La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Il Portfolio, uno strumento per osservare, descrivere, comunicare Scuola in ospedale Progetto di formazione ed aggiornamento per gli insegnanti Mario.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Il Portfolio, uno strumento per osservare, descrivere, comunicare Scuola in ospedale Progetto di formazione ed aggiornamento per gli insegnanti Mario."— Transcript della presentazione:

1 1 Il Portfolio, uno strumento per osservare, descrivere, comunicare Scuola in ospedale Progetto di formazione ed aggiornamento per gli insegnanti Mario Di Mauro

2 2 Dobbiamo imparare a misurare ciò che apprezziamo piuttosto che apprezzare ciò che possiamo facilmente misurare Coleman e Collinge, 1995

3 3 I nuovi modelli cognitivi delluomo sollecitano nuovi modelli di valutazione del comportamento umano La rilevazione delle competenze individuali punta a valutare in modo dinamico e pluridimensionale la performance di un individuo da qui lidea del PORTFOLIO DELLE COMPETENZE Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment La prestazione perde la centralità di strumento di controllo del processo di apprendimento M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

4 4 Nel contesto lavorativo … Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment il portfolio nasce come collezione dei lavori di un alunno che documenta il suo processo di sviluppo e di apprendimento Nel contesto scolastico… il portfolio nasce come campionario dei lavori che il professionista (grafico, fotografo, ecc.) mostra al cliente showcase working documentation class book M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

5 5 Lesperienza del Regno Unito Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment NRA (National Record of Achievements) M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5 Dal 1991 viene fornito a tutti i sedicenni e in genere a chi è in formazione. Compilato personalmente costituisce una documentazione di natura orientativa per pianificare il futuro PF (Progress File) Dal 1999 ha sostituito il NRA in via sperimentale accentuandone i caratteri orientativi

6 6 Le ragioni del portfolio nella riforma della scuola italiana Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment Dai programmi ministeriali …. al PECUP e alle indicazioni per i PSP Dalla programmazzione curricolare …. alla progettazione dei PSP Dalla lezione frontale …. alla didattica laboratoriale Dalle unità didattiche ….alle unità di apprendimento Dalla trasmissione di conoscenze … Alla promozione di competenze Dalla scheda di valutazione … al portfolio delle competenze personali M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

7 7 Dalla centralità del gruppo classe… Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment …alla centralità della persona Le ragioni del portfolio nella riforma della scuola italiana M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

8 8 gruppi di livello Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment gruppi di compito gruppi elettivi Come pensare la valutazione? Come pensare lorientamento? M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5 la centralità della persona nei …

9 9 Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment PORTFOLIO Valutazione Orientamento M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

10 10 Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment IL PORTFOLIO.. cosa è portfolio delle competenzeindividuali Il portfolio delle competenze individuali dellalunno è uno strumento didattico individuale che accompagna lalunno per tutto il suo itinerario scolastico, registrandone le tappe formative più rilevanti, i processi e i risultati significativi M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

11 11 Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment IL PORTFOLIO.. a cosa serve Serve a raccogliere la documentazione significativa ed essenziale del percorso formativo dellalunno. Registra le osservazioni dei docenti e delle famiglie, le osservazioni sistematiche. Descrive i percorsi seguiti, i progressi educativi raggiunti e i risultati conseguiti. M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

12 12 Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment IL PORTFOLIO.. come è fatto E costituito da due parti. Una, più formale per trascrivere e registrare, laltra, più informale, per raccogliere e documentare. Nella prima si registrano i modi personali di apprendimento, gli esiti dei colloqui con i genitori e le proposte di attività formative integrative. Nella seconda si raccolgono i materiali prodotti dallallievo e le annotazioni dellinsegnante M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

13 13 Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment IL PORTFOLIO.. cosa contiene Contiene una descrizione complessiva dellallievo fatta di: materiali prodotti prove scolastiche illustrazioni di esperienze osservazioni dei docenti e della famiglia commenti personali sui propri lavori risultati dei colloqui con le famiglie descrizione dei percorsi e dei progressi registrazione dei modi di apprendere rilevazione delle caratteristiche personali M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

14 14 Il portfolio. Uno strumento sociale del new assessment IL PORTFOLIO.. chi lo compila è compilato e tenuto aggiornato dal docente coordinatore-tutor, in collaborazione con tutte le figure professionali responsabili del processo educativo e degli apprendimenti degli alunni. Alla sua compilazione e gestione partecipano anche i genitori e gli stessi alunni. M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

15 15 Lapplicazione dello strumento portfolio: i modelli e i tipi IL PORTFOLIO DI LAVORO E un contenitore di tutti i lavori svolti dallallievo nelle loro diverse fasi. Ha valore formativo e serve allinsegnante e allallievo per capire i punti di forza ed i punti di debolezza. Serve soprattutto allanalisi ed è strutturato su di un ambito di specifico di competenza. M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

16 16 Lapplicazione dello strumento portfolio: i modelli e i tipi IL PORTFOLIO DI PRESENTAZIONE E un contenitore dei lavori migliori e serve soprattutto a motivare lallievo poiché ne rinforza lidentità e la gratificazione. Serve non solo ad essere mostrato ai docenti attuali della scuola ma anche a quelli futuri e ai potenziali datori di lavoro. Motiva a produrre lavori di alta qualità in modo da poterli mostrare quando necessario. M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

17 17 Lapplicazione dello strumento portfolio: i modelli e i tipi IL PORTFOLIO DI VALUTAZIONE E un contenitore di informazioni con cui documentare ciò che lallievo ha imparato rispetto ad una o più competenze in un certo periodo di tempo. Per tale ragione risulta essere cruciale nel momento della certificazione e deve essere costruito con la massima attenzione. Ciò significa che bisogna in particolare: - determinare gli obiettivi formativi; - definire le decisioni che derivano dal portfolio; - progettare le prove che debbono essere adatte a valutare le specifiche competenze; - definire criteri e standard; - identificare i responsabili della valutazione (singoli o gruppi, interni o esterni) e formarli allo scopo. M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

18 18 Il portfolio. I modelli più noti e diffusi IL PORTFOLIO FORMATIVO PROGRESSIVO È una raccolta sistematica di lavori realizzati da un soggetto in formazione distribuiti nel tempo che permette di inferire il livello di competenza raggiunto. Può contenere le seguenti tipologie di materiali: - relazioni scritte - schede di registrazione di osservazioni sistematiche - schede di autovalutazione - progetti definiti e /o realizzati - questionari di autovalutazione - disegni e grafici - lavori di gruppo ed individuali - registrazioni sonore di presentazioni pubbliche e di discussioni in piccolo gruppo - riprese video M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

19 19 LO SHOWCASE O BOOK E' un repertorio dei lavori migliori dello studente. Le produzioni possono riguardare tutti i campi di attività, sia quelle sperimentate a scuola che fuori. Come altre forme di portfolio, lo showcase è uno strumento dinamico in quanto documenta i lavori, anche dello stesso tipo, realizzati nel corso del tempo. In questo tipo di portfolio la selezione dei materiali migliori può anche non essere condivisa dall'insegnante, in quanto dello strumento è titolare l'alunno. E per questa ragione che lo showcase riveste una funzione prevalentemente pedagogica ed aiuta a sviluppare capacità autovalutative. Può contenere varie tipologie di materiali (cartacei, sonori, video, realizzazioni varie ecc.) che sono scelti ed aggiornati in modo autonomo direttamente dall'alunno oppure con laiuto del docente. M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5 Il portfolio. I modelli più noti e diffusi

20 Scheda anagrafica, scheda scuola media o breve giudizio esami di scuola media inferiore 2 - Scheda qualità e attitudini, da scrivere da parte del tutor con intervista ad ogni allievo 3 - Selezione dei lavori più significativi delle singole discipline 4 - Scheda di metacognizione descrittiva che accompagna i singoli lavori scelti dallo studente 5 - Biografia di apprendimento di fine modulo 6 - Schede Lingua (PLE) 7 - Scheda di verifica delle competenze trasversali 8 - Book di grafica e moda a fine quadrimestre Portfolio formativo progressivo (IPSIA Ripamonti di Como) M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5 Il portfolio. Alcuni modelli applicativi

21 21 Portfolio formativo progressivo (L. Cl. e Sc. Casiraghi di Bollate) 1 - Dati anagrafici 2 - Percorso formativo 3 - Esiti del percorso formativo 4 - Ingresso nella scuola media superiore 5 - Certificazioni e riconoscimenti (in ambito scolastico ed extrascolastico) 6 - Esito delle prove di ingresso 7 - Osservazioni dell'apprendimento (attivita' di recupero, contatti con la famiglia, risultati) 8 - Certificato assolvimento dell'obbligo (classi prime) 9 - Competenze curricolari ed extracurricolari acquisite M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5 Il portfolio. Alcuni modelli applicativi

22 22 Portfolio certificativo, progressivo, book (ITAG Limbiate di Milano) A - Libretto con certificazione di competenza Dati anagrafici Scuole frequentate Attività lavorative Certificazioni corsi esterni frequentati Certificazioni stages e attività extracurricolari Certificazioni di competenze (comp. Comunicative relazionali) Esperienze significative non certificate. B - Formativo progressivo Il libretto ha prevalente finalità certificatoria ma può anche essere usato come strumento per riflettere con lo studente (in difficoltà) sul suo percorso formativo, sulla possibilità di cambiare indirizzo di studi e di usufruire di passerelle C - Book /showcase Tesine di maturità Progetti di aree verdi, plastici di progettazione di giardini, ecc. Altro materiale ritenuto significativo da parte dello studente M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5 Il portfolio. Alcuni modelli applicativi

23 23 LA SCUOLA DELLINFANZIA Come costruire un portfolio per …

24 24 Attenzione e cura per lo sviluppo di una relazione personale significativa, sia tra pari, sia tra bambino e adulto Valorizzazione del gioco, come esperienza di apprendimento, in tutte le sue forme ed espressioni Rilievo al fare produttivo ed allesperienza diretta con la natura, le cose, i materiali, lambiente sociale e la cultura I 3 INTERESSI PRIORITARI DELLA SCUOLA DELLINFANZIA M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

25 25 La scuola dellinfanzia rafforza lidentità personale, lautonomia e le competenze dei bambini Integrazione di tutti gli aspetti, biologici, psichici, motori, intellettuali, sociali, morali e religiosi GLI OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO Lidentità personale Scoperta, interiorizzazione e rispetto pratico dei valori della libertà, della cura di sé e degli altri, dellambiente, della solidarietà, della giustizia e dellimpegno per il bene comune Conquista dellautonomia Forme di lettura delle esperienze personali, di esplorazione e di scoperta intenzionale ed organizzata della realtà di vita, della storia e delle tradizioni locali Le competenze dei bambini M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

26 26 Il Portfolio delle competenze individuali nella scuola dellinfanzia DOCUMENTAZIONE DELLE ATTIVITA OSSERVAZIONE OCCASIONALE E SISTEMATICA Elaborati da cui rilevare i modi e i tempi dellapprendimento LA LOGICA SOTTESA MIGLIORAMENTO DELLE PRATICHE DI INSEGNAMENTO E STIMOLO PER I BAMBINI ALLA PRATICA AUTOVALUTATIVA E ALLA CONOSCENZA DI SE Di cosa è fatto? Descrizione dei percorsi e dei progressi educativi M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

27 27 LA SCUOLA PRIMARIA Come costruire un portfolio per …

28 28 La natura culturale che permette attraverso la padronanza duso dei linguaggi adoperati dalluomo di comprendere La natura epistemologica, che fa riflettere sul sapere formale attraverso la pratica dellesperienza, del fare e dellagire La natura sociale che si preoccupa di rimuovere tutto ciò che impedisce a ciascuno di essere libero, autonomo e indipendente LE 5 NATURE DELLA SCUOLA PRIMARIA La natura etica che tende a salvaguardare valori e a sviluppare il senso di responsabilità, di cooperazione e di solidarietà La natura psicologica che aiuta a costruire un sé equilibrato e positivo nel passaggio allambiente dellintegrazione sociale M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

29 29 La scuola primaria è lambiente educativo di apprendimento per la maturazione della capacità di autonomia, di relazione, di esplorazione, di verifica GLI OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO Valorizzare lesperienza del fanciullo La corporeità come valore Esplicitare le idee e i valori presenti nellesperienza Dal mondo delle categorie empiriche al mondo delle categorie formali Dalle idee alla vita: il confronto interpersonale La diversità delle persone e delle culture come ricchezza Praticare limpegno personale e la solidarietà sociale M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

30 30 Di cosa è fatto? VALUTAZIONE ORIENTAMENTO Prove scolastiche Materiali prodotti dallallievo Osservazioni dei degli insegnanti Commenti sui lavori personali LA LOGICA SOTTESA RICERCA, INDIVIDUAZIONE E DESCRIZIONE DEL PARADIGMA DEL SISTEMA DI COMPETENZE INDIVIDUALI Il Portfolio delle competenze individuali nella scuola primaria M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

31 31 LA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Come costruire un portfolio per …

32 32 Il proseguimento del processo di orientamento che permette di rafforzare la continuità del passaggio pur di rottura dalla fanciullezza alladolescenza Il consolidamento del livello di educazione e di istruzione che fa sentire forte il bisogno di essere cittadino consapevole e ricco di conoscenze e di competenze sociali La crescita della capacità di partecipazione che è in grado di dare contributi alti ai valori della cultura e della civiltà delluomo I 4 ORIZZONTI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO La premessa indispensabile che serve in modo funzionale a predisporre gli strumenti per limpegno nel secondo ciclo di istruzione e formazione M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

33 33 La scuola secondaria di primo grado esprime il valore simbolico di rottura con il passaggio da un isomorfismo ingenuo ad una modellizzazione della realtà GLI OBIETTIVI GENERALI DEL PROCESSO FORMATIVO La scuola delleducazione integrale della persona La scuola che colloca nel mondo La scuola dellidentità La scuola orientativa La scuola della prevenzione dei disagi e del recupero degli svantaggi La scuola della motivazione e del significato La scuola della relazione educativa M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

34 34 I materiali prodotti Si tratta di tutto quanto viene fatto dallallievo per descrivere le sue più spiccate competenze acquisite Il Portfolio delle competenze individuali nella scuola secondaria di primo grado Le prove scolastiche Si tratta degli elaborati di qualunque natura per evidenziare la padronanza degli obiettivi specifici di apprendimento Le osservazioni e i commenti Si tratta delle valutazioni di docenti e di genitori sui metodi di apprendimento dellallievo per comprendere i suoi caratteri originali nel processo formativo Le indicazioni dei rapporti Si tratta delle osservazioni sistematiche che derivano dai colloqui tra docenti, genitori ed allievi nelle varie occasioni scolastiche M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

35 35 Profilo educativo, culturale e professionale Identità Esprime un personale modo di essere e lo propone agli altri IL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE E UN PASSAGGIO FONDAMENTALE PER LA COSTRUZIONE DEL PROGETTO DI VITA DI OGNI PERSONA PECUP Relazione con gli altri Strumenti culturali Convivenza civile Interagisce con lambiente naturale e sociale e lo influenza positivamente Risolve i problemi che di volta in volta incontra Riflette su se stesso e gestisce la sua crescita anche aiutato da altri su richiesta quando occorre Comprende la complessità dei sistemi simbolici e culturali Matura il senso del bello Conferisce senso alla vita M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

36 36 LA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO Come costruire un portfolio per …

37 37 I CARATTERI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO Il secondo ciclo "è costituito dal sistema dei licei e dal sistema dell'istruzione e della formazione professionale". Il primo sistema, di competenza statale, dura 5 anni e comprende artistico, classico, scientifico, economico, linguistico, musicale, tecnologico, scienze umane; si conclude con un esame di stato che dà accesso all'università, all'accademia di belle arti, al conservatorio musicale. Il secondo sistema, di competenza regionale, dura "almeno" 4 anni e dà accesso al mondo del lavoro o alla formazione tecnica superiore. E incerto il destino dell'attuale istruzione tecnica perché alcuni istituti tecnici saranno assorbiti nel sistema dei licei, altri andranno, insieme agli istituti professionali, nel segmento della formazione professionale regionale. M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

38 38 LAccordo Quadro Accordo tra Miur, Ministero del Lavoro e tutte le Regioni (siglato il 19 Giugno 2003, che permetterà ai ragazzi che hanno sostenuto l'esame di terza media (circa 40 mila) di iniziare un percorso scolastico nel sistema della istruzione e formazione professionale La sperimentazione del secondo canale I Protocolli dintesa Si tratta di accordi tra il MIUR e ciascuna Regione nella forma di Protocolli di intesa per svolgere una sperimentazione di durata triennale su un profilo professionale autonomamente elaborato I modelli in sperimentazione Sono esperienze varie e variamente attuate che danno la possibilità alle Regioni di applicare uno dei punti più discussi della Legge 53: la possibilità già a quattordici anni di scegliere una strada professionale separata dal canale dellistruzione. M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5

39 39 Il Pecup dello studente alla fine del secondo ciclo: - conosce se stesso, le proprie possibilità, i propri limiti, le proprie inclinazioni, attitudini e capacità; - possiede un sistema di valori in base ai quali valuta i fatti e ispira i propri comportamenti secondo le regole della convivenza civile; - coltiva sensibilità estetiche ed espressive di tipo artistico, musicale e letterario, e possiede una competenza motoria; - riconosce ed utilizza diversi tipi di ragionamento di grande anche elevato di complessità - riflette sulla nataura e sulla portata di affermazioni, giudizi e opinioni; - distingue nella vita quotidiana ed intellettuale ciò che è essenziale da quello che è accessorio e superfluo; - ha memoria del passato e fa tesoro di questo per risolvere i problemi che incontra. IL SECONDO CICLO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE Profilo educativo, culturale e professionale (versione ancora non ufficiale) PECUP M. Di Mauro – Scuola in Ospedale L5


Scaricare ppt "1 Il Portfolio, uno strumento per osservare, descrivere, comunicare Scuola in ospedale Progetto di formazione ed aggiornamento per gli insegnanti Mario."

Presentazioni simili


Annunci Google