La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INFEZIONI COMUNITARIE INFEZIONI CORRELATE ALLASSISTENZA MODALITA di TRASMISSIONE e PROFILASSI Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INFEZIONI COMUNITARIE INFEZIONI CORRELATE ALLASSISTENZA MODALITA di TRASMISSIONE e PROFILASSI Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio1."— Transcript della presentazione:

1 INFEZIONI COMUNITARIE INFEZIONI CORRELATE ALLASSISTENZA MODALITA di TRASMISSIONE e PROFILASSI Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio1

2 dagli Anni 90 si sono verificati cambiamenti importanti: - aumento dei Pazienti ricoverati in Ospedale in gravi condizioni (elevato rischio di infezioni ospedaliere) - incremento dei Luoghi di cura extra-ospedalieri (Residenze Sanitarie Assistite per Anziani RSA, Assistenza Domiciliare ADI, Assistenza Ambulatoriale) Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio2

3 Necessario ampliare il concetto di INFEZIONI OSPEDALIERE in INFEZIONI CORRELATE alla ASSISTENZA SANITARIA e SOCIOSANITARIA (ICA) Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio3

4 DEFINIZIONI INFEZIONI CORRELATE allASSISTENZA (ICA) I. contratte nel corso del ricovero in ospedale, che non erano manifeste clinicamente né in incubazione, al momento dellammissione, ma che si manifestano, in genere dopo almeno 48 ore dal ricovero, durante la degenza stessa o dopo le dimissioni Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio4

5 INFEZIONI COMUNITARIE I. che già clinicamente manifeste o in incubazione al momento del ricovero in ospedale Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio5

6 FATTORI di RISCHIO delle ICA Maggiormente esposti alle ICA sono i Pazienti ma a seguire cè il personale Ospedaliero, gli Assistenti Volontari, Studenti e Tirocinanti. Tra le condizioni che aumentano la suscettibilità alle infezioni ci sono: - Età - altre infezioni o gravi Patologie Concomitanti (Tumori, Immunodeficienza, Diabete, Anemia, Cardiopatia, Insufficienza Renale) - Malnutrizione - Traumi, Ustioni - Alterazioni dello Stato di Coscienza - Trapianti di Organo Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio6

7 Modalità di Trasmissione delle ICA - Contatto Diretto tra una persona sana ed una infetta, soprattutto tramite le mani - Contatto tramite le goccioline emesse allatto del tossire o starnutire da una persona infetta a una suscettibile che si trovi a meno di 50 cm. di distanza - Contatto Indiretto attraverso un veicolo contaminato (Esempio: endoscopi o strumenti chirurgici) - Trasmissione dellInfezione a più persone contemporaneamente attraverso un veicolo comune contaminato (Esempio: cibo, sangue, liquidi di infusione, disinfettanti) - Via Aerea, attraverso microrganismi che sopravvivono nellaria e vengono trasmessi a distanza Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio7

8 TIPOLOGIA delle ICA Circa l80% di tutte le ICA riguarda quattro sedi Principali: - Tratto Urinario - Ferite Chirurgiche - Apparato Respiratorio - Infezioni Sistemiche (Sepsi, Batteriemie) Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio8

9 FREQUENZA delle ICA 35-40% sono Infezioni Urinarie negli ultimi anni si assiste ad una diminuzione (insieme alle I. delle Ferite Chirurgiche) ed un aumento delle Batteriemie e delle Polmoniti Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio9

10 Cause dellAumento delle ICA di Tipo Sistemico Incremento dei Fattori di Rischio Specifici - Uso abbondante di Antibiotici - Cateterismi Vascolari Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio10

11 Microrganismi Responsabili delle ICA Anni 80 coinvolti principalmente Batteri Gram-Negativi (E. Coli, Klebisiella Pneumoniae) Anni 90 aumento delle ICA sostenute da Gram-Positivi (Enterococchi, Stafilococcus Epidermidis) e Miceti (Candida) Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio11

12 Resistenza agli Antibiotici Batteri Gram-Positivi: - Stapylococcus Aureus resistente alla Meticillina - Pneumococchi resistenti ai Beta-Lattamici e Mutiresistenti - Enterococchi resistenti alla Vancomicina Batteri Gram-Negativi: - Beta-Lattamasi a spettro allargato in Klebisiella Pneumoniae, Escherichia Coli, Proteus Mirabilis - Cefalosporine di Terza Generazione in Enterobacter e Citrobacter Freundii - Multiresistenze in Pseudomonas Aeruginosa, Acinetobacter e Stenotrophomonas Maltophilia Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio12

13 Segnalazioni di ICA negli USA epidemie di TBC multiresistente in Ospedali fra Pazienti Sieropositivi anche in Europa segnalazioni simili con letalità elevatissima (72-90%) ed un intervallo breve tra esposizione e sviluppo della malattia e tra diagnosi e decesso la TBC Multiresistente rappresenta un rischio consistente per gli Operatori Sanitari Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio13

14 PREVENZIONE delle ICA Non Tutte le ICA sono Prevenibili, pertanto è utile una Sorveglianza Selettiva verso quelle che sono attribuibili a Problemi nella Qualità dellAssistenza Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio14

15 Le ICA legate a determinate Procedure Assistenziali Possono essere Prevenute attraverso -una riduzione delle Procedure non Necessarie -la scelta di Presidi più Sicuri -ladozione di Misure di Assistenza al Paziente che garantiscono condizioni asettiche Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio15

16 Costo delle ICA - in salute - in denaro sia per il Paziente che per la Struttura Sanitaria Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio16

17 Grazie per lattenzione ed ora passiamo ad un utile Procedura………… Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio17


Scaricare ppt "INFEZIONI COMUNITARIE INFEZIONI CORRELATE ALLASSISTENZA MODALITA di TRASMISSIONE e PROFILASSI Teramo 20/06/2012Dr. Ettore Paolantonio1."

Presentazioni simili


Annunci Google