La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

_______________________________________________________________________.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "_______________________________________________________________________."— Transcript della presentazione:

1 _______________________________________________________________________

2 Il settore delle costruzioni presenta caratteristiche, che lo rendono diverso dagli altri settori industriali. progettazione del cantiere e pianificazione del lavoro riduzione del rischio alla fonte attuazione di adeguate misure organizzative e procedurali La gestione del rischio rumore _______________________________________________________________________ ______________________________________________________________________ Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino 2

3 In campo libero, il rumore diminuisce rapidamente allontanandosi dalla sorgente. Pertanto, è opportuno installare le attrezzature quali seghe circolari, taglia laterizi, generatori, ecc. all'aperto ed in posizione isolata rispetto al luogo di lavoro. Potrebbero risultare efficaci, barriere, che impropriamente potremmo denominare acustiche, realizzate, per esempio, collocando la zona di stoccaggio dei materiali in lavorazione tra la zona operativa e la sorgente rumorosa. ______________________________________________________________________ _______________________________________________________________________ 3 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

4 Occorre, in ogni caso, valutare la possibilità di confinare le attrezzature e quindi le lavorazioni più rumorose in aree a bassa concentrazione di lavoratori. Per coloro che, a causa dellattività che svolgono, non possono fare a meno di essere esposti ad elevate rumorosità, oltre alle misure di contenimento indicate, se possibile, occorre predisporre lavvicendamento tra i lavoratori, con adeguati turni di lavoro e periodi di riposo. ______________________________________________________________________ _______________________________________________________________________ 4 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

5 Unaccurata analisi delle fonti di rumore nel cantiere è il punto di partenza per una pianificazione mirata allaggiornamento delle macchine dellimpresa. Art. 192 del D.Lgs. 81/08 il datore di lavoro elimina i rischi alla fonte o li riduce al minimo mediante la scelta di attrezzature di lavoro adeguate, tenuto conto del lavoro da svolgere, che emettano il minor rumore possibile. _______________________________________________________________________ 5 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

6 Scegliere attrezzature che, a parità di prestazioni, siano caratterizzate da unemissione sonora minore. Mantenere le stesse in buono stato per tutto il loro ciclo di vita: unattenta manutenzione consente il rallentamento del processo di invecchiamento e di conseguenza anche il mantenimento delle caratteristiche funzionali e acustiche originali. _______________________________________________________________________ 6 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

7 Se il rumore di una attrezzatura non può essere eliminato o ridotto, si devono porre schermature alle sorgenti fonte di elevata rumorosità che abbattano il livello di emissione nellambiente circostante. S.Pre.S.A.L. ASL VCO Katia Bosso - C.P.T. Torino _______________________________________________________________________ 7

8 Interventi per la riduzione della rumorosità della sorgente S.Pre.S.A.L. ASL VCO Katia Bosso - C.P.T. Torino _______________________________________________________________________ 8

9 Art. 20 del D.Lgs. 81/08: Ogni lavoratore deve prendersi cura della propria salute e sicurezza e di quella delle altre persone presenti sul luogo di lavoro, su cui ricadono gli effetti delle sue azioni o omissioni, conformemente alla sua formazione, alle istruzioni e ai mezzi forniti dal datore di lavoro. _______________________________________________________________________ 9 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

10 INDISPENSABILE formazione dei lavoratori sul corretto utilizzo delle attrezzature e sull'adeguata manutenzione dei macchinari impiegati. consapevolizzare i lavoratori sulle scelte organizzative e procedurali effettuate La mancata osservanza delle disposizioni e istruzioni impartite dal datore di lavoro, vanifica l'attività di bonifica acustica collettiva e individuale. _______________________________________________________________________ 10 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

11 In edilizia non possiamo parlare di vera e propria bonifica acustica. Il cantiere è una realtà eterogenea: le fasi lavorative si susseguono e si sovrappongono e molte mansioni sono ricoperte da lavoratori che si trovano esposti a rumorosità emesse da attrezzature che non utilizzano direttamente. DPI _______________________________________________________________________ Come proteggersi? _______________________________________________________________________ 11 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

12 Le caratteristiche del lavoro nel settore delle costruzioni (estrema variabilità delle esposizioni nel corso della vita del cantiere oltre che nellambito delle singole giornate o settimane lavorative), rendono praticamente impossibile applicare le metodologie di valutazione previste in altri settori lavorativi dove a ciascun lavoratore ed a ciascun posto di lavoro è attribuibile uno specifico livello di esposizione a rumore. Risulta quindi necessario individuare criteri più attinenti al caso di specie. 12 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

13 I criteri di valutazione proposti prevedono il seguente percorso logico: Individuazione delle attività lavorative e delle relative emissioni sonore durante il loro svolgimento. Suddivisione dei lavoratori operanti in cantiere in gruppi omogenei secondo le attività svolte ed individuazione, nellambito di ciascun gruppo omogeneo, dei livelli di esposizione equivalenti di ciascuna delle attività e della relativa percentuale di tempo lavorativo dedicato. Calcolo per ciascun gruppo omogeneo, del livello di esposizione personale relativo alla settimana di maggior rischio riferita allintera durata del ciclo produttivo, tenuto conto delle caratteristiche del cantiere e considerando, al solo fine del rispetto del valore limite (87 dB(A)), dellattenuazione dei DPI delludito scelti. 13 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

14 Il settore delle costruzioni presenta caratteristiche, che lo rendono diverso dagli altri settori industriali. Ogni sua opera è da considerare un prototipo da momento che è impossibile che in un cantiere si possano ripetere le medesime condizioni determinate nella costruzione di unopera simile. Il cantiere edile e le attività che si svolgono al suo interno sono spesso caratterizzate da una breve durata nel tempo e dalla non ripetibilità; ciò rende quasi impossibile la rapida ed efficace valutazione del rischio per gli inevitabili incongrui tempi tecnici di una campagna di misurazione diretta. 14 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

15 Lart. 190 comma 5 bis del Dlgs. 81/08 stabilisce che lemissione sonora di attrezzature di lavoro, macchine e impianti può essere stimata in fase preventiva facendo riferimento a livelli di rumore standard individuati da studi e misurazioni. 15 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

16 Datori di lavoro Strumento per stimare il rischio prima dellavvio delle attività e per verificare, insieme ad eventuali misure di controllo, se le condizioni previste per un determinato cantiere sono compatibili con i livelli di protezione adottati. Coordinatori per la progettazione Strumento indispensabile ai coordinatori per la sicurezza in fase di progettazione per effettuare previsioni volte a gestire, dal punto di vista acustico, lorganizzazione del cantiere 16 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

17 Ogni macchina o attrezzo è stato misurato in diverse condizioni di utilizzo e tipologie di cantiere. Sarà possibile disporre di dati relativi alle pressioni sonore e alle potenze sonore delle macchine. L Aeq operatore LwA (L aeq calcolata da LwA) 17 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

18 L Aeq Valore della pressione sonora efficace di un'onda meccanica (sonora) rispetto ad una sorgente sonora di riferimento. 18 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

19 LwA grandezza caratteristica della sorgente stessa, indipendente dallambiente in cui il rumore viene irradiato: mediante tale grandezza è possibile confrontare la rumorosità di macchine diverse tra loro. 19 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

20 Scheda L aeq Indicazione tipo - marca -modello- potenza- cilindrata Condizioni di utilizzo (materiale) Analisi in frequenza per banda dottava Valori di L Aeq (A) – L Aeq (C) – Peak(C) Strumentazione utilizzata per le misure 20 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

21 Scheda LwA Indicazione tipo - marca -modello- potenza- cilindrata Condizioni di utilizzo (materiale) Analisi in frequenza per banda dottava Valori di L Aeq (A) – L Aeq (C) Strumentazione utilizzata per le misure 21 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino

22 Grazie per lattenzione 22 Cpt Trieste Katia Bosso - C.P.T. Torino


Scaricare ppt "_______________________________________________________________________."

Presentazioni simili


Annunci Google