architettura – Università La Sapienza per laggiornamento e la gestione del SIT SERVIZI DI SUPPORTO ALLO SVILUPPO DI IMPRESA

25 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 SERVIZI PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO ISI è stato soggetto promotore della costituzione del GAL Tuscia Romana, il cui Piano di Sviluppo Locale è stato ritenuto finanziabile nellambito Programma Leader + Attualmente ISI gestisce, per conto dl GAL, le attività di animazione, assistenza tecnica, tutoraggio e monitoraggio

26 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Servizi di progettazione Definizione e presentazione, in collaborazione con ENEA, del Progetto LIFE-Ambiente per l'applicazione del marchio di qualità ambientale EMAS al territorio della Tuscia Romana (raggiungo da un solo comune, lo conoscete?). SERVIZI PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

27 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Servizi di progettazione Definizione e presentazione progetto Agenda 21 Via Clodia, per lapplicazione di un modello urbano sostenibile con il coinvolgimento della cittadinanza, delle organizzazioni e dei principali operatori del territorio SERVIZI PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO ( )

28 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Servizi di progettazione Definizione e realizzazione del progetto per la candidatura del territorio della Tuscia Romana a valere sul bando della Legge 40/99 finalizzato alla valorizzazione ambientale, culturale e turistica del territorio. SERVIZI PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

29 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 FOODMEDIALAB TUSCIA ROMANA Iniziativa cofinanziata da Camera di Commercio di Roma e promossa nellambito del progetto BIC Lazio FOODMEDIASTUDIOS, finalizzato alla promozione e valorizzazione delle produzioni agroalimentari tipiche e dellenogastronomia locale attraverso i nuovi media. Il FOODMEDIALab, un vero laboratorio che studia e propone nuove forme di comunicazione per lenogastronomia locale che guardano verso il video e il cinema. Il laboratorio è il punto di partenza per lo studio e la realizzazione delle nuove forme di comunicazione enogastronomica che portino a una presentazione dei prodotti nuova e originale. Il laboratorio toccherà vari ambiti della comunicazione visiva e di immagine attraverso workshop specifici aperti ai candidati scelti dopo una selezione di esperienze e prodotti a cura del comitato scientifico. SERVIZI PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO ( )

30 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 INTERREG III C Coronas Metropolitanas Il Progetto Coronas Metropolitanas, presentato da BIC Lazio e la Regione Lazio per affrontare le problematiche delle zone adiacenti alle grandi aree metropolitane, confronta a livello europeo le strategie di sviluppo locale che possono essere adottate dai Comuni e dagli Enti locali, per sfruttare le potenzialità presenti nei territori e le opportunità offerte dalla vicinanza di grandi aree urbane come Roma, superandone le condizioni di svantaggio. Gli obiettivi del progetto sono: Studi su politiche e azioni strategiche relative ad aspetti di riequilibrio metropolitano; Ricerca di elementi di indirizzo per le politiche territoriali di sviluppo locale e riequilibrio nei territori ricompresi nelle aree metropolitane; Predisposizione di modelli di intervento volti al riequilibrio territoriale, basati sullesperienza regionale e locale nonché sulla raccolta di casi studio SERVIZI PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

31 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 SERVIZI PER LO SVILUPPO INTEGRATO DELLE RISORSE ENDOGENE (ARTE – CULTURA – AMBIENTE – TURISMO – PRODUZIONI TIPICHE LOCALI) Promossi ed affiancati nella fase di start up lAssociazione Tipicità Tuscia Romana, tra i produttori locali di tipicità agroalimentari, e il Consorzio turistico Tuscia Turismo Creazione, in collaborazione con lassociazione AGRITURIST, di uno sportello informativo e di assistenza per lo sviluppo del turismo rurale (agriturismo, agricampeggi, B&B), rivolto agli operatori del settore e a quanti vogliono avviare una nuova attività SERVIZI PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

32 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Creazione, in collaborazione con lAssociazione SLOWFOOD Arcigola, di un servizio per la valorizzazione e la qualificazione dellenogastronomia locale, che ha portato alla progettazione e realizzazione di un volume teso alla salvaguardia, e diffusione della cultura enogastronomica locale Cera una volta lacquacotta; Definizione e realizzazione di iniziative di promozione dellenogastronomia locale SERVIZI PER LO SVILUPPO INTEGRATO DELLE RISORSE ENDOGENE (ARTE – CULTURA – AMBIENTE – TURISMO – PRODUZIONI TIPICHE LOCALI) SERVIZI PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO ( )

33 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 PROMOZIONE DEL TERRITORIO MARCHIO DAREA Tuscia, saperi e sapori dEtruria ANNO 2000 Ideazione, definizione e implementazione di un marchio darea ombrello finalizzato alla promozione del territorio, attraverso la valorizzazione delle produzioni tipiche e del patrimonio ambientale e culturale, e al rafforzamento dellidentità locale.

34 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 PROMOZIONE DEL TERRITORIO PORTALE WEB ANNO 2000 Ideazione, definizione e implementazione di un portale web del territorio finalizzato: -alla promozione e valorizzazione delle risorse e dei servizi turistici; -a supportare il sistema delle PMI locali per laccesso alle opportunità di sviluppo; -a supportare potenziali e aspiranti imprenditori nel percorso dallidea allimpresa.

35 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 PROMOZIONE DEL TERRITORIO LA TUSCIA ROMANA: GUIDA BREVE DEL TERRITORIO ANNO 2002 Definizione e implementazione di una guida turistica del territorio recante linsieme delle risorse culturali, ambientali e dei servizi di ospitalità e di accoglienza. Un volume in 3 lingue (italiano, inglese e tedesco) con una tiratura di copie. LA CULTURA ENOGASTRONOMICA DELLA TUSCIA ROMANA ANNO 2000 Individuazione e divulgazione del patrimonio di cultura gastronomica del territorio ai fini di riqualificazione dellofferta, anche legandola alle produzioni agroalimentari locali, e di promozione turistica, attraverso: - ideazione, progettazione e realizzazione di un concorso con gli alunni delle scuole elementari (IV e V classi) del territorio per lindividuazione delle ricette tipiche; - Cera una volta lacquacotta…: volume in 2 lingue (italiano copie, inglese copie) contenente le ricette tipiche della Tuscia romana illustrate dai bambini.

36 BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 PROMOZIONE DEL TERRITORIO ITINERARI ENOGASTRONOMICI TEMATICI DELLA TUSCIA ROMANA ANNO Definizione e implementazione di itinerari enogastronomici tematici (pesce di lago, carne maremmana, tartufo, olio, miele, pane e prodotti da forno, broccoletti) finalizzati alla promozione del territorio attraverso la valorizzazione delle produzioni tipiche agroalimentari locali e dellenogastronomia.


Scaricare ppt "BRACCIANO 8 MAGGIO 2006 Opportunità di crescita attraverso la valorizzzione delle risorse locali Oriolo Romano, 5 aprile 2012."

Presentazioni simili


Annunci Google