La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IV prova di laboratorio: verifica della legge dei punti coniugati e delle leggi di Snell Set-up sperimentale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IV prova di laboratorio: verifica della legge dei punti coniugati e delle leggi di Snell Set-up sperimentale."— Transcript della presentazione:

1 IV prova di laboratorio: verifica della legge dei punti coniugati e delle leggi di Snell Set-up sperimentale.

2 Leggi della riflessione e della rifrazione o leggi di Snell

3

4

5 I raggi riflessi non hanno un punto di intersezione comune, ma divergono allontanandosi gli uni dagli altri. È come se provenissero da un punto I, nel senso che I è determinato dai prolungamenti ideali dei raggi divergenti. In questo caso si dice che I è unimmagine virtuale e non è possibile raccogliere tale immagine su uno schermo. O e I si dicono punti coniugati.

6 Costruzione dellimmagine per una lente sottile. Il fascio passante per il centro della lente non subisce deviazioni, quello parallelo allasse ottico viene deviato nel punto focale. Le lenti sottili Lente: sistema ottico formato da un mezzo trasparente otticamente omogeneo, limitato da due superfici di cui una almeno sferica.

7 Punti focali di una lente

8 Convenzione sui segni

9 Le lenti sottili oi o i

10

11

12

13 Legge dei punti coniugati o equazione delle lenti sottili Questa equazione può anche essere riscritta nella forma: Distanza immagine (i) Distanza oggetto (o) i = f o = f Lente convergente (f>0)

14 Descrizione della prova di laboratorio I parte: misura della distanza focale di una lente sottile convergente e verifica della relazione dei punti coniugati

15 Scopo: 1.verificare la legge dei punti coniugati 2.classificare il tipo di immagine 3.applicare le regole per la formazione delle immagini Materiale: 1.Sorgente luminosa (lampada) 2.lente 3.schermo 4.asse ottico con scala graduata

16 Procedimento: Allineare i materiali: il filamento della lampadina deve essere sullasse ottico della lente. Porre inizialmente la sorgente luminosa a una certa distanza dalla lente e lo schermo molto vicino alla lente. Allontanare gradualmente lo schermo osservando la macchia di luce che vi si forma. Riportare lo schermo dove la macchia ha le dimensioni minime, cercare la posizione dove limmagine appare più nitida. Fare quindi la misura sperimentale di o (distanza oggetto) e di i (distanza immagine). Il valore di f è riportato sulla lente. Valutare le relative indeterminazioni: δo, δi. Provare con diversi valori di o e annotare i corrispondenti valori di i (massimo cinque - sei misure, quindi cinque - sei coppie di dati: o 1, o 2,…. e i 1, i 2,…).

17 Procedimento: Che posizione deve avere l'oggetto per formare unimmagine reale? Quando invece si forma unimmagine virtuale? Calcolare f e la relativa indeterminazione per ogni coppia di misure. Calcolare il valor medio di f e confrontarlo con quello riportato sulla lente.

18 Verificare inoltre che: posizione oggetto tipo immagine posizione immagine orientazione immagine dimensione relativa 2f o reale f i 2f capovoltaridotta o = 2freale i = 2f capovoltastessa dim.ne f o 2f reale 2f i capovoltaingrandita o = freale __ o f virtuale i o dirittaingrandita

19 Descrizione della prova di laboratorio II parte: verifica delle leggi di Snell Set-up sperimentale.

20 II parte: verifica delle leggi di Snell Scopo: verificare le leggi della riflessione e della rifrazione calcolare lindice di rifrazione del plexiglas. Materiale occorrente: 1 goniometro 1 oggetto di plexiglass semicircolare 1 lampada 1 generatore di tensione

21 Procedimento: Porre sul goniometro il corpo di plexiglass semicircolare e fare incidere un fascio collimato di luce sulla superficie piana del plexiglas in modo che incontri la superficie nel centro degli assi disegnati sul goniometro. Misurare gli angoli di incidenza, di riflessione e di rifrazione. Modificare la posizione della lampadina in modo che il raggio di luce incida con unangolazione diversa, rispetto alla normale alla superficie del plexiglass nel punto di incidenza. Ripetere le misure dei tre angoli.

22 Procedimento: Ripetere la procedura alcune volte, misurando ogni volta gli angoli formati dai raggi incidente (, riflesso ( e rifratto ( con la normale alla superficie nel punto di incidenza. Verificare che =. Calcolare, inoltre, lindice di rifrazione del plexiglass, n plex, con la relativa indeterminazione, sapendo che lindice di rifrazione dellaria è n aria =1. n aria sen = n plex sen n plex = sen / sen Calcolare, infine, il valor medio degli indici di rifrazione ottenuti sperimentalmente e lerrore assoluto associato, poi confrontarlo con il valore di n per il plexiglas tabulato: n=1.49±0.01. Discutere i risultati ottenuti. NB: Per calcolare lindeterminazione su n è necessario esprimere e in radianti invece che in gradi.

23 Raccolta ed elaborazioni dati: (°) rad (°) rad sen sen /sen sen /sen )


Scaricare ppt "IV prova di laboratorio: verifica della legge dei punti coniugati e delle leggi di Snell Set-up sperimentale."

Presentazioni simili


Annunci Google